Vai al contenuto
Caleb Lost

Lo staccato

Recommended Posts

Ciao Ganappo

cerca nella discussione:

inizio ...

c'è una cosa che scrissi e che ti potrà interessare riguarda lo staccato!

Devi imparare un pò alla volta a toccare all'inizio morbidamente l'ancia per acquistare l'attacco indispensabile in tre fasi:

prima: tocca l'ancia con la punta della lingua lasciando e fai in modo che che la stessa, dopo questa operazione si assesti naturalmente all'interno della bocca sui dei denti incisivi sottostanti

seconda: Inspira lentamete

terza: sostieni il suono!

Ripeti molte volte a semiminime molto lentamente e con un mezzoforte intenso!

la stessa cosa poi impara a farla con varie dinamiche dal piano al forte! ... Ros!

Pardon :D ... mi sono un pò "incasinato!" :P ... Ros! ;)

Eh si,in effetti prima ovresti farlo respirare!!!!! :P

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ciao a tutti studio clarinetto da 5 anni e da 2 al conservatorio e ho cmq problemi a staccare...il mio prof dice che stacco troppo...stacco cosi tanto che le note stonano e diventano calanti a llora ho provato a fare diversamente...:

-prima d tt ho provato a dare il colpo d lingua sl sulla punta dell'ancia nn nella parte piu grossa e poi ho cominciato a stringere d mn l'imboccatura.....l'effetto è il contrario...nn riesco a staccare e le note nn escono qs mai....

Poi c'è 1 altro problema. . qnd suono m sforzo a respirare col diaframma ma nn c riesco...respiro d gola e qnd ho finito d suonare m viene 1 gran mal d gola per almeno 30 minuti...e anke se respiro col diaframma la gola m fa ugualmente uguale....forse la sforzo troppo nn so...cmq avrei bisogno d consigli grazie mille!!!!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ciao a tutti studio clarinetto da 5 anni e da 2 al conservatorio e ho cmq problemi a staccare...il mio prof dice che stacco troppo...stacco cosi tanto che le note stonano e diventano calanti a llora ho provato a fare diversamente...:

-prima d tt ho provato a dare il colpo d lingua sl sulla punta dell'ancia nn nella parte piu grossa e poi ho cominciato a stringere d mn l'imboccatura.....l'effetto è il contrario...nn riesco a staccare e le note nn escono qs mai....

Poi c'è 1 altro problema. . qnd suono m sforzo a respirare col diaframma ma nn c riesco...respiro d gola e qnd ho finito d suonare m viene 1 gran mal d gola per almeno 30 minuti...e anke se respiro col diaframma la gola m fa ugualmente uguale....forse la sforzo troppo nn so...cmq avrei bisogno d consigli grazie mille!!!!!

ma scusa fattelo spiegare dal tuo maestro come devi fare....:rolleyes:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ciao a tutti studio clarinetto da 5 anni e da 2 al conservatorio e ho cmq problemi a staccare...il mio prof dice che stacco troppo...stacco cosi tanto che le note stonano e diventano calanti a llora ho provato a fare diversamente...:

-prima d tt ho provato a dare il colpo d lingua sl sulla punta dell'ancia nn nella parte piu grossa e poi ho cominciato a stringere d mn l'imboccatura.....l'effetto è il contrario...nn riesco a staccare e le note nn escono qs mai....

Poi c'è 1 altro problema. . qnd suono m sforzo a respirare col diaframma ma nn c riesco...respiro d gola e qnd ho finito d suonare m viene 1 gran mal d gola per almeno 30 minuti...e anke se respiro col diaframma la gola m fa ugualmente uguale....forse la sforzo troppo nn so...cmq avrei bisogno d consigli grazie mille!!!!!

Ciao.

per lo staccato non so, dovrei sentire di persona,

per quanto riguarda l'altro problema, per me c'è un pò di confusione,

forse lo sforzo della gola è dovuto ad una imboccatura troppo dura, in linea di massima direi ad occhio che quando suoni sei troppo rigido e teso.

Per quando riguarda la respirazione fai questo esperimento stupido ma efficace, giusto per capire com'è la reale respirazione diaframmatica: mettiti in ginocchio con il sedere sui talloni e suona, esegui uno studio lento, prendi bene fiato e intanto ascolta come respiri, fai meno fatica? quella è la respirazione.

Tutto quello che ora devi fare è usare la stessa respirazione in piedi o seduto... dici niente! :D

Comunque se ho sbagliato tutto, come dice bliss ti conviene sentire il tuo insegnante... è li apposta! :D

Ciao ciao.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ciao.

per lo staccato non so, dovrei sentire di persona,

per quanto riguarda l'altro problema, per me c'è un pò di confusione,

forse lo sforzo della gola è dovuto ad una imboccatura troppo dura, in linea di massima direi ad occhio che quando suoni sei troppo rigido e teso.

Per quando riguarda la respirazione fai questo esperimento stupido ma efficace, giusto per capire com'è la reale respirazione diaframmatica: mettiti in ginocchio con il sedere sui talloni e suona, esegui uno studio lento, prendi bene fiato e intanto ascolta come respiri, fai meno fatica? quella è la respirazione.

Tutto quello che ora devi fare è usare la stessa respirazione in piedi o seduto... dici niente! :D

Comunque se ho sbagliato tutto, come dice bliss ti conviene sentire il tuo insegnante... è li apposta! :D

Ciao ciao.

:lol::lol: Scusami turnaround!

Se lo faccio io questo esercizio rischio o di non rialzarmi più da terra oppure di finire dall'ortopedico per fratture multiple! :P ... peso quasi 128Kg! :D

Comunque devo sperimentare questa tecnica sui miei alunni! :) Grazie della dritta! :D Ros! ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Se lo faccio io questo esercizio rischio o di non rialzarmi più da terra oppure di finire dall'ortopedico per fratture multiple! ... peso quasi 128Kg!

:lol::lol::lol:

è da anni che uso il classico metodo del libro, ovvero: ti sdrai sul letto e ti metti un libro sul diaframma...a me ha aiutato moltissimo...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao, ci sono delle regole fisiche per le quali lo strumento suona, stacca, lega......

Se ne prendi coscienza questo tipo di problemi ti abbandoneranno.

Ti consiglio di procurarti il libro "Psicoanatomia del clarinettista" di Alessandro Licostini. Edizioni BMG ricordi.

Leggilo e poi dimmi se ti ha aiutato, a presto, Caterina

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
:lol::lol::lol:

è da anni che uso il classico metodo del libro, ovvero: ti sdrai sul letto e ti metti un libro sul diaframma...a me ha aiutato moltissimo...

Ciao Gershiwin

:P al tempo lo feci anch'io!

Adesso considerando la panza mi ci vuole l'intera enciclopedia treccani! :lol::lol: ... :D Ros! ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

che bello non essere solo:sia per la respirazione che per i 128 kg!!!!

per la respirazione non saprei proprio per i Kg......beh,ho concluso che non sono poi troppi,tanto non se ne vanno.

ciao a tutti

il nero :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
:lol::lol: Scusami turnaround!

Se lo faccio io questo esercizio rischio o di non rialzarmi più da terra oppure di finire dall'ortopedico per fratture multiple! :P ... peso quasi 128Kg! :D

Comunque devo sperimentare questa tecnica sui miei alunni! :) Grazie della dritta! :D Ros! ;)

Ciao Ross.

Fammi sapere poi se lo ritieni valido.

Il libro sul diaframma sdraiati non c'entra niente con questo.

Ciao ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Ale, riguardo ai tuoi problemi mi permetto di dire anche la mia modesta opinione.

A mio avviso la corretta respirazione è essenziale per suonare.

Non sempre, anzi spesso non viene da sola , "naturalmente", ma necessita di applicazione.

Da come descrivi i problemi anche se enfatizzandoli, mi vengono anche dubbi sui materiali in quanto bisogna ricordarsi della variabilità individuale che può essere tanta.

Solamente per curiosità ( se non vuoi scriverlo pubblicamente ,mandamelo per posta) mi faresti sapere in che conservatorio sei iscritto?

Ciao

Francesco

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per staccare ho sentito dire che bisogna far conto di pronunciare brevemente cose del tipo "Tu-tu-tu" (dovrebbe essere il famoso colpo di lingua).

Ma onestamente sono molto più bravo a steccare che a staccare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ciao a tt suono il clarinetto da 5 anni e ancora dv ammettere d nn sapere cm si stacca una nota in qst senso:io qnd stacco usando il famoso colpo d lingua "stacco troppo"e di conseguenza la nota stona o fischia...io nn riesco proprio a capire cm dv staccare in modo ke la nota suoni bn....il mio prof me lo spiega ma io ancora nn sn riuscita ad arrivare a nulla.....vi prego aiutatemi.....do troppa forza alla lingua qnd stacca....ma nn so cm essere piu "dolce"....vi prego in qualsiasi modo aiutatemi!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! grazie ah...se volete rispondermi per e-mail scrivete a oryale@hotmail.it grazie ciao!!!!!!!!!!!!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Devi pensare che lo staccato è un'interruzione più o meno lunga dell'emissione di fiato e non, come spesso accade, un insieme di tanti colpi di fiato!!.

Ad ogni modo mi sento di consigliarti di lavorare lentamente sulle semiminime ribattute (a tempo di 60 la semiminima) pensando all'immagine mentale di un rubinetto d'acqua sempre aperto sotto il cui flusso si fa passare un dito allo stesso ritmo di cui sopra.

In questo può aiutarti l'esecuzione dapprima di una semibreve, per capire la pressione richiesta dalla nota in questione e poi la frammentazione della stessa semibreve in 4 semiminime da sostenere con la medesima pressione d'aria.

Inoltre, in linea generale dovresti far corrispondere nel registro basso una più corposa azione della lingua (dorso appena dietro la punta) e nel registro superiore una più ferma tenuta della maschera facciale con una maggiore delicatezza nel colpo di lingua.

Appena noti dei miglioramenti, sarei grato se mi facessi sapere le tue personali considerazoni.

Saluti.

Vito

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

E' abbastanza facile ricorrere alle tecniche del sax.

lo staccato secco equivale alla protuncia del " tu " e quello morbido a quello del " du ".

prova pronunciare queste due sillabe e ti rendo conto di come si sposta la lingua.

il resto è gia stato detto, devi solo trovare la tua dimensione ottimale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

tutto quello che ti è stato suggerito è corretto, l'unica cosa che ti voglio dire è quella di non usare il tu e du ma il ta e da. devi aprire la gola come se pronunciassi a e non u. per il suono classico, per l'omogeneita del suono fra i vari registri e per altri motivi è preferibile aprire la gola.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest k3v

:SHABLON_padonak_01:

Ciao a tutti, ho 15 anni e quest'anno farò l'esame di ammissione al primo anno di conservatorio, ma ho un problema grandissimo: la velocità della lingua nello staccato............... :scratch_one-s_head::SHABLON_padonak_01:

Il problema non è tanto la posizione, quanto la velocità della lingua, infatti anche senza strumento in bocca più o meno ho la stessa velocità (magari poco più veloce a causa delle ance 3,5 e dell'm30 che monto).............

Sto facendo esercizi con kell, ribattuti e ora sto cominciando pure ad allenare la lingua senza suonare, del tipo TATATATATA............... ma la mia lingua è lentissima, calcolate che per fare le scale quelle della prima parte del magnani staccate la mia massima velocità è 89 alla minima(sono tre rigni di crome)!!!!!!!!!!!

Come posso fare per migliorare sta benedetta velocità? e soprattutto..... c'è la speranza che io non resti a vita con uno staccato lentissimo?????

Ringrazio un sacco chi mi risponderà

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
:SHABLON_padonak_01:

Ciao a tutti, ho 15 anni e quest'anno farò l'esame di ammissione al primo anno di conservatorio, ma ho un problema grandissimo: la velocità della lingua nello staccato............... :scratch_one-s_head::SHABLON_padonak_01:

Il problema non è tanto la posizione, quanto la velocità della lingua, infatti anche senza strumento in bocca più o meno ho la stessa velocità (magari poco più veloce a causa delle ance 3,5 e dell'm30 che monto).............

Sto facendo esercizi con kell, ribattuti e ora sto cominciando pure ad allenare la lingua senza suonare, del tipo TATATATATA............... ma la mia lingua è lentissima, calcolate che per fare le scale quelle della prima parte del magnani staccate la mia massima velocità è 89 alla minima(sono tre rigni di crome)!!!!!!!!!!!

Come posso fare per migliorare sta benedetta velocità? e soprattutto..... c'è la speranza che io non resti a vita con uno staccato lentissimo?????

Ringrazio un sacco chi mi risponderà

ciao non ti preoccupare....la velocita' arrivara' pian piano k andrai avanti con gli studi...ank io ho qst problema....dopo un certo tempo la mia lingua si rifiuta praticamente d and piu veloce...ho provato a kiedere al mio maestro e lui mi ha detto d stare tranquilla e di continuare a studiare lo staccato poco tutti i giorni e man mano migliorera'...io sto facendo qll k dice lui,....e cmq non è male se prima d entrare in conservatorio vai clla minima 89 pensa ke quando sono entrata io ero stata impostata malissimo e staccavo con la lingua nella parte piu grossa dell'ancia cioè verso la fine....puoi ben immaginarti qnt andava veloce!!per niente!poi in un anno ho messo tt a posto (studiando tanto tt i gg) e ora sto cercando di superare ank l'ostacolo della velocita'!!!non aver fretta...!

ciao ale

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Nell' attesa lavora sulla qualità, perchè si parla molto di velocità, ma molto poco sento discutere di qualità, per intenderci:

STACCATO DELLA NOTA CON .

STACCATO DELLA NOTA CON >

STACCATO DELLA NOTA CON ^ (chiodino detto alla francese chevron)

STACCATO DELLA NOTA CON -----

STACCATO DELLA NOTA CON PUNTO E LEGATURA SU

ecc.ecc.

Buon lavoro.

Saluti, FLAVUS :thumbsup_still:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
:SHABLON_padonak_01:

Ciao a tutti, ho 15 anni e quest'anno farò l'esame di ammissione al primo anno di conservatorio, ma ho un problema grandissimo: la velocità della lingua nello staccato............... :scratch_one-s_head::SHABLON_padonak_01:

Il problema non è tanto la posizione, quanto la velocità della lingua, infatti anche senza strumento in bocca più o meno ho la stessa velocità (magari poco più veloce a causa delle ance 3,5 e dell'm30 che monto).............

Sto facendo esercizi con kell, ribattuti e ora sto cominciando pure ad allenare la lingua senza suonare, del tipo TATATATATA............... ma la mia lingua è lentissima, calcolate che per fare le scale quelle della prima parte del magnani staccate la mia massima velocità è 89 alla minima(sono tre rigni di crome)!!!!!!!!!!!

Come posso fare per migliorare sta benedetta velocità? e soprattutto..... c'è la speranza che io non resti a vita con uno staccato lentissimo?????

Ringrazio un sacco chi mi risponderà

Ciao!

1) nn ti preoccupare per la velocità dello staccato e nn ti fissare su questa cosa; ci sono altre centinaia di cose che vanno corrette oltre lo staccato e nn si può risolvere tutto e subito.

2) solo il tempo e l'esperienza che maturi negli anni ti possono aiutare.

3) continua ad esercitarti un po' alla volta e vedrai che piano, piano prenderai confidenza maggiore anche con lo staccato, e nn solo!

...per qualsiasi altro consiglio chiedi pure...ciao!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Che intruglio lo staccato!!! :lol:

Anche io ci sbatto spesso... sopratutto ora che ho cominciato a studiare il primo tempo del concerto di Mozart (da fare solista con un pianoforte in una serata aiuuuuuto!!!!!).

Ci sono quelle scalette velocine staccate che mi intrugliano non poco...

Per ora sto studiando a un tempo molto inferiore a quello finale... mi hanno consigliato di aumentare piano piano!

Che ne pensate?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Puoi rispondere adesso e registrarti subito dopo. Se hai un account, ACCEDI.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy