Vai al contenuto
Caleb Lost

Lo staccato

Recommended Posts

:lol::lol::lol::lol::lol:

ma no frodo questa me l'hanno raccontata quando lavoravo in sicilia....e' per dire che le cantanti sono un po' come dire ...leggere e dormono sempre a casa di qualcun altro...ma insomma devo anche farti il disegnino? :D:D:D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
:lol::lol::lol::lol::lol:

ma no frodo questa me l'hanno raccontata quando lavoravo in sicilia....e' per dire che le cantanti sono un po' come dire ...leggere e dormono sempre a casa di qualcun altro...ma insomma devo anche farti il disegnino? :D:D:D

non c'è bisogno, faccio correre l'immaginazione...conosco un paio di cantanti che...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Che strumento suoni?

Comunque dammi le misure del barilotto e casomai ti saprò essere più preciso.

Ciao

Dav

un vecchissimo RC (credo)...un si legge piu' nemmeno buffet crampon figurati tu...completo discendente al Mib.

barilotti 2: 65 e 66 mm.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
:lol::lol::lol::lol::lol:

ma no frodo questa me l'hanno raccontata quando lavoravo in sicilia....e' per dire che le cantanti sono un po' come dire ...leggere e dormono sempre a casa di qualcun altro...ma insomma devo anche farti il disegnino? :D:D:D

non c'è bisogno, faccio correre l'immaginazione...conosco un paio di cantanti che...

solo un paio???? :o

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
:lol::lol::lol::lol::lol:

ma no frodo questa me l'hanno raccontata quando lavoravo in sicilia....e' per dire che le cantanti sono un po' come dire ...leggere e dormono sempre a casa di qualcun altro...ma insomma devo anche farti il disegnino? :D:D:D

non c'è bisogno, faccio correre l'immaginazione...conosco un paio di cantanti che...

solo un paio???? :o

un paio alla volta...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Incominciate a diffondere in Italia l'uso anche nel clarinetto della respirazione circolare io la uso e mi trovo benissimo.

:blink: non mi sembra sia una novità la respirazione circolare...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Incominciate a diffondere in Italia l'uso anche nel clarinetto della respirazione circolare io la uso e mi trovo benissimo.

Incominciate??? Ah, andiamo bene! Da chi abbiamo l'onore di prendere lezioni? Non mi piacciono le generalizzazioni specie se poi sanno di esterofilìa forzosa. Chi ti dice che vada diffusa, casomai, solo in Italia? E chi ti dice che non sia già diffusa? Cosa significa? Che all'estero TUTTI la usano e TUTTI la sanno insegnare e TUTTI la sanno fare?

E ancora: tu la usi e ti trovi benissimo, ma per suonare CHE COSA? Non credi che l'impiego della respirazione continua possa essere utile in alcuni casi e superflua o inutile in altri?

Parliamo piuttosto della buona educazione a respirare bene, alle vecchie note lunghe col crescendo e diminuendo. Parliamo dell'educazione al fraseggio, al respirare musicalmente: pratica, quest'ultima, che interessa con successo anche chi non suona uno strumento a fiato.

Scusate lo sfogo ma certe sortite mi irritano. Chi la usa di certo si trova benissimo, chi non la usa...sono affari suoi! Se la vuole imparare va da chi gliela insegna sennò pace. Ma per piacere lasciamo stare i "voi in Italia incominciate a fare questo o quest'altro".

Ho sentito dal vivo una volta Antony Pay suonare la seconda pagina del concerto nr 1 di Weber con una sola interruzione di fiato, esattamente tra la fine delle terzine e l'inizio delle quartine (la cadenza di Baermann) dicendo a noi uditori che non aveva usato la respirazione circolare perchè non serviva. Basta imparare a respirare correttamente e dando la pressione giusta. Eppure non è italiano... Eppure anche lui la usa e si trova bene...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

davidal non t'inc.....are dai! hai ragione su tutta la linea...la respirazione circolare non e' mica un credo religioso e in italia c'e' chi la sa fare benissimo. e poi c'e' gia' una discussione che si chiama respirazione circolare mi sembra ;) .....qui si dovrebbe parlare di staccato (questo si che e' difficile da fare: staccato e respirazione circolare contemporaneamente)....la respirazione circolare e' solo una tecnica come lo slap o il frullato....io sono per la conoscenza anche di queste tecniche, ma prima di provare ad andare in bici pedalando con le mani bisognerebbe essere sicuri che intanto si e' capaci di farlo nella maniera tradizionale.....poi ci sono dei casi strani come ad esmpio sta capitando a me in questi giorni: un nuovo allievo che ha lo slap naturale nel senso che quando stacca slappa e non e' assolutamente capace di staccare normalmente....ho cominciato intanto col rassicurarlo dicendogli che conosco fior di clarinettisti che sarebbero disposti ad andare a lourdes in ginocchio pur di impadronirsi di questa tecnica e gli ho suggerito alcuni esercizi semplici per raggiungere uno staccato diciamo canonico, ma nello stesso tempo lo incoraggio a non abbandonare anche questo modo di staccare..comunque se i miei esercizi funzioneranno li pubblichero' sul mio sito e chiunque potra scaricarseli (il sapere per me deve essere se possibile gratuito e alla portata di tutti..le composizioni e tutto quello che concerne il lavoro creativo invece e' normale che abbiano un prezzo)..la musica e il clarinetto son belli perche' son vari.....io quando ascolto l'orchestra di king ferus mustafa (musica balkanica) rimango esterrefatto per i doppi e tripli staccati ad una velocita' pazzesca e mi dico che sul nostro strumento si possono fare davvero cose incredibili o impensabili....questo succede anche per lamusica klezmer (jora fedmann) o per la musica albanese e bulgara dove ci sono delle cose in 11 o 13 che sinceramente a un italiano costerebbero anni e anni di lavoro per renderle organiche al suo modo di porsi davanti alla musica.....se comunque masticate un po' di inglese vi consiglio di andare sul sito (l'indirizzo lo scordo sempre ma lo trovate segnalato (mi raccomando i due punti prima dello slash ;) nella discussione links utili e di cercare tutto quello che il grande (e questa volta l'aggettivo non e' sprecato....mica si parla di paolo conte) tony pay scrive sul clarinetto e sulle problematiche inerenti al nostro tubo nero.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Salve a tutti,

mi rivolgo a coloro che hanno più esperienza per chiedere come sono riusciti ad attenuare l'emissione di saliva nel tubo del clarinetto quando suonano qualcosa che impieghi spesso lo staccato. :huh:

Io suono da nove/dieci mesi, non proprio regolarmente, e quando faccio le scale con lo staccato devo spesso (leggi spessissimo)asciugare lo strumento, altrimenti il suono gorgoglia che è un piacere. :(

Un altro mio cruccio è il si bemolle in mezzo al rigo che io diteggio semplicemente con portavoce e chiave di la, ed esce un suono così moscio, anzi per essere onesti è meglio dire più moscio degli altri. :unsure:

Avete suggerimenti per renderlo un po' più vivace?

Un'ultima cosa: che pubblicazioni ci sono che parlano del clarinetto e danno suggerimenti sul modo di suonarlo (a parte quello di Meloni)?

Grazie.

Marco Matteucci

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

LA SALIVAZIONE ECCESSIVA è DOVUTA AL FATTO CHE NON SUONI COSTANTEMENTE ED è UN FATTORE CHE ANDRA' VIA CON IL PASSARE DEL TEMPO , POI TI ACCORGEREI CHE ESSA SARà SEMPRE DI MENO ( ANCHE SE PER OVI MOTIVI ESSA SARà SEMPRE PRESENTE PER VIA DEL FATTO CHE HAI IN BOCCA UN CORPO ESTRANEO).

OLTRE ALLE SCALE LEGATE E STACCATE , FAI ANCHE DEI SUONI LUNGHI E COMUNQUE DOPO 20 MINUTI ASCIUGA LO STRUMENTO , SMONTA L'ANCIA E VEDRAI CHE A POCO A POCO I RISULTATI ARRIVERANNO.

FORSE DOVRESTI ANCHE METTERE MENO QUANTITà DI BOCCHINO IN BOCCA , NON VORREI CHE SIA QUESTO IL PROBLEMA.

IO OLTRE AL LIBRO DI MELONI HO LETTO ANCHE IL LIBRO DEL CELEBRE CLARINETTISTA JACK BRYMER (MA è UN EDIZIONE VECCHIA , NON SO' SE è ANCORA IN COMMERCIO)

CIAO HO SONNO :blink:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
( ANCHE SE PER OVI MOTIVI ESSA SARà SEMPRE PRESENTE PER VIA DEL FATTO CHE HAI IN BOCCA UN CORPO ESTRANEO).....................................

...............FORSE DOVRESTI ANCHE METTERE MENO QUANTITà DI BOCCHINO IN BOCCA , NON VORREI CHE SIA QUESTO IL PROBLEMA.

:ph34r::ph34r::ph34r:

siamo alle solite

:ph34r::ph34r::ph34r:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ANCHE SE PER OVI MOTIVI ESSA SARà SEMPRE PRESENTE PER VIA DEL FATTO CHE HAI IN BOCCA UN CORPO ESTRANEO).....................................

...............FORSE DOVRESTI ANCHE METTERE MENO QUANTITà DI BOCCHINO IN BOCCA , NON VORREI CHE SIA QUESTO IL PROBLEMA.

 

siamo alle solite

 

che fa ricominciamo con il modello MONICA LEWINSKY?? :lol:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Un libro interessante e secondo me molto completo é quello di David Pino, The Clarinet And Clarinet Playing (www.doverpublications.com) che si puó richiedere via Amazon (3 settimane).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao!

Io ho più o meno la tua stessa esperienza, quindi non so darti proprio dei consigli...l'eccessiva salivazione diminuirà veramente con il tempo, io l'ho notato. Tra l'altro ho anche notato che lo strumento "si bagna" solamente con le note del registro basso, quando suono note più acute rimane praticamente asciutto (ma non so se è una cosa comune o solo mia). Anche io avevo lo stesso problema col Lab, infatti lo suono principalmente usando una delle chiavi "laterali". Se proprio vuoi usare la chiave portavoce allora forse il problema sta nell'emissione dell'aria (ricorda che devi tenere la gola aperta, per creare una bella colonna d'aria), oppure è da regolare l'apertura della chiave...

Cmq spero che altri utenti possano confermare o correggere ciò che ho detto.

Io mi baso su quello che so :)

Cmq la cosa più importante di tutte è la costanza nell'esercitarsi. Io me ne sono accorto solo ultimamente.

Ale

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dai Florem non deprimerti così!.........certo che detto da me ;) ...........ODDIO!!!!!non vorrei scatenare l'indignazione di Davidal dantoti un'amichevole "pacca sulla spalla"!

...scusate :rolleyes: ....sono un po' stanchina stasera..... :ph34r:

cmq è vero:con il tempo passa tutto.Soprattutto se ti a metti a studiare per bene.

Anch'io ho letto il libro di Brymer e secondo me è una vera Bibbia per clarinettisti anche se è un po' datato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Da principianti, la salivazione eccessiva sembra una cosa che va insieme con suonare il clarinetto, soprattutto quando si studia lo staccato per piú di 5 minuti :)

Poi a poco a poco uno si accorge che sí, effettivamente, la salivazione eccessiva arriva quando si suona il clarinetto, ma magari ci sono anche cause diverse, che lo staccato sul clarinetto non fa che acuire.

A poco a poco, nella mia (ancora) biennale esperienza, mi sono accorto che la salivazione dipende molto anche da .... quello che mangiamo o beviamo. :blink::huh:

Dico, quello che mangiamo o beviamo non solo un'ora prima di suonare, ma anche uno o due giorni prima.

Per esempio cose tipo yogurt, succhi di frutta, frutta fresca, insalata cruda ecc. favoriscono molto la salivazione quindi se fra un'ora devo suonare non li mangio.

Inoltre, il vino, la birra, gli alcolici, arrosti, paste varie e condimenti tosti ecc. non fanno che far ingrossare la lingua durante un periodo imprecisato (che dura molto oltre la normale digestione) con effetti immaginabili sul suono del clarinetto.

Non parliamo poi delle sacrosante sbronze, non quelle eccessive, ma un semplice bicchiere di troppo la sera prima intorpidisce la lingua per tutto il giorno successivo....

wow ! sará mica che il nostro beneamato clarinetto ha anche una funzione fondamentale di igiene di vita ? ;):D:D:D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per la salivazione hai avuto già buone risposte, per il sib moscio non preoccuparti, è un problema noto a tutti i clarinettisti e che riguarda +o- tutti i clarinetti anche quelli professionali,la tua diteggiatura è corretta quindi se il passaggio è veloce infischiatene se invece è + lento ti conviene correggerlo chiudendo anche i buchi sottostanti all'indice e all'anulare della mano sinistra, sentirai subito il cambiamento.Le note + acute del registro basso sono sempre disgraziate come timbro e vengono spesso corrette! :rolleyes:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ci sono altre due posizioni che ti possono aiutare con il sib.

- Chiavetta del la + chiave n. 10, ovvero la seconda delle 4 chiavette a destra del pezzo superiore

-posiz. normale del sib + anulare sx + indice dx + anulare dx + chiavetta del fa# basso (sia a dx sia a sx)

Ne esisteranno mille altre di posizioni del sib ma con queste io mi trovo bene

Cmq, in velocità, usa sempre la posizione classica xké non si sente che la nota è stimbrata.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
per il sib moscio non preoccuparti.............

...........ti conviene correggerlo chiudendo anche i buchi sottostanti

:ph34r::ph34r::ph34r:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie ragazzi per i vostri preziosi consigli che cercherò di mettere in pratica quanto prima, tutti tranne uno: grazie CLARIN per i tuoi consigli, ma so già che presterò poca attenzione al cibo prima di suonare, perchè... insomma ragazzi, quest'anno compirò 50 anni :( , ho anche il si bemolle moscino :angry: se devo rinunciare anche alla buona tavola :P ....meglio che impari a suonare il campanello di casa!! :rolleyes:

Grazie ancora a tutti. ;)

Marco Matteucci

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
per il sib moscio non preoccuparti.............

...........ti conviene correggerlo chiudendo anche i buchi sottostanti 

 

IL MIO SIBEMOLLE è SEMPRE .... DURO B)

:o:o:o

Clarinè e cackino siete sempre i soliti!!!

Ciao e a proposito: "O mio, è chiù tuost 'do vuosto!!!" Il si b chiaramente. :lol::lol::lol:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

(NATURALMENTE VOLEVO SCRIVERE "LINGUA", MA ORA NON SO COME FARE

A CORREGGERE IL TITOLO !)

Ciao a tutti !

Ho bisogno di un altro chiarimento in merito al "modo"

di suonare il clarinetto. Io eseguo solo ed esclusivamente

brani di liscio (pochi per la verità) e - da quando ho iniziato

a suonarli - ho sempre utilizzato abbondantemente il colpo di

lingua che però in alcuni passaggi mi crea notevoli difficoltà

nel prendere la nota (soprattutto SI / DO /RE e MI alti).

Eseguendo gli stessi brani SENZA colpo di lingua l'effetto sonoro

non è proprio uguale, ma in compenso risulta molto più facile

l'emissione delle note e dei vari passaggi.

Ora vorrei sapere da Voi :

1. E' una cosa normale che si può risolvere con l'esercizio, oppure sono io che sbaglio qualcosa nel modo di imboccare e di impostare labbra e fiato?

2. E' strettamente necessario eseguire tutto il brano con il colpo di lingua, oppure è possibile utilizzarlo solo in alcuni punti, suonando il resto in modo "normale" ?

So di porre domande quantomeno anomale, ma i vostri consigli sono l'unico modo che ho per togliermi alcuni dubbi.

Grazie fin da ora a tutti e buona giornata !

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Puoi rispondere adesso e registrarti subito dopo. Se hai un account, ACCEDI.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy