Vai al contenuto
Cornetto

Organi Elettronici attuali, campionati e non

Recommended Posts

Per Giggiograno Myorgan non è più free, a quanto pare è stato acquisito da Hauptwerk,

Ma non disperare i nostri cugini francesi hanno pensato bene di modificare i sorgenti di Myorgan (che erano disponibili in rete) e creare un'alternativa free: GrandOrgue. Il download lo puoi fare da qui e vedrai che hanno fatto anche qualche aggiunta.

Buona giornata.

Bhè... se nn collego il pc ad internet e non aggiorno posso usarlo sempre???

Che tipo di aggiunte???

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
:clapping:

Scusate se interrompo una discussione già in corso ma mi pare di non andare off-topic se vi sottopongo una nuova tecnologia per la produzione del suono che pare Viscount abbia lanciato da non molto.

Non so se è stata una scoperta solo per me ma mi sono imbattuto nel sito Physis Organs dove sotto questo nuovo nome Viscount commercializza (quissà a che prezzo?) organi che non usano la campionatura del suono evitando così l'effetto split dovuto al salto tra un campione e l'altro quando si deve coprire l'intera estesione della tastiera con pochi campioni in memoria.

Vorrei chiedervi se qualcuno ne sa qualcosa di più o addirittura se ha provato a suonarci e a quando risale il lancio di questa nuova tecnologia.

:bye:

Si tratta, al momento, di 3 modelli d'organo (Unico300, Unico400 e Unico500) basati su questa tecnologia. Ne ha accennato Guilmant con QUESTO COMMENTO in questo stesso Topic, auspicando anche la commercializzazione nel prossimo futuro di un modello a 4 Manuali.

Io non ho mai visto nessuno di questi modelli (certo, chiamare un organo elettronico "Modello Unico" e aggiungere un numero fa pensare un po' alle Tasse...) ma a quanto pare dovrebbero essere molto interessanti. Prima o poi se ne vedrà qualcuno in qualche chiesa, d'altronde molti preti spenderebbero cifre anche molto ingenti pur di non comprare organi a canne...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
:clapping:

Scusate se interrompo una discussione già in corso ma mi pare di non andare off-topic se vi sottopongo una nuova tecnologia per la produzione del suono che pare Viscount abbia lanciato da non molto.

Non so se è stata una scoperta solo per me ma mi sono imbattuto nel sito Physis Organs dove sotto questo nuovo nome Viscount commercializza (quissà a che prezzo?) organi che non usano la campionatura del suono evitando così l'effetto split dovuto al salto tra un campione e l'altro quando si deve coprire l'intera estesione della tastiera con pochi campioni in memoria.

Vorrei chiedervi se qualcuno ne sa qualcosa di più o addirittura se ha provato a suonarci e a quando risale il lancio di questa nuova tecnologia.

:bye:

Il modello Physis è quello che oggi si chiama Unico.

Io l'ho già provato e non è male: il fatto sta che i ogni registro c'è un CM100, cioè per ogni registro ne hai a disposizione altri 4 o 5. Semplicemente hanno riportato ciò che avevano gà fatto sui modelli Vivace.

Giggiograno dovrebbe averne un esempio se possiede già la serie nuova dei Vivace.

Comunque sono indietro, perchè questa tecnologia l'ha portata in commercio per primo la Ahlborn con la serie Organum.

Il lancio del modello Unico è prettamente di Luglio 2009, in quanto i prezzi si sanno solo ora.

Il modello Unico costa ca. 29.000 euro (!!!)

Quest'anno il concorso di Mondaino si svolge già su quei modelli.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Giggiograno dovrebbe averne un esempio se possiede già la serie nuova dei Vivace.

ESATTO!!!

Ho a disposizione una miriade di registri...

Esempio:il Principale 8' può cedere il posto ad una montre 8' o a un Prinzipal tedesco... però non con tutti i registri... in molti (come l'ottava) c'è solo l'octave tedesca e il prestant 4...

Tre registri (32' pedale, vox celeste (II) e viola (I)) possono diventare simpatiche voci orchestrali comprendenti arpe, viole, violini, xilofoni, campane e clavicembali... L'unica pecca è che ogni registro può essere cambiato solo con i propri campionamenti... quindi nel Principale di 8 non posso metterci le campane (per intenderci...)

Comunque sia il CM100 lo voglio lo stesso... :i-m_so_happy:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non sono assolutamente un fan degli organi elettronici, però non ho potuto non strabuzzare gli occhi nel vedere quest'affare qua:

kawait50.jpg

La foto è tratta dalla pagina di un utente de The Organ Forum. È un Kawai T50; non ho la minima idea di come funzioni, ma penso sia l'unico strumento a vantare ben otto manuali.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non sono assolutamente un fan degli organi elettronici, però non ho potuto non strabuzzare gli occhi nel vedere quest'affare qua:

kawait50.jpg

La foto è tratta dalla pagina di un utente de The Organ Forum. È un Kawai T50; non ho la minima idea di come funzioni, ma penso sia l'unico strumento a vantare ben otto manuali.

Complimenti Ivan, è bellissimo...

Siccome è un oggetto del 1977, direi che per farlo funzionare occorrerebbe l'attrezzatura e il look adatto!

secondo me come il computer della Base Luna e dunque ci vuole il Tenente Ellis e l'ineffabile parrucca viola: :D

AND008.jpg

Serie UFO: il tenente Ellis era interpretato dalla bellissima fotomodella Gabriella Drake!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

kawait50.jpg

Mi fa venire in mente una cosa del genere:

imag0039.jpg

Nella foto: il banco di guida di un CAF della linea A della metropolitana di Roma presso il deposito di Osteria del Curato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao a tutti, sono nuovo del forum, mi sono iscritto ieri. Sono diplomato in pianoforte e ho intenzione di diplomarmi anche in organo (l'avessi fatto prima.....). Proprio in questi giorni sto cercando uno strumento che possa permettermi di studiare senza problemi, e leggendo qua e là sul forum, ho visto che qualcuno di voi ha acquistato l' organo in oggetto a soli 2500€. Non che siano pochi, ovviamente, ma solitamente per questo modello si parla di altre cifre.... Ho provato ad inviare una mail ad un iscritto del forum, ma purtroppo non ho ancora ricevuto risposta e visto che ho una certa premura, chiedo un aiuto a tutti. Voi sapete quale sia il rivenditore di Brescia che applica questi prezzacci? Vi ringrazio, saluti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao a tutti, sono nuovo del forum, mi sono iscritto ieri. Sono diplomato in pianoforte e ho intenzione di diplomarmi anche in organo (l'avessi fatto prima.....). Proprio in questi giorni sto cercando uno strumento che possa permettermi di studiare senza problemi, e leggendo qua e là sul forum, ho visto che qualcuno di voi ha acquistato l' organo in oggetto a soli 2500€. Non che siano pochi, ovviamente, ma solitamente per questo modello si parla di altre cifre.... Ho provato ad inviare una mail ad un iscritto del forum, ma purtroppo non ho ancora ricevuto risposta e visto che ho una certa premura, chiedo un aiuto a tutti. Voi sapete quale sia il rivenditore di Brescia che applica questi prezzacci? Vi ringrazio, saluti.

Come in tutte le cose che superano qualche migliaio di Euro, i prezzi vanno ben discussi e contrattati. Vanno anche chiarite le condizioni di trasporto e consegna, nonché quelle di garanzia. Per far questo occorre intavolare trattative con più di un negozio e alla fine andare solo da quello che maggiormente conviene.

Se poi vuoi studiare seriamente Organo, secondo me a casa ci vuole un tretastiere e tanto vale affrontare una spesa un po' più alta ma avere uno strumento che consenta di impostare bene anche il repertorio Sinfonico e con più versatilità anche quello precedente.

Poi, vedi tu. Ognuno è libero di imparare l'organo come meglio crede :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao a tutti. Mi è stato offerto un Jubileum 332 usato poco e tenuto bene a 3000€ circa. Dovrebbe avere 7/8 anni ma sembra che funzioni bene. Secondo voi potrebbe permettermi di diplomarmi tranquillamente o visto l' età, comincerebbe presto a darmi noie? Pur essendo un pò vecchiotto, i suoni sono campionati bene? Grazie, ciao.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao a tutti. Mi è stato offerto un Jubileum 332 usato poco e tenuto bene a 3000€ circa. Dovrebbe avere 7/8 anni ma sembra che funzioni bene. Secondo voi potrebbe permettermi di diplomarmi tranquillamente o visto l' età, comincerebbe presto a darmi noie? Pur essendo un pò vecchiotto, i suoni sono campionati bene? Grazie, ciao.

Come ha detto moltissime volte anche Antiphonal il "brutto" di un elettrofono "vecchio" è che spesso non ci sono i pezzi di ricambio... se qualcosa non funziona piu e non trovi il pezzo di ricambio hai buttato 3000€...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Come ha detto moltissime volte anche Antiphonal il "brutto" di un elettrofono "vecchio" è che spesso non ci sono i pezzi di ricambio... se qualcosa non funziona piu e non trovi il pezzo di ricambio hai buttato 3000€...

Hai ragione, meglio che opti per qualcosa di meno complesso ma nuovo. Grazie per i consigli, ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il problema di Zap1976 sugli organi elettronici usati è molto serio. Giggiograno ha ricordato nuovamente un fatto che io -insieme a Giggiograno stesso e ad altri UserS- ho spesso evidenziato.

E cioè che, contrariamente a quanto accade per gli strumenti musicali tradizionali, gli strumenti elettronici sono soggetti ad obsolescenza rapida.

Se vi capita di acquistare non dico un organo a canne ma un pianoforte, un violino, un cembalo o qualsiasi altro strumento tradizionale usato, è facile che esso sia di un certo valore e possa essere riparato in caso di necessità da un buon artigiano. Un mio caro amico ha acquistato un pianoforte a 3/4 di coda di costruzione tedesca degli anni '30 in buone condizioni. Lo ha fatto riparare ed ha oggi uno strumento inimitabile, i cui legni stagionati e la cui cordiera in fusione di ghisa sono di gran lunga superiori a ciò che si può trovare in molti strumenti analoghi nuovi.

Con gli strumenti elettronici usati NON è così. Salvo forse i "TOP MODELS" della Hammond, che però hanno prezzi elevatissimi (=da collezionisti) e comunque non sono strumenti del tutto adeguati allo studio dell'organo classico.

La progressiva riduzione di scorte dei pezzi di ricambio e l'evoluzione della tecnologia sono tali da determinare il calo rapidissimo del valore e dell'utilizzabilità degli strumenti elettronici. Se si ha a casa una radio o una TV degli anni '90 sapete bene che, se si romperà, non vi resta che sostituirla (e l'avvento del "digitale terrestre" non consente comunque altra scelta). Idem per ogni altro strumento elettronico, anche non musicale, dal PC allo scaldabiberon.

Secondo me quando si acquista un organo elettronico bisogna fare una buona scelta, possibilmente tenendo presente che tale organo elettronico deve aiutarci a studiare soprattutto i grandi pezzi da concerto. Perciò continuo a dire che occorrono tre tastiere. Aggiungo che un organo elettronico andrebbe acquistato NUOVO (sfruttando anche la garanzia di Legge, non inferiore a 24 mesi) e tenuto a casa finché funziona e può essere riparato. Quindi si presume una durata di 15 (o forse 20 anni), in condizioni di utilizzo ottimali.

Se si vuole studiare per fare bene gli organisti, quanto sopra è fondamentale. Se si prende un organo usato, sperando di aver fatto un buon affare, si rischia comunque che si guasti all'improvviso e di non poterlo né riparare né utilizzare proprio quando è invece necessario (per es. prima di un concerto o di un esame...), senza nemmeno poter chiederne conto al rivenditore (se è ancora in garanzia) o rischiando di essere messi in lunga attesa dall'assistenza (che spesso ha i pezzi di ricambio per i modelli recenti mentre è costretta ad attendere dai magazzini-scorte i pezzi di ricambio per i vecchi modelli, sempre che di scorte ve ne siano ancora).

Insomma, capisco che i modelli a tre tastiere nuovi sono mediamente più costosi, ma bisogna rendersi conto di quanto tempo resteranno in nostro possesso e soprattutto di quali sono gli obiettivi artistici che ci vogliamo dare. Se vogliamo fare i musicisti professionisti bisogna dotarsi di quanto ci è necessario.

Al limite si può anche acquistare un organo elettronico a due tastiere, ma -sono convinto- solo se si ha a disposizione nella parrocchia vicina un organo a tre tastiere (possibilmente A CANNE!) su cui studiare senza rotture di scatole.

Si può anche comprare un organo elettronico usato, se si è sicuri di come è stato usato e se ci si fida di chi lo vende, e soprattutto se il prezzo concordato è conveniente per entrambi (e cioè è commisurato alle effettive condizioni di ciò che si sta acquistando e agli anni residui di utilizzabilità che ci si attende).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Salve, qualcuno mi sa dire come posso collegare il modulo Ahlborn al mio Praeludium 4 Ahlborn avendo già le uscite out del Praeludium occupate? Grazie!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ciao, dovresti specificare quale out intendi, quelli destinati alle casse o quelli destinati al midi, dimmi cosa c'è attaccato al tuo organo attualmente e magari dammi i dati dei due modelli che faccio un ragionamento in merito.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

è veramente avvilente assistere a disquisizioni di tale tenore riguardo surrogati elettronici di vario genere in un forum sull'organo. Sarebbe auspicabile da parte del moderatore scoraggiare questo tipo di discussioni . Provate a immaginare di parlare di strumenti elettronici sotitutivi al proprio a un altro qualsivoglia strumentista:...inconcepibile. Perchè questo "modus" deve essere legittimato per l'organo ? Invito il moderatore ad una più severa selezione dei topic trattati.  

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

joy ritengo che l'organo sia uno strumento eccezionale in quanto credo che poca gente abbia davvero lo spazio e i soldi per permettersene uno meccanico in casa

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Caro Joy il moderatore a Pasqua vorrebbe stare assolutamente disteso in famiglia... :D

Tuttavia non sono così drastico. Basta solo che gli utenti utilizzino il giusto Topic (già aperto da ANNI, da molto prima che io fossi il moderatore), e il gioco è fatto. Provvedo all'istante :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

RIPRENDO QUESTO TOPIC per ricordare a tutti gli users di non aprire topic inutili quando ci sono già quelli già aperti da tempo (questo esiste dal 2007) e in cui magari già trovano le loro risposte. Anche a PASQUA!

Il problema di Zap1976 sugli organi elettronici usati è molto serio. Giggiograno ha ricordato nuovamente un fatto che io -insieme a Giggiograno stesso e ad altri UserS- ho spesso evidenziato.

E cioè che, contrariamente a quanto accade per gli strumenti musicali tradizionali, gli strumenti elettronici sono soggetti ad obsolescenza rapida.

Se vi capita di acquistare non dico un organo a canne ma un pianoforte, un violino, un cembalo o qualsiasi altro strumento tradizionale usato, è facile che esso sia di un certo valore e possa essere riparato in caso di necessità da un buon artigiano. Un mio caro amico ha acquistato un pianoforte a 3/4 di coda di costruzione tedesca degli anni '30 in buone condizioni. Lo ha fatto riparare ed ha oggi uno strumento inimitabile, i cui legni stagionati e la cui cordiera in fusione di ghisa sono di gran lunga superiori a ciò che si può trovare in molti strumenti analoghi nuovi.

Con gli strumenti elettronici usati NON è così. Salvo forse i "TOP MODELS" della Hammond, che però hanno prezzi elevatissimi (=da collezionisti) e comunque non sono strumenti del tutto adeguati allo studio dell'organo classico.

La progressiva riduzione di scorte dei pezzi di ricambio e l'evoluzione della tecnologia sono tali da determinare il calo rapidissimo del valore e dell'utilizzabilità degli strumenti elettronici. Se si ha a casa una radio o una TV degli anni '90 sapete bene che, se si romperà, non vi resta che sostituirla (e l'avvento del "digitale terrestre" non consente comunque altra scelta). Idem per ogni altro strumento elettronico, anche non musicale, dal PC allo scaldabiberon.

Secondo me quando si acquista un organo elettronico bisogna fare una buona scelta, possibilmente tenendo presente che tale organo elettronico deve aiutarci a studiare soprattutto i grandi pezzi da concerto. Perciò continuo a dire che occorrono tre tastiere. Aggiungo che un organo elettronico andrebbe acquistato NUOVO (sfruttando anche la garanzia di Legge, non inferiore a 24 mesi) e tenuto a casa finché funziona e può essere riparato. Quindi si presume una durata di 15 (o forse 20 anni), in condizioni di utilizzo ottimali.

Se si vuole studiare per fare bene gli organisti, quanto sopra è fondamentale. Se si prende un organo usato, sperando di aver fatto un buon affare, si rischia comunque che si guasti all'improvviso e di non poterlo né riparare né utilizzare proprio quando è invece necessario (per es. prima di un concerto o di un esame...), senza nemmeno poter chiederne conto al rivenditore (se è ancora in garanzia) o rischiando di essere messi in lunga attesa dall'assistenza (che spesso ha i pezzi di ricambio per i modelli recenti mentre è costretta ad attendere dai magazzini-scorte i pezzi di ricambio per i vecchi modelli, sempre che di scorte ve ne siano ancora).

Insomma, capisco che i modelli a tre tastiere nuovi sono mediamente più costosi, ma bisogna rendersi conto di quanto tempo resteranno in nostro possesso e soprattutto di quali sono gli obiettivi artistici che ci vogliamo dare. Se vogliamo fare i musicisti professionisti bisogna dotarsi di quanto ci è necessario.

Al limite si può anche acquistare un organo elettronico a due tastiere, ma -sono convinto- solo se si ha a disposizione nella parrocchia vicina un organo a tre tastiere (possibilmente A CANNE!) su cui studiare senza rotture di scatole.

Si può anche comprare un organo elettronico usato, se si è sicuri di come è stato usato e se ci si fida di chi lo vende, e soprattutto se il prezzo concordato è conveniente per entrambi (e cioè è commisurato alle effettive condizioni di ciò che si sta acquistando e agli anni residui di utilizzabilità che ci si attende).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buona sera, avevo bisogno di un consiglio...... possiedo un organo VISCOUNT mod MAESTOSO II,(un po datato) purtroppo non ho un manuale di istruzioni ne tanto meno schema elettrico.Volevo sapere se è possibile collegare delle prese midi visto che lo strumento non ne ha, senza dover distruggere l'elettronica....

Ho visto tanti prodotti su internet ma mi sono complicato le idee e non so se è un riadattamento fattibile.

grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

14022012017.jpg

qualcuno che conosce il viscount maestoso, mi puo indicare la placchetta priva di indicazione a quale registro appartinene?

grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

qualcuno che conosce il viscount maestoso, mi puo indicare la placchetta priva di indicazione a quale registro appartinene?

grazie

????

guarda che non puoi mettere un link con il tuo computer. Devi caricare la foto in Internet con un uploader (per es. Imageshack o Flickr) e mettere il link con la foto caricata in tale uploader!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

http://imageshack.us/photo/my-images/825/14022012017.jpg/

spero si legga. Comunque è la quarta placchetta del registro del pedale. Magari se qulcuno conosce lo strumento puo darmi anche qualche consiglio

visto che non ho un manuale .... E' sicuramente uno strumento datato, ma con qualche modifica potrei caricarci il Formentelli di Rieti!!!!!!

o no?

Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

/>http://imageshack.us/photo/my-images/825/14022012017.jpg/

spero si legga. Comunque è la quarta placchetta del registro del pedale. Magari se qulcuno conosce lo strumento puo darmi anche qualche consiglio

visto che non ho un manuale .... E' sicuramente uno strumento datato, ma con qualche modifica potrei caricarci il Formentelli di Rieti!!!!!!

o no?

Grazie

La placchetta corrisponde a un Bordone 16'; se tu non lo sapevi è perché hai comprato un organo usato. E purtroppo, scusami ma è la verità, non hai fatto proprio una cosa ottimale specie se ci vuoi attaccare il sistema Hauptwerk.

Del resto ho scritto tutto in QUESTO POST. :(

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Puoi rispondere adesso e registrarti subito dopo. Se hai un account, ACCEDI.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy