Vai al contenuto

Il vostro prossimo acquisto musicale


Recommended Posts

9 minuti fa, Fibbo dice:

pensavo che la 225, al netto della scocciatura degli inevitabili doppioni, te la fossi accaparrata di corsa!..io l'ho ricevuta come regalo però la versione tedesca😐

No, l'ho proprio lasciata sullo scaffale dopo aver valutato il rapporto ce l'ho/manca... Non sarebbe stato qualche CD in più con acclusa Cantata composta in combutta con Salieri a farmi decidere per l'acquisto. E dire che mi sarebbe bastato "Das K Buch" venduto a sé stante per saziarmi a dovere.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • Risposte 12,2k
  • Created
  • Ultima Risposta

Top Posters In This Topic

11 minuti fa, Ives dice:

71581LuqJQL._SL1200_.jpg

71ooL+e2bvL._SL1200_.jpg

71jN+s0hUoL._SL1200_.jpg

612-bfJwu5L._SL1200_.jpg

Kuijken come se piovesse...notare il volto del belga riflesso nel bricco e nel bicchiere!

un' overdose di Kuijken😄....però box che meritano!
piuttosto non capisco perchè Accent non metta a disposizione per noi occidentali il suo box (55 CD) che all'origine era destinato al mercato jap
91B9Itv5ePL._SL1500_.jpg

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Er schlummert (ma tra pochi giorni sveglierassi e uscirà, annunciato dalla zia Brilliant):

71%2BV61dx09L._SL1200_.jpg

Sto inoltre soppesando l'acquisto dei due CD qui di seguito riportati:

Shostakovich: Piano & Chamber MusicRameau - First Recordings, Complete Recordings & Masterpieces

 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
6 minuti fa, superburp dice:

Il cofanetto di Shosta è un ottimo acquisto secondo me.

Grazie per il consiglio ;) Pensa che un po' di tempo fa (mi pare anche di averne fatto cenno qui sopra) avevo in mente di comprarmi tutto il box Brilliant da 50 CD, rinunciando dopo alcuni ascolti di prova perché Shosta mi suona da sempre ostico, sebbene fossi ammaliato dall'edizione dei quartetti degli Emerson, che riescono a suonare meravigliosamente anche opere che non capisco.

Oggi come oggi quell'acquisto è ormai una chimera, perché il cofano Brilliant è fuori produzione da un pezzo e costerebbe 600 euri e rotti senza passare dal via. Al che ho pensato: e se mi accingessi pian pianino a ricomporre quel box pezzo per pezzo, o meglio genere per genere. visto che la casa discografica non ha messo fuori commercio anche le raccolte che costituivano parte integrante di tutto il complesso?

Dopo i quartetti, dunque, potrebbe toccare al resto della musica da camera, se non altro perché qualche giorno fa ho sentito alla FD alcuni preludi di Shosta che ho trovato affascinanti.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, kraus dice:

Grazie per il consiglio ;) Pensa che un po' di tempo fa (mi pare anche di averne fatto cenno qui sopra) avevo in mente di comprarmi tutto il box Brilliant da 50 CD, rinunciando dopo alcuni ascolti di prova perché Shosta mi suona da sempre ostico, sebbene fossi ammaliato dall'edizione dei quartetti degli Emerson, che riescono a suonare meravigliosamente anche opere che non capisco.

Oggi come oggi quell'acquisto è ormai una chimera, perché il cofano Brilliant è fuori produzione da un pezzo e costerebbe 600 euri e rotti senza passare dal via. Al che ho pensato: e se mi accingessi pian pianino a ricomporre quel box pezzo per pezzo, o meglio genere per genere. visto che la casa discografica non ha messo fuori commercio anche le raccolte che costituivano parte integrante di tutto il complesso?

Dopo i quartetti, dunque, potrebbe toccare al resto della musica da camera, se non altro perché qualche giorno fa ho sentito alla FD alcuni preludi di Shosta che ho trovato affascinanti.

Sì, ne ho anch'io un bel ricordo, anche se non li ho mai approfonditi. Alla fine se prendi hai già i quartetti e prendi questo e magari il cofanetto con le sinfonie (non so se c'è ancora Barshai/Brilliant a poco prezzo), completi quasi tutto. Ti resterebbero fuori solo i concerti e le opere (e mi sa la sonata per viola e pianoforte che in quel cofanetto manca).

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
7 minuti fa, superburp dice:

Sì, ne ho anch'io un bel ricordo, anche se non li ho mai approfonditi. Alla fine se prendi hai già i quartetti e prendi questo e magari il cofanetto con le sinfonie (non so se c'è ancora Barshai/Brilliant a poco prezzo), completi quasi tutto. Ti resterebbero fuori solo i concerti e le opere (e mi sa la sonata per viola e pianoforte che in quel cofanetto manca).

Sì, pensavo anche alle sinfonie, che però lascerei per ultime (anche quelle mi sanno di ruvido o di stridente). Le opere liriche non mi interessano invece più di tanto, mentre per la sonata per viola credo convenga evitare i boxini e prendersi piuttosto un'edizione coi fiocchi. Tra l'altro ho verificato, quella sonata c'è nell'edizione Brilliant, assieme alle altre per violoncello, violino e pianoforte.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
35 minuti fa, kraus dice:

Dopo i quartetti, dunque, potrebbe toccare al resto della musica da camera, se non altro perché qualche giorno fa ho sentito alla FD alcuni preludi di Shosta che ho trovato affascinanti.

Preludi e Fughe Op. 87 sono tra le mie opere preferite del russo, alcuni sono davvero belli. Confermo la bontà delle esecuzioni di Ashkenazy (ma non li ho sentiti integralmente da lui). Se poi vorrai approfondire questi brani ti consiglio l'interpretazione di Tatiana Nikolayeva, cui questo corpus è dedicato.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 minuti fa, .Andrea dice:

Preludi e Fughe Op. 87 sono tra le mie opere preferite del russo, alcuni sono davvero belli. Confermo la bontà delle esecuzioni di Ashkenazy (ma non li ho sentiti integralmente da lui). Se poi vorrai approfondire questi brani ti consiglio l'interpretazione di Tatiana Nikolayeva, cui questo corpus è dedicato.

Perfetto :) Per la cronaca i preludi ascoltati qualche giorno fa alla FD (era il 12 ottobre) erano stati eseguiti da Keith Jarrett.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
44 minuti fa, kraus dice:

Sì, pensavo anche alle sinfonie, che però lascerei per ultime (anche quelle mi sanno di ruvido o di stridente). Le opere liriche non mi interessano invece più di tanto, mentre per la sonata per viola credo convenga evitare i boxini e prendersi piuttosto un'edizione coi fiocchi. Tra l'altro ho verificato, quella sonata c'è nell'edizione Brilliant, assieme alle altre per violoncello, violino e pianoforte.

La sonata per viola la trovi qui

41BW6S3Q1BL.jpg

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, .Andrea dice:

Meglio se te li dimentichi allora! :D

 

Nel senso che come pianista classico Jarrett ti convince poco?

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
11 minuti fa, kraus dice:

Nel senso che come pianista classico Jarrett ti convince poco?

A dire il vero l'ho anche sentito due anni fa in concerto a Roma con brani suoi e mi aveva annoiato, ma non sono amante del jazz. Però come pianista classico mi convince assai poco, soprattutto se si pensa alle alternative disponibili di quelli che a questo repertorio hanno dedicato l'intera carriera. È anche vero che è da parecchio che non lo ascolto, forse qualcosa di buono si trova. 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, kraus dice:

Grazie per il consiglio ;) Pensa che un po' di tempo fa (mi pare anche di averne fatto cenno qui sopra) avevo in mente di comprarmi tutto il box Brilliant da 50 CD, rinunciando dopo alcuni ascolti di prova perché Shosta mi suona da sempre ostico, sebbene fossi ammaliato dall'edizione dei quartetti degli Emerson, che riescono a suonare meravigliosamente anche opere che non capisco.

Dopo i quartetti, dunque, potrebbe toccare al resto della musica da camera, se non altro perché qualche giorno fa ho sentito alla FD alcuni preludi di Shosta che ho trovato affascinanti.

 

3 ore fa, superburp dice:

Sì, ne ho anch'io un bel ricordo, anche se non li ho mai approfonditi. Alla fine se prendi hai già i quartetti e prendi questo e magari il cofanetto con le sinfonie (non so se c'è ancora Barshai/Brilliant a poco prezzo), completi quasi tutto. Ti resterebbero fuori solo i concerti e le opere (e mi sa la sonata per viola e pianoforte che in quel cofanetto manca).

Per via dei quartetti, mi permetto di suggerire anche questo cofanetto, che secondo me per profondità di lettura e di analisi scalza tutte le interpretazioni che ho sentito fin'ora (sicuramente Emerson e Fitzwilliam, e forse forse pure i Borodin):

814YZVQZkSL._SL1400_.jpg

[Tra l'altro mi pare che queste letture fossero apprezzatissime anche dall'amico @Majaniello, e se andiamo d'accordo noi due, è tutto dire...:P]

 

Per via delle sinfonie, una buona alternativa, oltre a quella proposta dal buon @superburp, può essere questa:

MI0003936763.jpg?partner=allrovi.com

...per me si è trattata di una bella sorpresa, infatti questa integrale ha il pregio di non avere nessun grosso punto debole, anzi in alcune sinfonie Petrenko raggiunge risultati davvero eccellenti, il tutto con una ottima qualità di registrazione e un prezzo alquanto economico...

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
16 minuti fa, Snorlax dice:

Per via dei quartetti, mi permetto di suggerire anche questo cofanetto, che secondo me per profondità di lettura e di analisi scalza tutte le interpretazioni che ho sentito fin'ora (sicuramente Emerson e Fitzwilliam, e forse forse pure i Borodin):

Ammazza! Meglio degli Emerson? Da che pianeta vengono?

16 minuti fa, Snorlax dice:

Per via delle sinfonie, una buona alternativa, oltre a quella proposta dal buon @superburp, può essere questa:

[immagine]

...per me si è trattata di una bella sorpresa, infatti questa integrale ha il pregio di non avere nessun grosso punto debole, anzi in alcune sinfonie Petrenko raggiunge risultati davvero eccellenti, il tutto con una ottima qualità di registrazione e un prezzo alquanto economico...

Ottimo; terrò presente, grazie ;) 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, Snorlax dice:

[Tra l'altro mi pare che queste letture fossero apprezzatissime anche dall'amico @Majaniello, e se andiamo d'accordo noi due, è tutto dire...:P]

E' vero è la mia esecuzione preferita! 😮 i Borodin probabilmente sono più filologici però... anche se per i quartetti non sarei così fiscale, era musica privata e lontana dall'estetica formalista, diciamo che era musica più "pura".

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
On 23/10/2018 at 15:28, hurdy-gurdy dice:

Sigisvaldo a go-go!!! Quoto @Fibbo , belli questi box! Però chissa quanti doppioni... magari pure con il box della DHM <_<. La musica da camera, i concerti... manca un box sulla musica vocale.

Molta di questa roba già ce l’ho, effettivamente...

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
14 ore fa, Snorlax dice:

814YZVQZkSL._SL1400_.jpg

Cappero, ma m'era sfuggita la meravigliosa paginona della Pravda! :ohno01: "Il primo satellite lunare è nostro, è sovietico! - L'"Internazionale" risuona nell'universo". Прекрасно, превосходно! (Bienissimo, fuantastico!) Un Cetto Laqualunsky dell'epoca avrebbe chiosato "Хуй хуй, я я я!" "Khuy, khuy, ya ya ya!" (che è meglio non tradurre, in quanto irriferibile, ma per intenderci è un classico tormentone di Antonio Albanese)... Ho da acquistare questa versione già solo per la favolosa copertina. Ce n'era anche un'altra stupenda, sempre per opere shostakoviciane, in stile sovietico anni '20.

 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
16 ore fa, giobar dice:

Ops... vero, esattamente un mese fa! :rolleyes:
Che ne pensi di Carmignola?

Non mi straccio le vesti per Carmignola. Lo trovo ottimale solo in Vivaldi; mediocre in Mozart (concerti con Abbado alquanto "cigolanti") e anche in Haydn risulta un pò "piatto" e dal suono asprigno. Anche in ambito HIP c'è di meglio, a mio avviso. Mai sentito in Bach e mai ascoltato dal vivo, però.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
8 ore fa, Ives dice:

Non mi straccio le vesti per Carmignola. Lo trovo ottimale solo in Vivaldi; mediocre in Mozart (concerti con Abbado alquanto "cigolanti") e anche in Haydn risulta un pò "piatto" e dal suono asprigno. Anche in ambito HIP c'è di meglio, a mio avviso. Mai sentito in Bach e mai ascoltato dal vivo, però.

Ecco, avrei potuto scrivere esattamente le stesse cose, con l'aggravante che io invece l'ho sentito dal vivo due volte, proprio in Mozart e Haydn, e la delusione è stata grande. Il suono, oltre che asprigno, spesso risultava addirittura stridulo.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Puoi rispondere adesso e registrarti subito dopo. Se hai un account, ACCEDI.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.


×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy