Vai al contenuto
bruch

prezzo violini

Recommended Posts

D’accordo con Carletta…

Spendere (troppo) poco è spesso uno dei fattori che fanno abbandonare il violino (troppo) presto !

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

secondo me è meglio comprare 1 violino, che costa poco, per iniziare, perchè se 1 persona poi decide di abbandonare il violino, "COSTOSO", perde 1 marea di soldi, e anche se si rivende lo dai con 1 prezzo + basso di quanto lo hai comprato, invece se 1 persona compra 1 violino per iniziare e poi decide di abbandonarlo lo potrebbe fare perchè tanto nn ha fatto spese esagerate..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
secondo me è meglio comprare 1 violino, che costa poco, per iniziare, perchè se 1 persona poi decide di abbandonare il violino, "COSTOSO", perde 1 marea di soldi, e anche se si rivende lo dai con 1 prezzo + basso di quanto lo hai comprato, invece se 1 persona compra 1 violino per iniziare e poi decide di abbandonarlo lo potrebbe fare perchè tanto nn ha fatto spese esagerate..

io non dico di comprare un violino di liuteria per iniziare a studiare e spendere una barca di soldi avendo un grosso punto interrogativo sulla testa ma di fare una scelta adeguata per avere la possibilità di studiare con uno strumento che ti consenta di effettuare uno studio sereno e che ti dia dei risultati pari allo sforzo dell'impegno, poi in seguito, stabilita la motivsazione, il talento, il desiderio di ottenere di più dallo strumento potrai scegliere qualcosa di più raffinato che si addice meglio alle tue esigenze che sicuramente saranno più elettive

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
io non dico di comprare un violino di liuteria per iniziare a studiare e spendere una barca di soldi avendo un grosso punto interrogativo sulla testa ma di fare una scelta adeguata per avere la possibilità di studiare con uno strumento che ti consenta di effettuare uno studio sereno e che ti dia dei risultati pari allo sforzo dell'impegno, poi in seguito, stabilita la motivsazione, il talento, il desiderio di ottenere di più dallo strumento potrai scegliere qualcosa di più raffinato che si addice meglio alle tue esigenze che sicuramente saranno più elettive
Scusate, non prendetela a male, ma essendo che non sono per niente esperto, vorrei porre la seguente domanda: supponendo di avere un violino di fabbrica, ma che mantiene l'accordatura, che ha un ponticello decente (se non lo è, lo cambi), che ha delle corde decenti, ecc., quale sarebbe la difficoltà nello studiare con uno strumento del genere, piuttosto che con uno di liuteria? Certo, mi rendo conto che quest'ultimo avrà un suono più bello, ma a parte questo? Voglio dire, è necessario che abbia un suono "celestiale", per poter studiare?

Come mia personalissima opinione, trovo che gli strumenti economici consentono di rendere accessibile la musica a un numero molto maggiore di persone e questo non può che essere un bene. Pensate se non esistessero i violini di fabbrica, ma solo quelli di liuteria. Ad oggi, solo persone molto benestanti potrebbero imparare a suonare uno strumento come il violino. Senza contare tutti quelli che non sono del tutto convinti, e vorrebbero 'provare' per qualche mesetto lo strumento, prima di capire se fa per loro o meno. Certo, c'è anche chi ti noleggia lo strumento, ma vuoi mettere possederne uno tutto tuo? Se poi ti accorgi che non fa per te, puoi sempre prendere il violino ed usarlo come soprammobile, visto che è un oggetto bello anche esteticamente. Io, ad esempio, ho una vecchia chitarra (oramai insuonabile, per via del manico piegato e altre cose) che poggiata al muro, sopra un armadio, fa un figurone... :D

Secondariamente, la mia esperienza personale mi porta ad assumere che il primo strumento di un certo tipo che si acquista, diventerà sempre uno strumento "da battaglia", poiché si ha poca esperienza con esso e quindi tendente a rovinarsi più facilmente (a causa, appunto, della nostra inesperienza nell'utilizzo e manutenzione dello strumento).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Scusate, non prendetela a male, ma essendo che non sono per niente esperto, vorrei porre la seguente domanda: supponendo di avere un violino di fabbrica, ma che mantiene l'accordatura, che ha un ponticello decente (se non lo è, lo cambi), che ha delle corde decenti, ecc., quale sarebbe la difficoltà nello studiare con uno strumento del genere, piuttosto che con uno di liuteria? Certo, mi rendo conto che quest'ultimo avrà un suono più bello, ma a parte questo? Voglio dire, è necessario che abbia un suono "celestiale", per poter studiare?

Come mia personalissima opinione, trovo che gli strumenti economici consentono di rendere accessibile la musica a un numero molto maggiore di persone e questo non può che essere un bene. Pensate se non esistessero i violini di fabbrica, ma solo quelli di liuteria. Ad oggi, solo persone molto benestanti potrebbero imparare a suonare uno strumento come il violino. Senza contare tutti quelli che non sono del tutto convinti, e vorrebbero 'provare' per qualche mesetto lo strumento, prima di capire se fa per loro o meno. Certo, c'è anche chi ti noleggia lo strumento, ma vuoi mettere possederne uno tutto tuo? Se poi ti accorgi che non fa per te, puoi sempre prendere il violino ed usarlo come soprammobile, visto che è un oggetto bello anche esteticamente. Io, ad esempio, ho una vecchia chitarra (oramai insuonabile, per via del manico piegato e altre cose) che poggiata al muro, sopra un armadio, fa un figurone... :D

Secondariamente, la mia esperienza personale mi porta ad assumere che il primo strumento di un certo tipo che si acquista, diventerà sempre uno strumento "da battaglia", poiché si ha poca esperienza con esso e quindi tendente a rovinarsi più facilmente (a causa, appunto, della nostra inesperienza nell'utilizzo e manutenzione dello strumento).

infatti io ho detto che non è necessario comprare uno strumento di liuteria ma almeno uno strumento decente che ti consenta di fare una doppia corda ascoltabile...per intenderci non comprare lo strumento da 50 euro pensando di fare un affare perchè questo poi ti renderà più difficile lo studio e più faticoso il cammino.... :laughingsmiley:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
infatti io ho detto che non è necessario comprare uno strumento di liuteria ma almeno uno strumento decente che ti consenta di fare una doppia corda ascoltabile...per intenderci non comprare lo strumento da 50 euro pensando di fare un affare perchè questo poi ti renderà più difficile lo studio e più faticoso il cammino.... :laughingsmiley:
Ma per fare le doppie corde, non è sufficiente che lo strumento sia perfettamente accordato e che il ponticello non abbia difetti strutturali? Del resto, le doppie corde a vuoto si suonano anche per accordare per bene il violino, no?

E nelle doppie corde, l'archetto non ha la sua importanza?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Miccantino

Il violino è uno strumento difficile da suonare (tecnica e repertorio) ma ancor più da ‘far suonare’ (produzione del suono)

Senza parlare di timbro, di bella voce, di potenza, di proiezione à distanza, di equilibrio su tutte le corde...(tutte caratteristiche indispensabili per un violino di solista-concertista), il minimo necessario per poter studiare e sviluppare una tecnica corretta è che il violino sia :

- Intonato : dimensioni e spessori corretti

- Pronto : la produzione del suono deve essere immédiata, senza sforzo, omogenea su tutte le corde, anche in posizioni acute, comprese le doppie corde gli accordi, gli arpeggi, gli armonici naturali, gli armonici artificiali, i pizzicati (di destra et di sinistra)...

Tutto cio’ semplicement per poter studiare con un minimo di soddisfazione indispensabile per continuare et progredire (tempo, pazienza, perseveranza, si...ma anche un po’ di gratificazione, che diavolo !)

Tutte queste possibilità (o impossibilità), dipendono solo in parte (diciamo 20%) dai “réglages” : ponticello, anima, corde...

Evidentemente sto parlando di uno studio serio, sostenuto dall’intenzione di imparare a suonare il violino“completamente”

Il discorso è diverso se si ha semplicemente l’intenzione di strimpellare di tanto in tanto...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Briel, sarei d'accordo su quanto dici se non fosse per un particolare: da un punto di vista 'fisico', non riesco a capire il nesso fra 'intonazione' e 'dimensione e spessore' del violino... Voglio dire: posso capire che le fattezze del corpo del violino in sé (escludendo, quindi, gli accessori), nonché i materiali usati e la loro stagionatura siano importanti per la produzione di un 'bel' suono, di un suono 'potente', di un suono 'caldo', ecc. Ma che c'entra con l'intonazione? Vuoi forse dire che uno strumento economico non riuscirai mai ad accordarlo come si deve? Dai, non ci credo... Una volta che le corde si sono assestate sullo strumento, diventa molto agevole accordarlo, avendo una tonalità di riferimento come il LA e poi lavorando d'orecchio sulle doppie corde... Per il resto, a me pare che, escludendo il "colore" del suono, e supponendo che il violino non abbia difetti strutturali molto gravi, tutto il resto dipenda al 70-80% da corde, ponticello, archetto e... violinista.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Libero di crederlo o no, i violini 'stonati' (per una serie di fattori che esulano dai réglages abituali) esistono e sono tutt'altro che rari.

Stonati in che senso ? Le quinte e altri intervalli delicati sono intonati solo in alcune posizioni e non in altre.

Molto più frequenti sono i violini 'sfiatati', che suonano in modo accettabile in prima e massimo terza posizione ma per niente in tutte le altre, grande squilibrio fra le corde (anche se si passano delle ore a spostare l'anima e a cambiare le corde, il suono resta 'chiuso' e non si apre mai, gli armonici non escono etc.

Nota bene, non parlo di bel suono, ma semplicemente di suono

In effetti non dovremmo parlare di prezzo ma di qualità del violino...il fatto è che i violini di qualità sufficiente costano.

Credimi, i cinesi non hanno inventato niente...i violini scadenti sono sempre esistiti !

E se con un violino scadente si potesse studiare e imparare correttamente, lo si saprebbe da un pezzo !

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

quello che ti posso dire, per farti un esempio fresco fresco è che una mia allieva, sono da poco in questa scuola, che ha un violino non cinese ma quasi, quando mette il 3° dito sul mi al posto in ui dovrebbe dare un la tutto esce meno che il la e quando lo mette sul la per avere il re succede la stessa cosa....parlo di prima posizione eh? fa un po' tu! :ph34r_anim:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Libero di crederlo o no, i violini 'stonati' (per una serie di fattori che esulano dai réglages abituali) esistono e sono tutt'altro che rari.

Stonati in che senso ? Le quinte e altri intervalli delicati sono intonati solo in alcune posizioni e non in altre.

Molto più frequenti sono i violini 'sfiatati', che suonano in modo accettabile in prima e massimo terza posizione ma per niente in tutte le altre, grande squilibrio fra le corde (anche se si passano delle ore a spostare l'anima e a cambiare le corde, il suono resta 'chiuso' e non si apre mai, gli armonici non escono etc.

Nota bene, non parlo di bel suono, ma semplicemente di suono

In effetti non dovremmo parlare di prezzo ma di qualità del violino...il fatto è che i violini di qualità sufficiente costano.

Credimi, i cinesi non hanno inventato niente...i violini scadenti sono sempre esistiti !

E se con un violino scadente si potesse studiare e imparare correttamente, lo si saprebbe da un pezzo !

Certamente se il suono di un violino è 'chiuso', 'nasale', c'è poco da fare... Non mi stupirei se su questi strumenti, le corde di metallo, suonassero meglio, proprio perché danno già di loro un timbro più acuto (ma poi danno altri problemi, come corde più dure da premere e che fischiano più facilmente). Ma questo riguarda principalmente il colore del suono, che è tutt'altra cosa rispetto al discorso 'intonazione'. Secondo me, ai fini dello studio, si può convivere con un suono un po' ovattato (si pensi a chi suona con le sordine) ma se lo strumento stona su certe posizioni, o non ti consente di fare determinate cose, allora il discorso è ben diverso.

Tuttavia, sinceramente, le motivazioni che mi vengono in mente per cui un violino possa essere poco intonato o poco suonabile in alcune posizioni è una delle seguenti:

1) manico piegato o tastiera non correttamente inclinata;

2) ponticello mal posizionato, danneggiato o difettoso;

3) piccolo ponticello superiore (quello situato verso il riccio, non so di preciso come si chiama) difettoso.

Escludendo sempre che non vi siano difetti strutturali gravi, del tipo, proporzioni errate, asimettrie, ecc... Ma oramai questi errori da principianti non li fanno neanche più i cinesi, credo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
quello che ti posso dire, per farti un esempio fresco fresco è che una mia allieva, sono da poco in questa scuola, che ha un violino non cinese ma quasi, quando mette il 3° dito sul mi al posto in ui dovrebbe dare un la tutto esce meno che il la e quando lo mette sul la per avere il re succede la stessa cosa....parlo di prima posizione eh? fa un po' tu! :ph34r_anim:
Quello che dici mi sembra davvero improbabile... Non vorrei dire una banalità, ma prima di dire che quel violino è difettoso, hai provato ad accordarlo tu stessa? Hai visto se il ponticello è montato bene, perfettamente orizzontale fra le due effe? Non è che è stato messo al contrario, con la parte più alta nel verso opposto? Non è che le corde sono nuove e sono state montate da poco e quindi tendenti a scordarsi facilmente?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Quello che dici mi sembra davvero improbabile... Non vorrei dire una banalità, ma prima di dire che quel violino è difettoso, hai provato ad accordarlo tu stessa? Hai visto se il ponticello è montato bene, perfettamente orizzontale fra le due effe? Non è che è stato messo al contrario, con la parte più alta nel verso opposto? Non è che le corde sono nuove e sono state montate da poco e quindi tendenti a scordarsi facilmente?

caro miccantino ti dirò:

io non sono un liutaio ma sono quasi trent'anni che insegno, se ti dico che il violino della mia allieva è indecente stai sicuro che è così, purtroppo è una alunna di terza media, in una situazione paesana dove il violino non sanno neanche cosa sia e spendere per un violino sembra una assurdità pure a pensarla, quindi che devo fare? gli dico che si deve ricomprare il violino adesso che è alla fine del triennio quando all'insegnante precedente andava bene così? io tiro a campare perchè più che dirgli che secondo me c'è qualcosa che non va non posso, oltretutto la sua preparazione così come quella dei suoi compagni non va oltre quello che io faccio fare ai bambini dai tre ai cinque anni, quindi la propedeutica più propedeuica che ci sia, quindi io mi rimbocco le maniche e con quelli che mi seguiranno cercherò di fare del mio meglio, con gli altri Dio vede e provvede! :shiftyeyes_anim:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
caro miccantino ti dirò:

io non sono un liutaio ma sono quasi trent'anni che insegno, se ti dico che il violino della mia allieva è indecente stai sicuro che è così, purtroppo è una alunna di terza media, in una situazione paesana dove il violino non sanno neanche cosa sia e spendere per un violino sembra una assurdità pure a pensarla, quindi che devo fare? gli dico che si deve ricomprare il violino adesso che è alla fine del triennio quando all'insegnante precedente andava bene così? io tiro a campare perchè più che dirgli che secondo me c'è qualcosa che non va non posso, oltretutto la sua preparazione così come quella dei suoi compagni non va oltre quello che io faccio fare ai bambini dai tre ai cinque anni, quindi la propedeutica più propedeuica che ci sia, quindi io mi rimbocco le maniche e con quelli che mi seguiranno cercherò di fare del mio meglio, con gli altri Dio vede e provvede! :shiftyeyes_anim:

Scusa, non volevo sembrare offensivo, è solo che trovo strano che oggi si trovino ancora in commercio dei violini che abbiano dei difetti così gravi come quello che ha la tua allieva. Se da parte sua, però, c'è interesse a coltivare un po' più seriamente lo studio dello strumento, le si potrebbe consigliare l'acquisto di un violino un po' più decente, pur rimanendo sempre in fascia economica. La cosa migliore sarebbe quella di accompagnarla nell'acquisto, oppure mandarla in un negozio di strumenti musicali di tua conoscenza e farle acquistare uno strumento economico ma suonabile che tu già hai avuto modo di saggiare (in ogni caso, è importante che il negoziante sia disponibilissimo a sostituire lo strumento in caso di problemi).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Scusa, non volevo sembrare offensivo, è solo che trovo strano che oggi si trovino ancora in commercio dei violini che abbiano dei difetti così gravi come quello che ha la tua allieva. Se da parte sua, però, c'è interesse a coltivare un po' più seriamente lo studio dello strumento, le si potrebbe consigliare l'acquisto di un violino un po' più decente, pur rimanendo sempre in fascia economica. La cosa migliore sarebbe quella di accompagnarla nell'acquisto, oppure mandarla in un negozio di strumenti musicali di tua conoscenza e farle acquistare uno strumento economico ma suonabile che tu già hai avuto modo di saggiare (in ogni caso, è importante che il negoziante sia disponibilissimo a sostituire lo strumento in caso di problemi).

la vedo dura...non si compra neanche i libri...ti ho detto che insegno in un paesino ora...pensa che in tre lezioni gli ho fatto ripassare e terminare tutto il libro che aveva già da 2 anni :laughingsmiley: adesso se vuole andare avanti i libri o se li compra o se li fotocopia... :laughingsmiley:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
la vedo dura...non si compra neanche i libri...ti ho detto che insegno in un paesino ora...pensa che in tre lezioni gli ho fatto ripassare e terminare tutto il libro che aveva già da 2 anni :laughingsmiley: adesso se vuole andare avanti i libri o se li compra o se li fotocopia... :laughingsmiley:
Mmmmh... Non ho capito se il suo è un problema economico o, più semplicemente, non ha molto interesse. In quest'ultimo caso, non credo valga la pena insistere...

Ma tu insegni musica in generale, o proprio violino in particolare? Non sapevo che alle scuole medie si insegnasse il violino... Ai miei tempi c'erano pianole e flauti dolci che si compravano in cartolibreria... Caspita, se avessero insegnato violino, forse oggi sarei stato un buon esecutore, invece di un principiante in età avanzata... Ma in fondo ciò che importa è che suonare, anche se male, mi rilassa... Mi distoglie dai pensieri e problemi della quotidianità. Sto anche iniziando ad ottenere un vibrato, e mi sono accorto che lo faccio più di braccio che di polso... E' normale che facendo il vibrato di braccio, il pollice faccia presa sul manico in maniera più salda del normale? Mi è stato detto che, in generale, il pollice nella mano sinistra deve premere molto poco sul manico. Tuttavia, se faccio un vibrato, devo mantenere più saldamente il violino, altrimenti traballa tutto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Mmmmh... Non ho capito se il suo è un problema economico o, più semplicemente, non ha molto interesse. In quest'ultimo caso, non credo valga la pena insistere...

Ma tu insegni musica in generale, o proprio violino in particolare? Non sapevo che alle scuole medie si insegnasse il violino... Ai miei tempi c'erano pianole e flauti dolci che si compravano in cartolibreria... Caspita, se avessero insegnato violino, forse oggi sarei stato un buon esecutore, invece di un principiante in età avanzata... Ma in fondo ciò che importa è che suonare, anche se male, mi rilassa... Mi distoglie dai pensieri e problemi della quotidianità. Sto anche iniziando ad ottenere un vibrato, e mi sono accorto che lo faccio più di braccio che di polso... E' normale che facendo il vibrato di braccio, il pollice faccia presa sul manico in maniera più salda del normale? Mi è stato detto che, in generale, il pollice nella mano sinistra deve premere molto poco sul manico. Tuttavia, se faccio un vibrato, devo mantenere più saldamente il violino, altrimenti traballa tutto.

io insegno proprio il violino, ma tu da quanto è che studi? mi sembrava di aver capito che fosse da poco, se così è perchè vuoi già vibrare? non sarebbe meglio avere prima la sicurezza dell'intonazione? ma sei autodidatta o studi con qualcuno?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
io insegno proprio il violino, ma tu da quanto è che studi? mi sembrava di aver capito che fosse da poco, se così è perchè vuoi già vibrare? non sarebbe meglio avere prima la sicurezza dell'intonazione? ma sei autodidatta o studi con qualcuno?
Al momento sono autodidatta, ma prima o poi prenderò qualche lezione almeno per le basi. So benissimo che il vibrato va fatto solo dopo aver acquisito una buona padronanza dello strumento, ma mi è venuto d'istinto una volta e, essendo che mi è piaciuto molto, l'ho continuato a sviluppare... Poi, anche se sono pochi mesi che 'strimpello', come intonazione sto migliorando molto. Per dire, usando le prime 3 dita in prima posizione, una scala di SOL maggiore a partire dalla corda di SOL fino alla corda del MI, mi viene piuttosto bene. E' sul quarto dito che ho ancora un po'di problemi a posizionarlo correttamente...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Al momento sono autodidatta, ma prima o poi prenderò qualche lezione almeno per le basi. So benissimo che il vibrato va fatto solo dopo aver acquisito una buona padronanza dello strumento, ma mi è venuto d'istinto una volta e, essendo che mi è piaciuto molto, l'ho continuato a sviluppare... Poi, anche se sono pochi mesi che 'strimpello', come intonazione sto migliorando molto. Per dire, usando le prime 3 dita in prima posizione, una scala di SOL maggiore a partire dalla corda di SOL fino alla corda del MI, mi viene piuttosto bene. E' sul quarto dito che ho ancora un po'di problemi a posizionarlo correttamente...

secondo me, ti conviene prendere lezioni, se hai facilità sullo strumento potresti raggiungere buoni risultati in poco tempo e ti divertiresti di più :laughingsmiley:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Libero di crederlo o no, i violini 'stonati' (per una serie di fattori che esulano dai réglages abituali) esistono e sono tutt'altro che rari.

Stonati in che senso ? Le quinte e altri intervalli delicati sono intonati solo in alcune posizioni e non in altre.

Molto più frequenti sono i violini 'sfiatati', che suonano in modo accettabile in prima e massimo terza posizione ma per niente in tutte le altre, grande squilibrio fra le corde (anche se si passano delle ore a spostare l'anima e a cambiare le corde, il suono resta 'chiuso' e non si apre mai, gli armonici non escono etc.

Nota bene, non parlo di bel suono, ma semplicemente di suono

In effetti non dovremmo parlare di prezzo ma di qualità del violino...il fatto è che i violini di qualità sufficiente costano.

Credimi, i cinesi non hanno inventato niente...i violini scadenti sono sempre esistiti !

E se con un violino scadente si potesse studiare e imparare correttamente, lo si saprebbe da un pezzo !

Poi, una cosa son i violini cinesi, ed un'altra cosa è L'ARTIGIANATO CINESE.

Ho visto dei violini molto belli (e non son violinista), dei miei amici li han provati e son risultati buoni, ma vi parlo di artigianato e non della solita cosa scadente cinese :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
secondo me, ti conviene prendere lezioni, se hai facilità sullo strumento potresti raggiungere buoni risultati in poco tempo e ti divertiresti di più :laughingsmiley:
Sono d'accordo. ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Poi, una cosa son i violini cinesi, ed un'altra cosa è L'ARTIGIANATO CINESE.

Ho visto dei violini molto belli (e non son violinista), dei miei amici li han provati e son risultati buoni, ma vi parlo di artigianato e non della solita cosa scadente cinese :D

Beh, del resto, con oltre un miliardo di abitanti, qualche liutaio decente ci dovrà pur essere anche lì, no? :) Sarebbe interessante se si potesse contattare qualche buon liutaio cinese per acquistare un violino di qualità a prezzi accessibili per tutti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Beh, del resto, con oltre un miliardo di abitanti, qualche liutaio decente ci dovrà pur essere anche lì, no? :) Sarebbe interessante se si potesse contattare qualche buon liutaio cinese per acquistare un violino di qualità a prezzi accessibili per tutti.

è la lingua che ci crea problemi!

:laughingsmiley:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Beh, del resto, con oltre un miliardo di abitanti, qualche liutaio decente ci dovrà pur essere anche lì, no? :) Sarebbe interessante se si potesse contattare qualche buon liutaio cinese per acquistare un violino di qualità a prezzi accessibili per tutti.

Il problema non è il liutaio decente, ma vedere se in Cina ci siano degli alberi che producano del legno adatto alla costruzione di un violino come Dio comanda ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il problema non è il liutaio decente, ma vedere se in Cina ci siano degli alberi che producano del legno adatto alla costruzione di un violino come Dio comanda ;)
Magari usano legni pressati di bonsai... :D Dai, scherzi a parte, con un territorio così vasto, degli alberi che producano buoni legni per strumenti musicali ci saranno sicuramente...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×