Vai al contenuto

Joseph Haydn (1732-1809)


LudwigII
 Condividi

Recommended Posts

Beh: più che dalla volontà di non romanticizzare, la leva di Archimede di quella tendenza fu quella di ricercare la ricostruzione di una prassi esecutiva che fosse storicamente plausibile. In poche parole, un mezzo tecnico, più che un fine. Quindi Bruggen la fa in un modo, Antonini in un altro, Hogwood in un altro ancora.

Link al commento
Condividi su altri siti

  • Risposte 446
  • Creato
  • Ultima Risposta

Top utenti di questa discussione

Top utenti di questa discussione

  • 2 years later...

Vorrei cominciare ad ascoltare qualcosa di Haydn, magari qualcosa che non abbia troppi sali e scendi..

Mi dite qualche composizione, possibilmente superiore ai 45 - 50 minuti, da dove possa cominciare? Magari suggeritemi anche un autore tra i tanti, quello che vi piace di più.

Vi ringrazio.

Link al commento
Condividi su altri siti

6 ore fa, profano dice:

Vorrei cominciare ad ascoltare qualcosa di Haydn, magari qualcosa che non abbia troppi sali e scendi..

Mi dite qualche composizione, possibilmente superiore ai 45 - 50 minuti, da dove possa cominciare? Magari suggeritemi anche un autore tra i tanti, quello che vi piace di più.

Vi ringrazio.

Se per "sali e scendi" intendi una certa predisposizione alla varietà di accenti, forse Haydn potrebbe deluderti perché una delle sue caratteristiche principali è proprio l'estrema ricchezza nel tenere insieme, nella stessa composizione e in modo prodigioso, momenti dolci, allegri, tristi, appassionati, scanzonati eccetera.

Quanto alle durate sopra i tre quarti d'ora, Wittelsbach ti ha già indicato i due bellissimi oratori La Creazione e Le stagioni. Ci sono anche le Messe tarde, tutte capolavori assoluti: Missa in tempore belli, Nelsonmesse, Theresienmesse, Schopfungsmesse, Harmoniemesse.

Il resto della produzione di Haydn si attesta, di norma, su durate inferiori (a parte le opere liriche, che però non sono le cose più importanti nel suo catalogo). Le sinfonie vanno in genere fra i 20 e i 30 minuti. Soprattutto le ultime, le Parigine suggerite da Ives e le Londinesi, sfiorano spesso la mezz'ora. Parigine e Londinesi sono pressoché tutte dei capolavori fondamentali nella storia della musica e la loro conoscenza è quasi imprescindibile per chi voglia avere un quadro preciso del trapasso dal 700 all'800. Piuttosto belli anche molti quartetti per archi e molte sonate per pianoforte.

Se poi ti serve qualche indicazione su registrazioni specifiche, non hai che da chiedere :D

Link al commento
Condividi su altri siti

4 ore fa, giobar dice:

Se per "sali e scendi" intendi una certa predisposizione alla varietà di accenti, forse Haydn potrebbe deluderti perché una delle sue caratteristiche principali è proprio l'estrema ricchezza nel tenere insieme, nella stessa composizione e in modo prodigioso, momenti dolci, allegri, tristi, appassionati, scanzonati eccetera.

Quanto alle durate sopra i tre quarti d'ora, Wittelsbach ti ha già indicato i due bellissimi oratori La Creazione e Le stagioni. Ci sono anche le Messe tarde, tutte capolavori assoluti: Missa in tempore belli, Nelsonmesse, Theresienmesse, Schopfungsmesse, Harmoniemesse.

Il resto della produzione di Haydn si attesta, di norma, su durate inferiori (a parte le opere liriche, che però non sono le cose più importanti nel suo catalogo). Le sinfonie vanno in genere fra i 20 e i 30 minuti. Soprattutto le ultime, le Parigine suggerite da Ives e le Londinesi, sfiorano spesso la mezz'ora. Parigine e Londinesi sono pressoché tutte dei capolavori fondamentali nella storia della musica e la loro conoscenza è quasi imprescindibile per chi voglia avere un quadro preciso del trapasso dal 700 all'800. Piuttosto belli anche molti quartetti per archi e molte sonate per pianoforte.

Se poi ti serve qualche indicazione su registrazioni specifiche, non hai che da chiedere :D

Una sola parola: TUTTO! :D o quasi, in effetti nell'opera e nei concerti Mozart gli era superiore, questione di stile di scrittura, e quindi di inclinazione.

Io ogni tanto pesco una composizione a caso da qui:

71Jc8pRfslL._AC_SL1500_.jpg

musica d'intrattenimento, ma scritta benissimo come sempre. I grandi del '700 (ma anche i "piccoli" talvolta) avevano la caratteristica comune di saper scrivere.

Link al commento
Condividi su altri siti

11 ore fa, profano dice:

Sarà mica tutto così Haydn?

Fai così profano, ascoltati questo boxino:

116680442-2.jpg

c'è un assaggio di tutto ciò che conta, almeno in ambito orchestrale. Se non ti piace questo non ti piace Haydn.

Link al commento
Condividi su altri siti

On 8/6/2022 at 21:37, Majaniello dice:

Una sola parola: TUTTO! :D o quasi, in effetti nell'opera e nei concerti Mozart gli era superiore, questione di stile di scrittura, e quindi di inclinazione.

Io ogni tanto pesco una composizione a caso da qui:

71Jc8pRfslL._AC_SL1500_.jpg

musica d'intrattenimento, ma scritta benissimo come sempre. I grandi del '700 (ma anche i "piccoli" talvolta) avevano la caratteristica comune di saper scrivere.

Per lo scorso Natale mi sono procurato la complete edition di Haydn per analizzare bene "il padre dei quartetti e delle sinfonie". A pescare una composizione a caso sono quasi costretto vista la grande quantità di opere, tutte di altissima qualità. C'è davvero l'imbarazzo della scelta.

Link al commento
Condividi su altri siti

4 ore fa, Florestan dice:

Su Amazon disponibile l'integrale Brilliant dei quartetti d'archi.

613akYICSzL._AC_.jpg

23 cd a 44 euro: non sarà l'edizione di riferimento, ma è molto appetibile.

A me non dispiace... A memoria è semi-hip (tempi rapidi, poco vibrato ma strumenti moderni). Credo che la reference siano i Festetics, ma un tempo costavano tanto. 

Link al commento
Condividi su altri siti

  • 4 weeks later...

Sto sentendo un po’ di sinfonie della serie congegnata dalla Naxos, con diversi interpreti. Sono tutte gradevoli, ma a spiccare a parer mio sono quelle incise da Helmut Müller-Brühl con la sua piccola orchestra di Colonia. Tra queste, per fortuna, c’è la sublime 39.

Link al commento
Condividi su altri siti

On 12/7/2022 at 16:19, Wittelsbach dice:

Sto sentendo un po’ di sinfonie della serie congegnata dalla Naxos, con diversi interpreti. Sono tutte gradevoli, ma a spiccare a parer mio sono quelle incise da Helmut Müller-Brühl con la sua piccola orchestra di Colonia. Tra queste, per fortuna, c’è la sublime 39.

Le ascolterò. Per le cosiddette sinfonie dello Sturm und Drang (fra cui la numero 39), le parigine e le londinesi, mi rivolgo di solito a Bruggen.

Link al commento
Condividi su altri siti

22 ore fa, Florestan dice:

Le ascolterò. Per le cosiddette sinfonie dello Sturm und Drang (fra cui la numero 39), le parigine e le londinesi, mi rivolgo di solito a Bruggen.

In verità me le sto sentendo, con la dovuta calma, più o meno tutte e 107.
Diciamo che sto seguendo l'ordine proposto da @LudwigII in prima pagina (opera di Della Croce), anche se ho "barato": ho cominciato con quello che è definito "periodo romantico", e mi piacerebbe sapere il perché di un gruppo che annovera sinfonie diversissime, alcune delle quali ancora in forma di sonata da chiesa. Poi ho fatto tutto il "periodo italiano", e ora sono alle prese col "periodo barocco", sono arrivato alla 40. Mi manca tutto il resto.
Avrei da dire varie cose su come tutte le orchestre coinvolta "dicano" la loro sulla materia. Le incisioni con la Sinfonia Finlandia, al podio il flautista Gallois, credo siano le più recenti del lotto e hanno un fuoco tutto particolare!

Link al commento
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Puoi rispondere adesso e registrarti subito dopo. Se hai un account, ACCEDI.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Condividi

  • Chi sta navigando   0 utenti

    • Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy