Vai al contenuto

Notizie dal mondo della musica classica


Recommended Posts

  • Risposte 1,2k
  • Created
  • Ultima Risposta

Top Posters In This Topic

On 1/3/2019 at 14:48, Ives dice:

Bravo Muti, scelta ricercatissima, sinfonia davvero ardua e di rarissimo ascolto!

Sono felice quando in un programma concertistico vengono presentate opere di minor notorietà presso il pubblico, in America pare si abbia maggior rispetto dei propri compositori.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • 4 weeks later...

Per puro caso ho trovato, sulla wikipedia inglese, una pagina riassuntiva di tutte le registrazioni mai effettuate da Solti.

E ci sono scoperte interessanti, che sarebbero le incisioni realizzate da Decca e mai pubblicate:

Stravinsky, Sacre, Wiener Philharmoniker, 1963
Prima di Brahms, London Symphony, 1966
Mozart, Sinfonie 40 e 41, Radio Bavarese, 1979
Britten, Guida del giovane all'orchestra, Chicago Symphony, 1979-80
Bach, Concerti Brandeburghesi 1 e 2 (!!), Chicago Symphony, 1980
Ottava di Bruckner, Chicago Symphony, 1989
Quattro arie di opere verdiane con Angela Gheorghiu, London Symphony, 1997

@Ives

@Majaniello
 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Quando si dice il professionismo.

Ieri sera a Londra era in programma un concerto della London Symphony diretta da Gianandrea Noseda. In programma, fra l'altro, una serie di pezzi di Richard Strauss con Diana Damrau. Mezz'ora prima del concerto la cantante perde la voce. E' pronto il rimpiazzo: concerto per violino di Ciaikovsky eseguito dal primo violino dell'orchestra, Roman Simovic, senza prove. :shok:Accoglienza calorosissima anche della critica. La Damrau era in sala, a testimoniare che la sua defaillance non era una scusa.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, Wittelsbach dice:

Per puro caso ho trovato, sulla wikipedia inglese, una pagina riassuntiva di tutte le registrazioni mai effettuate da Solti.

E ci sono scoperte interessanti, che sarebbero le incisioni realizzate da Decca e mai pubblicate:

Stravinsky, Sacre, Wiener Philharmoniker, 1963
Prima di Brahms, London Symphony, 1966
Mozart, Sinfonie 40 e 41, Radio Bavarese, 1979
Britten, Guida del giovane all'orchestra, Chicaho Symphony, 1979-80
Bach, Concerti Brandeburghesi 1 e 2 (!!), Chicago Symphony, 1980
Ottava di Bruckner, Chicago Symphony, 1989
Quattro arie di opere verdiane con Angela Gheorghiu, London Symphony, 1997

@Ives

@Majaniello
 

Chissà quel Sacre anni '60.... un'incisione fantasma che vorrei ascoltare è l'Heldenleben di Carlos Kleiber.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

A distanza di 24 anni dalla sua ultima incisione, Ivo Pogorelich tornerà in uno studio di registrazione. In autunno uscirà per la Sony un disco con due sonate di Beethoven (op. 54 e 78) e la seconda sonata di Rachmaninov. E' un buon segno, perché dopo la crisi spaventosa che lo aveva colto qualche anno fa, con recital in cui appariva visibilmente malato, in difficoltà e drammaticamente inadeguato rispetto ai pezzi che "eseguiva", il nuovo disco va di pari passo col fatto che Pogorelich ha ricominciato a raccogliere buone critiche dalla stampa specializzata che nel frattempo aveva sospeso il giudizio su di lui.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
12 ore fa, giobar dice:

A distanza di 24 anni dalla sua ultima incisione, Ivo Pogorelich tornerà in uno studio di registrazione. In autunno uscirà per la Sony un disco con due sonate di Beethoven (op. 54 e 78) e la seconda sonata di Rachmaninov. E' un buon segno, perché dopo la crisi spaventosa che lo aveva colto qualche anno fa, con recital in cui appariva visibilmente malato, in difficoltà e drammaticamente inadeguato rispetto ai pezzi che "eseguiva", il nuovo disco va di pari passo col fatto che Pogorelich ha ricominciato a raccogliere buone critiche dalla stampa specializzata che nel frattempo aveva sospeso il giudizio su di lui.

Ingrata DG! Contento per Pogo, un grande del repertorio mainstream. Gavrilov invece che fine ha fatto? 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
On 1/4/2019 at 15:13, Wittelsbach dice:

Per puro caso ho trovato, sulla wikipedia inglese, una pagina riassuntiva di tutte le registrazioni mai effettuate da Solti.

E ci sono scoperte interessanti, che sarebbero le incisioni realizzate da Decca e mai pubblicate:

Stravinsky, Sacre, Wiener Philharmoniker, 1963
Prima di Brahms, London Symphony, 1966
Mozart, Sinfonie 40 e 41, Radio Bavarese, 1979
Britten, Guida del giovane all'orchestra, Chicago Symphony, 1979-80
Bach, Concerti Brandeburghesi 1 e 2 (!!), Chicago Symphony, 1980
Ottava di Bruckner, Chicago Symphony, 1989
Quattro arie di opere verdiane con Angela Gheorghiu, London Symphony, 1997

@Ives

@Majaniello
 

Grazie, interessante. Quel Bach potrebbe esser stato registrato in concomitanza con le trasmissioni tv condotte da Dudley Moore (che suonava il cembalo!).

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
On 1/4/2019 at 18:46, giobar dice:

Quando si dice il professionismo.

Ieri sera a Londra era in programma un concerto della London Symphony diretta da Gianandrea Noseda. In programma, fra l'altro, una serie di pezzi di Richard Strauss con Diana Damrau. Mezz'ora prima del concerto la cantante perde la voce. E' pronto il rimpiazzo: concerto per violino di Ciaikovsky eseguito dal primo violino dell'orchestra, Roman Simovic, senza prove. :shok:Accoglienza calorosissima anche della critica. La Damrau era in sala, a testimoniare che la sua defaillance non era una scusa.

Se un brano è nel repertorio dell’orchestra - come sarà certamente stato in questo caso - non è così trascendentale eseguirlo all’impronto. Sul professionismo della LSO, orchestra che vive una stagione radiosa, ovviamente non ci sono dubbi.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
12 ore fa, Majaniello dice:

Gavrilov invece che fine ha fatto? 

Vive in Svizzera da un po' di tempo. Ha ripreso a suonare e, pare, anche a incidere dopo le vicende drammatiche che bloccarono la sua carriera sotto il regime di Andropov (persino internamenti in manicomio). Ho visto che ci sono su youtube alcuni video abbastanza recenti dove appare invecchiato e appesantito, ma non ho ascoltato nulla. Non ho però mai letto  sul suo ultimo periodo niente di paragonabile a ciò che si è scritto sul pauroso decadimento musicale e psicofisico di Pogorelich (e di cui, ahimé, fui diretto testimone in uno dei concerti più tristi ai quali abbia assistito).

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

https://www.fanpage.it/il-direttore-dorchestra-mazzoleni-crolla-a-terra-durante-un-concerto-e-in-fin-di-vita/amp/

Mi spiace per lui, lo conoscete? Lì per lì pensavo di conoscerlo, ma in realtà solo perché si chiama come un arbitro di calcio...

Comunque leggo che è un esperto di musica contemporanea, forse Madiel lo conosce.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
16 ore fa, superburp dice:

https://www.fanpage.it/il-direttore-dorchestra-mazzoleni-crolla-a-terra-durante-un-concerto-e-in-fin-di-vita/amp/

Mi spiace per lui, lo conoscete? Lì per lì pensavo di conoscerlo, ma in realtà solo perché si chiama come un arbitro di calcio...

Comunque leggo che è un esperto di musica contemporanea, forse Madiel lo conosce.

Accidenti che botta, speriamo si riprenda senza conseguenze!

No, non conosco questo signore e non ricordo neanche di averlo mai sentito nominare.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • 2 weeks later...

Il Concertgebouw di Amsterdam e Daniele Gatti hanno chiuso con un accordo sibillino la vertenza sorta dopo l'improvviso licenziamento del direttore con l'accusa di comportamento sessuale inappropriato. Ecco il testo dell'accordo:

After constructive consultations the Royal Concertgebouw Orchestra and its former chief conductor Daniele Gatti have agreed to issue the statement below. The original decision has thereby become final and irreversible for both parties. Now both parties can and will focus completely on the future.

Statement of the Royal Concertgebouw Orchestra
The Royal Concertgebouw Orchestra and Maestro Daniele Gatti are pleased to announce that matters between the two parties have been resolved following extensive discussions. The Royal Concertgebouw Orchestra would like to take this opportunity to thank Maestro Daniele Gatti for his artistic leadership during his time as the chief conductor of the orchestra and the contribution he has made to its position in the world of classical music.

The Royal Concertgebouw Orchestra wishes Maestro Daniele Gatti well, both personally and professionally. He will always remain an important part of the artistic legacy of the orchestra and he will always be remembered as its seventh chief conductor.

As a token of appreciation, the Royal Concertgebouw Orchestra will release three special recordings conducted by Daniele Gatti: Richard Strauss’s Salome, Gustav Mahler’s Symphony No. 1 on cd and dvd and Bruckner’s Symphony No. 9 on cd.

The Royal Concertgebouw Orchestra and Maestro Daniele Gatti have agreed that no further announcements will be made.

Dalle informazioni di contorno risulterebbe che non siano previsti risarcimenti in denaro per alcuna delle due parti.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
On 23/4/2019 at 18:20, giobar dice:

Il Concertgebouw di Amsterdam e Daniele Gatti hanno chiuso con un accordo sibillino la vertenza sorta dopo l'improvviso licenziamento del direttore con l'accusa di comportamento sessuale inappropriato. Ecco il testo dell'accordo:

After constructive consultations the Royal Concertgebouw Orchestra and its former chief conductor Daniele Gatti have agreed to issue the statement below. The original decision has thereby become final and irreversible for both parties. Now both parties can and will focus completely on the future.

Statement of the Royal Concertgebouw Orchestra
The Royal Concertgebouw Orchestra and Maestro Daniele Gatti are pleased to announce that matters between the two parties have been resolved following extensive discussions. The Royal Concertgebouw Orchestra would like to take this opportunity to thank Maestro Daniele Gatti for his artistic leadership during his time as the chief conductor of the orchestra and the contribution he has made to its position in the world of classical music.

The Royal Concertgebouw Orchestra wishes Maestro Daniele Gatti well, both personally and professionally. He will always remain an important part of the artistic legacy of the orchestra and he will always be remembered as its seventh chief conductor.

As a token of appreciation, the Royal Concertgebouw Orchestra will release three special recordings conducted by Daniele Gatti: Richard Strauss’s Salome, Gustav Mahler’s Symphony No. 1 on cd and dvd and Bruckner’s Symphony No. 9 on cd.

The Royal Concertgebouw Orchestra and Maestro Daniele Gatti have agreed that no further announcements will be made.

Dalle informazioni di contorno risulterebbe che non siano previsti risarcimenti in denaro per alcuna delle due parti.

Ma che accordo è? Lo sbatti fuori perchè è un molestatore, parli di decisione irreversibile, e poi "grazie di tutto e mille auguri per il futuro"... sembrerebbe un'ammissione di colpa se non fosse che Gatti è d'accordo (il che sembrerebbe un'altra ammissione di colpa). Mi pare una roba del tipo: "ok, io non vi faccio causa e voi fate finta che non sia successo niente".

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
23 minuti fa, Majaniello dice:

Ma che accordo è? Lo sbatti fuori perchè è un molestatore, parli di decisione irreversibile, e poi "grazie di tutto e mille auguri per il futuro"... sembrerebbe un'ammissione di colpa se non fosse che Gatti è d'accordo (il che sembrerebbe un'altra ammissione di colpa). Mi pare una roba del tipo: "ok, io non vi faccio causa e voi fate finta che non sia successo niente".

Penso che sia proprio come dici tu: potrebbe esserci stato qualche "eccesso ormonale" difficilmente inquadrabile dal punto vista giuridico e provabile in giudizio (penale o civile che fosse). Ho letto qua e là qualche accenno al fatto che l'eventuale lite giudiziaria sarebbe stata assai difficile e molto dispendiosa per entrambe le parti.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il Giappone ha un nuovo imperatore, Naruhito. Beh, direte, che c'entra con la musica classica? C'entra perché, molto probabilmente, è il primo monarca dai tempi di Federico II di Prussia ad avere una competenza specifica e semi professionale in ambito musicale. Pare sia infatti un eccellente violista, tanto da essersi esibito più volte in concerto, in Giappone e in altri paesi del mondo, con l'orchestra e con complessi da camera.

n-naruhito-f-20190222.jpg

crown-prince-naruhito-plays-a-viola-made

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, giobar dice:

Il Giappone ha un nuovo imperatore, Naruhito. Beh, direte, che c'entra con la musica classica? C'entra perché, molto probabilmente, è il primo monarca dai tempi di Federico II di Prussia ad avere una competenza specifica e semi professionale in ambito musicale. Pare sia infatti un eccellente violista, tanto da essersi esibito più volte in concerto, in Giappone e in altri paesi del mondo, con l'orchestra e con complessi da camera.

Aggiungerei anche lui!

640x640.jpg

kingf.jpg

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
On 3/3/2019 at 20:56, il viandante del sud dice:

Sono felice quando in un programma concertistico vengono presentate opere di minor notorietà presso il pubblico, in America pare si abbia maggior rispetto dei propri compositori.

Muti ha scelto pure di eseguire brani di Grant Still (autore afroamericano di metà 900) e della Price (autrice praticamente sconosciuta di tendenze conservatrici, alcune sinfonie le ha riscoperte la Naxos). Credo che Muti esegua la Terza sinfonia il prossimo anno:

61bQKI8qzXL._SX522_.jpg

Ho letto pure che sta studiando pagine di Gershwin e una sinfonia di Glass (vado a memoria dovrebbe essere la No. 11) 😮

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
On 2/5/2019 at 14:55, Ives dice:

Muti ha scelto pure di eseguire brani di Grant Still (autore afroamericano di metà 900) e della Price (autrice praticamente sconosciuta di tendenze conservatrici, alcune sinfonie le ha riscoperte la Naxos). Credo che Muti esegua la Terza sinfonia il prossimo anno:

61bQKI8qzXL._SX522_.jpg

Ho letto pure che sta studiando pagine di Gershwin e una sinfonia di Glass (vado a memoria dovrebbe essere la No. 11) 😮

Non ha mai diretto Gershwin? 

Immagino che questi compositori rientrino nel contratto, intendo eseguire compositori locali.

 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Puoi rispondere adesso e registrarti subito dopo. Se hai un account, ACCEDI.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.


×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy