Jump to content

Gazzelloni


Guest Stefano Conti

Recommended Posts

  • Replies 491
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

  • 8 months later...
Mi pare fra l'altro che Rampal tendesse a suonare nell'imboccatura con un foro fra le labbra leggermente laterale (non centrato). Credo le seppur minime differenze nei flussi d'aria nella nostra cassa-armonica-bocca-gola possano aver caratterizzato il suono dei due, come fra l'altro succede a mio parere fra tutti i flautisti.

Ma in generale credo che la principale differenza stia nella diversa scuola di appartenenza.

Poi non so, a mio parere come carattere i due si somigliano molto in tante esecuzioni....

Gazzelloni

gazzelloni.jpg

Rampal

JPR6.jpeg

Che io sappia, Rampal suonava con il foro laterale a causa di una paresi facciale. Infatti, se confrontiamo alcuna foto di Rampal meno recenti, si vede che suonava col foro delle labbra più centrato.

Questa è una notizia che mi diede il mio maestro del conservatorio diversi anni or sono, il quale lo conobbe personalmente.

Link to comment
Share on other sites

Che io sappia, Rampal suonava con il foro laterale a causa di una paresi facciale. Infatti, se confrontiamo alcuna foto di Rampal meno recenti, si vede che suonava col foro delle labbra più centrato.

Questa è una notizia che mi diede il mio maestro del conservatorio diversi anni or sono, il quale lo conobbe personalmente.

E' molto probabile :) In ogni caso, questo dimostra che ognuno deve trovare la sua, di impostazione ;)

Link to comment
Share on other sites

Che io sappia, Rampal suonava con il foro laterale a causa di una paresi facciale. Infatti, se confrontiamo alcuna foto di Rampal meno recenti, si vede che suonava col foro delle labbra più centrato.

Questa è una notizia che mi diede il mio maestro del conservatorio diversi anni or sono, il quale lo conobbe personalmente.

nu..... aveva semplicemente il foro laterale....

ce lo hanno in moltissimi....

su you tube ci sono video recenti ed è uguale..

Link to comment
Share on other sites

nu..... aveva semplicemente il foro laterale....

ce lo hanno in moltissimi....

su you tube ci sono video recenti ed è uguale..

Allora perchè suonava lateralmente? Si perde di potenza.

Comunque mi dispiace dirlo ma Rampal non mi è mai piaciuto.

Suono ed interpretazioni troppo sdolcinate e troppo uguali; nel senso che se suonava Bach, Prokofiev o Debussy suonava sempre allo stesso modo...

Link to comment
Share on other sites

Allora perchè suonava lateralmente? Si perde di potenza.

Comunque mi dispiace dirlo ma Rampal non mi è mai piaciuto.

Suono ed interpretazioni troppo sdolcinate e troppo uguali; nel senso che se suonava Bach, Prokofiev o Debussy suonava sempre allo stesso modo...

Suonava lateralmente perchè la sua conformazione gli permetteva di trarre il miglior suono così. E' una questione fisica, niente più! Non c'è scritto da nessuna parte che per suonare bene si debba usare il foro central, né usare il foro piccolo, grosso, lungo, corto, triangolare o che ne so.

Per suonare bene bisogna solo trovare l'impostazione che meglio si addice al proprio corpo...e credo Rampal la avesse trovata ;)

Link to comment
Share on other sites

Allora perchè suonava lateralmente? Si perde di potenza.

Comunque mi dispiace dirlo ma Rampal non mi è mai piaciuto.

Suono ed interpretazioni troppo sdolcinate e troppo uguali; nel senso che se suonava Bach, Prokofiev o Debussy suonava sempre allo stesso modo...

non si perde di potenza...

è una convinzione della maggior parte dei flautisti retrò...

anche il mio maestro ha il foro laterale e se lo tiene centrato non riesce a suonare!!!!!!!

per il resto non commento...

Link to comment
Share on other sites

Ritornando in topic,Gazzelloni ha un gran bel suono!!!!Decisamente di qualita superiore a Rampal.

Non bisogna suonare 100 flauti con la stessa impostazione ma conoscerli e imparare a scoprirne i segreti. ^_^

Riuscire ad avere il totale controllo sia sulla vecchia scuola che quella nuova,difficile ma è il mio obbiettivo.

Link to comment
Share on other sites

Ritornando in topic,Gazzelloni ha un gran bel suono!!!!Decisamente di qualita superiore a Rampal.

Non bisogna suonare 100 flauti con la stessa impostazione ma conoscerli e imparare a scoprirne i segreti. ^_^

Riuscire ad avere il totale controllo sia sulla vecchia scuola che quella nuova,difficile ma è il mio obbiettivo.

a parer mio a qualità del suono di Rampal non è inferiore a quella di Gazzelloni...

Rampal aveva un suono raffinato e brillante che si riesce ad apprezzare a pieno solo nelle cassette o nei vinili nei cd è spesso rovinato dalla masterizzazione...

Gazzelloni stappava i suoni non li faceva uscire naturalmente!!!!!!!

Link to comment
Share on other sites

a parer mio a qualità del suono di Rampal non è inferiore a quella di Gazzelloni...

Rampal aveva un suono raffinato e brillante che si riesce ad apprezzare a pieno solo nelle cassette o nei vinili nei cd è spesso rovinato dalla masterizzazione...

Gazzelloni stappava i suoni non li faceva uscire naturalmente!!!!!!!

Io li reputo abbastanza diversi, ma entambi grandissimi.

Link to comment
Share on other sites

Allora perchè suonava lateralmente? Si perde di potenza.

Comunque mi dispiace dirlo ma Rampal non mi è mai piaciuto.

Suono ed interpretazioni troppo sdolcinate e troppo uguali; nel senso che se suonava Bach, Prokofiev o Debussy suonava sempre allo stesso modo...

Io invece, ho sempre preferito il suono di Rampal a quello di Gazzelloni. Quando l'ho poi sentito dal vivo sono rimasto molto impressionato dalla sua potenza ericchezza di sfumature. Forse è vero che Rampal non era attento allo stile delle opere che eseguiva e che il suo Prokofiev è troppo simile a Poulenc o Telemann, ma questa critica è applicabile anche ad altri grandi flautisti -vedi Galway-. L'attenzione allo stile, all'epoca di Rampal, ancora non si era imposta e Rampal canta Mercadante come Debussy; ma il suo, amio avviso, è stato un bel cantare. Di recente, poi, ho acquistato un DVD dove esegue il concerto di Ibert in una registrazione per la televisione francese. Lì sono rimasto sconvolto. Straordinario!!!

Link to comment
Share on other sites

  • 2 months later...
No, non gestisce tutto con le labbra ma certo anche con l'aria ma mi sembra che il cosiddetto "sostegno" sia più curato dal nostro Gazzelloni.

Poi, volevo dire che tra i motivi che mi hanno indotto a scrivere un topic come questo c'é il tentativo di capire in cosa consisteva la cosiddetta scuola italiana del flauto perché, se flautisti come Bignardelli, Petrucci e qualcun altro, paladini di questa scuola, si sono precipitati a riscoprire metodi, esercizi, studi, pezzi da salotto, ben poco si sa circa l'ideale sonoro di tale scuola. Si può pensare che fino a Gazzelloni l'imboccatura del flauto in Italia fosse 'tesa' come quella tedesca o inglese di fine ottocento (vedi Bennett che ancora predica il sorriso) e che poi, con il diffondersi della scuola francese si sia maggiormente diffusa quella 'distesa'? E quali sono i pregi e i difetti di entrambi i modi? Gazzelloni aveva una tavolozza di colori straordinaria, basta sentire Density o Gymel di Castiglioni il suo suono a mio avviso, non tendeva alla chiarezza ma qui sto sull'opinabile perché bisognerebbe sapere anche come rispondeva il suo Hammig a 14 kt.

Petrucci non ha mai avuto una scuola. E' un autodidatta...Provare per credere.

Link to comment
Share on other sites

Petrucci non ha mai avuto una scuola. E' un autodidatta...Provare per credere.
A me risulta che abbia iniziato a studiare invece con il padre Oro Petrucci.
se non mi sbaglio era il nonno....comunque ha iniziato a srudiare con lui!

Se ha studiato con il padre/nonno non può definirsi autodidatta...

Comunque questo risolverà i vostri dubbi: http://www.flautopetrucci.it/

ha studiato il flauto sotto la guida del padre, Oro Petrucci, noto flautista

Anche la figlia ha studiato con il relativo padre... insomma una famiglia di flautisti!! :)

Link to comment
Share on other sites

  • 8 months later...

Rispolvero questo vecchio topic perché di recente ho ascoltato la Fantasia Pastorale Ungherese eseguita dal nostro flautista. E' un'esecuzione molto bella che poi ho confrontato con altre che ho. L'impressione che ne ho ricavato é veramente quella di un suono molto bello e puro, potente ma senza tanti rumori di soffio come sentiamo in altri flautisti, francesi, per lo più e qualche italiano tipo Trevisani o Griminelli.

Ora, se leggo Raymond Meylan dove dice:'In Italia, nei momenti migliori dell'esecuzione orchestrale, il gusto dell'insieme regolava la sonorità degli strumenti a fiato. Dietro il corpo sontuoso degli archi, i fiati evocavano un organo ben armonizzato. L'espressione dei musicisti italiani nel ricordo dei loro colleghi scomparsi era, spesso: suonava come un angelo. E ciò dice bene che la più alta qualità di uno strumentista era la purezza'. Qualche tempo fa ho ascoltato in concerto Gianluca Petrucci, un sostenitore della 'scuola italiana' e il suo suono mi ha colpito proprio per la purezza, per la mancanza di zzzzzzz e sssssss che, detto francamente, a me piacciono poco e niente anche se é un nome come quello di Trevisani a produrli. Credo che, nel tentativo di rilevare una caratteristica della 'scuola italiana' a prescindere da metodi che Petrucci e Bignardelli stanno riportando a galla, quella di un suono puro ed espressivo come lo era quello di Gazzelloni, come lo é quello di Petrucci -padre e figlia- sia costitutiva della scuola nazionale, oramai sommersa da altre tendenze.

Link to comment
Share on other sites

Due notti fa su Rai Tre (era circa l'01:30) hanno trasmesso un bella lezione di

Severino Gazzeloni alla Chigiana (che meraviglia... che commozione...),

circondato da belle allieve e curiosi allievi.

Anni '70... chiaramente!

Purtroppo non ho il telefono di alcuno del forum...

altrimenti avrei fatto saltare giù dal letto qualcuno...

Link to comment
Share on other sites

Due notti fa su Rai Tre (era circa l'01:30) hanno trasmesso un bella lezione di

Severino Gazzeloni alla Chigiana (che meraviglia... che commozione...),

circondato da belle allieve e curiosi allievi.

Anni '70... chiaramente!

Purtroppo non ho il telefono di alcuno del forum...

altrimenti avrei fatto saltare giù dal letto qualcuno...

no, no, no, me lo sono perso!!!!

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...

Important Information

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy