Vai al contenuto

I sinfonisti e i concertisti minori (?) del '700


kraus
 Condividi

Recommended Posts

  • Risposte 679
  • Creato
  • Ultima Risposta

Top utenti di questa discussione

Top utenti di questa discussione

Dittersdorf è un sinfonista eccellente (vedi sinfonie sulle metamorfosi di Ovidio)

Dei Bach: Carl Philipp secondo me è il più importante vero trait d'union fra il barocco ed il neoclassicismo.

Gli altri li conosco poco.

Sì, Carl Philipp ha addirittura delle intuizioni romantiche, è quasi un caso isolato nel '700. La cosa che mi rattrista è che molte sue opere degne di attenzione e analisi sono pressoché ignote (c'è il Concerto per pianoforte Wq. 20 in do, di cui ho già parlato altrove, che è stato inciso per la prima volta - e finora credo sia l'unica - nel 2003 dal bravissimo Spanyi). Anche Dittersdorf ha i suoi bei momenti: vedi la Sinfonia "Il Delirio dei Compositori" e quella in re minore (Grave d1).

Link al commento
Condividi su altri siti

Che ne dite di questi autori?

Dipende da che cosa... Dittersdorf rappresenta tuttora un grosso interrogativo. A volte è splendido, spesso geniale, altre volte meno. Ma finchè nessun interprete "serio" deciderà un approccio non legato a poche opere prese nel mucchio, temo non si andrà molto lontano... Dittersdorf, allo stato attuale, risulta più prolifico di Haydn nella Sinfonia: 119 a 104, ma mai nessuno le ha suonate ed incise per intero mi risulta. Vanhal addirittura ne compose 132 e vale lo stesso discorso.

Da quel poco che conosco dei due ritengo Dittersdorf molto più fantasioso, a partire da quel negletto gruppo di capolavori delle "Metamorfosi di Ovidio".

Credo sia più interessante chiedersi perchè tali autori continuino ad essere tralasciati, quando il mercato discografico potrebbe tranquillamente beneficiarli. Sarebbe anche ora. Invece preferiscono incidere le stesse identiche cose da decenni... Bah, ci rinuncio. Tanto di queste cose ho già detto e ripetuto, inutilmente.

Link al commento
Condividi su altri siti

io citerei anche:

- Myslivecek: la sua passione su libretto di Metastasio è fantastica

- Cartellieri: splendidi concerti per clarinetto e il capolavoro "La celebre natività del redentore"

- Rosetti: anch'egli autore di concerti molto belli e piacevoli sinfonie

- la famiglia Benda, con particolare menzione per i melologhi di Frantisek

- Sperger: ottime sinfonie per archi

- Ernst Wilhelm Wolf: buone sinfonie

- Sales, Lang e Starck: misconosciuti autori di ottima musica sacra

Link al commento
Condividi su altri siti

Ma almeno ricordate i "maggiori" sinfonisti come i Sammartini, i "Mannheimer" ecc...

Certo! Purtroppo Sammartini non lo conosco, ma i vari Stamitz, Cannabich e compagnia scala quaranta sono tra i miei preferiti: di Carl Stamitz ricordo dei bellissimi Concerti per clarinetto (il Settimo!), di Johann i trii orchestrali, e ci sarebbero ancora da scoprire Danzi, approfondire Kraus (pura omonimia col mio nickname, l'ho scelto prima di acquistare opere di questo eccellente compositore, del quale riconsiglio la Symphonie funèbre VB 148 e la Sinfonia con violino obbligato VB 138 incise dalla Naxos)...

Link al commento
Condividi su altri siti

Certo! Purtroppo Sammartini non lo conosco, ma i vari Stamitz, Cannabich e compagnia scala quaranta sono tra i miei preferiti: di Carl Stamitz ricordo dei bellissimi Concerti per clarinetto (il Settimo!), di Johann i trii orchestrali, e ci sarebbero ancora da scoprire Danzi, approfondire Kraus (pura omonimia col mio nickname, l'ho scelto prima di acquistare opere di questo eccellente compositore, del quale riconsiglio la Symphonie funèbre VB 148 e la Sinfonia con violino obbligato VB 138 incise dalla Naxos)...

la Naxos sta incidendo delle opere di Sammartini. Ci sono già vari cd con le sinfonie ;)

Link al commento
Condividi su altri siti

la Naxos sta incidendo delle opere di Sammartini. Ci sono già vari cd con le sinfonie ;)

Gut! :) Grande Naxos

Dipende da che cosa... Dittersdorf rappresenta tuttora un grosso interrogativo. A volte è splendido, spesso geniale, altre volte meno. Ma finchè nessun interprete "serio" deciderà un approccio non legato a poche opere prese nel mucchio, temo non si andrà molto lontano... Dittersdorf, allo stato attuale, risulta più prolifico di Haydn nella Sinfonia: 119 a 104, ma mai nessuno le ha suonate ed incise per intero mi risulta. Vanhal addirittura ne compose 132 e vale lo stesso discorso.

Da quel poco che conosco dei due ritengo Dittersdorf molto più fantasioso, a partire da quel negletto gruppo di capolavori delle "Metamorfosi di Ovidio".

Credo sia più interessante chiedersi perchè tali autori continuino ad essere tralasciati, quando il mercato discografico potrebbe tranquillamente beneficiarli. Sarebbe anche ora. Invece preferiscono incidere le stesse identiche cose da decenni... Bah, ci rinuncio. Tanto di queste cose ho già detto e ripetuto, inutilmente.

Beh, a dire il vero mi sono accorto - più di dieci anni fa - che proprio il Bicentenario ha dato la stura alla scoperta (lenta, chiaro, almeno all'inizio) dei contemporanei che prima erano effettivamente relegati in un ingiusto oblio. E quando sono saltati fuori Stamitz, i figli di Bach, Vanhal, Dittersdorf eccetera mi sono fiondato dai negozianti per acquistarne i CD. Case come la Naxos proseguono nell'esplorazione e le sorprese sono tante, piacevoli e talvolta esaltanti (C. P. E. Bach, Dittersdorf e Kraus sono IMSimpleO i casi più felici).

Link al commento
Condividi su altri siti

Apprendo in questo momento che è uscito un CD della ORF con musiche di Cannabich, Teyber e Michael Haydn:

Cannabich "Mozarts Gedaechtnis Feyer" (1797)

Teyber "Messa in re maggiore"

M Haydn Offertorio "Alme Deus" MH332.

Munich Chamber Choir e Munich New Court Orchestra diretti da Christoph Hammer

Un altro autore da segnalare è Hyacinthe Jadin (scrisse un paio di Concerti per pianoforte, ma soprattutto delle Sonate riscoperte da poco che anticipano le atmosfere schubertiane di una ventina d'anni circa).

Link al commento
Condividi su altri siti

conosco relativamente poco dei figli di bach,stamitz, ditterstorf(di quest'ultimo ho il famoso cd naxos,spesso citato dal Conte Caramella)ecc. di questi e altri autori ci possono essere tante cose interessanti come anche tanta musica magari anche ben scritta,ma convenzionale oppure anche tanta musica d'occasione,giustamente dimenticata..

cmq ricorderei come autori anche Myslivecek e Leopold Mozart...

Link al commento
Condividi su altri siti

conosco relativamente poco dei figli di bach,stamitz, ditterstorf(di quest'ultimo ho il famoso cd naxos,spesso citato dal Conte Caramella)ecc. di questi e altri autori ci possono essere tante cose interessanti come anche tanta musica magari anche ben scritta,ma convenzionale oppure anche tanta musica d'occasione,giustamente dimenticata..

cmq ricorderei come autori anche Myslivecek e Leopold Mozart...

Di Leopold ho qualcosa, tra cui la Sinfonia dei Giocattoli (divertente). Di Myslivecek ho sentito molto tempo fa alla radio una Serenata e ho l'aria "Ridente la calma". Dicono che fosse un genio.

Link al commento
Condividi su altri siti

Di Leopold ho qualcosa, tra cui la Sinfonia dei Giocattoli (divertente). Di Myslivecek ho sentito molto tempo fa alla radio una Serenata e ho l'aria "Ridente la calma". Dicono che fosse un genio.

tra l'altro la gradevolissima sinfonia dei giocattoli e' stata per molti anni attribuita ad Haydn..

anche se ormai sembra essere di L.Mozart ...(che scrisse anche altri brani simili..per esempio una sinfonia sulla vita contadina con cani che abbaiano,fucili e cose simili)

di Myslvecek ho ascoltato poco...(conosco solo i notturni per 2 soprani e orchestra,musica gradevole...spesso un po' mozartiana)pero' all'epoca era un compositore abbastanza stimato..in particolare come operista.

Link al commento
Condividi su altri siti

di Myslvecek ho ascoltato poco...(conosco solo i notturni per 2 soprani e orchestra,musica gradevole...spesso un po' mozartiana)pero' all'epoca era un compositore abbastanza stimato..in particolare come operista.

Mozart era suo amico, lo andò a trovare quando il poveretto era ormai devastato dalla sifilide.

Aspetta che cerco un po' di discografia... Finora ho trovato solo questo:

Myslivecek: Symphonies / Ehrhardt & Concerto Koln (DG Archiv)

Link al commento
Condividi su altri siti

Mozart era suo amico, lo andò a trovare quando il poveretto era ormai devastato dalla sifilide.

Aspetta che cerco un po' di discografia... Finora ho trovato solo questo:

Myslivecek: Symphonies / Ehrhardt & Concerto Koln (DG Archiv)

http://image.allmusic.com/00/acg/cov200/cm...m02701ycw9w.jpg

C'è anche questo.

La chandos ha stampato vari cd con autori contemporanei di Mozart.

Link al commento
Condividi su altri siti

http://image.allmusic.com/00/acg/cov200/cm...m02701ycw9w.jpg

C'è anche questo.

La chandos ha stampato vari cd con autori contemporanei di Mozart.

Grazie per la segnalazione! Della Chandos ho un bel CD di Vanhal (anche lì Sinfonie, di cui due in minore).

Link al commento
Condividi su altri siti

Grazie per la segnalazione! Della Chandos ho un bel CD di Vanhal (anche lì Sinfonie, di cui due in minore).

Sempre della Chandos segnalo

Václav Pichl - Symphonies

London Mozart Players - Mathias Bamert

Gossec - Symphonies

London Mozart Players - Matthias Bamert

Baguer - Symphonies

London Mozart Players - Matthias Bamert

Kozeluch - Symphonies

London Mozart Players - Matthias Bamert

Krommer - Symphonies

London Mozart Players - Matthias Bamert

Wesley - Symphonies

London Mozart Players - Matthias Bamert

Stamitz - Symphonies

London Mozart Players - Matthias Bamert

e questo cd

http://www.chandos.net/details06.asp?CNumber=CON%200011

contenente degli assaggi dei vari contemporanei

Di Vanhal se non erro la naxos sta pubblicando l'integrale delle sinfonie

Link al commento
Condividi su altri siti

10 100 1000 10000 Naxos

http://www.naxos.com/composerinfo/1069.htm

VANHAL: Missa Pastoralis / Missa Solemnis 8.555080 Choral - Sacred

VANHAL: Symphonies, Vol. 1 8.554341 Orchestral

VANHAL: Symphonies, Vol. 2 8.554138 Orchestral

VANHAL: Symphonies, Vol. 3 8.557483 Orchestral

VANHAL: Violin Concertos in G major, B flat major, and G major 8.557815 Concertos

mhhhh le due messe mi incuriosiscono

e c'è anche questo della bis

http://www.naxos.com/catalogue/item.asp?item_code=BIS-CD-288

Link al commento
Condividi su altri siti

http://www.naxos.com/composerinfo/1069.htm

VANHAL: Missa Pastoralis / Missa Solemnis 8.555080 Choral - Sacred

VANHAL: Symphonies, Vol. 1 8.554341 Orchestral

VANHAL: Symphonies, Vol. 2 8.554138 Orchestral

VANHAL: Symphonies, Vol. 3 8.557483 Orchestral

VANHAL: Violin Concertos in G major, B flat major, and G major 8.557815 Concertos

mhhhh le due messe mi incuriosiscono

e c'è anche questo della bis

http://www.naxos.com/catalogue/item.asp?item_code=BIS-CD-288

I primi due delle Sinfonie ce li ho: pare, dalle note dei CD, che il buon Vanhal abbia anche avuto una vita avventurosa

Link al commento
Condividi su altri siti

Now that I think about it (mo che ci penso) ci sarebbe anche un certo Joseph Anton Steffan, autore di magnifici Concerti per pianoforte (ne ho uno in si bemolle con un'introduzione in re minore da antologia). Buoni anche i due Concerti di Salieri, specialmente nei tempi lenti. E non era la sua specialità: infatti, com'è noto, era un buon operista. Ho sentito il suo Axur e ci sono delle ottime arie (come il Rondò "Son queste le speranze", citato un paio di volte in Amadeus). Il suo stile mi è parso parecchio lontano da quello di Mozart. Tra le altre buone cose che ha scritto ci sono musiche massoniche per strumenti a fiato e altri lavori cameristici di prim'ordine.

Link al commento
Condividi su altri siti

Segnalo le sinfonie 6 e 7 di Johann Wilhelm WILMS. Il terzo tempo della sesta è da fuori di testa, proprio un bel contrappunto! Nel complesso sono molto, molto belle.

Colgo l'occasione per fornire qualche dato su questo compositore (non citato nella Garzanti, pazzesco!):

Johann Wilhelm WILMS (Witzhelden 1772 - Amsterdam 1847), compositore tedesco-olandese.

Figlio d'un organista di Witzhelden, Wilms visse ad Amsterdam dal 1791 svolgendo le mansioni di insegnante di musica. Socio dell'Accdemia olandese nonché membro onorario della Toonkunst, compose concerti per pianoforte, sette sinfonie e un concerto per flauto. Il suo stile, influenzato dal classicismo viennese, presenta analogie con quello di Ludwig van Beethoven. Fu il compositore olandese più importante del suo tempo. Gli diede grande notorietà il Lied "Wien Neederlands Bloed", che fu l'inno nazionale olandese dal 1815 al 1932.

Questa pagina (disponibile solo in tedesco, se non vado errato) l'ho trovata su Wikipedia, che fornisce anche il link dell'Internationale Johann Wilhelm Gesellschaft (www.iwwg.com) e un paio d'altri siti (www.witzhelden.info e www.klassikakzente.de/page_17072.jsp).

Nel frattempo rilancio con Johann Joachim Quantz, di cui conosco solo uno tra gli innumerevoli concerti per flauto che ha scritto, ma che non mi è dispiaciuto affatto quando mi è capitato d'ascoltarlo. Convenzionale quanto si vuole, ma elegante e piacevole.

Link al commento
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Puoi rispondere adesso e registrarti subito dopo. Se hai un account, ACCEDI.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Condividi

  • Chi sta navigando   0 utenti

    • Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy