Vai al contenuto

Quando un tema...


Conte Caramella
 Condividi

Recommended Posts

  • Risposte 630
  • Creato
  • Ultima Risposta

Top utenti di questa discussione

Guest Fede_Rinhos

non so se l'ho già detto, comunque Schubert nella sua Sonata per Arpeggione e Pianoforte, per il tema del secondo movimento prende MOLTA ispirazione (e ne esce una schifezza :D) dalla Seconda Sinfonia di Beethoven:


/>http://www.youtube.com/watch?v=_SJMIuib7JA&feature=related


/>http://www.youtube.com/watch?v=SGsc0ikB0N0

Link al commento
Condividi su altri siti

non so se l'ho già detto, comunque Schubert nella sua Sonata per Arpeggione e Pianoforte, per il tema del secondo movimento prende MOLTA ispirazione (e ne esce una schifezza :D) dalla Seconda Sinfonia di Beethoven:

:offtopic: : scusate l'inopportuna digressione, volevo solo dire a Fede_Rinhos che ho provato a mandargli un messaggio privato, ma non mi è stato possibile. Scusa se mi ripeto, ma ho pensato che forse non avevi letto la nota nell'altro topic a proposito del quartetto Delle Arpe di Beethoven.

Link al commento
Condividi su altri siti

Guest Fede_Rinhos

:offtopic: : scusate l'inopportuna digressione, volevo solo dire a Fede_Rinhos che ho provato a mandargli un messaggio privato, ma non mi è stato possibile. Scusa se mi ripeto, ma ho pensato che forse non avevi letto la nota nell'altro topic a proposito del quartetto Delle Arpe di Beethoven.

ah ciao, sisì scusa l'ho letta ma tra una cosa o l'altra non ti ho più risposto, scusami. Come mai non riesci a mandarmelo? la mia inbox non dovrebbe essere piena :scratch_one-s_head:

EDIT sì era piena :D ora la svuoto, prova a rimandarmelo tra 10 minuti

Link al commento
Condividi su altri siti

ah ciao, sisì scusa l'ho letta ma tra una cosa o l'altra non ti ho più risposto, scusami. Come mai non riesci a mandarmelo? la mia inbox non dovrebbe essere piena :scratch_one-s_head:

EDIT sì era piena :D ora la svuoto, prova a rimandarmelo tra 10 minuti

OK, è andata! :laughingsmiley:

Link al commento
Condividi su altri siti

  • 2 weeks later...

Nella serenata per archi di Dvorak

[media]http://www.youtube.com/watch?v=K790omOCgEY

appare un frase (1:31) identica ad una che si può ascoltare nel quarto movimento del quartetto op59 nr.1 di Beethoven.

Sembra impossibile ma non riesco a trovare su Youtube questo brano.

Eccolo qua...

[media]http://www.youtube.com/watch?v=ArUmlHfw0W8&feature=related

4:10

Link al commento
Condividi su altri siti

Forse sarò un "ben pensante", ma io credo si tratti di coincidenza. Talvolta un accordo ne "chiama" un altro, come sia quello il solo giusto, e le melodie sono in qualche modo vincolate agli accordi. Credo che un'ipotetica e "assurda" creatura che conoscesse a menadito tutte le musiche composte in tutti i luoghi e in tutti i tempi, riscontrerebbe milioni di analogie considerando ogni singola battuta di ogni singolo strumento.

Poi magari ci sono i furbi che se ne approfittano, ma non credo che Dvorak fosse uno di quelli.

Parlando di coincidenze: io riscontro qualche somiglianza tra l'inizio della Wellington di Beethoven e il celeberrimmo squillo di trombe che accompagna Rocky nella corsa nelle strade di Philadelphia. Che ne pensate?


/>http://www.youtube.com/watch?v=TUZNAZ3LHnw

0:33

Link al commento
Condividi su altri siti

Forse sarò un "ben pensante", ma io credo si tratti di coincidenza. Talvolta un accordo ne "chiama" un altro, come sia quello il solo giusto, e le melodie sono in qualche modo vincolate agli accordi. Credo che un'ipotetica e "assurda" creatura che conoscesse a menadito tutte le musiche composte in tutti i luoghi e in tutti i tempi, riscontrerebbe milioni di analogie considerando ogni singola battuta di ogni singolo strumento.

Poi magari ci sono i furbi che se ne approfittano, ma non credo che Dvorak fosse uno di quelli.

[...]

Ma infatti credo che qui ci si limiti a sottolineare delle similitudini, almeno io non ho mai pensato al plagio nei casi che ho riportato, come giustamente dici le melodie sono vincolate agli accordi, senza contare che spesso ci potrebbe essere una fonte comune "terza", magari popolare, oppure inconsapevoli ricordi di musiche ascoltate in passato che si ripresentano alla mente nel momento della composizione.

Link al commento
Condividi su altri siti

senza contare che spesso ci potrebbe essere una fonte comune "terza", magari popolare

domanda da semiprofano: è così che Brahms ha scritto le danze e Liszt le Rapsodie? Mi sembra di ricordare che si trattava di melodie popolari ungheresi che poi i semmenzionati geni hanno trasformato in oro. Ma non vorrei dire una stupidaggine.

Link al commento
Condividi su altri siti

domanda da semiprofano: è così che Brahms ha scritto le danze e Liszt le Rapsodie? Mi sembra di ricordare che si trattava di melodie popolari ungheresi che poi i semmenzionati geni hanno trasformato in oro. Ma non vorrei dire una stupidaggine.

Mah sono un profano anch'io :) Per Liszt non saprei, invece mi sembra di ricordare che Brahms mostrò interesse per la musica zigana già ad Amburgo ascoltando da giovanissimo musicisti girovaghi, non so se i temi delle danze siano realmente motivi popolari o "semplici" invenzioni in stile. Poi i rapporti con musicisti ungheresi furono strettissimi e non dimentichiamo che Brahms si formò anche a Vienna.

Link al commento
Condividi su altri siti

Quando sono stato a Budapest di Musicisti ambulanti ce n'erano molti (soprattutto violinisti) e vi posso assicurare che le "melodie Ungheresi" di Brahms e di Liszt con l'Ungheria c'azzeccano ben poco. Ho sentito improvvisazioni in modo Lidio coi microtoni, Brahms e soprattutto Liszt non fecero che travestire con richiami di cymbalon e Csárdá melodie da Opera Lirica...

Saranno semmai Bartók e Kodály a farci sentire le autentiche atmosfere Popolari Ungheresi.

Link al commento
Condividi su altri siti

domanda da semiprofano: è così che Brahms ha scritto le danze e Liszt le Rapsodie? Mi sembra di ricordare che si trattava di melodie popolari ungheresi che poi i semmenzionati geni hanno trasformato in oro. Ma non vorrei dire una stupidaggine.

In realtà, in entrambi i casi, ci si trova di fronte soltanto a un libero trattamento di melodie colte, ma popolarmente ben note, non più vecchie di 70-80 anni. La vera riscoperta del patrimonio musicale folklorico magiaro avvenne successivamente.

Link al commento
Condividi su altri siti

Quello che mi domandavo io era se i temi portanti delle danze o le distinte melodie delle rapsodie fossero in realtà dei "motivetti" popolari che poi i geni hanno ripreso e arrangiato.

Per esempio nel 4° movimento di "Dall'Italia" di Strauss, viene ripreso il tema della canzone napoletana Funiculì Funiculà. La melodia non l'ha inventata Strauss; lui l'ha orchestrata e variata da farne una musica sinfonica, ma il tema portante è un motivetto popolare italiano.

Link al commento
Condividi su altri siti

Quello che mi domandavo io era se i temi portanti delle danze o le distinte melodie delle rapsodie fossero in realtà dei "motivetti" popolari che poi i geni hanno ripreso e arrangiato.

Sono tutte invenzioni di sana pianta degli Autori, altroché melodie Popolari.

Link al commento
Condividi su altri siti

Sono tutte invenzioni di sana pianta degli Autori, altroché melodie Popolari.

Appunto stavo domandando, visto che non lo so. :laughingsmiley:

Però di Strauss è sicuro al 100% che ha preso un tema di musica popolare napoletana e l'ha orchestrato per dare all'opera un "colore" italiano.

Su Brahms non mi stupirei affatto se fosse tutta opera sua. Però quelle di Liszt mi lasciano più di un dubbio, ovviamente non perché egli non fosse capace di partorire temi eccezionali, ma per il nome dell'opera: rapsodia. Infatti, stando al dizionario: RAPSODIA 3 ( mus.) componimento musicale nel quale temi popolari sono collegati e svolti in libere interpretazioni: le «Rapsodie ungheresi» di Liszt

Link al commento
Condividi su altri siti

Quando sono stato a Budapest di Musicisti ambulanti ce n'erano molti (soprattutto violinisti) e vi posso assicurare che le "melodie Ungheresi" di Brahms e di Liszt con l'Ungheria c'azzeccano ben poco. Ho sentito improvvisazioni in modo Lidio coi microtoni, Brahms e soprattutto Liszt non fecero che travestire con richiami di cymbalon e Csárdá melodie da Opera Lirica...

Saranno semmai Bartók e Kodály a farci sentire le autentiche atmosfere Popolari Ungheresi.

Liszt non era nemmeno del tutto ungherese, dato che nacque a confine tra germania e ungheria (Raiding attualmente è Austria). In vita sua parlo' crucco e franzoso, e solo in tarda eta' ungherese.

Tutto cio' che di ungherese c'è nella sua musica, e a maggior raggione in brahms, è solo una ricerca di "sapore" locale e colori diversi, calati in un linguaggio di matrice colta tedesca. che è tutt'altro da Bartok, giustamente, e Kodaly.

Link al commento
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Puoi rispondere adesso e registrarti subito dopo. Se hai un account, ACCEDI.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Condividi

  • Chi sta navigando   0 utenti

    • Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy