Jump to content

Scegliere il programma del diploma


klarasal

Recommended Posts

  • Replies 140
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

mi manca qualche minuto per riempire il programma del diploma...

meglio 2 preludi di debussy o un pezzo da iberia di albeniz???

(io forse penso sia meglio iberia..) :wacko:

Dipende anche da che cosa hai negli altri gruppi, per capire quale pezzo possa starci meglio...perciò...vorresti fare sapere alla tua collega diplomanda cosa porti negli altri gruppi? :girl_smile:

Link to comment
Share on other sites

  • 1 month later...

Cari forummiani, dopo una lunga latitanza, rieccomi qua :bye:

Reduce dall'ottavazzo maledetto, che grazie alla divina provvidenza e a svariati mesi di "clausura" è andato anche meglio del previsto, mi ritrovo alle prese con il nuovo periodo di studi (corso tradizionale)e, considerando che non rivedrò il mio maestro fino a novembre, sono alla ricerca di saggi consigli su come impostare un programma di diploma. Certo, è ovvio che lo farò con lui, ma vorrei averne già un'idea prima di...ehm...affrontare le sue ire :to_pick_ones_nose2:

Dunque, le domande sono:

- Come avete costruito il vostro programma di diploma? un pezzo importante+ vari riempimenti per coprire i restanti gruppi / gruppi ben equilibrati / programma a tema (non so se sia possibile) / altro

- Quale è/è stato il vostro programma di diploma? (per avere qualche esempio di accostamenti ben riusciti o che si sono rivelati sbagliati)

- Se vi va, spendete due parole sui pezzi che avete portato (pro, contro, difficoltà particolari, tempi di maturazione...)

Grazzzzzzzzzzzzie :wub:

baciozzi

ah...non mi sembra ci siano altre discussioni simili...in caso contrario, chiedo venia

Link to comment
Share on other sites

Cari forummiani, dopo una lunga latitanza, rieccomi qua :bye:

Reduce dall'ottavazzo maledetto, che grazie alla divina provvidenza e a svariati mesi di "clausura" è andato anche meglio del previsto, mi ritrovo alle prese con il nuovo periodo di studi (corso tradizionale)e, considerando che non rivedrò il mio maestro fino a novembre, sono alla ricerca di saggi consigli su come impostare un programma di diploma. Certo, è ovvio che lo farò con lui, ma vorrei averne già un'idea prima di...ehm...affrontare le sue ire :to_pick_ones_nose2:

Dunque, le domande sono:

- Come avete costruito il vostro programma di diploma? un pezzo importante+ vari riempimenti per coprire i restanti gruppi / gruppi ben equilibrati / programma a tema (non so se sia possibile) / altro

- Quale è/è stato il vostro programma di diploma? (per avere qualche esempio di accostamenti ben riusciti o che si sono rivelati sbagliati)

- Se vi va, spendete due parole sui pezzi che avete portato (pro, contro, difficoltà particolari, tempi di maturazione...)

Grazzzzzzzzzzzzie :wub:

baciozzi

ah...non mi sembra ci siano altre discussioni simili...in caso contrario, chiedo venia

Il topic esisteva, anche se per colpa di alcuni era un po' infestatino di spam <_< in ogni caso mi sono permessa di unire la tua discussione a quella già aperta sullo stesso argomento ;)

Inizio io, col mio diploma, visto che sono sicura che non sai cosa ho portato :ph34r: (ahahah :D)

No, vabbè, scherzi a parte :lol: , il mio consiglio è di studiare Franck solo se ne sei convinta fino in fondo. E' un tipo di studio che non avevo mai visto prima di allora, c'è stato bisogno di un'organizzazione ferrea per arrivare a "possedere" tutte le trenta e passa pagine del pezzo. Ancora a distanza di quasi un anno trovo miei bigliettini sparsi con regole e orari da rispettare nello studio: nella mia ossessiva voglia di far bene ero arrivata a sezionare tutti i passaggini rognosi e a studiarli tutti quanti, tutti i giorni, iniziando sempre da capo, sempre dalle mani separate, sempre per voci. Ecco, Franck è questo. Se non costruisci attivamente ogni giorno, se ti limiti solo a salvaguardare quello che hai messo da parte il giorno precedente, questo non è il pezzo giusto.

Più in generale è ovvio che almeno un pezzone ci voglia. Prima cosa, un'ora di micropezzettini secondo me è faticosissima a livello psicologico: sapere, quando inizi a suonare, che per finire ti mancano 18 pezzi, sia pure da tre minuti l'uno, è molto pesante. Poi dal punto di vista pratico un pezzo lungo serve per due motivi: il primo è per riempire tempo e il secondo è per il voto. Non è vero che tutti i pezzi permessi sono uguali... ce ne sono alcuni che spingono verso l'alto più di altri (e Franck è uno di questi).

Ho sentito molti diplomi. Ho visto che i pezzi che generalmente funzionano sono:

  • Bach - Concerto Italiano
  • Beethoven - 32 Variazioni in do minore
  • Beethoven - Sonate op. 90, 110
  • Franck - Preludio Corale e Fuga
  • BrahmS - Variazioni su un tema di Haendel
  • Preludi di Nino Rota (li portano in molti al IV gruppo)
  • Bartok - Suite op. 14
  • Debussy - Tutto
  • Scriabin - Studi
  • Mussorgsky - Quadri

Più fascinosi e pericolosi (rischiosi in condizioni psicologiche instabili come è proprio di un diploma):

  • Chopin - Seconda ballata
  • Liszt - Sonata (non solo per la difficoltà tecnica)
  • Schumann - Studi sinfonici
  • Scriabin - Sonate
  • Ravel - Sonatina
  • Bach - GoldbergS
  • Chabrier - Bouree fantasque

Le altre cose (il Carnaval, la Wanderer, la Fantasia di Schumann) dipendono completamente da te e da quanto studi.

Gli altri-altri (Islamey, la 111, le Diabelli, BrahmS-Paganini, Gaspard de la nuit, Sonate di Chopin, Jeux d'eau) secondo me sono impossibili da preparare in due anni in maniera da portarli ad un livello che ti tiri su il voto, se pensi di seguire anche l'università. Sono pezzi che puoi fare solo se hai intenzione di puntare molto molto in alto e se sei disposta a perderci dietro molto molto tempo. Io poi ovviamente parlo da universitaria repressa, ma è ovvio che tu debba fare una stima esatta di quanto ti sarà possibile studiare prima di fare una scelta ;)

Puoi sbirciare in questi altri tre linkS:

L'esame di Compimento Superiore

Concerti per l'esame di Diploma

Il programma ideale al diploma

Spero di esserti stata d'aiuto :P

(perché non ci racconti qualcosa del tuo ottavo? Puoi farlo qui!)

Link to comment
Share on other sites

Grazie mitica superMirou :thumbsup_still: La tua risposta mi è utilissima!!! Ora vado a sbirciare nei linkSS...

Su Franck sai già come la penso...dopo anni di ascolti su ascolti, di letture clandestine, di invidia (grrrrrrrrrr :on_the_quiet2: ) il mio primo pensiero, lo ammetto, è stato quello! Però non voglio fare una scelta avventata, dettata solo dall'istinto e dalla fretta, in un certo senso...è un pezzo che non vorrei sciupare, quindi ci rifletterò a lungo prima di decidere se vale la pena di inserirlo nel diploma. (è ovvio che, in caso contrario, sarà il primo pezzo che studierò da diplomata!!!! ghghgh)

I pezzi impegnativi sono un'arma a doppio taglio, è vero...però il diploma è uno e non mi va di ripiegare in tutti i gruppi per paura di abbassarmi il voto... quindi, la mia idea di partenza è un pezzone e vari "riempimenti", che poi sono riempimenti più che altro per ragioni di tempistica, non per l'impegno o la difficoltà.

Detto ciò (almeno su una cosa mi sono decisa :angelic_kid: ) vado a documentarmi per benino nei vari topicSSS mentre ascolto qua e là i pezzi possibili che ancora non conosco. B)

smackS

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...
qualcuno saprebbe elencarmi un po' di brani di "noti autori italiani" che si possono portare nel quarto gruppo del diploma? e qualcuno sa se si possono portare pezzi di Busoni nel quarto gruppo?anche trascrizioni?

Con "noti autori contemporanei" si intendono solitamente Casella, Rota e Busoni (ma le trascrizioni di Bach rientrano nel I gruppo); so però che puoi portare una qualsiasi composizione scritta dopo Casella, purché edita.

Ci sarebbero:

  • Margola
  • Dallapiccola
  • Malipiero

che sono ugualmente gettonati, e in ogni caso puoi dare un'occhiatina QUI.

Ti consiglio di non portare Einaudi :D

Link to comment
Share on other sites

Ma nel quarto gruppo c'è così tanta roba stupenda, perchè ripiegare sugli autori italiani?

c'è bisogno che ti risponda*? :ph34r:

*vabbè, se l'hai chiesto ti rispondo: nel IV gruppo ci sono cose fantastiche ma purtroppo incredibilmente difficili, senza eccezioni. Fare un pezzo italiano significa perdere un po' di tempo a spulciare nei cataloghi, trovare un pezzo abbastanza lungo (che duri un po'), magari difficile da leggere ma non difficile tecnicamente.

Se uno non può contare su una tecnica scintillante è sicuramente la soluzione migliore.

E non mi dire che dopo l'ottavo uno dovrebbe essere in grado di suonare qualsiasi cosa perché il 90% dei diplomati italiani può sbugiardarti prima di subito :D . Altro discorso è se mi dici che non ha senso fare una scelta di questo tipo perché sarebbe molto meglio studiare la tecnica e migliorarsi quel tanto che basta per affrontare un pezzo serio dal IV gruppo. In questo caso sono - almeno parzialmente - d'accordo con te, ma purtroppo soprattutto per gli interni ci sono delle tempistiche da rispettare e, in ogni caso, fare un pezzo di Casella al posto di Gaspard non pregiudica il risultato finale, come il mio caso dimostra in maniera eclatante. Per di più, se uno suona solo per il piacere di suonare, i pezzoni può studiarseli dopo ;)

Magari non avevi assolutamente intenzione di muovermi tutte queste obiezioni, ma siccome oggi pomeriggio devo uscire mi sono portata un po' avanti e ti ho risposto prima che tu potessi obiettare :ph34r:

Link to comment
Share on other sites

Guest sPaCeMaN

In realtà il mio ragionamento era relativo al bisogno di aggiungere pochi minuti al programma e in quel caso per me varrebbe la pena faticare un po' di più e inserire, ad esempio, qualche studio di scriabin!

Se si tratta di inserire un pezzo di lunga durata allora, premesso che non tutto il quarto gruppo secondo me è difficile come i mattoni islamey e gaspard, direi che tutto dipende dal tempo e dalla voglia che uno ha da dedicare al pianoforte, perchè la tecnica si sviluppa.. e prima la si sviluppa, meglio è!

Anyway peace&love, la mia non era una critica a chi sceglie gli autori italiani, stavo solo esponendo il mio di vista :P

Link to comment
Share on other sites

Ma nel quarto gruppo c'è così tanta roba stupenda, perchè ripiegare sugli autori italiani?

un po' di patriottismo insomma!! Busoni non mi sembra proprio che possa costituire un ripiego; ne è la riprova il fatto che illustri pianisti stranieri hanno eseguito suoi pezzi (tanto per fare due nomi arrau e horowitz). d'altra parte penso che sarebbe doveroso per ogni pianista saper suonare almeno un pezzo importante di un autore suo connazionale: non solo per semplice "patriottismo", ma anche per approfondire il patrimonio culturale che gli deriva dal fatto di essre nato in un certo Paese. è proprio a causa di certe posizioni che il repertorio pianistico si è cristallizzato in un numero ristretto di opere e che il panorama musicale inevitabilmente ne risente: insomma il mancato successo di molti brani è dovuto anche a motivi che prescindono dalla qualità intriseca dell'opera.

detto questo, volevo soltanto precisare che ho pensato agli autori italiani anche perché penso che non riuscirei a dare il meglio con i pezzi proposti nel quarto gruppo (mi piace ascoltarli ma non suonarli): ho provato a leggere la sesta sonata di skrjabin ma è un mondo davvero molto complesso e per il quale bisogna essere già molto maturi. tra l'altro nei primi tre gruppi porto beethoven 101, sonata di liszt e I libro variazioni Brahms-Paganini..non vorrei arrivare alla fine dell' esame con la lingua di fuori.. :content_kid:

Link to comment
Share on other sites

Guest sPaCeMaN

questione di gusti allora... per me il quarto gruppo è il paradiso (sotto certi punti di vista forse è anche l'inferno :D)

a me piace busoni e non lo considero certo un ripiego, ma non so se si possa annoverare tra quei "noti autori italiani contemporanei".

e poi portare busoni non vuol dire portare qualcosa di facile/abbordabile/sileggessifà, quindi dal punto di vista della fatica non è che si abbiano chissà che vantaggi!

Link to comment
Share on other sites

e poi portare busoni non vuol dire portare qualcosa di facile/abbordabile/sileggessifà, quindi dal punto di vista della fatica non è che si abbiano chissà che vantaggi!

beh, ricordati che stiamo sempre parlando di un esame di diploma... un Casella sarà più semplice di Pour le piano, ma non è una sonatina di Clementi!

Link to comment
Share on other sites

questione di gusti allora... per me il quarto gruppo è il paradiso (sotto certi punti di vista forse è anche l'inferno :D)

a me piace busoni e non lo considero certo un ripiego, ma non so se si possa annoverare tra quei "noti autori italiani contemporanei".

e poi portare busoni non vuol dire portare qualcosa di facile/abbordabile/sileggessifà, quindi dal punto di vista della fatica non è che si abbiano chissà che vantaggi!

per "noti autori italiani contemporanei" bisogna ricordarsi che i programmi del diploma tradizionale risalgono agli anni'30...e il repertorio pianistico italiano si e' fermato li' o poco dopo...(i soliti Busoni,Casella,Rota,Dallapiccola,Petrassi,ecc che hanno scritto pagine interessanti che magari non vanno dimenticate,ma non e' che siano sempre memorabili...quindi non si tratta di patriottismo,ma eventualmente di qualita' musicale...)...pero' sarebbe interessante che qualche diplomando dovendo scegliere un "contemporaneo italiano" portasse brani tipo la "Sequenza" di Berio(o eventualmente gli "Encores",che sono molto piu' semplici)...o magari "Sofferte onde serene" di Nono(pero' qua ci vuole pure il nastro magnetico)...

Link to comment
Share on other sites

Guest sPaCeMaN
beh, ricordati che stiamo sempre parlando di un esame di diploma... un Casella sarà più semplice di Pour le piano, ma non è una sonatina di Clementi!
non ho mai insinuato questo..
Link to comment
Share on other sites

  • 1 year later...

Risplovero questo topic in quanto sto scegliendo il mio programma di diploma :)

Dopo essermi dato l'ottavo con 8.5 e una manciata di assurdità (ad esempio: una candidata che si ferma più e più volte che ottiene i miei stessi voti, un candidato che NON memorizza il pezzo delle tre ore mentre io si e abbiamo entrambi 9.5), ma questi sono dettagliucoli :D

Ecco una bozza di quello che sarà il mio programma di diploma!:

Primo Gruppo - Meno cose possibili :P

  • Bach: Preludio e Fuga in La min (trascrizione Listz) (9 min)

Secondo Gruppo - Ancora molti dubbi :P

  • Chopin: Ballata n2 op 38 (circa 7 min)
  • Listz: O il primo o il secondo degli studi da concerto (circa 5 min)

Terzo gruppo - uhm...

  • Franck: Preludio Corale e Fuga (circa 15 min)
  • da scegliere: ...

Quarto Gruppo - Fosse per me tutto da questo! :)

  • Bartok: Allegro Barbaro (2:30 minuti circa)
  • Debussy: qualche preludio o Pour le Piano (mettiamo 10 minuti)
  • Un'autrice moderna indicata dal mio insegnante che ancora sconosco:ma che caspita ne so!! -.-

Sarei a circa tre quarti d'ora di programma, mi sa che devo infilarci qualcos'altro... :) sceglieremo! intanto voi che ne pensate? Cosa mi consigliate dal quarto gruppo? È quello il mio genere! :D

Link to comment
Share on other sites

Risplovero questo topic in quanto sto scegliendo il mio programma di diploma :)

Dopo essermi dato l'ottavo con 8.5 e una manciata di assurdità (ad esempio: una candidata che si ferma più e più volte che ottiene i miei stessi voti, un candidato che NON memorizza il pezzo delle tre ore mentre io si e abbiamo entrambi 9.5), ma questi sono dettagliucoli :D

Ecco una bozza di quello che sarà il mio programma di diploma!:

Primo Gruppo - Meno cose possibili :P

  • Bach: Preludio e Fuga in La min (trascrizione Listz) (9 min)

Secondo Gruppo - Ancora molti dubbi :P

  • Chopin: Ballata n2 op 38 (circa 7 min)
  • Listz: O il primo o il secondo degli studi da concerto (circa 5 min)

Terzo gruppo - uhm...

  • Franck: Preludio Corale e Fuga (circa 15 min)
  • da scegliere: ...

Quarto Gruppo - Fosse per me tutto da questo! :)

  • Bartok: Allegro Barbaro (2:30 minuti circa)
  • Debussy: qualche preludio o Pour le Piano (mettiamo 10 minuti)
  • Un'autrice moderna indicata dal mio insegnante che ancora sconosco:ma che caspita ne so!! -.-

Sarei a circa tre quarti d'ora di programma, mi sa che devo infilarci qualcos'altro... :) sceglieremo! intanto voi che ne pensate? Cosa mi consigliate dal quarto gruppo? È quello il mio genere! :D

Intanto al secondo gruppo dovrai aggiungere qualcosa, visto che la ballata non puoi farla da sola ma devi inserirla in un gruppo di tre brani di ChopinS, per cui ti devi rassegnare a fare due notturni o due mazurche o un notturno e una mazurca :D

Poi non so quanto lo fai veloce, ma a me Franck durava una ventina di minuti :ninja:

E se poi ti manca qualcosa, nel terzo gruppo puoi sempre fare uno studio di Saint-Saens.

Hai pensato di fare la suite op. 14 anziché l'Allegro Barbaro (che pure mi piace tantissimo)? In questo modo guadagneresti una manciata di minuti che ti porterebbero ai fatidici sessanta minuti! ;)

Che concerti leggerai?

Link to comment
Share on other sites

beh considerando che ho fatto l'ottavo circa due settimane fa ancora non so darti tutte le risposte :)

Per le tempistiche mi sono basato sulle registrazioni che ho ascoltato, l'unica cosa che ho già iniziato a studiare è l'allegro barbaro di Bartok (dopo due settimane di riposo ;) ) :)

Per questo non ti so dire di Franck:)

Per il terzo gruppo, il programma che mi hanno dato in segreteria lascia intendere che le tre composizioni vadano scelte tra le cose di Chopin dalle ballate in poi e i brani di Listz! Boh :scratch_one-s_head:

La suite di Bartok non mi piace :thumbsdown_anim:

Per i concerti neanche ci ho pensato ancora!

Link to comment
Share on other sites

Primo Gruppo - Meno cose possibili :P

[...]

Secondo Gruppo - Ancora molti dubbi :P

  • Chopin: Ballata n2 op 38 (circa 7 min)
  • Listz: O il primo o il secondo degli studi da concerto (circa 5 min)

Terzo gruppo - uhm...

  • Franck: Preludio Corale e Fuga (circa 15 min)
  • da scegliere: ...

Quarto Gruppo - Fosse per me tutto da questo! :)

[...]

Primo gruppo

perché hai escluso Beethoven?

Secondo gruppo

Scegliendo una ballata hai escluso le sonate. Puoi scegliere tra notturni, mazurche, polacche in la bem o in fa # min.

Terzo gruppo

A me Franck durava poco più di diciotto minuti.

Pezzo stupendo, cmq :) , che può anche bastare per questo gruppo.

Quarto gruppo

Potresti leggere un brano da Iberia, di Albeniz (però a me è sembrato proprio difficile :ph34r: ) o la sonatina di Ravel.

Link to comment
Share on other sites

ho escluso beethoven perchè avendo già fatto delle sonate durante il periodo medio, vorrei "cambiare", o quanto meno non portarle per non fare una ventina di minuti di programma per la sonata, mentre vorrei dedicare più tempo al terzo e quarto gruppo!

La ballata + gli altri pezzi me li ha consigliati direttamente il mio insegnante :handlebars: ma ancora devo ovviamente ascoltare la marea di materiale!

Link to comment
Share on other sites

Fino a 5 giorni fa fantasticavo per mezza giornata sul programma del diploma, ora che ho fatto l'ottavo invece non mi attira più :mellow:

Sono giornate strane: forse devo solo smaltire la stanchezza. Che triste sono diventata : (

Comunque avevo in serbo:

primo gruppo: ancora nessuna idea (la 110? MAH non saprei)

secondo gruppo: sonata in sib di Chopin, ma mi sto scontrando con la scrittura a tratti veramente massiccia che mi scoraggia un po' (io che mi lascio scoraggiare alle prime letture? RI-MAH.)

terzo gruppo: Franck preludio corale fuga blabla. Vabbè mi piace un botto ma il maestro non so quanto approva (pare non approvi molto, pare) e non so quanta voglia ho di andare contro il volere suo (da quando in qua non mi attirano le cose proibite? O_O )

quarto gruppo: se potessi non fare niente (yeeee uccidetemi) però c'è qualche studio di Liapunov che riesco ad ascoltare, senza tuttavia riuscire ad immaginarmi mentre lo suono (difficile? boh); altrimenti Debussy (però non ho nemmeno voglia di andarmi a vedere lo spartito, io che per anni ho sognato la toccata di Pour le Piano...vabbè). Escludo aprioristicamente tutto Ravel tutto Balakicoso, tutto Stravinskij Bartok etc.

Di certezza ho soltanto il concerto di Schumann in la minore di cui ho letto e quasi memorizzato una buona metà del primo tempo senza grossi intoppi tecnici (ma quelli immagino verranno dopo); il maestro non sa niente ma non penso si opporrà più di tanto. E poi Mozart, non so cosa ma Mozart.

Link to comment
Share on other sites

Risplovero questo topic in quanto sto scegliendo il mio programma di diploma :)

Dopo essermi dato l'ottavo con 8.5 e una manciata di assurdità (ad esempio: una candidata che si ferma più e più volte che ottiene i miei stessi voti, un candidato che NON memorizza il pezzo delle tre ore mentre io si e abbiamo entrambi 9.5), ma questi sono dettagliucoli :D

Ecco una bozza di quello che sarà il mio programma di diploma!:

Primo Gruppo - Meno cose possibili :P

  • Bach: Preludio e Fuga in La min (trascrizione Listz) (9 min)

Secondo Gruppo - Ancora molti dubbi :P

  • Chopin: Ballata n2 op 38 (circa 7 min)
  • Listz: O il primo o il secondo degli studi da concerto (circa 5 min)

Terzo gruppo - uhm...

  • Franck: Preludio Corale e Fuga (circa 15 min)
  • da scegliere: ...

Quarto Gruppo - Fosse per me tutto da questo! :)

  • Bartok: Allegro Barbaro (2:30 minuti circa)
  • Debussy: qualche preludio o Pour le Piano (mettiamo 10 minuti)
  • Un'autrice moderna indicata dal mio insegnante che ancora sconosco:ma che caspita ne so!! -.-

Sarei a circa tre quarti d'ora di programma, mi sa che devo infilarci qualcos'altro... :) sceglieremo! intanto voi che ne pensate? Cosa mi consigliate dal quarto gruppo? È quello il mio genere! :D

secondo me dovresti partire da dei pezzi che proprio vuoi fare..

ad esempio mi pare di capire che vuoi fare franck.

ok, 3 gruppo assegnato, 18 minuti.

poi 4 gruppo.pour le piano?e così sia. (se non si fosse capito io cercherei di dare prima consistenza al programma, e poi "toppare" le eventuali mancanze di tempo). quanto dura?10 min?stiamo a mezz'ora.

per il primo gruppo io ho portato (odiato) beethoven sia al quinto che all'ottavo, ora faccio la 109, ti posso assicurare che il terzo periodo beethoveniano è proprio un'altra cosa...quindi ascolta 3 o 4 sonate e pensaci meglio.

nel 2 gruppo c'è tanta roba, secondo me è il gruppo che va ascoltato di più.

tra 1 e 2 gruppo ovviamente dovresti farci uscire almeno 20 minuti e toppare il restante con i pezzettini degli altri gruppi, ma non dovrebbe essere difficile nemmeno evitare di suonare pezzi brevi (cosa che...non so perchè...non mi convince molto)...insomma con franck e pour le piano (sempre se ti piacciono) dovresti riuscire a gestire gli altri 2 gruppi nel migliore dei modi.

alla fine non è che suoni 65 minuti ti uccide nessuno...(io suonerò al limite, 1h e 1 quarto.lì si che mi uccideranno!!!)

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...

Important Information

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy