Vai al contenuto

Il mio flauto


Guest Stefano Conti

Recommended Posts

Guest Stefano Conti

Ma perché tutti (dolcisti, traversieristi, traversieristi metallari) visto che ne parliamo spesso, non diciamo con quale strumento suoniamo e come ci sembra??

Io suono un kotato&fukushima in argento 997/1000 con mi snodato, fori aperti, sol "offset" che mi piace molto ma ho anche un Muramatsu AD, un flauto in Sol Armstrong e un ottavino Yamaha C62.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Io suono uno Yamaha YFL311 acquistato per posta senza nemmeno provarlo una volta.... però si è creata subito intesa!! :wub:

Facilità di emissione senza dubbio (almeno rispetto a quello che avevo prima della BanDa :ph34r: ), un ottimo registro grave che non ha rivali.. [momento di gloria]aha ah aha aha ah :P[/momento di gloria]

E abbandonato nella sua custodia c'è un ottavino Yamaha YPC-32.. :unsure: mai più suonato su volere del mio maestro....

Poi ho un flauto dolce della Hohner in plasticaccia (ma mi ha regalato bellissimi momenti alle medie!! :rolleyes: ) e un altro flauto dolce in legno di marca sconosciuta "BlockFlote".. :blink: che avrebbe suonato decentemente se solo non avessero sbagliato la distanza tra due fori... per quello che è costato (poco).

Vorrei tanto un'ocarina!!! B)

Ma dai! Anch'io avevo quel flauto con la distanza sbagliata tra i fori!!

Ma perché tutti (dolcisti, traversieristi, traversieristi metallari) visto che ne parliamo spesso, non diciamo con quale strumento suoniamo e come ci sembra??

Io suono un traverso d'argento a meccanica aperta "comprato d'occasione nel Klondike" Mateki... Provando altri flauti mi sono resa conto che è stata una scelta molto discutibile riguardo alla facilità d'emissione di un BEL SUONO... In compenso è piuttosto agile nella meccanica.

Il prossimo sarà di legno... :rolleyes:

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • 13 years later...
On 13/11/2006 at 11:28, simofirenze dice:

io suono il flauto dolce. per i contralto ho un moeck in palissandro a 440 e uno artigianale in bosso a 415. Non mi sembrano male, un buon suono piuttosto caldo e abbastanza potente, anche il fa alto non lo sballano troppo.. quello a 415 va più controllato sulle note basse ma suono molto bello! oltretutto è presto per me per giudicare il flauto, i difetti maggiori vengono da me ancora :ph34r:

Soprano ho un Mollenhauer in pero, che mi pare abbia un suono un pò troppo "secco"..

Sopranino un Hohner in acero, buono sulle note acute ma difficoltoso sul fa basso

Ciao,mi sono iscritto da poco a questo forum anche perché suono il flauto dolce da circa due anni.

Ho iniziato con un soprano scolastico della Yamaha a diteggiatura tedesca,ma mi ha fatto subito una brutta impressione,e ho acquistato sempre un Yamaha in abs a diteggiatura barocca

tipo palissandro.Sono rimasto abbagliato dal contralto sia per la forma che per il suono molto più rotondo,mentre il soprano tende per me a stridere un po.

Ho avuto la fortuna di acquistare successivamente un contralto della Ferh svizzera, anche se datato per me è un discreto flauto fino a quando non ho acquistato un Rottembourg in vero palissandro.

Dopo averlo scaldato a dovere il suono è decisamente incomparabile ma c'è per me un problema; ha i fori più distanti dell'altro contralto e questo mi limita sopratutto con il fa basso.

Ti risulta anche a te?oltretutto ho notato che è proprio più lungo come flauto.

Se puoi rispondermi mi faresti piacere.

Grazie Marco

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
On 23/9/2020 at 11:14, marco fantechi dice:

Ciao,mi sono iscritto da poco a questo forum anche perché suono il flauto dolce da circa due anni.

Ho iniziato con un soprano scolastico della Yamaha a diteggiatura tedesca,ma mi ha fatto subito una brutta impressione,e ho acquistato sempre un Yamaha in abs a diteggiatura barocca

tipo palissandro.Sono rimasto abbagliato dal contralto sia per la forma che per il suono molto più rotondo,mentre il soprano tende per me a stridere un po.

Ho avuto la fortuna di acquistare successivamente un contralto della Ferh svizzera, anche se datato per me è un discreto flauto fino a quando non ho acquistato un Rottembourg in vero palissandro.

Dopo averlo scaldato a dovere il suono è decisamente incomparabile ma c'è per me un problema; ha i fori più distanti dell'altro contralto e questo mi limita sopratutto con il fa basso.

Ti risulta anche a te?oltretutto ho notato che è proprio più lungo come flauto.

Se puoi rispondermi mi faresti piacere.

Grazie Marco

La lunghezza  influisce sul corista dello strumento. Più lo strumento è lungo e più questo é grave. Molto probabilmente il Rottenburgh é più lungo per queste motivazioni.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Puoi rispondere adesso e registrarti subito dopo. Se hai un account, ACCEDI.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy