Vai al contenuto

Il mio flauto


Guest Stefano Conti

Recommended Posts

Ma perché tutti (dolcisti, traversieristi, traversieristi metallari) visto che ne parliamo spesso, non diciamo con quale strumento suoniamo e come ci sembra??

Io studio il traversiere da poco più di un anno e per iniziare ho acquistato uno strumento della Aulos mod Stanesby a 415 Hz in plastica. Farà storgere il naso ai puristi ma è un ottimo strumento propedeutico per iniziare, costa relativamente poco (€650), non richiede manutenzione particolare (i flauti in legno vanno oliati almeno ogni 4-5 mesi e lasciati riposare), ha un buon suono e può poi essere utilizzato come secondo strumento durante la manutenzione di uno in legno. E' più pesante di un flauto in legno ma non ha problemi di intonazione in quanto realizzato industrialmente con controlli computerizzati e non fatto a mano.

Suono anche il flauto dolce contralto come complementare al traversiere ma ho un volgarissimo modello Aulos in plastica....vedremo più avanti quali investimenti fare. B)

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

io suono il flauto dolce. per i contralto ho un moeck in palissandro a 440 e uno artigianale in bosso a 415. Non mi sembrano male, un buon suono piuttosto caldo e abbastanza potente, anche il fa alto non lo sballano troppo.. quello a 415 va più controllato sulle note basse ma suono molto bello! oltretutto è presto per me per giudicare il flauto, i difetti maggiori vengono da me ancora :ph34r:

Soprano ho un Mollenhauer in pero, che mi pare abbia un suono un pò troppo "secco"..

Sopranino un Hohner in acero, buono sulle note acute ma difficoltoso sul fa basso

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Al momento suono

- su un Flauto Traverso Powell 2100 Conservatory Handmade in argento (presumo 925). Fori aperti, sol in linea, piede al si, niente mi snodato.

E' un buon flauto, intonato (ma tanto sappiamo nn dipende dallo strumento) e con un suono decisamente forte (o forse sono io???) :lol: Mi spacca le orecchie. HA un suono un po' chiaro, ma lavorerà per scurirlo. La meccanica è senza viti di regolazione, e pare ottima.

- su un ottavino Yamaha YPC-32. In resina. Con testata e tasti in alpacca penso nemmeno argentata :P Non c'è da lamentarsi cmq, fa il suo lavoro in modo egregio anche se tende ad essere decisamente crescente. MA anche qui...è colpa mia ne sono sicuro :(

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Muramatsu 9K RH Light del 1997. E' un ottimo strumento, suono molto morbido e chiaro al punto giusto (per la sottoscritta che ha tendenzialmente un suono molto scuro di suo), ottima intonazione ed escursione dinamica in tutti i registri, ottima facilità di attacco del suono, meccanica morbida e molto equilibrata...

Insomma...è il mio tesssòòòòro!!

:rolleyes:

gollum.jpg

E' un buon flauto [...] e con un suono decisamente forte (o forse sono io???) :lol: Mi spacca le orecchie. HA un suono un po' chiaro, ma lavorerà per scurirlo.

Ehm... Il fatto che ha il suono forte ecco... quel Powell ha un suono chiaro (anche se facendo miracoli lo si riesce a scurire... B) ) ma sul forte...ecco...se ci urli dentro come un'aquila certo che spacca le orecchie... :D Naturalmente se vieni da un alpacca ti ci vorrà un po' prima di abituarti al suono dell'argento ;)

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io suono uno Yamaha YFL311 acquistato per posta senza nemmeno provarlo una volta.... però si è creata subito intesa!! :wub:

Facilità di emissione senza dubbio (almeno rispetto a quello che avevo prima della BanDa :ph34r: ), un ottimo registro grave che non ha rivali.. [momento di gloria]aha ah aha aha ah :P[/momento di gloria]

E abbandonato nella sua custodia c'è un ottavino Yamaha YPC-32.. :unsure: mai più suonato su volere del mio maestro....

Poi ho un flauto dolce della Hohner in plasticaccia (ma mi ha regalato bellissimi momenti alle medie!! :rolleyes: ) e un altro flauto dolce in legno di marca sconosciuta "BlockFlote".. :blink: che avrebbe suonato decentemente se solo non avessero sbagliato la distanza tra due fori... per quello che è costato (poco).

Vorrei tanto un'ocarina!!! B)

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest Stefano Conti
io suono il flauto dolce. per i contralto ho un moeck in palissandro a 440 e uno artigianale in bosso a 415. Non mi sembrano male, un buon suono piuttosto caldo e abbastanza potente, anche il fa alto non lo sballano troppo.. quello a 415 va più controllato sulle note basse ma suono molto bello! oltretutto è presto per me per giudicare il flauto, i difetti maggiori vengono da me ancora :ph34r:

Soprano ho un Mollenhauer in pero, che mi pare abbia un suono un pò troppo "secco"..

Sopranino un Hohner in acero, buono sulle note acute ma difficoltoso sul fa basso

simo, io ho un vecchio flauto dolce soprano della moeck, in tre pezzi, intonato a 440 e in legno di Bubinga. Non ho mai sentito 'sto cavolo di legno che, di colore é rossiccio scuro, ne sai qualcosa?

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ciao

anche io suono il flauto dolce.

bubinga e' un tipo di teck o teak o ...boh non so come si scriva. cmq un legno bello duro (provato a dartelo in testa?)

io suono...

soprano - roessler oberlender in bosso europeo- artigianale - con lo spazio dove si soffia ricurvo, bello, soprattutto con le note alte. Le note basse sono un po' piu' difficili, ma quando si riscalda si suona bene e il suono e' ottimo.

soprano - moeck rottenburgh in bosso non europeo - ha un bel suono caldo sin da subito (forse il suono di questo mi piace piu' del piu' caro oberlender, ma il fatto e' che il roessler oberlender avrebbe bisogno di suonare di piu')

soprano - roessler scholar in pero - ottimo, lo porto ovunque, suona molto bene sulle note basse, ma meno bene su quelle alte

contralto - roessler oberlender in bosso europeo - artigianale - con lo spazio dove si soffia ricurvo (ma si chiama "canale del vento"?), un bel flauto dal suono caldo -ma forse e' perche' ero abituata al suono del soprano che questo mi sembra caldo?- (che mi da qche problema sul sol basso, ma la colpa e' mia perche' il mio maestro lo ha suonato, e suona bene!)

e ora vorrei comprarmi uno schifosissimo contralto in plastica da battaglia (molto molto economico)...suggerimenti?

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ciao

anche io suono il flauto dolce.

bubinga e' un tipo di teck o teak o ...boh non so come si scriva. cmq un legno bello duro (provato a dartelo in testa?)

io suono...

soprano - roessler oberlender in bosso europeo- artigianale - con lo spazio dove si soffia ricurvo, bello, soprattutto con le note alte. Le note basse sono un po' piu' difficili, ma quando si riscalda si suona bene e il suono e' ottimo.

soprano - moeck rottenburgh in bosso non europeo - ha un bel suono caldo sin da subito (forse il suono di questo mi piace piu' del piu' caro oberlender, ma il fatto e' che il roessler oberlender avrebbe bisogno di suonare di piu')

soprano - roessler scholar in pero - ottimo, lo porto ovunque, suona molto bene sulle note basse, ma meno bene su quelle alte

contralto - roessler oberlender in bosso europeo - artigianale - con lo spazio dove si soffia ricurvo (ma si chiama "canale del vento"?), un bel flauto dal suono caldo -ma forse e' perche' ero abituata al suono del soprano che questo mi sembra caldo?- (che mi da qche problema sul sol basso, ma la colpa e' mia perche' il mio maestro lo ha suonato, e suona bene!)

e ora vorrei comprarmi uno schifosissimo contralto in plastica da battaglia (molto molto economico)...suggerimenti?

se vuoi ne ho uno io comprato e mai usato ma suona non male, effetto finto legno con finto effetto avorio. Se vuoi ti mando la foto e mi dici se ti interessa. Prezzo quello che l'ho pagato + spese postali..

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest Stefano Conti

ciao

anche io suono il flauto dolce.

bubinga e' un tipo di teck o teak o ...boh non so come si scriva. cmq un legno bello duro (provato a dartelo in testa?)

ok grazie fgkfritzs!!

PS (ma che razza di nik usate, sgrunt!!)

Io studio il traversiere da poco più di un anno e per iniziare ho acquistato uno strumento della Aulos mod Stanesby a 415 Hz in plastica. Farà storgere il naso ai puristi ma è un ottimo strumento propedeutico per iniziare, costa relativamente poco (€650), non richiede manutenzione particolare (i flauti in legno vanno oliati almeno ogni 4-5 mesi e lasciati riposare), ha un buon suono e può poi essere utilizzato come secondo strumento durante la manutenzione di uno in legno. E' più pesante di un flauto in legno ma non ha problemi di intonazione in quanto realizzato industrialmente con controlli computerizzati e non fatto a mano.

Suono anche il flauto dolce contralto come complementare al traversiere ma ho un volgarissimo modello Aulos in plastica....vedremo più avanti quali investimenti fare. B)

ma quelli sono belli strumenti per studiare! Sai mica a Roma dove ne potrei provare?

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ehi, attenzione...suggerirei di tenere questo forum indirizzato sul topic.

e poi vorrei suggerire un'altra cosa: tante volte si fa il "quote" su tutto il pezzo che uno ha scritto, pure piu' volte, perche' semplicemente non richiamate il nr di messaggio?

-just thoughts, non arrabbiatevi- ciao

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ma quelli sono belli strumenti per studiare! Sai mica a Roma dove ne potrei provare?

Io li ho acquistati via internet proprio da un negozio di Roma "La Stanza della Musica"

VIA SAVOIA 56,58 00198,

ROMA (ITALIA)

che puoi trovare a questo indirizzo mail:

http://www.lastanzadellamusica.com/home_ita.htm

Per vedere i flauti in questione va su : STRUMENTI- FLAUTI DOLCI-AULOS e trovi i modelli che ho acquistato.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
e poi vorrei suggerire un'altra cosa: tante volte si fa il "quote" su tutto il pezzo che uno ha scritto, pure piu' volte, perche' semplicemente non richiamate il nr di messaggio?

-just thoughts, non arrabbiatevi- ciao

Uhm...forse perchè è più funzionale leggere direttamente la parte citata che non stare a saltare di finestra in finestra nella ricerca del messaggio? :huh:

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Uhm...fprse perchè è più funzionale leggere direttamente la parte citata che non stare a saltare di finestra in finestra nella ricerca del messaggio? :huh:

infatti. Come pure è più pratico e razionale riportare solo un pezzetto di messaggio a cui si è interessati.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Suono con un Muramatsu DS d'argento, preso da quasi un mese. Deve essere "lavorato" perchè è nuovo... Io poi vengo dall'alpacca, perciò mi sto ancora abituando all'argento. Il suono è chiaro, immediato, di facile emissione. Non ha il mi snodato (e infatti mi sto abituando anche a quello, visto che il mio precedente yamaha lo aveva) e la tastiera è in linea (ma questo non crea nessun problema alle mie mani GRANDI B) ). Sto ancora lavorando sulla meccanica aperta :angry: , ma quando lo avrò domato... eheh... :D

P.s: ha il tasto del mignolo destro (quello che si tiene quasi sempre spinto) tutto decorato e istoriato :)

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
A proposito, come fate a riportare nelle "quote" il nome del personaggio e la data del messaggio?Io faccio solo copia e incolla della parte che mi interessa.

GRazie

No, schiacci il tastino replica a fianco del messaggio che vuoi quotare, poi non cancelli assolutamente nulla a parte ciò che del messaggio non t'interessa.

Dopodichè dopo l'ultimo "quote" scrivi le tue considerazioni ;)

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
seeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee! :P

:angry: *

* :D

Appena faccio altre registrazioni le posto!!!!

solo un pezzetto di messaggio

Fatto... :lol:

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

l'ho già scritto di là... comunque, suonavo su un muramatsu AD dell' 86, sol fuori, tastiera chiusa e al do, e ora suono su un (muramatsu) PTP (argento platinato) RH, cioè tastiera aperta (in linea) al si, del 98... che dire... differenza abissale -la vita è improvvisamente più facile :lol: ... nessun problema di intonazione o meccanico, belle dinamiche, bella proiezione, bell'attacco(/i), bel suono scuro che non cambia mai (come dice qualcuno, neanche se lo suoni dopo non aver dormito per 36 ore o dopo aver fumato il peggiore spartito di sciarrino -il che è positivo [l'ho scelto anche proprio per questo], ma anche no) ... per il resto, ci sto lavorando -tra un mesetto se ne riparla... :)

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Puoi rispondere adesso e registrarti subito dopo. Se hai un account, ACCEDI.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy