Vai al contenuto
maximilen

Ciaikovskij

Recommended Posts

Grazie Flaux, il,canto sembra essere proprio quello.

Nel finale della sinfonia 1 c'è una rielaborazione del canto russo ''sbocciavano i fiori'', nel finale della già menzionata sinfonia 2 viene rielaborato il canto ucraino ''la gru'', ma non ti chiedo di cercarli questi, il mio interesse per il canto ''lungo la madre volga'' è puramente folclorico.

Ma potrebbero essere affascinanti, uno dei pochi CD di musica popolare a cui mi sia mai interessata era proprio di canti russi. :)

Nel finale della 2a dovebbe essere Журавель, mentre la 1a la wiki inglese dice Распашу ли я млада, младeшенка... ma non mi convince..

non sembrano altrettanto famose.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Volevo dire a Flaux che ho trovato il canto ''Lungo la madre Volga'' su youtube, digitando ''Down the Volga river''.


Forse per gli altri basterebbe provare a digitare ''the crane'' (per il canto ''la gru'').


Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Volevo dire a Flaux che ho trovato il canto ''Lungo la madre Volga'' su youtube, digitando ''Down the Volga river''.

Forse per gli altri basterebbe provare a digitare ''the crane'' (per il canto ''la gru'').

Purtroppo è un nome troppo vago.. c'è anche qualcosa di Einaudi con quel nome. :ninja:

Però ho trovato un pargoletto che canta e recita... sembra quindi un branetto per bambini.

>http://www.youtube.com/watch?v=VYh1RIWisZQ

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie Flaux, il canto è proprio quello, basta ascoltare il finale della sinfonia 2; è interessante notare comunque che, benchè si senta che il tema del finale attinge proprio a quel canto, Ciajkovskij riesce a ''trasfigurarlo'' e a dargli quelle piccole modifiche che le rendono ''nuovo'' agli occhi dell'ascolatatore.


Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Col nome gru, anzi "Le gru", esiste anche un altro canto, stupendo, melanconico, struggente.


Lo conosco nella versione per coro, quest'ultimo.


Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Concordo Wittelsbach, ho sentito anche io quel canto cui tu ti riferisci.


Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Col nome gru, anzi "Le gru", esiste anche un altro canto, stupendo, melanconico, struggente.

Lo conosco nella versione per coro, quest'ultimo.

Concordo Wittelsbach, ho sentito anche io quel canto cui tu ti riferisci.

Ma di che anno è? Non c'entra con Tchaikovsky vero? :unsure:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

No.


Comunque ho scoperto che ce n'è ancora un terzo, quest'ultimo non malinconico ma di tipo larmoyante-sentimentale. Questo si trova su youtube.


Quello a cui alludevo io invece no... :(


Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

No.

Comunque ho scoperto che ce n'è ancora un terzo, quest'ultimo non malinconico ma di tipo larmoyante-sentimentale. Questo si trova su youtube.

Quello a cui alludevo io invece no... :(

Ah, forse ho capito, è quella sulla II guerra mondiale. (la terza)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Questo compositore è commovente. Nessuno come lui ha avuto la capacità di descrivere in musica ciò che vedeva e sentiva.

La prima sinfonia, che pure non è una sinfonia riuscitissima, evoca un sogno vero nel primo movimento e percepisco la nebbia è la desolazione nel secondo. Magnifico!

un vero peccato che il mitico Giulini non si sia mai cimentato (eccetto patetica e in un episodio con la seconda) con il russo perché sarebbe stato interprete ideale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Concordo dejure, ti dirò che, della prima triade sinfonica ciajkovskiana, la sinfonia 1 è quella che preferisco, rispetto alla ''ucraina'' e alla ''polacca''.


Comunque bisogna che mi decida ad acquistare le opere liriche di Ciajkovskij; la critica sostiene che sono i suoi lavori migliori, benchè tale autore all'estero sia più conosciuto per le sinfonie ed i balletti. Nel film su Ciajkovskij intitolato ''Una pioggia di stelle'', pare che l'autore considerasse ''la dama di picche'' il suo lavoro migliore.


Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Concordo dejure, ti dirò che, della prima triade sinfonica ciajkovskiana, la sinfonia 1 è quella che preferisco, rispetto alla ''ucraina'' e alla ''polacca''.

Comunque bisogna che mi decida ad acquistare le opere liriche di Ciajkovskij; la critica sostiene che sono i suoi lavori migliori, benchè tale autore all'estero sia più conosciuto per le sinfonie ed i balletti. Nel film su Ciajkovskij intitolato ''Una pioggia di stelle'', pare che l'autore considerasse ''la dama di picche'' il suo lavoro migliore.

Tchaikovsky (o come cavolo lo volete traslitterare dal russo) è prima di tutto autore per il teatro! le cose migliori le ha scritte per il teatro, e parlo dei 3 famosi balletti e della trilogia di opere da Pushkin (Onegin, Mazeppa e Dama). Secondo me è questo il Piotr imprescindibile, assieme alle poche altre cose già celeberrime.

Io della Dama ho quest'edizione:

rca.jpg

non la ascolto da due vite nè posso fare confronti, ma Ozawa è un grande, la Boston si presenta da sola, e la Mirellona era perfetta in questo repertorio.

Immagino ci siano anche altre edizioni (più vecchie) che ignoro.

PS: mi sa pure che ho una Mazeppa in italiano con la Olivero :o

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tchaikovsky (o come cavolo lo volete traslitterare dal russo) è prima di tutto autore per il teatro! le cose migliori le ha scritte per il teatro, e parlo dei 3 famosi balletti e della trilogia di opere da Pushkin (Onegin, Mazeppa e Dama). Secondo me è questo il Piotr imprescindibile, assieme alle poche altre cose già celeberrime.

Io della Dama ho quest'edizione:

rca.jpg

non la ascolto da due vite nè posso fare confronti, ma Ozawa è un grande, la Boston si presenta da sola, e la Mirellona era perfetta in questo repertorio.

Immagino ci siano anche altre edizioni (più vecchie) che ignoro.

PS: mi sa pure che ho una Mazeppa in italiano con la Olivero :o

Ho sentito anche edizioni russe, ma Ozawa & c. in questo caso hanno una marcia in più. Non so entrare nei dettagli vociologici (nè mi interessa minimamente farlo) e senz'altro qualche difettuccio gli anatomopatologi della voce lo avranno individuato, ma qui è la resa d'insieme che appare di bellezza schiacciante. Ozawa è davvero travolgente. aggiungo, per chi non lo possedesse e fosse incuriosito, che questo capolavoro di incisione si trova a prezzo infimo: http://www.amazon.it/gp/offer-listing/B002DU7OQS/ref=sr_1_1_twi_1_olp?s=music&ie=UTF8&qid=1416332786&sr=1-1&keywords=pique+dame

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Aggiungo, come consiglio di ascolto del Ciaikovsky operistico, due splendide ed economiche incisioni di opere molto belle e poco conosciute realizzate dal vivo nel teatro della mia città sotto la direzione niente meno che di Rozhdestvensky:


5028421943909.jpg



5028421943756.jpg


Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi vergogno a dirlo ma conosco tanto bene i lavori sinfonici quanto per nulla quelli operistica. Provvederò quando sono ispirato. Prendo per buono il suggerimento di Maja perché stimo la Boston e l'ozawa d'annata

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

leggevo su Internet che esiste un commento di Stravinskij riguardo un'influenza di Cajkovskij sulle prime due sinfonie di Mahler, qualcuno ne sa di più?

io so quello che sanno tutti, che Stravinsky amava Tchaikovsky... questo sembra proprio un omaggio:

CD-Muti-Scala-Stravinsky-Ba.jpg

non a caso ho preso l'edizione Muti, raffinato interprete di Tchaikovsky.

E' pure banale sottolineare che Tchaikovsky è stato il più grande modello per la tradizione del balletto russo. Lì sta la grande originalità della musica di quei luoghi. Un po' come l'opera per gli italiani e la sinfonia per i tedeschi. L'uso della forma sinfonica nei vari Saint-saens, Franck, Dvorak, Tchaikovsky stesso era invece sempre un rifarsi alla tradizione tedesca inserendovi elementi nazionali o folclorici. Le loro sinfonie paiono più adattamenti alla forma sinfonica. La stessa Patetica, al di là delle interpretazioni in chiave esistenzialista, sembra un enorme balletto in quattro quadri, con le idee musicali maggiormente organizzate in forma di pseudo-sinfonia. Tanto quanto la Manfred è un poema sinfonico a pannelli che, di fatto, è pur essa una sinfonia. Anche in questo caso, secondo me, la forma "sinfonia" era la meno adatta, e rappresentava un compromesso istituzionale, diciamo pure "sprovincializzante", una patente per entrare in un certo tipo di repertorio.

Mahler, che pescava un po' da ogni dove spunti, non è escluso che abbia carpito qualche tema popolare da queste sinfonie (del resto credo l'unico motivo di interesse di queste prime composizioni), ma c'è tanta di quella roba in Mahler, da Bellini a Fra Martino, dalla tradizione corale e liederistica alla musica da camera, da Beethoven alle influenze orientali che è come dire di aver trovato una parola qualsiasi in un dizionario.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

io so quello che sanno tutti, che Stravinsky amava Tchaikovsky... questo sembra proprio un omaggio:

CD-Muti-Scala-Stravinsky-Ba.jpg

non a caso ho preso l'edizione Muti, raffinato interprete di Tchaikovsky.

di questo disco trovo veramente molto bella anche l'interpretazione di Bartok. L'orchestra scaligera rende benissimo l'elemento folk e ha una notevole vis ritmica, i risultati mi sembrano meritevoli.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sono contento che, a partire dai canti russi e dall'uso che ne fece Ciajkovskij (senza fare mere copie di essi comunque, ma rielaborandoli in melodie leggermente diverse), di cui ho chiesto chiarimenti, siano fioccati gli interventi.


Volevo chiedervi se riuscite a darmi anche qualche dritta nel topic su Bach, ho chiesto ragguagli sulle suites inglesi e francesi per tastiera......


Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Qualcuno conosce l'integrale dei lavori per pianoforte di Victoria Postnikova?

I cd di Pletnev sono veramente troppo cari

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Salve, ho visto la copertina di un cd della sinfonia 2 di Ciajkovskij, diretto da un certo Simon con la London: la versione eseguita è quella del 1872. Qualcuno sa dirmi se differisce molto dalla versione definitiva della sinfonia stessa?


Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Volevo anche sapere quale esecuzione hanno inciso Muti e Abbado di tale sinfonia 2, quella del 1872 o la successiva.


Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×