Vai al contenuto

Scelta pianoforte verticale


jelly
 Condividi

Recommended Posts

  • Risposte 160
  • Creato
  • Ultima Risposta

Top utenti di questa discussione

Ciao a tutti, riporto su la discussione!

Sto per acquistare un pianoforte verticale silent e sono un po' indeciso tra alcuni modelli.

Ho letto in giro che il silent è meglio che sia di fabbrica e non installato successivamente.

Bene, con il mio budget potrei permettermi un b1/b2 Yamaha o un k15/k200 kawai nuovi.

Ero abbastanza deciso sul b2 fino a che non ho provato un Petrof, il suono mi ha incantato! Solo che sono frenato dal fatto che dovrei installare il sistema silent su un pianoforte nuovo e anche perché non sono sicuro della qualità del kit silent genio.

Avete consigli da darmi in generale sul fatto di "deturpare" un Petrof e di usare il silent genio?

Grazie a tutti!

Con i Silent ho avuto una brutta esperienza...io non te li consiglio. Sono comodissimi ma dopo qualche mese ho scelto di non utilizzarlo più perché mi dà problemi sul pedale e alcuni tasti non suonano...l'ho fatto aggiustare dal tecnico ma dopo un po' il problema si è ripresentato. Difetto di fabbrica sicuramente. Per fortuna, essendo già indecisa in partenza, ho preferito affittarlo fino a quando non mi trasferirò in una casa più grande in cui potrò permettermi il coda.

Petrof? Non trovi un po' troppo dura la tastiera?

Link al commento
Condividi su altri siti

Non ho molta scelta per il silent, abito in un condomino e non posso neppure tenere due pianoforti, non ci stanno...

Amo il Petrof che ho provato e la tastiera non mi è sembrata così dura. Il suono poi incanta davvero!

Ti capisco, abito anche io in un condominio e ho vicini di casa molto rompiscatole!

Il mio silent in realtà è della kaway ( k5 anytime x), magari, e quasi sicuramente, la yamaha è diversa!

Fammi poi sapere come ti trovi, soprattutto per quanto riguarda la durezza della tastiera, ti ho scritto sul petrof ma anche quella del mio pianoforte non scherza!

Link al commento
Condividi su altri siti

Carini i Kawai, io ho provato i nuovi k15 e k200 che però hanno il silent at x 2.

Avevo letto da qualche parte che come elettronica non erano un granché, ma io son dell'idea che ogni piano è diverso.. E poi per ste cose va anche molto a fortuna!

Il piano non l'ho ancora scelto, aspetto a vedere altri negozi. Ti terrò aggiornata!

Link al commento
Condividi su altri siti

  • 4 years later...

Ragazzi Buonasera,
suono il pianoforte digitale (uno yamaha p35) da ormai 3 anni, e da almeno un anno desidero prendermi un pianoforte acustico.

Per forza di cose devo optare su un Silent Piano per evitare le lamentele dei vicini, ma devo dire che ho le idee abastanza confuse perchè chi dice che questo è buono e chi dice quest'altro è meglio e dopo aver visto 14000 mila video su YouTube  e aver provato un B3 Silent, non so a cosa puntare.

In realtà avevo puntato appunto il B3 Silent Yamaha  con sistema SH2 ma in seguito è uscito il modello SG2 e nonostante varie ricerche, non avevo capito se valeva la pena spendere di più per il SG2 che ho letto ha un campionamento migliore (ma qui vorrei sapere il vostro orecchio cosa ne pensa).

Dopo questa lunga ricerca confronti video e ascolto su YouTube di video, mi sono fermato perchè i miei non vogliono che prenda un pianoforte perchè vogliono che vada a lavorare (ma io sono di legno, voglio prenderlo e so che mi serve per migliorare la tecnica e altro (poi parliamoci chiaro il suono di un acustico è tutta un altra cosa)).

Ultimamente ho puntato uno yamaha u1 silent con sistema genio e il mio accordatore mi ha detto di farmi avere più informazioni come il certificato originale Yamaha che sia Silent, matricola e dove è stato acquistato.

Quello che mi preme capire però è come suonano in cuffia e come capisco che il silent installato è NATIVO Yamaha? So che si tratta di campionamenti, ma secondo voi quale sistema Silent suona meglio? SH2 SG2 GENIO (su cui non ho trovato nessuna informazione sul sito Yamaha), ma solo informazioni che mi sono poco chiare: alcuni hanno il sistema silent a sinistra SH2 SG2, alcuni hanno il sistema silent a destra perchè hanno l'azione tramite leva sulla sinistra e non con il pedale (SH2, SG2), alcuni GENIO hanno la scritta GENIO sul pannello e altri FEURICH, TECHNICS. Non capisco come distinguere quale pianoforte Silent sia nativo con queste differenze del pannello, anche perchè penso che qualcuno scrive di proposito nativo nelle inserzioni per invogliare la vendita e spesso non inseriscono foto del pannello Silent.

Come budget preferirei stare sotto i 4000€ (u1 con silent usati su questa cifra ho visto si trovano), altrimenti sul nuovo il B3 Silent (5500/6000€), se avete altri consigli ben vengano, mi avevano consigliato anche di vedere pianoforti tedeschi con silent  ma sono difficili da trovare, vorrei anche che la tastiera sia anche più dura.

 

 

Link al commento
Condividi su altri siti

  • 1 year later...

Riesumo questa discussione perché vorrei cambiare il mio Yamaha U1 con qualcosa che abbia una tastiera migliore.

L'altro giorno ho fatto un salto nel negozio dove presi l'U1 con l'obiettivo di provare qualche U3 usato, che a suo tempo mi aveva colpito molto più positivamente dell'U1, ma al quale avevo rinunciato per ragioni economiche.

Devo dire che sono rimasto un po' deluso dalla tastiera, non ho avuto quella sensazione di confidenza totale che ricordavo allora (c'è da dire che a quei tempi venivo da un digitale Kawai), non mi è sembrata molto meglio dell'U1.

Spero lunedì di riuscire ad andare in un altro negozio, voglio vedere se magari lo stesso modello può essere migliore in altre condizioni (alla fine credo che l'usato rende ogni pianoforte un caso a sé).

Altrimenti che marca mi potreste consigliare? Dal mio vecchio maestro mi trovavo benissimo con uno Schimmel, però al negozio mi han detto che è più rognoso montarci il silent.

Link al commento
Condividi su altri siti

Ciao Superburp,

bentornato sull'argomento!

Anche il mio primo pianoforte è stato uno yamaha (u3 per la precisione), e dopo 10 anni di onorato servizio decisi di cambiarlo per via della meccanica e ricerca di un suono più romantico (alla tedesca)... e così 5 anni fa ho acquistato un bellissimo Zimmermann Z120 anno 2001 prodotto dalla Bechstein in Germania (ora, ahimè, vengono fatti in Cina ☹️).

Io ti consiglio di ampliare la tua selezione, gira più negozi come ho fatto io e cerca di provare anche altre marche europee! Non fermarti alle giapponesi (che, sono bellissime, ma è un mondo completamente diverso a quello europeo). Prova dei Seiler, degli Schimmel, Zimmermann, Hoffman, Petrof, Sauter, Krauss, .... e mi raccomando: occhio alle annate di produzione... Solo in questo modo avrai maturato una scelta più completa. Su questi brand ti consiglio di stare sull'usato, per un massimo di 20-30 anni in modo tale da starci dentro con un budget di 4.000-8.000 €

Io personalmente eviterei di passare dall'U1 all'U3, sono due pianoforti tutto sommato simili come timbrica, e cercherei (se hai possibilità), di fare un salto più ampio.

L'U1 è un ottimo piano che ha mercato, quindi te lo dovrebbero valutare bene.

Per quanto riguarda i Silent: su alcuni pianoforti (es. Yamaha) escono di serie, altri invece no. Ma esistono dei fornitori che fanno questo servizio, ma si fanno pagare profumatamente... e spesso con cattivi risultati.  Eviterei quindi il Silent, ma se proprio devi e lo suonerai al 90% in silent... allora vai sui giapponesi, che come elettronica sono anni luce avanti agli europei.

P.S: adesso possiedo un C. Bechstein mezza coda del 1982, tre pedali e tastiera in avorio. Una meraviglia e un vero affare! 

Buona Ricerca!

Un saluto

Link al commento
Condividi su altri siti

Grazie dei suggerimenti ;).

In realtà, dopo aver fatto qualche altra prova (che mi ha portato forse ad essere anche più confuso di prima, perché sono stato colpito favorevolmente dalla tastiera dei Kawai K300 per quanto riguarda la precisione, anche se mi ha dato la spiacevole sensazione di una risalita a molla del tasto), stavo pensando che forse converrebbe fare sistemare l'U1 che ho. Perché provando alcuni U1 messi meglio (il mio è dal 2014 che non vede un tecnico), devo dire che non è così peggio degli altri provati.

Magari un cambio lo farò, ma probabilmente non oggi.

Link al commento
Condividi su altri siti

  • 2 months later...

Salve ho comprato un pianoforte Furstein Night and Day 112 per avere un ibrido da poter utilizzare anche come possibile tastiera midi.

Tuttavia l'ho più volte collegato ad un interfaccia Midi senza alcun risultato. Il miglior risultato che sono riuscito ad ottenere sono state le luci che indicano un input illuminarsi senza però dare alcun risultato nel software.

Ho provato con altre tastiere digitali con risultati ottimi e sono sicuro di conoscere la procedura per collegare i pianoforti e tastiere.

La mia domanda era sulla possibilità di usare il pianoforte come tastiera midi o se questa fosse impossibile in partenza

Grazie Mille 

Tommaso

Link al commento
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Puoi rispondere adesso e registrarti subito dopo. Se hai un account, ACCEDI.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Condividi

  • Chi sta navigando   0 utenti

    • Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy