Jump to content

L'ultimo CD acquistato (musica classica)


BaBi_YAR

Recommended Posts

22 ore fa, superburp dice:

Bentornato miasko! Chi dirige il cd di Zemlinsky?

Ciao Superburp! Dirigono Zoltán Peskó e Václav Neumann rispettivamente: Die Seejungfrau ( di questa composizione ho anche l'edizione diretta da Conlon) e Sinfonische Gesange Op. 20 su testi afroamericani, qui una voce femminile, nell'edizione di Chailly canta un baritono. 

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 18.5k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

  • Madiel

    2448

  • Wittelsbach

    1315

  • superburp

    1098

  • il viandante del sud

    952

Non sono solito acquistare CD in quanto ultimamente ascolto brani solo su Spotify, ma credo di far male perché comunque la qualità è nettamente inferiore.

Comunque ho acquistato diversi mesi fa un CD raro di David Russell (1980) dedicato alle composizioni del venezuelano Antonio Lauro

Questo qui

Copertina-Album-David-Russell-Antonio-La

 

Come me ne sono entrato in possesso?

In pratica sono andato sul sito ufficiale di David Russell, e ho scritto una email a sua moglie (María Rodríguez) che gestisce la sezione "contatti".

Mi ha risposto e mi lasciato il numero di un venditore di CD del centro europa, il quale poi me lo ha spedito.

Devo dire che in questo disco non si nota ancora la maestria del chitarrista, forse perché era ancora giovane e non aveva avuto ancora l'esperienza per arrivare ai livelli che ha raggiunto oggi.

Per chi non lo sapesse David Russell, è, a mio parere, il miglior interprete della chitarra classica del mondo, insieme a Manuel Barrueco, e ha vinto anche un Grammy Award.

 

Link to comment
Share on other sites

s1955369.jpg
 

trovato poco fa ad un mercatino, non conosco Kurt Weill nè l'opera in questione, mi sono fatto attrarre dall'etichetta "harmonia mundi", lo sentirò a breve..

OIP.Cfk6BLawKpmEVQVVg3gPIQHaHa?pid=ImgDe

questo invece l'ho trovato nell'unico negozio di musica della mia città, il nome Arvo Part brillava tra gli altri generi visto che non tratta di musica classica il negozio in questione. Per me è stata quasi una rivelazione😄, il disco l'ho ascoltato già un paio di volte, sonorità moderna, a tratti ripetitivo o dispersivo, ma non per questo secondo me è da scartare. nel complesso piacevole

Link to comment
Share on other sites

18 ore fa, Vigione dice:

s1955369.jpg


OIP.Cfk6BLawKpmEVQVVg3gPIQHaHa?pid=ImgDe

Mah, il primo si poteva anche tralasciare, esistono edizioni nettamente migliori (per ex. Gisela May con Kegel su disco Berlin, si trova a due soldi on line). Il secondo non l'ho sentito, ma Jarvi è, in genere, un interprete mediocre. Il figlio scemotto del grande Neeme, magari in un repertorio così funziona chi lo sa... :cat_evil:

 

Link to comment
Share on other sites

On 5/9/2022 at 11:03, Madiel dice:

Mah, il primo si poteva anche tralasciare, esistono edizioni nettamente migliori (per ex. Gisela May con Kegel su disco Berlin, si trova a due soldi on line).

 

Si può tralasciare l'opera in sé o intendi l'edizione? Ho sentito di sfuggita quella con Gisela May diretta da Kegel, è totalmente un'altra voce, più "aspra" direi quella di Gisela May, preferisco Brigitte Fassbaender per il mio gusto personale

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, Vigione dice:

Si può tralasciare l'opera in sé o intendi l'edizione? Ho sentito di sfuggita quella con Gisela May diretta da Kegel, è totalmente un'altra voce, più "aspra" direi quella di Gisela May, preferisco Brigitte Fassbaender per il mio gusto personale

Intendo l'edizione, non il pezzo perché è tra i capolavori di Weill. Esistono tante edizioni, anche eccellenti, con cantati "professioniste" ma bisogna tener conto che il ruolo era stato concepito per una cantante di cabaret - con tutti i limiti che ne conseguono...

Link to comment
Share on other sites

On 5/9/2022 at 11:03, Madiel dice:

Il secondo non l'ho sentito, ma Jarvi è, in genere, un interprete mediocre. Il figlio scemotto del grande Neeme, magari in un repertorio così funziona chi lo sa..

Lo sto sentendo adesso. Non che ci voglia un titano, per dirigere quella roba...

Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, Wittelsbach dice:

Lo sto sentendo adesso. Non che ci voglia un titano, per dirigere quella roba...

Pare sia l'unico dei figli di Neeme che si dedica al repertorio minimal, però da quel che ho sentito lo fa maluccio.... :D

Link to comment
Share on other sites

In quel repertorio dovrebbe funzionare ed è l'unico però in cui funzioni Kristjan. Quando l'ho sentito nei classici, compresi russi e nordici, sono rimasto interdetto. Sugli austro-tedeschi vorebbe fare una roba hip come il fratello, ma l'ascolto è solo qualcosa di frastornante e disordinato. Anche negli americani minimal è un mezzo flop. Questo però è un bel disco:

71iiqsL7IwL._SX425_.jpg

Link to comment
Share on other sites

4 minuti fa, Ives dice:

In quel repertorio dovrebbe funzionare ed è l'unico però in cui funzioni Kristjan. Quando l'ho sentito nei classici, compresi russi e nordici, sono rimasto interdetto. Sugli austro-tedeschi vorebbe fare una roba hip come il fratello, ma l'ascolto è solo qualcosa di frastornante e disordinato. Anche negli americani minimal è un mezzo flop. Questo però è un bel disco:

71iiqsL7IwL._SX425_.jpg

Ha fatto anche questo, ma è di poco interesse (mi pare ci sia anche un video mediocre con The Desert Music dal vivo)

Reich | Chorus Sine Nomine, Tonkünstler-Orchester, Kristjan Järvi – The  Desert Music / Three Movements (2011, SACD) - Discogs

 

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...
28 minuti fa, Ives dice:

:o usato?

Sì, da un rivenditore inglese su Ebay...l'avevo in carrello su amazon.uk a una decina di euro, ma da un giorno all'altro è passato a 19,99£

Pur non amando Schumann (e in generale il romanticismo) ho voluto prenderlo per via di Goodman che apprezzo moltissimo.

A proposito, tu che ne sai, che mi dici del suo Haydn?

Link to comment
Share on other sites

46 minuti fa, glenngould dice:

A proposito, tu che ne sai, che mi dici del suo Haydn?

Purtroppo conosco solo alcuni volumi della Hyperion (timbrati Helios) con le sinfonie da 70-75 mi pare, è una serie che andrebbe ristampata, anche se l'etichetta inglese non è avvezza ai cofanetti. C'è il miglior Goodman: esecuzioni incisive, brillanti, energiche e scattanti. Ma non solo, anche ritmi ben scanditi e forte tensione di contrasti. Poi il suono della Hanover Band è molto ricco e pastoso, non è di quegli ensemble hip rarefatti e anemici. Anche io lo trovo un direttore sempre interessante, molto spesso penalizzato da riprese audio amatoriali (ma non è questo il caso e nemmeno in Schumann, essendo incise nel mitico studio 1 di Abbey Road).

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...

Important Information

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy