Vai al contenuto

L'ultimo CD acquistato (musica classica)


BaBi_YAR
 Condividi

Recommended Posts

  • Risposte 18,1k
  • Creato
  • Ultima Risposta

Top utenti di questa discussione

  • Madiel

    2330

  • il viandante del sud

    870

  • superburp

    1083

  • Wittelsbach

    1296

Top utenti di questa discussione

8 ore fa, Majaniello dice:

Io ti dico la mia... è bella ma se pensi di trovarti di fronte ad una Elektra in salsa tricolore ne rimarrai deluso. L'opera è "famosa" per questa montatura giornalistica, ma io l'ho sempre trovata affine al tipico decadentismo all'italiana che andava in quel periodo. Insomma pensa più a Zandonai che a Strauss.

Sì, concordo, hai centrato il problema!

 @superburp prova con le tue orecchie, l'abbiamo anche caricata on line nella stessa edizione del cd

 

 

Link al commento
Condividi su altri siti

Approfittando di un vecchio buono su JPC, di cui mi ero persino dimenticato...

71-WE+tZwcL._AC_SY355_.jpg

1601647797_8506039.jpg

@Majaniello, @Madiel, @Wittelsbach, @Ives... sperando sia un buon acquisto, anche perché sarà l'ultimo per mesi, dato che i fondi si sono esauriti:cat_sad:. Arriveranno a metà novembre, ma già non vedo l'ora di metterli sul piatto!

Link al commento
Condividi su altri siti

8 minuti fa, Snorlax dice:

Approfittando di un vecchio buono su JPC, di cui mi ero persino dimenticato...

71-WE+tZwcL._AC_SY355_.jpg

1601647797_8506039.jpg

@Majaniello, @Madiel, @Wittelsbach, @Ives... sperando sia un buon acquisto, anche perché sarà l'ultimo per mesi, dato che i fondi si sono esauriti:cat_sad:. Arriveranno a metà novembre, ma già non vedo l'ora di metterli sul piatto!

Della serie Bis ne ho qualcuno sfuso con i Choros, direi che sia un ottimo acquisto. Comunque, per ora non ci sono alternative attendibili per la maggior parte dei Choros. Le Bachianas, invece, sono state incise molte volte, tra integrali e singole edizioni credo ci sia l'imbarazzo della scelta. Invece, così a naso non mi fido molto di Karabtchevsky perchè l'ho sentito in altro repertorio e come direttore mi pare sciatto. Riguardo alle sinfonie ho la serie della CPO e una edizione della 10a pubblicata da Koch con la Ben-Dor.

Link al commento
Condividi su altri siti

Confermo sull'edizione Bis, l'unica completa.

Su Karabatchevsky avevo anch'io quell'impressione, limitandomi a ciò che di altro conoscevo di lui. Tuttavia qualcuno qui, non ricordo se @Ives o il defunto zeitnote, aveva caldeggiato questa edizione, soffermandosi anche sul livello tecnico dell'incisione a suo dire eccezionale.

Link al commento
Condividi su altri siti

1 ora fa, Madiel dice:

 così a naso non mi fido molto di Karabtchevsky perchè l'ho sentito in altro repertorio e come direttore mi pare sciatto. Riguardo alle sinfonie ho la serie della CPO e una edizione della 10a pubblicata da Koch con la Ben-Dor.

 

1 ora fa, Wittelsbach dice:

Su Karabatchevsky avevo anch'io quell'impressione, limitandomi a ciò che di altro conoscevo di lui. Tuttavia qualcuno qui, non ricordo se @Ives o il defunto zeitnote, aveva caldeggiato questa edizione, soffermandosi anche sul livello tecnico dell'incisione a suo dire eccezionale.

Ho entrambe le integrali sinfoniche e quella Naxos, che sto ascoltando poco per volta, per il momento, mi sta piacendo assai. Qualche mese fa, prendendo spunto dall'ascolto della sinfonia n. 2: "Ho intrapreso l'ascolto in parallelo delle sinfonie di Villa-Lobos nelle due integrali disponibili, la prima della CPO con Carl St.Clair e l'orchestra della SWR di Stoccarda e la seconda della Naxos tutta paulista (anche il bravo direttore, malgrado il cognome ostrogoto, è di Sao Paulo). Dopo l'ascolto della prime due sinfonie, francamente non mi aspettavo una differenza di approccio così marcata. Tanto è estroversa, trasparente, solare, a volte chiassosa la lettura di St.Clair, quanto è composta, un po' misteriosa e solenne, con un suono corposo e tendente allo scuro anche nei brani più vivaci la lettura di Karabtchevsky. Non avendo altri termini di confronto, mi sembrano approcci entrambi legittimi e anche riusciti, che danno ragione delle multiformi possibilità espressive di queste opere misconosciute". Ad ogni modo, mi paiono letture tutt'altro che sciatte.

Link al commento
Condividi su altri siti

3 ore fa, Snorlax dice:

Approfittando di un vecchio buono su JPC, di cui mi ero persino dimenticato...

71-WE+tZwcL._AC_SY355_.jpg

1601647797_8506039.jpg

@Majaniello, @Madiel, @Wittelsbach, @Ives... sperando sia un buon acquisto, anche perché sarà l'ultimo per mesi, dato che i fondi si sono esauriti:cat_sad:. Arriveranno a metà novembre, ma già non vedo l'ora di metterli sul piatto!

Stupendi i choros di Neschling, sono brani di cui ho ascoltato diverse versioni, comparandole, Neschling mi sembra il migliore. L'avrei acquistato anche io, ma l'ho sempre trovato a prezzi alti.

Link al commento
Condividi su altri siti

1 ora fa, Wittelsbach dice:

Io comunque non resto a guardare...

bartered-bride-kosler-benackova-suprapho

41Ghr-dTH4L._SY400_.jpg

Il cofanetto di Le Sage è molto bello. Uno Schumann diverso e modernissimo, con un approccio originale ma convincente.

Per la Sposa venduta questa ovviamente è un'edizione abbastanza recente che avrà dalla sua una resa fonica buona. Però cerca quella di Ancerl: audio sicuramente più precario ma un risultato musicale miracoloso e una vitalità addirittura commovente, se pensi che il direttore era reduce dalla recentissima esperienza di Auschwitz, dove gli avevano ammazzato la moglie e il figlioletto.

Link al commento
Condividi su altri siti

1 ora fa, giobar dice:

Il cofanetto di Le Sage è molto bello. Uno Schumann diverso e modernissimo, con un approccio originale ma convincente.

Molti di voi ne parlano bene, ed ecco, mi serviva un nuovo "tutto Schumann" pianistico da accostare alla poetica, suggestiva ma fonicamente infelice (oddio, mi metto anch'io coi corsivi stile @Snorlax) di Jorg Demus.

1 ora fa, giobar dice:

Per la Sposa venduta questa ovviamente è un'edizione abbastanza recente che avrà dalla sua una resa fonica buona. Però cerca quella di Ancerl: audio sicuramente più precario ma un risultato musicale miracoloso e una vitalità addirittura commovente, se pensi che il direttore era reduce dalla recentissima esperienza di Auschwitz, dove gli avevano ammazzato la moglie e il figlioletto.

L'edizione di Ancerl col tempo si è fatta di difficile reperimento. Proviene dalla radio praghese. Io non l'ho mai ascoltata tutta. Conosco l'overture, di questa registrazione: ed effettivamente il direttore ha un piglio che testimonia una vitalità, una voglia di tornare a vivere dopo che il suo élain era stato brutalmente stroncato dall'orrore nazista. Su spotify c'è. Il tempo di impratichirmi con l'opera, e gli darò una chance, visto che l'edizione Supraphon mia mette a disposizione il libretto tradotto: per fortuna che le case discografiche dell'Est sarebbero sempre e comunque spartane e sparagnine!
L'opera complessivamente ha un fortuna discografica cospicua. Prima dell'Ancerl del '47, esiste una pionieristica edizione addirittura del '33, affidata alla direzione del poco ricordato compositore Otakar Ostrcil. Per rimanere ai prodotti di studio, si ricordano i dischi completi di Jaroslav Vogel e, di nuovo, di Zdenek Chalabala. E poi c'è da menzionare la lunghissima tradizione dell'opera in Germania, con testo tradotto: c'è la famosa registrazione di Kempe con Wunderlich, ma vedo anche (dagli elenchi) Elmendorff, Keilberth (entrambi per radio), Klobucar (Vienna dal vivo) e il ceco Krombholc, che firma la colonna sonora di un film con la Stratas, la cui traccia audio fu pubblicata se non erro da Eurodisc. E poi sicuramente altre che mi scordo!

Link al commento
Condividi su altri siti

On 11/10/2020 at 20:39, miaskovsky dice:

51XcxROnz6L._AC_.jpg

51cgLyJrk3L._AC_.jpg

Se la seconda la conosco per il capolavoro che è, della prima non so che dire, non avendola mai orecchiata: non stimo troppo Guleghina e soprattutto Cura. Muti invece sì, anche se il suo Puccini è sempre stato controverso. Un giorno su Spotify una chance ci sarà per lui!

Link al commento
Condividi su altri siti

16 ore fa, Snorlax dice:

Approfittando di un vecchio buono su JPC, di cui mi ero persino dimenticato...

71-WE+tZwcL._AC_SY355_.jpg

1601647797_8506039.jpg

@Majaniello, @Madiel, @Wittelsbach, @Ives... sperando sia un buon acquisto, anche perché sarà l'ultimo per mesi, dato che i fondi si sono esauriti:cat_sad:. Arriveranno a metà novembre, ma già non vedo l'ora di metterli sul piatto!

Il primo è per me ottimale sotto ogni aspetto (tranne quello del prezzo). Dell'integrale Naxos ho sentito alcuni volumi man mano che uscivano (4-6-7-10). L’orchestra è ottima e Karabtchevsky (è brasiliano, nonostante il cognome russo) ha assoluta comprensione dell’idioma e del mondo espressivo di Villa-Lobos. Mai sentito in altro repertorio, le rencensioni sono ottime per tutto il ciclo. Un bellissimo disco è questo sotto che si affianca con merito a quelli ottimi già usciti nella stessa serie Naxos dedicata al sinfonismo di Villa-Lobos. Rivaleggia, seppur con approccio differente, con Carl St. Clair per CPO.

MI0003802995.jpg?partner=allrovi.com

Link al commento
Condividi su altri siti

16 ore fa, Wittelsbach dice:

 non stimo troppo Guleghina

Incidentalmente: Maria Guleghina è fra i diversi musicisti che, in questi giorni, hanno preso posizione in modo pubblico (lei addirittura manifestando in piazza con cartelli-sandwich) a proposito del conflitto tra Azerbaijan e Armenia per la regione del Nagorno-Karabakh. Fra gli altri Yusif Eyvazov (marito della Netrebko) ed Evgeny Kissin, che hanno avuto al riguardo un battibecco social.

Link al commento
Condividi su altri siti

26 minuti fa, Wittelsbach dice:

Ignoro totalmente l'argomento purtroppo. Mio padre è molto amico dell'Armenia ad alti livelli politici, ma non è mai riuscito a portarmici in uno dei suoi viaggi.

Questione molto difficile, della quale non voglio parlare nel merito perché molto "sensibile" e si toccherebbe una materia vietata nel forum. Mi limitavo a evocare il fatto che scuote così tanto le coscienze nell'area ex-sovietica da indurre anche diversi musicisti di primo piano a prendere posizione e addirittura a schierarsi. Fra l'altro si contano già diversi morti tra musicisti coinvolti involontariamente nei bombardamenti o partecipi come volontari nelle truppe

Link al commento
Condividi su altri siti

44 minuti fa, superburp dice:

Credo di averla ascoltata anni fa (mi pare fosse quello il direttore), è l'edizione in 3 cd? Comunque rispetto a Kempe (che avrà dei tagli perchè sono solo 2 cd) non c'è paragone, questa incisione ceca era noiosetta.

Che mi risulti, nessuna edizione di quest’opera è in tre cd! 😳

Link al commento
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Puoi rispondere adesso e registrarti subito dopo. Se hai un account, ACCEDI.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Condividi

  • Chi sta navigando   0 utenti

    • Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy