Vai al contenuto

L'ultimo CD acquistato (musica classica)


BaBi_YAR
 Condividi

Recommended Posts

1 ora fa, Majakovskij dice:

E' un compositore importante?

è stato uno dei pionieri della musica elettronica e credo rimarrà citato per questo nei libri di storia della musica. Contemporaneamente al duo francese Schaeffer/Henry  iniziò a manipolare suoni preregistrati attorno al 1950, e in collaborazione con V. Ussachevisky è stato il primo compositore a unire il mezzo artificiale agli strumenti reali. Qui un esempio di tale commistione:

come compositore "puro" lo conosco poco e niente, anche per la scarsità di registrazioni riguardanti la sua musica. Come allievo di Busoni è possibile che il suo stile abbia subito qualche influenza costruttivista o classicheggiante:

Dal primo video si nota che si avvicinò anche alla dodecafonia

Link al commento
Condividi su altri siti

  • Risposte 18k
  • Creato
  • Ultima Risposta

Top utenti di questa discussione

  • Madiel

    2328

  • il viandante del sud

    863

  • superburp

    1083

  • Wittelsbach

    1295

Top utenti di questa discussione

  • 2 weeks later...
7 ore fa, glenngould dice:

71e6c8OHCjL._SL1500_.jpg

519CZ3G962L._SL1500_.jpg

Questo di Corelli davvero regalato...

belli, ce li ho entrambi! Stranissimo quello di Rochberg perché testimonia l'evoluzione dell'autore dalla fase avanguardista (Black Sounds, molto influenzato da Varèse) a quella classicista (Sinfonia n.5 ispirata a Mahler, le Trascendental Variations ispirate a Beethoven). Un cd dai contrasti stridenti. Le esecuzioni e le registrazioni sono ottime.

Link al commento
Condividi su altri siti

52 minuti fa, Wittelsbach dice:

C'è anche il Gloria di Walton, che tu ami!

e che non ho ancora sentito in quella versione :D L'altro di Wilcocks è on line, magari ascoltalo e fai un po' di confronti e qualche commento. Le edizioni del Gloria sono veramente pochissime, è un capolavoro della musica corale inglese che andrebbe rivalutato sia in disco che dal vivo.

Link al commento
Condividi su altri siti

61-pAEF+CHL.jpg

Dopo un po' che l'avevo ordinato, per fortuna è arrivato. Mi interessava da un po'!
Sono 10 cd con registrazioni non troppo conosciute del maestro tedesco.

Nel primo abbiamo una Quinta di Beethoven e una Nona di Dvorak incise nel 1971 con la Tonhalle di Zurigo.

I dischi successivi contemplano invece le quattro sinfonia di Brahms con la Filarmonica di Monaco, che Kempe diresse prima dell'ingombrante Celibidache. Le registrazioni sono di fine 1974 - inizio 1975.

Seguono quattro cd bruckneriani. Dapprima la Quarta e la Quinta da Monaco, poi un'Ottava da Zurigo riversata direttamente da vinile.

Il penultimo disco vede il Concerto n. 27 di Mozart (ignoto il nome del solista, lo cercherò!), l'Ottava di Dvorak e il Preludio dei Meistersinger, tutto da Monaco.

Il bocconcino più ricco è forse l'ultimo cd: le registrazioni anni Sessanta fatte per il Reader's Digest a Londra, con la Royal Philharmonic e sotto l'egida di Charles Gerhardt. Si tratta di un Don Juan di Strauss, i Pini di Respighi e, un'altra volta, la Nona di Dvorak.

Link al commento
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Puoi rispondere adesso e registrarti subito dopo. Se hai un account, ACCEDI.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Condividi

  • Chi sta navigando   0 utenti

    • Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy