Vai al contenuto

L'ultimo CD acquistato (musica classica)


Recommended Posts

  • Risposte 17,8k
  • Created
  • Ultima Risposta

Top Posters In This Topic

  • Madiel

    2246

  • Wittelsbach

    1276

  • superburp

    1067

allora lo compro anch'io :cool04:

tra l'altro, la stessa BIS ha inciso, poco dopo l'uscita di questo cd, una seconda versione delle 4 Immagini sinfoniche, che però non è all'altezza della prima. Da quando hanno cambiato il direttore originario, Christodoulou, la serie delle opere orchestrali mi pare abbia perso un po' di smalto.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Da mesi ormai ascolto assiduamente Cantate Ninfe, ogni lunedì sera su Auditorium; certo, non mi limito a quello, ma sono in un periodo di "trance madrigalesca", se così possiamo chiamarla. Oggi pertanto ho deciso di far mio -alla modica cifra di 9,90 €- questo interessante doppio Decca/L'Oiseau Lyre. Libro Quarto e Quinto dei Madrigali, e andiamo di Monteverdi và... :cool02:

02421ae2d58bb186ba796b95b3bdf431.jpg

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In Ricordi di Rooley esiste l'integrale Monteverdi della Virgin alla bellezza di 18 euro per 7 cd!

Esecuzioni di Rooley compaiono anche nei 6 cd Brilliant. Il suo gruppo ha saputo mantenersi attualissimo anche a oltre trent'anni dalle prime incisioni. Una garanzia. Peraltro c'è pure chi parla bene dei cd Naxos incisi da Longhini e dal suo gruppo (Deliciae Musicae, mi sembra).

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per la serie "La grande opera lirica", sono riuscito a procurarmi L'italiana in Algeri e il Tristano e Isotta:

http://www.corriere.it/iniziative/lirica/ (numeri 10 e 14 del piano dell'opera)

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il Tristano è diretto da Furt con Suthaus, la Flagstad, Thebom, Grindl e Fischer-Dieskau, mentre l'Italiana in Algeri è diretta da Bertini con la Valentini-Terrani, Benelli, Bruscantini, Dara, Palacios-Rossi... Ho l'acquolina in bocca :)

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Altri acquisti operistici tratti dalla serie "La grande opera lirica": il Don Giovanni diretto da Krips con Siepi, Danco, Della Casa, Gueden, Dermota, Corena, Berry, Boehme (Coro dell'Opera di Vienna e Orchestra Filarmonica di Vienna) e la Norma (prima edizione del mio archivio) diretta da Pretre e cantata da Caballé, Merolla, Cossotto, Vinco, Venturini, Balboni (Orchestra e Coro della Rai di Torino).

512jK5JMVLL._SS500_.jpg

normapv2.jpg

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Frequento poco anche perché, ahimé, negli ultimi giorni sto ascoltando poca musica... comunque leggo molto i vari threads, per imparare (ci sono troppe cose che non so)...

Bentornato! :) Anch'io non perdo occasione per farmi una cultura qui...

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest zeitnote

Il Tristano è diretto da Furt con Suthaus, la Flagstad, Thebom, Grindl e Fischer-Dieskau, mentre l'Italiana in Algeri è diretta da Bertini con la Valentini-Terrani, Benelli, Bruscantini, Dara, Palacios-Rossi... Ho l'acquolina in bocca :)

Ma no, caro kraus, lascia perdere quella roba per collezionisti incalliti. Suthaus è lugubre e vociferante, mentre la Flagstad, ormai vocalmente "cotta", sembra più una sinistra matrona che non una passionale Isotta (senza contare che gli acuti sono stati ritoccati in fase di post-produzione con quelli della Schwarzkopf). Perdona l'intervento a gamba tesa, ma quel Tristan lo trovo tra i più sopravvalutati della storia del disco.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Stravinsky.JPG

9424E.jpg

Stravinsky_3Greek_8557502.gif

896.jpg

Sono tornato nei reconditi anfratti di un negozio da me menzionato qualche post fa. Forte anche dei pareri positivi ricevuti qui sul forum, ho allargato i cordoni della borsa... e bisanti alla mano, son passato all'azione!! :D I primi tre acquisti li ponderavo già da un po' di tempo, mentre l'ultimo è nato puramente dall'istinto e dal guizzo del momento.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ma no, caro kraus, lascia perdere quella roba per collezionisti incalliti. Suthaus è lugubre e vociferante, mentre la Flagstad, ormai vocalmente "cotta", sembra più una sinistra matrona che non una passionale Isotta (senza contare che gli acuti sono stati ritoccati in fase di post-produzione con quelli della Schwarzkopf). Perdona l'intervento a gamba tesa, ma quel Tristan lo trovo tra i più sopravvalutati della storia del disco.

Ma dai, Zeit! Proprio il Tristano di Furt. è uno dei 4-5 dischi d'opera essenziali!

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Puoi rispondere adesso e registrarti subito dopo. Se hai un account, ACCEDI.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.


×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy