Vai al contenuto

L'ultimo CD acquistato (musica classica)


BaBi_YAR
 Condividi

Recommended Posts

No, ma se si aggiunge ad una mediocrità compositiva è una pesante aggravante. Tra l'altro, scrisse, poco prima di morire, una cantata dichiaratamente nazista, "Deutsche Auferstehung". Anche in Germania, a parte qualche rarissima esecuzione, è ormai dimenticato. Poi, certo, se piace la musica di Pfitzner e soci, Schmidt è su quella lunghezza d'onda.

Tanto mediocre non mi pare:

[media]http://www.youtube.com/watch?v=kRLfbxi_oEk

Link al commento
Condividi su altri siti

  • Risposte 18,1k
  • Creato
  • Ultima Risposta

Top utenti di questa discussione

  • Madiel

    2330

  • il viandante del sud

    870

  • superburp

    1083

  • Wittelsbach

    1296

Top utenti di questa discussione

No, ma se si aggiunge ad una mediocrità compositiva è una pesante aggravante. Tra l'altro, scrisse, poco prima di morire, una cantata dichiaratamente nazista, "Deutsche Auferstehung". Anche in Germania, a parte qualche rarissima esecuzione, è ormai dimenticato. Poi, certo, se piace la musica di Pfitzner e soci, Schmidt è su quella lunghezza d'onda.

Ma che c'entra... Cozza con quel "No" che hai messo all'inizio poi :D. Una pippa musicale è una pippa musicale politica a parte, non ci sono aggravanti. Quella cantata comunque pare sia rimasta incompiuta (la mise da parte per scrivere un quintetto e altra roba).

A miasko: è vero, mio padre ha l'altro cofanetto, quello azzurro.

Link al commento
Condividi su altri siti

No, ma se si aggiunge ad una mediocrità compositiva è una pesante aggravante. Tra l'altro, scrisse, poco prima di morire, una cantata dichiaratamente nazista, "Deutsche Auferstehung". Anche in Germania, a parte qualche rarissima esecuzione, è ormai dimenticato. Poi, certo, se piace la musica di Pfitzner e soci, Schmidt è su quella lunghezza d'onda.

non sapevo di quella cantata. Ho alcuni cd di sua musica orchestrale e concordo con il giudizio negativo di Lenny. Compositore minore e privo di personalità (credo basti ascoltare la 3a sinfonia per accorgersene). In linea di massima, però, lo trovo superiore a Pfitzner per via di una certa freschezza dei temi molto schubertiana e liberty, al confronto Pfitzner è proprio inascoltabile.

Link al commento
Condividi su altri siti

Ma che c'entra... Cozza con quel "No" che hai messo all'inizio poi :D. Una pippa musicale è una pippa musicale politica a parte, non ci sono aggravanti. Quella cantata comunque pare sia rimasta incompiuta (la mise da parte per scrivere un quintetto e altra roba).

Il mio ragionamento non fa una piega: non solo è una "pippa" musicale, ma anche una "pippa" ideologica (almeno così si è sempre saputo: pare che persino i suoi amici più cari lo abbiano accusato)...cosa rimane? Un modesto e minore emulo dei maestri tardo romantici tedeschi. Poi, per carità, io sono sempre rispettoso dei gusti personali altrui, per cui, se piace Schmidt va benissimo, però non lo riabilitiamo oltre il dovuto.

In linea di massima, però, lo trovo superiore a Pfitzner per via di una certa freschezza dei temi molto schubertiana e liberty, al confronto Pfitzner è proprio inascoltabile.

Povero Pfitzner, è proprio sfigato! :D

Link al commento
Condividi su altri siti

Il mio ragionamento non fa una piega: non solo è una "pippa" musicale, ma anche una "pippa" ideologica (almeno così si è sempre saputo: pare che persino i suoi amici più cari lo abbiano accusato)...cosa rimane? Un modesto e minore emulo dei maestri tardo romantici tedeschi. Poi, per carità, io sono sempre rispettoso dei gusti personali altrui, per cui, se piace Schmidt va benissimo, però non lo riabilitiamo oltre il dovuto.

Lenny, ma proprio tu vieni a parlarmi di "minori" e di pippe musicali? Sono mesi che ascolti quegli scarti americani da quattro soldi. :D

Povero Pfitzner, è proprio sfigato! :D

Certo, specie se non lo si è ascoltato per nulla. -_-

Link al commento
Condividi su altri siti

Il mio ragionamento non fa una piega: non solo è una "pippa" musicale, ma anche una "pippa" ideologica (almeno così si è sempre saputo: pare che persino i suoi amici più cari lo abbiano accusato)...cosa rimane? Un modesto e minore emulo dei maestri tardo romantici tedeschi. Poi, per carità, io sono sempre rispettoso dei gusti personali altrui, per cui, se piace Schmidt va benissimo, però non lo riabilitiamo oltre il dovuto.

Io non ho mai sentito una nota sua, è che sono contrario alla commistione arte-vita privata nel giudizio su un artista. Anche perchè c'è gente nella storia della musica che dal lato umano non sarebbe certo da lodare (Sain-Saens e Britten se non sbaglio erano pederasti, no?).

Link al commento
Condividi su altri siti

Io non ho mai sentito una nota sua, è che sono contrario alla commistione arte-vita privata nel giudizio su un artista. Anche perchè c'è gente nella storia della musica che dal lato umano non sarebbe certo da lodare (Sain-Saens e Britten se non sbaglio erano pederasti, no?).

non mi pare che essere gay sia una colpa per nessuno, per la legge in primis. Per altro, penso che essere filo nazisti, anche in buona fede, sia stato un peccato decisamente peggiore (almeno dal lato morale). Saint-Saens, sposato e padre di due figli morti infanti, se proprio lo si può criticare di qualcosa è perchè fu compositore terribilmente accademico :D

Link al commento
Condividi su altri siti

c'è poco da fare, bisogna essere giusti :D Schmidt ancora si può sopportare, ma con molte gocce di tranquillante, Pfitzner proprio no :D

Meno male va', almeno Schmidt ha ricevuto il sigillo di madeliana ascoltabilità :D, il povero Pfitzner se ne farà una ragione assieme a Mozart, Chopin, Rachmaninov e chissà quanti altri...

Link al commento
Condividi su altri siti

non mi pare che essere gay sia una colpa per nessuno, per la legge in primis. Per altro, penso che essere filo nazisti, anche in buona fede, sia stato un peccato decisamente peggiore (almeno dal lato morale). Saint-Saens, sposato e padre di due figli morti infanti, se proprio lo si può criticare di qualcosa è perchè fu compositore terribilmente accademico :D

Appunto...poi, tra l'altro, tutti gli allora bambini (spesso cantanti o attori come David Hemmings, che interpretò il ruolo di Miles in "The Turn of the Screw") scagionarono di fatto il compositore da qualsiasi accusa di pedofilia o quant'altro. Britten aveva una attrazione per i ragazzini (e di questo soffrì molto, basta vedere che fine fanno di solito i bambini nelle sue opere) però si fermò sempre prima di poter causare danni irreparabili. Su Saint Saens mai saputo nulla.

Link al commento
Condividi su altri siti

Certo, specie se non lo si è ascoltato per nulla. -_-

Ma chi te l'ha detto! :D Poi, sa com'è, non so se ne è al corrente, ma è stata scritta ottima musica anche fuori dalla Germania post-wagneriana. Ahh, già, ma Lei è quello che rivalutava anche il Furt compositore e Siegfrid Wagner...non c'è speranza...

Link al commento
Condividi su altri siti

non mi pare che essere gay sia una colpa per nessuno, per la legge in primis. Per altro, penso che essere filo nazisti, anche in buona fede, sia stato un peccato decisamente peggiore (almeno dal lato morale). Saint-Saens, sposato e padre di due figli morti infanti, se proprio lo si può criticare di qualcosa è perchè fu compositore terribilmente accademico :D

Proprio qui in forum lessi che Saint-Saens non faceva mistero delle sue vacanze in nord Africa per inchiappettarsi ragazzini. Legge o no non mi pare una cosa degna di lode... Che poi in Germania e Austria i filo-nazionalsocialisti non mi pare fossero una minoranza in quegli anni. Tocca ricominciare i soliti discorsi paradossali e assurdi? Cestiniamo le registrazioni di Karajan, Böhm e altri?

Schmidt non è granchè per te e Lenny, era bravo per miasko, a me avete fatto venire un po' di curiosità quindi magari ne sentirò qualcosa (tiè :D), ma il discorso è giusto che rimanga nel campo musicale.

Link al commento
Condividi su altri siti

Meno male va', almeno Schmidt ha ricevuto il sigillo di madeliana ascoltabilità :D, il povero Pfitzner se ne farà una ragione assieme a Mozart, Chopin, Rachmaninov e chissà quanti altri...

e no, mica ho detto che l'ascolto! Ho scritto che è meno peggio :D Pensa che la 3a Sinfonia di Schmidt vinse pure un secondo premio della Columbia Gramophone per commemorare il centenario schubertiano. Vedi che gli americani, tutto sommato, sono acculturati ? :laughingsmiley:

Link al commento
Condividi su altri siti

Proprio qui in forum lessi che Saint-Saens non faceva mistero delle sue vacanze in nord Africa per inchiappettarsi ragazzini. Legge o no non mi pare una cosa degna di lode... Che poi in Germania e Austria i filo-nazionalsocialisti non mi pare fossero una minoranza in quegli anni. Tocca ricominciare i soliti discorsi paradossali e assurdi? Cestiniamo le registrazioni di Karajan, Böhm e altri?

Schmidt non è granchè per te e Lenny, era bravo per miasko, a me avete fatto venire un po' di curiosità quindi magari ne sentirò qualcosa (tiè :D), ma il discorso è giusto che rimanga nel campo musicale.

non è questo il problema, è che che quello che hai risposto a Lenny non ha alcun senso. Con o senza nazisti con o senza vacanze in nord Africa. Se per te essere gay è un limite di qualche tipo, sono problemi solo tuoi :D

Link al commento
Condividi su altri siti

Proprio qui in forum lessi che Saint-Saens non faceva mistero delle sue vacanze in nord Africa per inchiappettarsi ragazzini.

Ripeto, di Saint-Saens non ne ho mai letto nulla. Ho letto qualcosa a riguardo su Karol Szymanowski: dopo uno di questi viaggi, scrisse un romanzo di orientamento pornografico, "Ephebos", oggi quasi perduto. Altri riferimenti sono nell'opera "King Roger" e nel ciclo di liriche "Canti d'amore di Hafiz".

non è questo il problema, è che che quello che hai risposto a Lenny non ha alcun senso. Con o senza nazisti con o senza vacanze in nord Africa. Se per te essere gay è un limite di qualche tipo, sono problemi solo tuoi :D

Concordo...anche perchè molti tra i più grandi compositori o musicisti del XX secolo furono gay o bisessuali. Direi che è una colpa ben maggiore quella di avere avuto connivenze, più o meno volontarie, con un regime che ha sterminato 6 milioni di persone.

Link al commento
Condividi su altri siti

non è questo il problema, è che che quello che hai risposto a Lenny non ha alcun senso. Con o senza nazisti con o senza vacanze in nord Africa. Se per te essere gay è un limite di qualche tipo, sono problemi solo tuoi :D

No, non ci siamo capiti. Io ho chiesto a Lenny se il presunto o meno filo-nazionalsocialismo di Schmidt influenzasse il giudizio sull'artista. Lui ha risposto di no, aggiungendo però che il fatto sarebbe stato un'aggravante (mi pare un controsenso, no?). Visto che, anche se Schmidt fosse stato nazional-socialista, 1) non era l'unico, ce n'erano a milioni e soprattutto 2) non mi risulta abbia ucciso o fatto del male a nessuno, ho fatto il paragone con i primi due artisti con una vita privata non immacolata (ma ce ne sono a bizzeffe) che mi sono venuti in mente per far vedere che non ha senso attaccarsi a mancanze anche gravi nella vita privata di un uomo (per me quello che faceva Saint-Saens - se è vero - fa quanto meno schifo) se poi lo si deve giudicare in un campo totalmente differente.

Spero di essere stato chiaro.

P.S.: Se non vi piacciono Saint-Saens e Britten mettete chi vi pare, Wagner, qualche compositore fanatico sovietico o chi per loro. Il concetto non cambia.

Concordo...anche perchè molti tra i più grandi compositori o musicisti del XX secolo furono gay o bisessuali. Direi che è una colpa ben maggiore quella di avere avuto connivenze, più o meno volontarie, con un regime che ha sterminato 6 milioni di persone.

E allora da domani preparati a buttare i cd che hai di Karajan, Böhm, Orff, Shostakovich, Mravinsky e tanti altri...

Link al commento
Condividi su altri siti

...e pensare che tutto è iniziato con le immagini delle copertine dei dischi Naxos, ammazza che intolleranti che siete! :rofl:

Comunque ricordo a Mr.Lenny che Schmidt per essere "un minore dei minori" vanta una discograifa di tutto rispetto, ci sono ben 4 integrali sinfoniche: Viotti, Jarvi, Rajter (suo alliveo) ed ora Sinaisky, Metha registrò per la Decca la Quarta con i Wiener, L'oratorio ,poi, è stato inciso da Mitropoulos, Krauss, Welzer-Most(vabbè) ed anche di recente Harnoncourt. Anche la musica da camera è tutta in cd (Orfeo).

:bye:

Link al commento
Condividi su altri siti

...e pensare che tutto è iniziato con le immagini delle copertine dei dischi Naxos, ammazza che intolleranti che siete! :rofl:

Comunque ricordo a Mr.Lenny che Schmidt per essere "un minore dei minori" vanta una discograifa di tutto rispetto, ci sono ben 4 integrali sinfoniche: Viotti, Jarvi, Rajter (suo alliveo) ed ora Sinaisky, Metha registrò per la Decca la Quarta con i Wiener, L'oratorio ,poi, è stato inciso da Mitropoulos, Krauss, Welzer-Most(vabbè) ed anche di recente Harnoncourt. Anche la musica da camera è tutta in cd (Orfeo).

:bye:

Giovanni Battista?

Link al commento
Condividi su altri siti

No, non ci siamo capiti. Io ho chiesto a Lenny se il presunto o meno filo-nazionalsocialismo di Schmidt influenzasse il giudizio sull'artista

Tu hai detto se influenzasse "musicalmente": beh, messa così, a priori, direi di no. Tanto è vero che Strauss in un primo momento appoggiò il nazional-socialismo e scrisse capolavori.

E allora da domani preparati a buttare i cd che hai di Karajan, Böhm, Orff, Shostakovich, Mravinsky e tanti altri...

No, il ragionamento che faccio io è un altro e mi sembra chiaro: mi è permesso di ammirare, per esempio, Herbert Von Karajan (direttore tra i miei preferiti, tra l'altro) come uno dei più grandi maestri del XX secolo e allo stesso tempo di criticarlo per certi suoi comportamenti più o meno volontariamente "ambigui" con il regime? Lo stesso dicasi per Wagner: l'ho sempre ammirato come grandissimo compositore, ma l'ho sempre criticato con sdegno per il suo palese antisemitismo.

...e pensare che tutto è iniziato con le immagini delle copertine dei dischi Naxos, ammazza che intolleranti che siete! :rofl:

Ecco, è tutta colpa di Miasko! :D

Comunque ricordo a Mr.Lenny che Schmidt per essere "un minore dei minori" vanta una discograifa di tutto rispetto, ci sono ben 4 integrali sinfoniche: Viotti, Jarvi, Rajter (suo alliveo) ed ora Sinaisky, Metha registrò per la Decca la Quarta con i Wiener, L'oratorio ,poi, è stato inciso da Mitropoulos, Krauss, Welzer-Most(vabbè) ed anche di recente Harnoncourt. Anche la musica da camera è tutta in cd (Orfeo).

Si, beh, anche le sinfonie di Rachmaninov sono state dirette da nomi ben più illustri e non sono pagine granchè riuscite.

Link al commento
Condividi su altri siti

No, il ragionamento che faccio io è un altro e mi sembra chiaro: mi è permesso di ammirare, per esempio, Herbert Von Karajan (direttore tra i miei preferiti, tra l'altro) come uno dei più grandi maestri del XX secolo e allo stesso tempo di criticarlo per certi suoi comportamenti più o meno volontariamente "ambigui" con il regime? Lo stesso dicasi per Wagner: l'ho sempre ammirato come grandissimo compositore, ma l'ho sempre criticato con sdegno per il suo palese antisemitismo.

Certo che puoi. Da quel che avevi scritto era sembrato che il giudizio sul musicista fosse influenzato dal giudizio sull'uomo. Se non è così abbiamo chiarito ;).

Tornando in tema di acquisti (ma non allontandoci dal tema dei compositori coinvolti nel vortice politico :lol:):

64592E.jpg

L'ho trovato da Mondadori ed è stato meglio così, perchè finchè non mi arrivano i cd di mdt e jpc non voglio fare altre spese su internet (maledette poste!).

Link al commento
Condividi su altri siti

non è questo il problema, è che che quello che hai risposto a Lenny non ha alcun senso. Con o senza nazisti con o senza vacanze in nord Africa. Se per te essere gay è un limite di qualche tipo, sono problemi solo tuoi :D

E' evidente che ha scritto "pederasti" per sbaglio intendendo "pedofili", perché ha specificato che Saint Saens andava in nordafrica per i ragazzini.

Link al commento
Condividi su altri siti

Comunque io appoggio superburp, non mi frega niente di sapere se un compositore è nazista, fascista, razzista, comunista, socialista, anarchico, feticista del piede. Se mi va di eccepire le sue frequentazioni o le sue bislacche opinioni, magari lo faccio tranquillamente ma non per questo evito di ascoltarlo o (ad esempio nel caso di Pasolini, che era un pedofilo vero, che comprava con caramelle favori sessuali dai quindicenni) di leggerlo.

Io poi però sono un caso a parte perché provo fascinazione per personaggi come Sviridov e Salmanov, che dalla critica anche più politicizzata erano ritenuti poco più che marionette artistiche dello stalinismo e dello zdanovismo, ossia di valore musicale nullo.

Link al commento
Condividi su altri siti

E' evidente che ha scritto "pederasti" per sbaglio intendendo "pedofili", perché ha specificato che Saint Saens andava in nordafrica per i ragazzini.

allora ho sempre e comunque ragione, perchè non sa una differenza così lapalissiana: rimane un problema suo :sleeping_01:

Link al commento
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Puoi rispondere adesso e registrarti subito dopo. Se hai un account, ACCEDI.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Condividi

  • Chi sta navigando   0 utenti

    • Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy