Vai al contenuto

Aumentare l'apertura della mano


HermioneBlack
 Condividi

Recommended Posts

SALVE CARI UTENTI!

è da un pò di tempo che mi faccio questa domanda:Esiste qualche esercizio che possa far allargare la mano,o quanto meno renderla capace di prendere più di un'ottava?

Con entrambe le mani io prendo una nona...cosa ne pensate?esistono degli esercizi simili?

GRAZIE!

HermioneBlack

ps:di solito per esercitarmi suono una scala ad ottave...

Link al commento
Condividi su altri siti

  • Risposte 102
  • Creato
  • Ultima Risposta

Top utenti di questa discussione

Top utenti di questa discussione

Guest Monkey Rufy

si, esistono degli esercizi. Puoi ad esempio allenarti 10 minuti al giorno cercando di prendere intervalli grandi. Inizi ad esempio con una nona alla destra e alla sinistra (o una volta alla destra e una volta alla sinistra e poi unire) e ribattere questi tasti più volte. Se ti stanchi TROPPO interrompi subito, la mano potrebbe farsi male. Se invece riesci molto bene prova a prendere un poco di più. Non pensare di riuscirci facilmente. Se invece di do-mi prendi do-mire (schiacciando tipo due note) pazienza, l'importante è allargare la mano non prendere intervalli in modo perfetto. Ribatti anche qui più volte l'accordo, cercando di non smettere di tendere la mano. Ti stancherai un po', ma è essenziale STIRARE per bene. Appena ti stanchi troppo (o senti la mano troppo troppo troppo tirata) è arrivato il momento di fermarsi.

I risultati dovrebbero vedesi dopo boh 2 mesi di questi esercizi (10 minuti al giorno).

Link al commento
Condividi su altri siti

Guest Monkey Rufy

aproposito, ricordate che a volte non si prendono intervalli grandi non perchè si ha LA MANO PICCOLA, ma perchè si ha una mano POCO ELASTICA. Nel primo caso "allargare" la mano è davvero difficile, nel secondo basta esercizio.

Link al commento
Condividi su altri siti

aproposito, ricordate che a volte non si prendono intervalli grandi non perchè si ha LA MANO PICCOLA, ma perchè si ha una mano POCO ELASTICA. Nel primo caso "allargare" la mano è davvero difficile, nel secondo basta esercizio.

<{POST_SNAPBACK}>

molto spesso capita anche ai violinisti...

per noi è molto importante anche creare gli spazi tra un dito e l'altro

più la mano è piccola e più ci si deve basare sulla velocità ed elasticità

Link al commento
Condividi su altri siti

io credo di essere ormai al limite..cioè aprendo la mano il pollice e il mignolo giacciono quasi sulla stessa retta.Poi ci sono alcuni che hanno la lassità articolare e possono storcere il pollice in modo strano..ma non è il mio caso.

Inoltre non è solo importante avere la mano ben elastica,ma soprattutto renderla funzionale a quell'apertura:suonare con la mano aperta all'estremo è molto + difficile e faticoso,e allenandosi si migliora tantissimo in tutto.(ad esempio il primo studio di chopin op 10)

Link al commento
Condividi su altri siti

è da un pò di tempo che mi faccio questa domanda:Esiste qualche esercizio che possa far allargare la mano,o quanto meno renderla capace di prendere più di un'ottava?

Con entrambe le mani io prendo una nona...cosa ne pensate?esistono degli esercizi simili?

<{POST_SNAPBACK}>

se alla fine prendi più di un'ottava io non lo so, però c'è un esercizio che mi è stato utilissimo per l'elasticità ed è Brahms (dai 51 esercizi ovviamente) l'esercizio n. 8, che oltre ad avere quello scopo ti rinforza tantissimo il dito tenuto.

bada però di suonare tutto molto lento e molto articolato.

Link al commento
Condividi su altri siti

io invece riesco a prendere una decima perfettamente senza sforzarmi...ke dite? se mi esercito con qst esercizi potrò riuscire a prendere anke una UNDICESIMA??!!??

<{POST_SNAPBACK}>

Io ho una mano grande, e prendo comodamente anche l'undicesima; c'era un periodo in cui suonavo scale di decima con entrambe le mani, ma ho smesso perché dopo un po' mi venivano delle tensioni e dei dolorini sia sopra che sotto le mani, e del resto credo che serva a ben poco; le decime scritte dai compositori sono quasi sempre da arpeggiare.

Link al commento
Condividi su altri siti

Io ho una mano grande, e prendo comodamente anche l'undicesima; c'era un periodo in cui suonavo scale di decima con entrambe le mani, ma ho smesso perché dopo un po' mi venivano delle tensioni e dei dolorini sia sopra che sotto le mani, e del resto credo che serva a ben poco; le decime scritte dai compositori sono quasi sempre da arpeggiare.

<{POST_SNAPBACK}>

Anche quelle del Préambule di Carnaval di Schumann? Secondo me van bene anche arpeggiate il più rapidam. possibile, ma vuoi mettere farle in caduta? Il difficile lì è anche tenere fermi 1° e 2° dito sugli intervalli di 5a e 6a (vado a memoria, non ho lo spartito qui con me, ma mi pare che sia occhio e croce così) mentre il mignolo si allarga a prendere il basso. Gran pezzo. Ovviamente, quanto mai distante dalle mie possibilità anche ipotetiche; a parte per il fatto che Carnaval, se non erro, è programma di diploma... :blink::unsure::(, ma poi di sicuro a una decima pulita in caduta non credo mi sia possibile arrivare, è proprio il formato delle mani a essere piccolo.

Lorenz

Link al commento
Condividi su altri siti

insomma, tutti qui vogliono le dita più lunghe, la mano di plastica, zompettare qua e là come Cziffra....ma accontentarsi di quel che si ha mai??

visto che al mondo c'è posto per tutti, chi ha le mani piccole si specializzi in Bach e succedanei, chi ha le mani grandi si cimenti con Liszt e compagnia bella. Non esistono mezzi per allungare le dita e robe del genere, bisogna tenere ciò che la natura ci ha dato e sfruttare al meglio la nostra pochezza...tanto vale suonare solo quello che si è in grado lasciando perdere quelle cose che fisicamente ci sono impossibili. Si evitano così insoddisfazioni da parte dei musicisti e isteria da parte del pubblico esigente (tipo Madiel...).

Link al commento
Condividi su altri siti

Io avevo sentito che è possibile (tramite operazione ovviamente) fare una specie di taglio sulla pelle tra il pollice e l'indice 

Chi è quel pazzo che si tagliuzzerebbe le mani????? a me vien solo paura quando per errore mi taglio con il coltello mentre pelo una patata...

Anche io invece come Skriabin ormai quando allargo ho pollice e mignolo sulla stessa retta mi sa che piu di cosi non posso pretendere.... ma non ci si lamenta dai do-re do-fa non sono cosi terriblili.

Link al commento
Condividi su altri siti

se alla fine prendi più di un'ottava io non lo so, però c'è un esercizio che mi è stato utilissimo per l'elasticità ed è Brahms (dai 51 esercizi ovviamente) l'esercizio n. 8, che oltre ad avere quello scopo ti rinforza tantissimo il dito tenuto.

bada però di suonare tutto molto lento e molto articolato.

<{POST_SNAPBACK}>

L'esercizio citato da Mirougil è stato utilissimo anche a me, per l'elasticità della mano

e per l'indipendenza delle dita, lo eseguo ancora tutti i giorni, assieme a qualche altro esercizio della stessa raccolta, che mi fu vivamente raccomandata da una pianista,

attualmente in pensione, che insegnò per molti anni pianoforte al conservatorio di Milano.

Quello che più importa non è tanto l'estensione dal pollice al mignolo, quanto l'apertura tra le dita, soprattutto tra il 3° e il 4°, e per questo gli esercizi di Brahms sono molto efficaci.

Fino a qualche mese fa prendevo comodamente la nona, adesso mi è agevole anche la decima: penso che tutti possiamo migliorare, con pazienza e costanza.

Link al commento
Condividi su altri siti

L'esercizio citato da Mirougil è stato utilissimo anche a me, per l'elasticità della mano

e per l'indipendenza delle dita, lo eseguo ancora tutti i giorni, assieme a qualche altro esercizio della stessa raccolta, che mi fu vivamente raccomandata da una pianista,

attualmente in pensione, che insegnò per molti anni pianoforte al conservatorio di Milano.

Quello che più importa non è tanto l'estensione dal pollice al mignolo, quanto l'apertura tra le dita, soprattutto tra il 3° e il 4°, e per questo gli esercizi di Brahms sono molto efficaci.

Fino a qualche mese fa prendevo comodamente la nona, adesso mi è agevole anche la decima: penso che tutti possiamo migliorare, con pazienza e costanza.

<{POST_SNAPBACK}>

scusate potreste dirmi di che esercizio si tratta (non so, con che note inizia o altro)? io ho un'edizione abbastanza rara degli esercizi di brahms (la konemann music budapest), e i numeri non corrispondono a quelli dell'edizione ricordi, più comune..aiuto! grazie

Link al commento
Condividi su altri siti

scusate potreste dirmi di che esercizio si tratta (non so, con che note inizia o altro)? io ho un'edizione abbastanza rara degli esercizi di brahms (la konemann music budapest), e i numeri non corrispondono a quelli dell'edizione ricordi, più comune..aiuto! grazie

<{POST_SNAPBACK}>

Ettore Pozzoli, che ha curato l'edizione Ricordi, probabilmente ha seguito un criterio di difficoltà progressiva, cambiando quindi tutti i numeri degli esercizi.(?!)

L'esercizio n.8 della Ricordi dovrebbe corrispondere al n.16 dell'edizione in tuo possesso.

Inizia con due note tenute col dito 4: sol per la destra, si per la sinistra.

Vedi anche sul sito http://www.sheetmusicarchive.net/index.cfm

Fammi sapere se l'edizione ungherese corrisponde alla suddetta in internet.

Buona fortuna

Link al commento
Condividi su altri siti

Ciao ragazzi!

Io consiglierei per l'estensione della mano destra lo Studio op.65 n° 1 di Scriabin, ma solo a chi prende la nona abbastanza facilmente, altrimenti son dolori! :P

<{POST_SNAPBACK}>

quello è lo studio + strano che io abbia mai sentito!mi fa troppo ridere quando l'ascolto,e credo che per questo non riuscirei mai a suonarlo :D .

Link al commento
Condividi su altri siti

c'è anche una mia amica che la suona la suddetta sonata,e non ha delle mani grandi...anzi...sono grandi come le mie pressappoco.quindi NO MERAVIGLIA.

<{POST_SNAPBACK}>

Io mi meravigliavo del fatto che richter nei passaggi di ottave apriva le mani come se fossero delle seste!

poi certo uno con il talento e buona volontà può suonare quasi qualsiasi cosa.

Complimenti per la tua amica,mica facile quella sonata!anni fa i miei parenti mi avevano regalato lo sparito :ph34r: ,che io ho cambiato subito con i preludi di chopin :P (un po' + semplici sai com'è!)..cmq se mai riuscirò a diplomarmi,porterei quella al diploma. ;)

Link al commento
Condividi su altri siti

  • 5 months later...

Salve utenti!

visto che nella sezione sondaggi si parla di grandezza della mano, ho pensato di aprire questo topic per chiedervi delucidazioni circa:

1) i metodi che ci sono per allargare l'apertura della mano

2) gli eventuali autori che predispongono la mano ad un'apertura maggiore.

Tutto ciò perché io personalmente prendo una nona sicura con tutte e due le mani, mi piacerebbe allargare l'apertura della mano, perché ci sono diversi autori che mi sono preclusi a causa della mia scarsa apertura.

Saluti..

HermioneBlack

Link al commento
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Puoi rispondere adesso e registrarti subito dopo. Se hai un account, ACCEDI.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Condividi

  • Chi sta navigando   0 utenti

    • Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy