Vai al contenuto

Video flautati


Recommended Posts

questo è l'esercizio che consiglia Graf, per verificare/acquisire una corretta postura della destra -su di me è perfetto... mi saprete dire...

Sisi, tutto perfetto...

tutto preciso...

ma ora mi sto chiedendo... :huh:

come mai potrà essere una giornata con SiegmundRocco? :rolleyes:

:lol::lol::lol:

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • Risposte 1,7k
  • Created
  • Ultima Risposta

Top Posters In This Topic

Guest Joachim
Sisi, tutto perfetto...

tutto preciso...

ma ora mi sto chiedendo... :huh:

come mai potrà essere una giornata con SiegmundRocco? :rolleyes:

:lol::lol::lol:

questa è istigazione allo spam!! :o

cmq...

fai conto...

una giornata di anal isi, stesi su un lettino (ma anche no), con "trenta centimetri di oscillazione artistica" (sempre cit.) perennemente attiva...

(è per l'ipnosi, eh... non fraintendiamo... chè la "psichiatria freudiana" è una roba seria... tzè) :ph34r:

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

il consiglio di sollevare il braccio sinistro è ottimo!

la stabilita' aumenta di molto.

Forse per evitare di stancarmi lo tenevo troppo basso.

Il pollice destro piu indietro è perfetto per evitare che il polso si pieghi ...devo solo abituarmi ....si tratta quindi solo di tanta pratica!

Ha ragione fgpx. Ma in parte. Ossia non va assolutamente premuto il flauto contro il labbro, non è lì che si sostiene! E poi sono entrambe le mani che non sono posizionate correttamente. Controlla dove poni il pollice della destra, che dev'essere sotto il tasto del FA, e attenta a non posizionarlo troppo avanti, anzi, sforzati di porlo un po' più indietro così da tenere il polso un po' sollevato. Puoi controllare la posizione tenendo il flauto solo con la destra, devi riuscirci senza difficoltà.

La sinistra invece è quella che da molti più problemi: controllati il polso, non dev'essere troppo curvato verso l'esterno e devi cercare di appoggiarti contro l'incavo dell'indice, si formerà col tempo un bel calletto e un incavo adatto per sostenere lo strumento.

Ricordati che in linea di massima per tenere su il flauto c'è solo bisogno di creare due forze contrarie ma uguali: il pollice della mano destra che spinge in avanti e l'indice della sinistra che contrappone la forza verso l'interno. E' per questo che il flauto ruota, perchè la sinistra non ti contrappone giustamente la spinta che da la destra!

Probabilmente dovrai anche sollevare un po' il braccio sinistro, ma devi valutare tu, son consigli che ti posso dare per esperienza, ma prendili solo come tali! ;)

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
il consiglio di sollevare il braccio sinistro è ottimo!

la stabilita' aumenta di molto.

Forse per evitare di stancarmi lo tenevo troppo basso.

Il pollice destro piu indietro è perfetto per evitare che il polso si pieghi ...devo solo abituarmi ....si tratta quindi solo di tanta pratica!

Si infatti.

Io per mettere a posto il pollice detro, per un buon mesetto ho suonato appiccidando un quadratino di scotch di carta proprio sotto la chiave dell'indice dx. In questo modo mentre suoni "senti" dove si trova il tuo pollice e puoi metterlo senza fermarti.

Dopo un po' di tempo, diventa tutto naturale...

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

siete una vera miniera di consigli ...che dire ...grazie a tutti

Da oggi: braccio sinistro su e pollice FA all'indietro, esercizi di Joachim e nuovo mouse e tastiera (appena li trovo)

... e se non dovessi farcela ... credo che cambiero strumento!

come no... è fondamentale! B)

anyway...

questo è l'esercizio che consiglia Graf, per verificare/acquisire una corretta postura della destra -su di me è perfetto... mi saprete dire...

(cliccare per ingrandire)

grafposizionenoteru3.th.jpg

N = Posizione normale

+ = Chiave di mib chiusa (mignolo destro alzato)

Posizionare il pollice destro e l'indice sinistro in modo tale che, durante l'esercizio preparatorio, il flauto rimanga immobile.

Limitare sempre al minimo indispensabile la pressione nei punti di contatto flauto / pollice destro e flauto / indice sinistro.

Muovere le dita in maniera precisa ma rilassata. Evitare movimenti del polso.

Suonare sempre perfettamente legato, curare cioè la precisa coordinazione nei cambi di posizione, soprattutto all'inizio di ogni misura.

Articolare ogni terzina; in questo modo la lingua rimane sempre (anche negli esercizi tecnici) nella posizione più adatta all'articolazione.

ciao ^^

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
siete una vera miniera di consigli ...che dire ...grazie a tutti

Da oggi: braccio sinistro su e pollice FA all'indietro, esercizi di Joachim e nuovo mouse e tastiera (appena li trovo)

... e se non dovessi farcela ... credo che cambiero strumento!

Ma ce la farai sicuramente ;)

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Pero'.... aggiungo lo scotch alla lista di prima....

... ma con tutto questo da fare ... posso abbandonare per un po il mentronomo???? :P

Si infatti.

Io per mettere a posto il pollice detro, per un buon mesetto ho suonato appiccidando un quadratino di scotch di carta proprio sotto la chiave dell'indice dx. In questo modo mentre suoni "senti" dove si trova il tuo pollice e puoi metterlo senza fermarti.

Dopo un po' di tempo, diventa tutto naturale...

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Pero'.... aggiungo lo scotch alla lista di prima....

... ma con tutto questo da fare ... posso abbandonare per un po il mentronomo???? :P

Hehe, ringrazia Guavi per lo scotch ;) Se non era per lei avevo ancora il pollice messo male :lol:

Il metronomo non si abbandona. Anzi aiuta anche in questi esercizi, visto che ti costringe a mantenere l'impostazione corretta eseguendo movimenti ritmati, tipici del suonare no? ;)

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
fai conto...

una giornata di analisi, stesi su un lettino (ma anche no), con "trenta centimetri di oscillazione artistica" (sempre cit.) perennemente attiva...

(è per l'ipnosi, eh... non fraintendiamo... chè la "psichiatria freudiana" è una roba seria... tzè) :ph34r:

Ahhh si! Ricordo! :P

La tipica "ipnosi" usata nella "psichiatria" :blink: freudiana... :ph34r:

Beh, ma con queste premesse vado in analisi subito allora, altro che "autoanalisi"... :P

Joachim, conosci un buon "psichiatra" freudiano? :rolleyes:

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ho il vizio di fare scendere un po' il braccio destro, non per stanchezza, ma non me ne accorgo proprio

Io ho problemi con la spalla\braccio destro e non faccio altro che ricevere rimproveri dal mio maestro perchè lo tengo più basso... :rolleyes:

Penso che sia tutta questione di abitudine...

C'è anche da dire che il peso del flauto non è paragonabile a quello dell'ottavino :angry: e io mi ero abituata a suonare troppo il piccolo... uff!

... ma con tutto questo da fare ... posso abbandonare per un po il mentronomo???? :P

Io ho il terrore del metronomo! :ph34r:

Quando parte quell'odioso ticchettio (il mio metronomo è proprio vecchio stampo in legno e metallo e fa un baccano infernale!) mi blocco.... non riesco a partire.... cado in ipnosi.... devo preparare degli esercizi con esso e ho paura che sarà un disastroooooooooo <_<

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Io ho problemi con la spalla\braccio destro e non faccio altro che ricevere rimproveri dal mio maestro perchè lo tengo più basso... :rolleyes:

Penso che sia tutta questione di abitudine...

C'è anche da dire che il peso del flauto non è paragonabile a quello dell'ottavino :angry: e io mi ero abituata a suonare troppo il piccolo... uff!

Io ho il terrore del metronomo! :ph34r:

Quando parte quell'odioso ticchettio (il mio metronomo è proprio vecchio stampo in legno e metallo e fa un baccano infernale!) mi blocco.... non riesco a partire.... cado in ipnosi.... devo preparare degli esercizi con esso e ho paura che sarà un disastroooooooooo <_<

Se hai un bel pendolo a muro puoi usare quello. :P

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Io ho il terrore del metronomo! :ph34r:

Quando parte quell'odioso ticchettio (il mio metronomo è proprio vecchio stampo in legno e metallo e fa un baccano infernale!) mi blocco.... non riesco a partire.... cado in ipnosi.... devo preparare degli esercizi con esso e ho paura che sarà un disastroooooooooo <_<

Basta comprare un semplice metronomo digitale e magari metterlo silenzioso se il ticchettio t'infastidisce... ;)

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non dargli retta...loro sono flautisti professionisti ....quel coso mostruoso, digitale o no, è sempre orrendamente fastidioso.

Ti entra nel cervello, impedisce di sentire cosa suoni ,ad un certo punto non capisci piu nulla e soprattutto ti accorgi che non hai ascoltato nulla dell'esercizio suonato., a meno che tu non lo metta cosi basso che all afine te ne vai per conto tuo !!

Ti ho spaventato abbastanza??

....ho pessimo rapporto con il metronomo, ogni votla che lo accendo mi passa la voglia e al gioia di suonare, ma pare ci si debba fare amicizia a qualunque costo... e se lo dicono "loro" mi fido!!

Quando proverai facci sapere, almeno condivido questo dramma con qualcuno!

Basta comprare un semplice metronomo digitale e magari metterlo silenzioso se il ticchettio t'infastidisce... ;)
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Non dargli retta...loro sono flautisti professionisti ....quel coso mostruoso, digitale o no, è sempre orrendamente fastidioso.

Ti entra nel cervello, impedisce di sentire cosa suoni ,ad un certo punto non capisci piu nulla e soprattutto ti accorgi che non hai ascoltato nulla dell'esercizio suonato., a meno che tu non lo metta cosi basso che all afine te ne vai per conto tuo !!

Ti ho spaventato abbastanza??

....ho pessimo rapporto con il metronomo, ogni votla che lo accendo mi passa la voglia e al gioia di suonare, ma pare ci si debba fare amicizia a qualunque costo... e se lo dicono "loro" mi fido!!

Quando proverai facci sapere, almeno condivido questo dramma con qualcuno!

Omamma... :ph34r:

ma perchè parli così male del mio amatissimo metronomo? :rolleyes:

Quello di cui parli succede per il semplice motivo che forse metti una velocità troppo alta per le tue capacità del momento...prova a rallentare il tempo e vedrai che certe paranoie scompaiono improvvisamente ;)

Il metronomo bisogna saperlo usare, altrimenti è un oggetto assolutamente inutile.

PS: sarò pure professionista, ma lo uso da quando avevo 12 anni e continuo a usarlo ripeto... ;)

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Se hai un bel pendolo a muro puoi usare quello. :P

E ogni 4\4 un bel cucù che salta fuori e si mette a cantare.... :ph34r:

Per la gioia dei miei vicini :lol:

Basta comprare un semplice metronomo digitale e magari metterlo silenzioso se il ticchettio t'infastidisce... ;)

Credo che tu abbia decisamente ragione!

Ti entra nel cervello, impedisce di sentire cosa suoni ,ad un certo punto non capisci piu nulla e soprattutto ti accorgi che non hai ascoltato nulla dell'esercizio suonato., a meno che tu non lo metta cosi basso che all afine te ne vai per conto tuo !!

Ti ho spaventato abbastanza??

....ho pessimo rapporto con il metronomo, ogni votla che lo accendo mi passa la voglia e al gioia di suonare, ma pare ci si debba fare amicizia a qualunque costo... e se lo dicono "loro" mi fido!!

Quando proverai facci sapere, almeno condivido questo dramma con qualcuno!

Ho provato oggi.... ho poca pazienza per certe cose.... e non ho intenzione di fare incubi notturni per quell'aggeggio... :wacko:

Comprerò quello digitale e vedrò...

Il mio problema è che ho sempre suonato "ad orecchio", ascolto una melodia e la risuono uguale.... così ho finito per non saper neanche solfeggiare più.... :ph34r: Men che meno riesco ad adeguarmi al metronomo....

Guavaira, ti prego, non mi linciare per questa mia affermazione... :unsure:

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Il mio avatar esprime tutto...

:ph34r:

Doh!

:lol:

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Guavy, giuro non sono mai andata piu su' di 60, che quando suono in 4/4 con solo semiminime è lento assai!

Ma va bene cosi perche mi aiuta anche per il fiato.

Pero' devo dire qualceh miglioramento si sta producendo.

Dopo le spiegazioni di Minnie e fgpx sull'uso del metronomo qualcosa si smuove.

Venerdi ho sperimentato il ticchettio differenziato ad ogni battuta ... per i 4/4 un TIC e 3 TOC quindi con il TIC successivo comicia l' latra battuta.

Ho fatto lo stesso per i 3/4 e anche per suonare solo una successione di crome ( tipo scala).... posso dire che comincio a capirci qualcosa.

Rimane sempre impegnativo e faticoso ma almeno ora ha acquisito un senso, non è piu quel caos di suoni e ticchettii che vanno ognuno per conto loro senza alcun legame.

Che dici sono sulla buona strada ..ce la faro' prima o poi?

MA perche tutti cominciano ad usarlo dopo due anni di studio e a me gia mi tocca?

...spero sempre che qualcuno mi dica che è troppo presto!!...

Un in bocca al lupo a Flaux ... prima cominci e prima ti abitui...e poi non dar retta a me ...magari ti ci trovi subito bene!!!

Omamma... :ph34r:

ma perchè parli così male del mio amatissimo metronomo? :rolleyes:

Quello di cui parli succede per il semplice motivo che forse metti una velocità troppo alta per le tue capacità del momento...prova a rallentare il tempo e vedrai che certe paranoie scompaiono improvvisamente ;)

Il metronomo bisogna saperlo usare, altrimenti è un oggetto assolutamente inutile.

PS: sarò pure professionista, ma lo uso da quando avevo 12 anni e continuo a usarlo ripeto... ;)

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
MA perche tutti cominciano ad usarlo dopo due anni di studio e a me gia mi tocca?

...spero sempre che qualcuno mi dica che è troppo presto!!...

Un in bocca al lupo a Flaux ... prima cominci e prima ti abitui...e poi non dar retta a me ...magari ti ci trovi subito bene!!!

Io ho iniziato ad utilizzarlo dopo un po' perchè solo adesso ho trovato un maestro "serio" !! ;)

Comunque crepi il lupo, ti auguro buono studio :)

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guavy, giuro non sono mai andata piu su' di 60, che quando suono in 4/4 con solo semiminime è lento assai!

Venerdi ho sperimentato il ticchettio differenziato ad ogni battuta [...]

Rimane sempre impegnativo e faticoso ma almeno ora ha acquisito un senso, non è piu quel caos di suoni e ticchettii che vanno ognuno per conto loro senza alcun legame.

Che dici sono sulla buona strada ..ce la faro' prima o poi?

E' tutta una questione di abitudine: scusatemi, ma che differenza c'è per voi dal battersi il tempo con il piede e invece avere un cosetto che ve lo batte per voi? :huh: Non è più facile? Tra l'altro lui non potrà mai sbagliare mentre il nostro piede si... è una magica invenzione, non un aggeggio malefico :rolleyes:

Comunque credo che il tuo problema non stia tanto nel metronomo in sè, ma nello studio del solfeggio ;)

Un pezzo, almeno per ora, dovresti iniziare a studiarlo solo solfeggiandolo e poi quando hai sicurezza lo suonerai con l'aiuto del metrono. D'altronde "non si può non passare dalle forche caudine del solfeggio" [cit.]

MA perche tutti cominciano ad usarlo dopo due anni di studio e a me gia mi tocca?

...spero sempre che qualcuno mi dica che è troppo presto!!...

Perchè i tempi sono cambiati ed ora prima si risolvono i problemi e meglio è ;) Quando ho cominciato a studiare io il metronomo non era molto in voga porc... :ph34r:

E poi comunque ognuno è diverso, e dipende molto dall'insegnante e dal tuo livello di solfeggio.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
scusatemi, ma che differenza c'è per voi dal battersi il tempo con il piede e invece avere un cosetto che ve lo batte per voi? :huh: Non è più facile? Tra l'altro lui non potrà mai sbagliare mentre il nostro piede si... è una magica invenzione, non un aggeggio malefico :rolleyes:

In realtà quando il maestro tiene il tempo alle volte "rallenta" anche di poco venendo incontro alle tue difficoltà mentre il metronomo sarà difficile che dica <aspetta che rallento un secondo la mia corsa>...

Ho scoperto invece di soffrire un poco il fenomeno dei "battimenti"...

quando due flauti suonano in duetto sento come un "ronzio" nell'orecchio: non sono stonati i due strumenti, ma è l'effetto delle note che risuonano insieme.... :unsure:

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ho scoperto invece di soffrire un poco il fenomeno dei "battimenti"...

quando due flauti suonano in duetto sento come un "ronzio" nell'orecchio: non sono stonati i due strumenti, ma è l'effetto delle note che risuonano insieme.... :unsure:

Si, più che fenomeno dei battimenti questo si chiama terzo suono (di tartini). E' un suono che in realtà non esiste ed è dato solo da un "errore" dell'orecchio umano che tende a creare una fondamentale o a riempire gli intervalli

Quando due strumenti suonano assieme e sono perfettamente intonati si crea in genere una nota fondamentale a un'ottava sotto, che può essere sia la fondamentale che la quinta del bicordo che si sta suonando. Quando è perfettamente intonata la terza nota si percepirà in maniera molto marcata e soprattutto sarà intonata. Quando invece l'intervallo non è correttamente intonato si verificherà quello che tu chiamavi prima il fenomeno dei battimenti, ossia le frequenze delle due note non sono corrette da creare quel tipo di bicordo. E il terzo suono sarà stonatissimo :blink:

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Puoi rispondere adesso e registrarti subito dopo. Se hai un account, ACCEDI.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.


×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy