Vai al contenuto

Licenza di Storia della Musica


Recommended Posts

  • Risposte 99
  • Created
  • Ultima Risposta

Top Posters In This Topic

Ah, una domanda invece di carattere più pratico: ma di solito quanto dura un esame di storia della musica? 20 minuti? 30? Che poi ovviamente il tempo passi velocemente si sa :D ma è giusto per avere un'idea, anche perché venendo estratte a sorte tre tesine... bisogna tentare di parlare il più possibile bene di tutte e tre :ninja: e non è facile...

Una grande soddisfazione che ebbi l'anno passato, fu quella di aiutare il prof a fare gli esami (peccato che nn potevo essere in commissione perchè sono solo un allievo tirocinante, altrimenti avrei bocciato 2 allievi che se lo meritavano, perchè non avevano capito niente dell'argomento che stavano discutendo!).

Cmq in genere si regolano così: Visto che agli esami si presentano sempre in tanti e i prof con questo caldo si scocciano di fare esemi lunghi (tipo, iniziano alle 9 e finiscono alle 13, per pranzo), la durata media di un esame è di 15 m. In genere ti mettono a tuo agio, e ti fanno parlare (inizia dalla tesi che sai meglio), poi dopo un 5m ti stoppano e ti fanno una serie di domande, per vedere se hai capito quello che hai studiato, poi ti chiedono di parlare della seconda tesina (anche qui lo stesso procedimento). L'acustica nn la chiedono proprio, tuttalpiù ti chiedono di fare solo un esempio pratico, ma non una definizione scentifica universitaria come se stessi sostenendo l'esame di Fisica!

In sintesi, se sai parlare bene e hai studiato tutto per bene, però nel senso di aver capito tutto, un bel voto non te lo toglie nessuno. Io ti consiglierei di non studiare i particolari o approfonditamente tutto, a meno che tu non voglia 10!

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ammetto che il 10 lo vorrei :crying_anim02: (chi non lo vorrebbe...?) ma per soddisfazione personale, dato che sulle tesine sto mettendo anima e corpo.. nonché una intera estate senza vedere amici né altro :ninja:

Il problema è proprio questo: è che non voglio innervosire gli insegnanti sproloquiando all'infinito sugli aspetti più particolari di ogni tesina che mi capiterà. Ma contemporaneamente vorrei fargli capire che le cose le so e che non mi dispiacerebbe avere un bel voto... :( Non cerco maestri sadici chiaramente, ma nemmeno persone che si accontentino di sapere se conosci un dato fatto per poi metterti uno striminzito 6 al solo scopo di farti passare un esame che, per l'appunto, avresti potuto passare con un voto più alto...

Se vogliono metterti in difficoltà, che tipo di domande possono fare? Di carattere tecnico? E inoltre: è permesso mostrare una pagina ad esempio di una partitura per analizzarne qualche aspetto e dimostrare così che si conosce anche il lato pratico dell'argomento? :give_heart2: O anche mostrare una pagina di una lettera scritta da Tizio nel secolo TaldeiTali, eccetera...?

Ultima domanda: qualcuno qui ha già dato esami di storia al Santa Cecilia di Roma e sa che tipo di insegnanti potrebbero capitare nella commissione di Settembre? :ninja: Il mio maestro in merito non ha saputo dirmi nulla... Vorrei soltanto sapere se ci sono maestri più esigente o meno in qualche particolare aspetto storico, ad esempio. Cose così insomma.

PS: io anche studio sull'Allorto, ma non solamente. Mi sono affidata anche al "Manuale di Storia della Musica" del Surian (ed. Rugginenti), ai volumi dell'EDT, "Storia della Musica" (a cura della società italiana di musicologia), così come ad un'Enciclopedia di Storia della Musica dell'UTET e alla Garzantina (cioè al piccolo dizionario di Storia della Musica della Garzanti insomma, magari per le definizioni) :D Ah, ho anche il volume di storia della musica del Pannain. Certo, se non si sta attenti si rischia di fare tanta confusione con le fonti (molti autori spesso la pensano in modo totalmente differente!!) ma se si impara a consultarli insieme si può riuscire ad ottenere un ottimo risultato ;)

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Se vogliono metterti in difficoltà, che tipo di domande possono fare? Di carattere tecnico? E inoltre: è permesso mostrare una pagina ad esempio di una partitura per analizzarne qualche aspetto e dimostrare così che si conosce anche il lato pratico dell'argomento? :give_heart2: O anche mostrare una pagina di una lettera scritta da Tizio nel secolo TaldeiTali, eccetera...?

Molti lo fanno ad analizzare una partitura, però ti deve uscire una tesi tipo la 24, cioè quelle che parlano di forme strumentali tipo la toccata, fuga, concerto grosso, sonata etc.

Cmq nn ti preoccupare troppo, vedrai che l'esame di storia è facillissimo!

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ma più che altro intendevo se posso IO far vedere un frammento di partitura mentre sto ripetendo per poter dimostrare ad esempio dove un musicista aveva usato una particolare tecnica vocale, o compositiva, eccetera. ;)

Comunque... stavo riguardando le tesine, e mi è venuto un altro dubbio sul come organizzarne una (i dubbi mi vengono perché il mio maestro mi ha lasciata da sola... :(:glare: tks... ) . Mi riferisco alla ahm... beh, da me è segnata come tesina numero 15 questa: "Origini del melodramma". Devo parlare anche della scuola romana e veneziana in questa? Perché la tesina successiva, la numero 16, si intitola: "Origini e primo fiorire dell'oratorio - Giacomo Carissimi - La cantata e il Duetto da Camera - Monteverdi e la scuola Veneziana - La scuola romana". Nella 16 hanno messo insieme un botto di roba :ninja: sono due giorni che ci sto sopra e ancora non ne vedo la luce... Però mi chiedevo per l'appunto se debba parlare delle due scuole (veneziana e romana) nella 15, se tanto poi è la 16 che specifica chiaramente di farlo. Al più potrei accennare nella 15 alla nascita del primo teatro a Venezia (il San Cassiano) e dire che la scuola romana fu invece sorretta dal nobili e prelati che organizzavano spettacoli presso le loro sedi (come per i Barberini) e che ebbe centro -ovviamente- a Roma. Che ne dici?

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ma più che altro intendevo se posso IO far vedere un frammento di partitura mentre sto ripetendo per poter dimostrare ad esempio dove un musicista aveva usato una particolare tecnica vocale, o compositiva, eccetera. ;)

Comunque... stavo riguardando le tesine, e mi è venuto un altro dubbio sul come organizzarne una (i dubbi mi vengono perché il mio maestro mi ha lasciata da sola... :(:glare: tks... ) . Mi riferisco alla ahm... beh, da me è segnata come tesina numero 15 questa: "Origini del melodramma". Devo parlare anche della scuola romana e veneziana in questa? Perché la tesina successiva, la numero 16, si intitola: "Origini e primo fiorire dell'oratorio - Giacomo Carissimi - La cantata e il Duetto da Camera - Monteverdi e la scuola Veneziana - La scuola romana". Nella 16 hanno messo insieme un botto di roba :ninja: sono due giorni che ci sto sopra e ancora non ne vedo la luce... Però mi chiedevo per l'appunto se debba parlare delle due scuole (veneziana e romana) nella 15, se tanto poi è la 16 che specifica chiaramente di farlo. Al più potrei accennare nella 15 alla nascita del primo teatro a Venezia (il San Cassiano) e dire che la scuola romana fu invece sorretta dal nobili e prelati che organizzavano spettacoli presso le loro sedi (come per i Barberini) e che ebbe centro -ovviamente- a Roma. Che ne dici?

Va benissimo come affronti la questione!

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sono di nuovo in crisi... :girl_impossible:

Domanda: di cosa bisogna parlare di preciso nella tesina "Sviluppo musicale del Melodramma (recitativo, aria, finale, strumentazione espressiva) - Decadenza artistica" ? Il Surian, per l'argomento, riporta le pagine 97-99 e 112-134 del volume II, ma... sostanzialmente nelle prime parla di Metastasio, Goldoni eccetera... e nelle seconde parla dell'opera seria... che io invece avrei inserito più che altro nella tesina precedente, che parla dell'opera napoletana. Sì ok, forse è meno richiesto ma... mi pare altrettanto strano parlare dell'opera seria laddove si richiede di parlade dello sviluppo del melodramma :worried_anim:

Alla fine della fiera insomma: che argomenti devo trattare in ambedue? :crying_anim02: Cosa sto sbagliando?

Grazie mille in anticipo... :suicide_anim:

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • 7 months later...

ciao a tutti, sono nuova qui e non so se ho scelto la categoria giusta, altrimenti scusatemi! :blushing_x: comunque vorrei chiedervi una cosa: io mi sto preparando per l'esame di storia della musica a giugno, ora sto per finire il primo libro del surian e secondo i miei calcoli ce la dovrei fare. A chi l'avesse fatto, a voi cosa hanno chiesto?io , per esempio, non studio le date di nascita o di morte di autori non importantissimi, dite che me le potrebbe chiedere? a voi che voto hanno messo e a quante domande avete rispoto? scusate se le domande sono troppe, ma il fatto è che mi sto facendo in due per dare qst esame e vorrei andarci il più preparata possibile, anche perchè a 14 anni vorrei godermi l'estate e non passarla a studiare! grazie!

p.s.: anche se non avete fatto qst esame potete rispondere anche per eventuali consigli, grazie! :hi:

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao e benvenuta!

Ti segnalo un topic in cui in passato si è già affrontato l'argomento: Licenza di Storia della Musica.

L'esame di storia della musica si articola in tre parti:

1. Discussione di una fra le nove tesi di acustica.

2. Discussione di una fra le 12 tesi di storia della musica fino al Cinquecento.

3. Discussione di una fra le 20 tesi di storia della musica riguardanti i tempi moderni.

Sarai tu stessa ad estrarre a sorte le tre tesi sulle quali si baserà il tuo esame.

Posso chiederti se sei seguita da un insegnante?

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • 2 weeks later...

Ciao e benvenuta!

Ti segnalo un topic in cui in passato si è già affrontato l'argomento: Licenza di Storia della Musica.

L'esame di storia della musica si articola in tre parti:

1. Discussione di una fra le nove tesi di acustica.

2. Discussione di una fra le 12 tesi di storia della musica fino al Cinquecento.

3. Discussione di una fra le 20 tesi di storia della musica riguardanti i tempi moderni.

Sarai tu stessa ad estrarre a sorte le tre tesi sulle quali si baserà il tuo esame.

Posso chiederti se sei seguita da un insegnante?

Grazie per le informazioni, comunque per adesso studio da sola, il mio insegnante mi insegna pianoforte per il momento, poi dopo Pasqua mi dovrei far risentire da un insegnante...

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • 7 months later...

Ciao: qualcuno mi può dire un buon titolo di libro per Storia della musica, che segua le divisioni delle tesi ma che le approfondisca tesi per tesi? Io col mio ho difficoltà a raggruppare tutte le idee. Ho Allorto, ma dice due fregnacce per ogni tesi...e per approfondire Grout, il quale è più ampio ma faccio fatica a riordinare il tutto.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao: qualcuno mi può dire un buon titolo di libro per Storia della musica, che segua le divisioni delle tesi ma che le approfondisca tesi per tesi? Io col mio ho difficoltà a raggruppare tutte le idee. Ho Allorto, ma dice due fregnacce per ogni tesi...e per approfondire Grout, il quale è più ampio ma faccio fatica a riordinare il tutto.

puoi prendere il surian!

anzi, i surian, perché sono più volumi.

In generale è un po' dispersivo e talvolta farraginoso, ma per le tue esigenze è adeguato: è diviso in tesi e mediamente approfondito.

Ovviamente è superfluo aggiungere che la preparazione migliore te la dà un lavoro di ricerca su più fonti e di schematizzazione e rielaborazione personale dei contenuti disponibili. Io, ai tempi, studiai sulla storia della musica EDT... dire che non ho dimenticato nulla sarebbe una bugia, ma leggere, riassumere e organizzare i contenuti di tutti quei volumi mi ha fatto benissimo e ha lasciato delle nozioni ormai stabilmente residenti nel mio cervello :D

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

puoi prendere il surian!

anzi, i surian, perché sono più volumi.

In generale è un po' dispersivo e talvolta farraginoso, ma per le tue esigenze è adeguato: è diviso in tesi e mediamente approfondito.

Ovviamente è superfluo aggiungere che la preparazione migliore te la dà un lavoro di ricerca su più fonti e di schematizzazione e rielaborazione personale dei contenuti disponibili. Io, ai tempi, studiai sulla storia della musica EDT... dire che non ho dimenticato nulla sarebbe una bugia, ma leggere, riassumere e organizzare i contenuti di tutti quei volumi mi ha fatto benissimo e ha lasciato delle nozioni ormai stabilmente residenti nel mio cervello :D

Grazie proverò a guardare :D è che quello che uso io, più che altro, è un manuale universitario: cioè è indipendente dalla licenza di Storia (anche perhcè è un libro americano). E' una bibbia; ma per quanto riguarda le tesi come la 11 è difficile raggruppare il tutto :)

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie proverò a guardare :D è che quello che uso io, più che altro, è un manuale universitario: cioè è indipendente dalla licenza di Storia (anche perhcè è un libro americano). E' una bibbia; ma per quanto riguarda le tesi come la 11 è difficile raggruppare il tutto :)

ma sono tantissimi volumi o.O

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • 2 months later...
  • 3 weeks later...

Ragazzi, ma nella tesi che dice dell'opera francese da lulli fino ai giorni nostri, bisogna sapere vita morte miracoli di ogni singolo compositore? cioè di berlioz devo sapere dove è nato, dove ha studiato, o posso sapere solo le opere più importanti ?

mh... io non so nulla di anagrafica dei compositori e l'esame di storia l'ho passato lo stesso :D

Diverso il discorso degli studi: il "dove" lo lascerei da parte puntando più sul "con chi" e sulle conseguenze che questi incontri hanno avuto nella vita musicale del compositore ;)

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • 1 month later...

Ragazzi, in Lombardia dove mi conviene fare la licenza di Storia? Io non voglio un voto eccelso, mi basta passare. Vorrei evitarmi qualche musicologo ingrifato che mi chiede tutte le trame delle opere di Rossini...

Pensa se ti chiede tutte quelle di Donizetti :sarcastic_hand:

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • 2 months later...

Unisciti alla conversazione

Puoi rispondere adesso e registrarti subito dopo. Se hai un account, ACCEDI.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.


×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy