Jump to content

Iniziare a studiare da adulti


Kreutzer

Recommended Posts

  • Replies 332
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

ma scusate..è vero...i peggiori insegnati sono quelli che non ti sgridano mai....ma io sono fessa che vado a pagarmi un professionista per farmi sentire una nullità?per farmi dire cheho un'età troppo avanzata per studiare? bah...

ti stai contraddicendo blissina... :oB)

bravo andreozzo! hai detto la cosa giusta al momento giusto

B) lo faccio spesso... B):D:D

Link to comment
Share on other sites

ciao udo,

allora hai problemi con l'insegnante............procediamo con ordine

1) non è detto che chi è bravo e preparato nella sua materia, sia altrettanto bravo e preparato nel'insegnare, cioè nel trasmettere il suo sapere all'allievo

2) il fatto che sia un poco più giovane di te non dovrebbe essere un problema, non è una questione di età ma di sapere

3) l'insegnate deve stimolarti nel modo giusto, e questo dovete essere entrambi a comprenderlo; quindi può anche essere severo, ma tu devi fare progressi e non sentirti un'idiota. se ti senti frustrato, c'è qualcosa che non va. può essere nel suo modo di essere insegnate o nel tuo modo di essere allievo, fatto è che c'è qualcosa che ti disturba.

Fatte queste premesse, non credo che parlarne possa servire a molto, perchè se quello è il suo approccio con l'allievo, difficilmente lo cambierà. Il mio consiglio è di perseverare ancora per qualche tempo, diciamo da due a quattro mesi, e vedere se riesci ad accettare queste sgridate o a vederle sotto un'altra luce.

se la cosa non ti riesce, cambia insegnante: alla tua età si inizia a suonare per diletto, non per diventare concertisti, checchè ne dicano qui sul forum è la verità. quindi la lezione deve essere una cosa utile ma gioiosa, non deve diventare un peso, una fatica, uno stress.

Per finire, ti racconto un piccolo caso personale.

tempo fa presi lezioni di vela. al terzo corso, quindi non ero esattamente un principiante, mi capitò un insegnante molto più giovane di me, molto bravo, vincvitore di numerose regate su monoposto, che urlava per ogni cosa che non si faceva come voleva lui. i risultati sull'equipaggio furono disastrosi, perchè c'era uno stato di tensione a bordo che faceva sbagliare anche le manovre pù semplici e collaudate. lo stato d'animo era condiviso da tutta la ciurma (4 persone) e ne parlammo con il nostro skipper: non cambiò nulla nel suo atteggiamento e alla fine ci fu l'ammutinamento.

Link to comment
Share on other sites

in realtà sì, lo dico per esperienza ;)

il mio profS mi frusta (e fa benissimo) perché sono zuccona e non studio, ma in generale andiamo d'accordissimo. Quest'anno ho avuto problemi con il programma del diploma ma se non ci fosse stato lui con tutte le sue frustate, a due mesi dall'esame io avrei abbandonato la lotta.

Forse non hai letto quest'altro postS ;)

Link to comment
Share on other sites

Guest violet

Ho letto in un altro topic che il tuo maestro è anche un po' "latitante". Secondo me se non suoni per motivi come diventare concertista, etc, ma lo fai solo per piacere personale, perché suonare il pianoforte ti gratifica, potresti trovare un maestro che magari all' apparenza è "meno bravo", ma ti mette a tuo agio.

Condivido il discorso di Carla, ma d' altra parte se non si ha un carattere tale da sopportare un maestro che ti urla dietro forse è meglio cercare qualcuno che sia più compatibile con il proprio carattere.

Il rapporto maestro allievo non dev' essere sottovalutato, l' importante è trovare qualcuno che sappia darci ottime basi tecniche e che sappia tirare fuori da noi quello che serve per essere "musicisti" e per questo non c' è un' unica via nè un unico metodo.

Secondo me, udo dovresti semplicemente chiederti il motivo per cui suoni il pianoforte.Solo allora potrai prendere una decisione... rimanere dal tuo maestro e decidere che vuoi assorbire dalla sua esperienza tutto il possibile, nonostante le sgridate, o cercare qualcuno che sappia darti oltre alla basi tecniche...tranquillità. :)

Link to comment
Share on other sites

..... si ma molto esaurito questo maestro!!! se vuole aiutarti a imparare....deve avere pazienza...è pagato per questo!!! tu lo paghi e anche profumatamente per avere lezioni!! non è un atteggiamento giusto quello che ha con te!!!! scusami può essere il più bravo dell'universo!!ma a questo punto l'idiota è lui...e pure un fallito!! visto che non sa insegnarti come dovrebbe dire la sua testa!!

MA STIAMO SCHERZANDO?

Partendo dal fatto che comunque nessuno può permettersi di dare dell'idiota a qualcun'altro..e poi..Bliss..tu senza conosherlo dai dell'idiota ad una persona? :D

Solo perchè sta cercando di fare il suo dovere?

Si..va bene..METTERE A PROPRIO AGIO L'ALLIEVO...ok..Ma forse..proprio perchè è da pochi mesi che studia..nn è il caso di far credere che sia tutta una bella passeggiata..e che ci si possa improvvisare pianisti..così..da un giorno all'altro..

E' chiaro..che il suo Maestro sia competente..da quello che dice udo

Con questo non significa che debba avere un giusto metodo di insegnamento..ma senza dubbio sarà una persona preparata..che qualcosina saprà anche fare..non credete?

Forse..è solo l'approcio..ad essere un pò troppo forte..ma appena l'allievo avrà capito come dover studiare..Il maestro..forse..smetterà di fargli ripetere uno studio..ed un solfeggio per tre settimane..

Facile dire "CAMBIA INSEGNANTE"...

Ma che vi passa per la testa :D

Poi cmq..se tu..udo lo fai solo come passione..quindi..seriamente si..ma non pretendi ..grandi risultati..e ti accontenti di suonare.."tanti auguri a ttè..tanti auguri a mmè :P " e non tolleri il fatto..che ..in questo tuo periodo di vita..qualcuno ti possa dare dei suggerimenti ..o anche parlare con toni un pò troppo accesi..sei libero..di shegliere un'altra strada..E' giustissimo..nessun torto!

UDO IN OGNI CASO..non darti dell'idiota..perchè nn lo sei affatto..anzi.. :°)

Secondo me qui sono tutti matti... :ph34r:

...cos'è? invitate un novellino all'insubordinazione e all'anarchia? :o

Sono solo 4 mesi che studi...come fai a sapere cosa è bene fare? A che serve un maestro? (per di più giovane e preparato, stando a quanto dici) Secondo me, dovresti cercare di seguire i suoi consigli...all'inizio non è facile acquisire un metodo di studio ed è naturale avere qualche problema...ma col tempo chi ascolta i consigli di chi ne capisce qualcosa in più migliora certamente! Come al solito, insomma, sono l'unica a pensarla al contrario rispetto a tutti gli altri... ;)

D'ACCORDISSIMO :****

Link to comment
Share on other sites

Io proporrei di fare venire qui l'insegnante, così ci da la sua versione dei fatti, e in particolare ci dice se udo è davvero idiota oppure no.

Non raccolgo.. :angry: ..Sono io che mi sento un'idiota. Per lui dice che và bene come stà andando.

Link to comment
Share on other sites

Ho avuto anch'io un esperienza simile quando avevo 12 anni e studiavo il clarinetto.Non mi piaceva per niente il mio insegnante(Grande musicista, primo clarinetto alla Scala di Milano).In piu' non andavo particolarmente d'accordo con i miei genitori quindi figurarsi se mi avrebbero cambiato l'insegnante...cosi' tra un problema e l'altro ho mollato tutto perche' non ce la facevo a sopportare una situazione cosi' pesante psicologicamente per una dodicenne e lasciato perdere quando stavo studiando per l 'esame di ammissione al Conservatorio.Tornando indietro e considerato che i genitori non si possono cambiare avrei cambiato insegnante e ne avrei trovato uno un po' piu' paziente.Anche perche' il problema non ero io ma solo il suo carattere perche' a mia mamma diceva che io studiavo e andavo bene.Ho lasciato per anni il discorso musica e adesso che ho trent'anni ho ricominciato a suonare il piano, il mio primo amore.La prima cosa che ho pensato riguardo all'insegnante e' stata: spero che sia paziente e gentile, ma se non lo sara', non mollare!Poi per fortuna ho una insegnante molto tranquilla.

Quello che ti posso consigliare e':parlane con il tuo insegnante e se proprio non vi capite, ti consiglierei di cambiare e trovarne un altro che di insegnanti ce ne sono a migliaia.Non mollare di suonare per colpa di un insegnante!In fin dei conti hai 40 anni!

Link to comment
Share on other sites

  • 4 weeks later...

Salve ,sono nuova. Sono al quarto anno di pianoforte e ho 23 anni, ho iniziato da grande perchè da bambina avevo la scuola e altre distrazioni.Secondo voi è un bene o un male? quali sono i pro e i contro? nella mia accademia noto bambini che si sono iscritti e dopo qualche anno hanno lasciato perchè annoiati o presi da altre cose... io ora sono consapevole che è troppo tardi per diventare "qualcuno" ma lo faccio piu che altro per passione, una passione che ho da sempre.

Link to comment
Share on other sites

Ciao Ida, sono Alessandra e anch'io studio pianoforte e ho trent'anni.A dire la verita' ho cominciato a suonare il piano a otto anni e poi ho smesso perche' me ne hanno fatto perdere la voglia.E' molto bello suonare e studiare il pianoforte per cui va bene se si inizia a qualsiasi eta'.Poi per la carriera artistica ma chi se ne frega, uno deve suonare per piacere.Ma tu studi in un accademia?Io invece studio in una scuola di musica privata.Comunque devo dirti in tutta sincerita' che a 23 anni si e' mooolto giovani.Ciao :lol:

Link to comment
Share on other sites

Salve ,sono nuova. Sono al quarto anno di pianoforte e ho 23 anni, ho iniziato da grande perchè da bambina avevo la scuola e altre distrazioni.Secondo voi è un bene o un male? quali sono i pro e i contro? nella mia accademia noto bambini che si sono iscritti e dopo qualche anno hanno lasciato perchè annoiati o presi da altre cose... io ora sono consapevole che è troppo tardi per diventare "qualcuno" ma lo faccio piu che altro per passione, una passione che ho da sempre.

Credo che qualsiasi cosa fatta con passione abbia solo dei "pro", ci sono chilometriche discussioni in questo forum sull'età giusta per iniziare a studiare, ma fortunatamente hai tagliato la testa al toro dicendo che non vuoi diventare "qualcuno" ;)

Io ho ripreso a studiare seriamente (per quanto mi è possibile avendo lavoro <_< e famiglia :D ) dopo i 30, so che anche impegnandomi al massimo mi è preclusa gran parte della letteratura pianistica ma credo che anche quel poco che è alla mia portata sia sufficiente ad arricchire la mia vita.

In conclusione asseconda la tua passione, goditi il pianoforte e non pensare a quello che sarebbe potuto essere B)

Link to comment
Share on other sites

Guest Monkey Rufy
Se lo fai solo per passione va benissimo...

Ovviamente è scontato dirti che certi brani e/o autori ti saranno sempre esclusi.

Comunque, l'importante è fare una cosa piacevole che possa soddisfare.

Ciao a tutti!

Sono tornata dopo lunga assenza!

wow, quanta eleganza B)

Finalmente non vomiti in faccia alle persone B)

hgaughau ben ritornata.

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...

Important Information

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy