Vai al contenuto
firedrop

Allevi, Einaudi & altre schifezze

Recommended Posts

Periodicamente su questi schermi va in onda la battaglia tra classica e pop, o meglio tra "fondamentalisti" ed "ecumenici". E puntualmente mi incazzo, tanto che, per il bene del mio fegato, ho deciso da tempo di limitare le mie frequentazioni di questo forum.

Poi, passata la furia, provo a ragionare in termini obiettivi e pacati. Mi sto sempre più pessimisticamente convincendo che tra le due fazioni di cui sopra (io ovviamente faccio parte della seconda) c'è un'incomprensione fondamentale, tanto profonda che rende impraticabile ogni possibilità di dialogo. Questa incomprensione mi sembra perfettamente esemplificata dalla seguente esclamazione di Pollini:

Sei tu quello che qui mi sbalordisce :mellow: :mellow: . Aderisci ai comitati a tutela dei Fiamminghi e poi ascolti certa roba :wacko: :wacko: ?!? Ma come fai :o :o ?...

Pollini credo sia sincero quando dichiara il suo sbigottimento: Pollini davvero non capisce come si possano ascoltare i fiamminghi e Sollima. Trova innaturale ciò che per me e per altri è invece perfettamente naturale. Ma non basta:

Cioé, ormai pur di accattivarsi il pubblico si va a perdere il senso di cosa sia davvero la Musica Classica, o Colta che dir si voglia.

Pollini esclude a priori che un musicista esegua certe musiche semplicemente perchè gli piacciono, e attribuisce questa pratica ad esigenze mercantili. Davvero mi sembra un dialogo tra sordi, o meglio tra persone che non sentono le cose allo stesso modo.

(Beninteso non ho niente contro Pollini, ho solo usato i suoi post perchè particolamente esemplificativi)

Madiel ha quintali di buone ragioni quando dice che gli innesti forzati della musica "popolare" (sia rurale, il "folk" che urbana, il "pop") nella "classica" abbiano partorito troppo spesso brutture indicibili, ma non sempre questo è il caso, e mi tocca fare per l'ennesima volta il nome di Frank Zappa, che vabbè, a Madiel non piace, e ce ne faremo una ragione.

Infine, e un pochino fuori tema: Bach non è la stessa cosa di De André, e su questo non ci piove. Ma neanche Rossini è la stessa cosa di Stockhausen, e Lady Gaga non è la stessa cosa dei Radiohead. Insomma non vorrei che per evitare di fare tutta l'erba un fascio ci riducessimo a fare di tutta l'erba DUE fasci (classica e pop). Non mi sembrerebbe un grosso passo avanti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest Fede_Rinhos

Periodicamente su questi schermi va in onda la battaglia tra classica e pop, o meglio tra "fondamentalisti" ed "ecumenici". E puntualmente mi incazzo, tanto che, per il bene del mio fegato, ho deciso da tempo di limitare le mie frequentazioni di questo forum.

Poi, passata la furia, provo a ragionare in termini obiettivi e pacati. Mi sto sempre più pessimisticamente convincendo che tra le due fazioni di cui sopra (io ovviamente faccio parte della seconda) c'è un'incomprensione fondamentale, tanto profonda che rende impraticabile ogni possibilità di dialogo. Questa incomprensione mi sembra perfettamente esemplificata dalla seguente esclamazione di Pollini:

Pollini credo sia sincero quando dichiara il suo sbigottimento: Pollini davvero non capisce come si possano ascoltare i fiamminghi e Sollima. Trova innaturale ciò che per me e per altri è invece perfettamente naturale. Ma non basta:

Pollini esclude a priori che un musicista esegua certe musiche semplicemente perchè gli piacciono, e attribuisce questa pratica ad esigenze mercantili. Davvero mi sembra un dialogo tra sordi, o meglio tra persone che non sentono le cose allo stesso modo.

(Beninteso non ho niente contro Pollini, ho solo usato i suoi post perchè particolamente esemplificativi)

Madiel ha quintali di buone ragioni quando dice che gli innesti forzati della musica "popolare" (sia rurale, il "folk" che urbana, il "pop") nella "classica" abbiano partorito troppo spesso brutture indicibili, ma non sempre questo è il caso, e mi tocca fare per l'ennesima volta il nome di Frank Zappa, che vabbè, a Madiel non piace, e ce ne faremo una ragione.

Infine, e un pochino fuori tema: Bach non è la stessa cosa di De André, e su questo non ci piove. Ma neanche Rossini è la stessa cosa di Stockhausen, e Lady Gaga non è la stessa cosa dei Radiohead. Insomma non vorrei che per evitare di fare tutta l'erba un fascio ci riducessimo a fare di tutta l'erba DUE fasci (classica e pop). Non mi sembrerebbe un grosso passo avanti.

sottoscrivo tutto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest Carlin

Ma se la prendete come guerra tra faide è ovvio che non contribuite molto al confronto.

A me era sembrato di essere giunto a un punto di contatto con quello che diceva Fede:conta solo la qualità.Come non essere d'accordo,però riconosco che se mettiamo a confronto i due "mondi"(che di fatto esistono) da una parte c'è un deficit di qualità notevole,tutto qui.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest Fede_Rinhos

Ma se la prendete come guerra tra faide è ovvio che non contribuite molto al confronto.

A me era sembrato di essere giunto a un punto di contatto con quello che diceva Fede:conta solo la qualità.Come non essere d'accordo,però riconosco che se mettiamo a confronto i due "mondi"(che di fatto esistono) da una parte c'è un deficit di qualità notevole,tutto qui.

forse c'è un deficit nella musica di consumo, quella che ci perviene alle nostre orecchie, ma ci sono certi rami della musica leggera (spesso indie o addirittura "amatoriale") che fanno veramente paura. Io frequento da parecchi anni un sito di musicisti che usano tutti un programma di notazione musicale (non serve dirne il nome) che scrivono musica che fa veramente spavento. Doti di orchestrazione degne non dico di Ravel ma sicuramente al livello di un compositore di musica romantica minore (non so, un Saint Saens).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

quello che dici volendo si può anche sottoscrivere (tralasciando l'epiteto "musica facile"). Io mi ero messo a difendere Sollima perché non credo che

a) si sia mai spacciato per rivoluzionario

già, e chiediamoci il perchè... :shiftyeyes_anim:

B) ok, scrive musica magari un po' pop, magari un po' rock (ripeto, per me comunque siamo distanti dalla musica di consumo tout court). Quella musica è un vicolo cieco? può darsi, senz'altro. non ci hanno messo l'impegno intellettuale di uno Schoenberg. Ineccepibile. Ma non capisco che importanza abbia. Dalla maestria di Stockhausen sono usciti personaggi come i Kraftwerk, non dimentichiamocelo! E Steve Reich, che magari puoi dire che è un cialtrone ma di sicuro non si può dire che non sia un rivoluzionario, bandisce concorsi su chi fa i remix migliori dei suoi pezzi.

oddio Kraftwerk, e vabbeh, per ascoltare quella roba allora mi sparo una buona dose doppia di Brahms :D Certo che l'impegno intellettuale ha una sua importanza, sempre. Se si vuole scrivere musica che intrattenga i sensi niente da eccepire, moltissima musica classica ha questa valenza, però, insomma, chi ascolta dovrebbe cercare sempre un'opera d'arte. In forum spesso è tutto un fiorire di elogi per questo o quel cantante perchè "impegnato" in particolari ricerche o elucubrazioni, però i talenti stanno sempre nel loro ambito specifico. Gli ibridi piacioni fanno sempre male, sia all'impegno intellettuale che a quello artigianale. Reich non è un cialtrone, uno che si autopromuove così, in modo così americano, almeno per l'impegno commerciale va stimato :D

Tu dici giustamente che un bravo compositore prende spunto dalla musica popolare e ne innesta le tecniche per rinnovare il linguaggio. Dici che Sollima non lo fa e io sono sostanzialmente d'accordo. Oggi come oggi, secondo te, come si potrebbe fare un lavoro del genere?

Tieni presente che il ricorso alla musica popolare, per quando diffuso in tutto il XX secolo, ha avuto valenza differente da paese a paese, con risultati molto diversi. Però tutti i grandi compositori, da Ives a Bartok, ha rivissuto la cultura popolare in ambito accademico, hanno cioè cercato di esaltare una materia prima che in sè aveva poca importanza - o aveva importanza solo nel suo specifico ambito di provenienza. Nessuno di loro ha fatto il percorso contrario, cioè andare verso il popolare cercando di preservarlo, e quando ci hanno provato i risultati sono stati penosi. Hai mai sentito Sones de Mariachi arrangiato da Chavez ? Si è limitato a orchestrare la nota melodia popolare messicana, che in tutto e per tutto rimane una volgare baracconata da fiera. Una operazione senza alcun senso. Ecco, secondo me questo va evitato, perchè si fa male al pezzo popolare e l'autore ci fa una penosa figura. Invece, quando il pezzo viene ripreso, citato in ambito colto, trasfigurato, allora il discorso cambia. Eccome se cambia! (chiusa parentesi populista :D)

E' difficile rispondere al tuo quesito perchè non sono compositore, e i miei desideri magari sono in netto contrasto con la realtà della Storia. Di sicuro rimarrei nella tradizione occidentale della prima metà del XX secolo, pur ammettendo ogni novità tecnica sviluppata in ambito colto. Poi bisogna vedere se ciò è possibile, se si hanno le capacità (soprattutto) e se non si rischia di cadere in un eclettismo esasperato. Tra il dire e il fare c'è sempre un oceano di buone intenzioni senza sbocco... Di sicuro non mi interesserei alla cultura pop o rock.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ma se la prendete come guerra tra faide è ovvio che non contribuite molto al confronto.

A me era sembrato di essere giunto a un punto di contatto con quello che diceva Fede:conta solo la qualità.Come non essere d'accordo,però riconosco che se mettiamo a confronto i due "mondi"(che di fatto esistono) da una parte c'è un deficit di qualità notevole,tutto qui.

sì, sono d'accordo anche io che alla fine conta solo la qualità. Per questo motivo neppure sono ostile a priori alle contaminazioni, il problema è come queste contaminazioni vengono presentate e metabolizzate dall'autore. Certo, se sono piazzate qua e là tanto per fare scena, per accalappiare il pubblico, allora arrivederci e grazie, mi tengo il classico puro e duro :to_become_senile:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ieri sera su RAI 2 mi sono visto una lunga intervista del Maestro Allevi, dove, col contributo di una ignara e ridente intervistatrice, ci si proponeva di stabilire un parallelo fra Giovanni Allevi e Giacomo Puccini.

Entrambi accusati di scrivere una musica superficiale, minore, "di cassetta", entrambi osteggiati dalla critica e osannati dal pubblico.

Entrambi depositari di un verbo musicale universale, comprensibile a tutti, che rompe i confini del freddo accademismo elitario in cui "è precipitata la musica del '900".

Parlando poi dei suoi detrattori il Maestro Allevi ha ricordato le parole ingenerose di Uto Ughi nei suoi confronti ma si è dimostrato magnanimo: " Proprio lei, maestro Ughi, a cui io, dopo aver fatto la fila, avevo chiesto un autografo a un suo concerto, proprio lei che per me era ed è un idolo, mi dice queste cose... Ma certo è in buona fede, certo non è invidia la sua...".

Dopo Bach, Mozart, Chopin, Beethoven e altri, ecco ora comparire anche Giacomo Puccini in questa singolare "chiamata in correità". A quando Verdi?

E' comunque un vero peccato che i suddetti compositori, che Allevi tira in ballo per dimostrare la sua genialità, non possano, per ovvii motivi, esprimere un parere a riguardo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

" Proprio lei, maestro Ughi, a cui io, dopo aver fatto la fila, avevo chiesto un autografo a un suo concerto, proprio lei che per me era ed è un idolo, mi dice queste cose... Ma certo è in buona fede, certo non è invidia la sua...".

A quando le stigmate :shiftyeyes_anim: ?

Per il resto stendiamogli un velo pietoso addosso e riempiamolo di mazzate :spiteful: (alla Full metal jacket :spiteful:).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest Fede_Rinhos

Ieri sera su RAI 2 mi sono visto una lunga intervista del Maestro Allevi, dove, col contributo di una ignara e ridente intervistatrice, ci si proponeva di stabilire un parallelo fra Giovanni Allevi e Giacomo Puccini.

Entrambi accusati di scrivere una musica superficiale, minore, "di cassetta", entrambi osteggiati dalla critica e osannati dal pubblico.

Entrambi depositari di un verbo musicale universale, comprensibile a tutti, che rompe i confini del freddo accademismo elitario in cui "è precipitata la musica del '900".

Parlando poi dei suoi detrattori il Maestro Allevi ha ricordato le parole ingenerose di Uto Ughi nei suoi confronti ma si è dimostrato magnanimo: " Proprio lei, maestro Ughi, a cui io, dopo aver fatto la fila, avevo chiesto un autografo a un suo concerto, proprio lei che per me era ed è un idolo, mi dice queste cose... Ma certo è in buona fede, certo non è invidia la sua...".

Dopo Bach, Mozart, Chopin, Beethoven e altri, ecco ora comparire anche Giacomo Puccini in questa singolare "chiamata in correità". A quando Verdi?

E' comunque un vero peccato che i suddetti compositori, che Allevi tira in ballo per dimostrare la sua genialità, non possano, per ovvii motivi, esprimere un parere a riguardo.

A quando le stigmate :shiftyeyes_anim: ?

Per il resto stendiamogli un velo pietoso addosso e riempiamolo di mazzate :spiteful: (alla Full metal jacket :spiteful:).

ieri sera ha veramente superato ogni limite! oltre a propinare le sue solite balle sulla musica tutta tecnica e niente cuore, sta diventando sempre più presuntuoso. Ma poi, a livello intellettuale...che cos'ha da offrire? che influenze ha tratto? che tecniche usa? ma non ci spiega proprio niente? mah....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest Carlin

Mi aspettavo interventi in forum,perchè sapevo della trasmissione.

L'unica cosa che dovremmo fare penso sia quella di non parlarne più,restare completamente indifferenti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi aspettavo interventi in forum,perchè sapevo della trasmissione.

L'unica cosa che dovremmo fare penso sia quella di non parlarne più,restare completamente indifferenti.

Forse hai ragione tu....però io credo che qualcuno debba cercare di smascherare questo cialtrone di Allevi! Non lo si può lasciare libero di dire boiate in giro! Perchè la maggior parte della gente ormai,anche se non ascolta allevi, conosce il suo nome e lo associa subito alla musica classica per pianoforte!! Poi è ovvio che la gente non si interessi alla classica...l'unico punto di riferimento che hanno, grazie alla tv e alla pubblicità, è un autistico omosessuale riccioluto!! E' proprio una brutta immagine per il pianoforte!!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Forse hai ragione tu....però io credo che qualcuno debba cercare di smascherare questo cialtrone di Allevi! Non lo si può lasciare libero di dire boiate in giro! Perchè la maggior parte della gente ormai,anche se non ascolta allevi, conosce il suo nome e lo associa subito alla musica classica per pianoforte!! Poi è ovvio che la gente non si interessi alla classica...l'unico punto di riferimento che hanno, grazie alla tv e alla pubblicità, è un autistico omosessuale riccioluto!! E' proprio una brutta immagine per il pianoforte!!!

ormai confido solo in lui

sawbilly.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho notato oggi che nella pagina iniziale di Youtube dedicata alla musica : http://www.youtube.com/music non c'è il genere "classica".

C'è: Hit di oggi; Artisti famosi;Pop/Rock;R&B;Rap;Latino-americana;Elettronica;Internazionale;Umoristica/parlata;Country;Jazz;Folk;Religiosa;Reggae...!!! :scratch_one-s_head:

Chissà se ci fosse stata la sezione "classica" quali sarebbero stati i video in primo piano...Immagino "per elisa" e forse anche Allevi,Einaudi e cose del genere. Forse non mettere la sezione classica è stata un'ottima idea :lol:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest Fede_Rinhos

Ho notato oggi che nella pagina iniziale di Youtube dedicata alla musica : http://www.youtube.com/music non c'è il genere "classica".

C'è: Hit di oggi; Artisti famosi;Pop/Rock;R&B;Rap;Latino-americana;Elettronica;Internazionale;Umoristica/parlata;Country;Jazz;Folk;Religiosa;Reggae...!!! :scratch_one-s_head:

Chissà se ci fosse stata la sezione "classica" quali sarebbero stati i video in primo piano...Immagino "per elisa" e forse anche Allevi,Einaudi e cose del genere. Forse non mettere la sezione classica è stata un'ottima idea :lol:

vergognoso!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

è vergognoso che il caro giovannino si trova su "artisti famosi" alla voce "d'avanguardia"

È vergognoso che persino Justin Bieber e lady gaga vengano definiti "artisti" :wacko: :wacko: .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

è vergognoso che il caro giovannino si trova su "artisti famosi" alla voce "d'avanguardia"

beh alla ricordi..al piano dedicato alla musica classica..vai a musica contemporanea prima del settore musica sacra..e prima di boulez e berio trovi allevi..anche se non lo cerchi lo trovi, è in bella mostra sugli espositori cartellonati...e occupa un metro quadro di scaffali ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

beh alla ricordi..al piano dedicato alla musica classica..vai a musica contemporanea prima del settore musica sacra..e prima di boulez e berio trovi allevi..anche se non lo cerchi lo trovi, è in bella mostra sugli espositori cartellonati...e occupa un metro quadro di scaffali ;)

La prossima volta che devo andare a prendere qualche spartito da Ricordi mi ricorderò di fermarmi nel settore Cd per spiegare ai commessi che il settore più consono ad Allevi è il cassonetto dei rifiuti o al massimo la sezione Musica Pop del piano inferiore. Chissà se negli spartiti della classica si trovano le b( C )agatelle di Allevi :scratch_one-s_head: ...sarebbe l'apoteosi della demenzia :laughingsmiley:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest Fede_Rinhos

io veramente dicevo che è vergognoso che Youtube non metta una categoria sulla classica visto che non è un genere di nicchia e ci sono tanti video classici su youtube ultracliccati. se poi volete fare la solita invettiva contro Allevi e contro Justin Bieber e Lady Gaga (per me quest'ultima è senz'altro su un altro livello), fate voi....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

io veramente dicevo che è vergognoso che Youtube non metta una categoria sulla classica visto che non è un genere di nicchia e ci sono tanti video classici su youtube ultracliccati. se poi volete fare la solita invettiva contro Allevi e contro Justin Bieber e Lady Gaga (per me quest'ultima è senz'altro su un altro livello), fate voi....

Sì sì, si era capito quello che intendevi tu. Comunque NON toccatemi Justin Bieber!!! :laughingsmiley: è l'unico cantante Pop che ascolto negli ultimi tempi. :new_russian:

[media]http://www.youtube.com/watch?v=28VmUxTDU5Q [media]http://www.youtube.com/watch?v=kffacxfA7G4

[media]http://www.youtube.com/watch?v=o9tJW9MDs2M [media]http://www.youtube.com/watch?v=EEuQU6a90Pc

Fra tutti lui almeno ha la faccia simpatica e ha una bella storia! Un fenomeno commerciale costruito veramente bene. Un esempio del nuovo meccanismo economico musicale. :thumbsup_still:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

che amore Justin Biber! Vien voglia di regalarlo a Rosa e Olindo :ninja:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Però prima di linkare certi video mettete uno spoiler dai, mi sono rovinato la mattinata.

Un qualcosa tipo "contenuti potenzialmente traumatici, guardare a proprio rischio"

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...