Jump to content

Quale compositore americano preferite?


bruyland

Chi è secondo voi il compositore più rappresentativo della musica americana?  

103 members have voted

  1. 1.

    • Charles Ives (1874-1954)
      24
    • George Gershwin (1898-1937)
      33
    • Aaron Copland (1900-1990)
      11
    • Elliot Carter (1908)
      2
    • Samuel Barber (1910 - 1981)
      5
    • John Cage (1912-1992)
      8
    • Leonard Bernstein (1918 - 1990)
      8
    • Steve Reich (1936)
      3
    • Philip Glass (1937)
      3
    • Roy Harris (1898-1979)
      0
    • George Rochberg (1918-2005)
      0
    • Carl Ruggles (1876-1971)
      1
    • William Schuman (1910-1992)
      2
    • Peter Mennin (1923-1983)
      0
    • Ned Rorem (1929)
      0
    • Henry Cowell (1897-1965)
      1
    • Charles Wuorinen (1938)
      0
    • John Corigliano (1938)
      0
    • George Crumb (1929)
      0
    • altri
      3


Recommended Posts

Come al solito molti nomi importanti sono rimasti fuori.

Specificare il nome per la preferenza "altro"...

è gradito il suggerimento anche dei pezzi che eventualmente preferite

(ad es. Glenn potrebbe scrivere "Cage: concerto per pianoforte pretarato" :P:D:lol: )

P.S. Anche se non conoscete tutti gli autori ma vi piace (uno a caso) Gershwin, potete esprimere comunque la vostra preferenza, OK?

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 151
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

BUHUUUUUUUUUUU!! perchè siete così cattivi? sono in dubbio fra gershwin e Reich, però neanche carter mi dispiacerebbe... di Reich sicuramente bella "l'america prima della guerra", treni diversi. però ci sarebbe da menzionare anche Richard Addinsell (1904 - 1977) con il suo stupendo concerto di Varsavia, bello anche Ives... ci devo pensare

Link to comment
Share on other sites

ho votato senza dubbio per Ives, sia perchè è il compositore statunitense più importante in assoluto.... e sia perchè è tra miei preferiti ! Ma non è il solo. Amo quasi in pari misura anche Carl Ruggles (1876-1971) ed Elliott Carter. Poi ho anche parecchia simpatia per William Schuman (1910-1992) e Roger Sessions (1896-1981). Non sopporto Cage, Barber, jazzisti alla Gershwin e la compagnia minimalista. Ascolto anche Copland, un tempo più di frequente perchè da ragazzino mi piaceva un sacco, Harris, Thomson e qualche altro minore ma senza troppo entusiasmo.

Link to comment
Share on other sites

BUHUUUUUUUUUUU!! perchè siete così cattivi? sono in dubbio fra gershwin e Reich, però neanche carter mi dispiacerebbe... di Reich sicuramente bella "l'america prima della guerra", treni diversi. però ci sarebbe da menzionare anche Richard Addinsell (1904 - 1977) con il suo stupendo concerto di Varsavia, bello anche Ives... ci devo pensare

ciccio bello, Richard Addinsell era inglese e scriveva musiche da film..... compresa quella da te citata.....

Link to comment
Share on other sites

addinsell inglese????? ma sai che forse hai ragione... non so perchè mi sono autoconvinto che fosse americano...

che figura di emme  :D  :ph34r:

e credo fosse proprio inglese di Oxford.... :D:D:D:D.... per la m*** basta pulirsi la scarpa :lol::lol::lol: Oppure lasciarla sporca e chiusa in una busta di plastica doppia almeno un mese :D:D:D:D:D:D (ogni riferimento a persone viventi di questo forum e a situazioni reali è puramente casuale) :lol:

Link to comment
Share on other sites

addinsell inglese????? ma sai che forse hai ragione... non so perchè mi sono autoconvinto che fosse americano...

che figura di emme  :D  :ph34r:

e credo fosse proprio inglese di Oxford.... :D:D:D:D.... per la m*** basta pulirsi la scarpa :lol::lol::lol: Oppure lasciarla sporca e chiusa in una busta di plastica doppia almeno un mese :D:D:D:D:D:D (ogni riferimento a persone viventi di questo forum e a situazioni reali è puramente casuale) :lol:

pochine, le emoticons... :lol:

Link to comment
Share on other sites

addinsell inglese????? ma sai che forse hai ragione... non so perchè mi sono autoconvinto che fosse americano...

che figura di emme  :D  :ph34r:

e credo fosse proprio inglese di Oxford.... :D:D:D:D.... per la m*** basta pulirsi la scarpa :lol::lol::lol: Oppure lasciarla sporca e chiusa in una busta di plastica doppia almeno un mese :D:D:D:D:D:D (ogni riferimento a persone viventi di questo forum e a situazioni reali è puramente casuale) :lol:

pochine, le emoticons... :lol:

beh, facciamo felice Cucciola & c. :D:D:D:D

Link to comment
Share on other sites

Gershwin, perchè oltre ad essere il mio preferito è quello che più si avvicina alla musica americana per eccellenza: il Jazz.

è solo la musica più conosciuta..... ma classificare gli statunitensi come ignoranti di musica classica è quanto meno riduttivo. Nel 900 hanno avuto dei grandi compositori e autentici geni, anche se molti sono controversi e la storia della musica li ricorderà più per le "sparate" che per la validità delle opere. Per come la vedo io Gershwin rimane un ibrido rispetto alla classica ma anche rispetto al jazz vero e proprio.

Link to comment
Share on other sites

Non ho detto che gli americani sono ignoranti in fatto di musica classica, ma che la loro unica tradizione compositiva che nasce e si sviluppa in America, per poi sconfinare negli altri continenti, è il jazz. Per la musica classica l'influenza è stata inversa (Europa verso America). Del resto un enorme contributo deriva dai numerosissimi musicisti originari del vecchio continente, giunti in USA spesso per motivi politico-economici. Questo non lo si può negare.

Link to comment
Share on other sites

Non ho detto che gli americani sono ignoranti in fatto di musica classica, ma che la loro unica tradizione compositiva che nasce e si sviluppa in America, per poi sconfinare negli altri continenti, è il jazz. Per la musica classica l'influenza è stata inversa (Europa verso America). Del resto un enorme contributo deriva dai numerosissimi musicisti originari del vecchio continente, giunti in USA spesso per motivi politico-economici. Questo non lo si può negare.

Compositori come Cage, Reich, Glass non hanno minimamente subito l'influenza europea.

Il primo soprattutto è stato esplosivo quando è venuto in Europa, tutti l'hanno visto come un modello da imitare per uscire dalle paranoie di Darmstadt.

Anche Ives con il romanticismo europeo mi sembra che abbia poco a che fare.

A me piacciono molto anche Copland e Barber che in Europa sono sottovalutati ma secondo me non sono inferiori a musicisti come Poulenc, Britten, Milhaud, Ibert...

P.S. gli americani sostengono di aver inventato la pizza! non vanno presi molto sul serio per quel che dicono... :D

Link to comment
Share on other sites

Compositori come Cage, Reich, Glass non hanno minimamente subito l'influenza europea.

Il primo soprattutto è stato esplosivo quando è venuto in Europa, tutti l'hanno visto come un modello da imitare per uscire dalle paranoie di Darmstadt.

Anche Ives con il romanticismo europeo mi sembra che abbia poco a che fare.

A me piacciono molto anche Copland e Barber che in Europa sono sottovalutati ma secondo me non sono inferiori a musicisti come Poulenc, Britten, Milhaud, Ibert...

Ok. Però il confronto Gershwin-Cage, almeno in termini di popolarità (e di eseguibilità), secondo me è improponibile.

Comunque, benchè i compositori da te citati siano innovativi, la portata rivoluzionaria del jazz non si può paragonare a quella di altre correnti.

Probabilmente il fatto che molti di questi, come hai detto, siano sottovalutati è indubbiamente un fattore condizionante.

Link to comment
Share on other sites

il jazz è un fenomeno popolare ma mi sembra non sia da considerare una vera forma d'arte. Concordo con Bruyland per quanto concerne l'influenza musicale degli USa sull'Europa, seppure limitata ad un solo decennio e alla sola musica cosidetta colta. I nostri compositori scoprirono l'idiozia di Cage dopo l'idiozia di post-weberniana come liberatoria: è vero. E come al solito, perchè far gregge è la cosa che viene meglio agli artisti politicizzati europei o che credono di possedere chissà quale verità artistica, si sono buttati anche su Cage facendolo diventare inutile moda.

Le influenze romantiche su Ives esistono, specie nelle prime tre sinfonie e in molte opere anteriori al 1905 (e del romanticismo più becero: Brahms, Schumann ecc.). E sono dell'opinione di considerarlo un figlio genuino del romanticismo americano di metà ottocento con forti venature metafisiche, benchè il suo modus operandi sia in tutto e per tutto d'avanguardia o a-sistematico.

Allargherei il discorso dell'originalità di Bruiyland a tutte le generazioni americane del 900, non solo al periodo post 1950. Esclusi Ives e Ruggles per il primo ventennio, non ci sono di fatto compositori che ebbero autonomia artistica. Ciò invece succede dopo il 1920, quando una generazione intera andò a studiare qui da noi. Però poi tutti gli autori indistintamente (di qualsiasi corrente o "stile") cercarono di dare una risposta americana alle domande tecniche-filosofiche che andavano facendosi in Europa. Nessun compositore statunitense, ma dico nessuno a ragion veduta avendo ascoltato molto in proposito, nonostante qualche influenza superficiale nella orchestrazione o in certe forme utilizzate, ha seguito pedestramente gli esempi europei. Faccio qualche esempio: la politonalità di Schuman non è paragonabile con quella neoclassica francese, la dodecafonia di Sessions è autonoma e diversa rispetto a quella europea schoenberghana e post weberniana (lo stesso dicasi per il quasi "seriale" Riegger), il cosidetto classicismo-jazzistico di Copland e c. è frutto di lavoro e aspirazioni autonome. Ecc. ecc. (a proposito, se qualcuno può provi ad ascoltarsi i brani Connotations e Inscape di Copland e noterà l'utilizzo innovativo della serie dodecafonica, lontanissimo da quello europeo post-schoenberghiano, fuso con le esigenze e lo stile suo solito !)

Detto questo poi si può ragionare sul valore intrinseco delle composizioni, perchè scrivere con originalità non significa necessariamente essere musicisti geniali.

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...

Important Information

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy