Vai al contenuto
Angeletto

Confronto clarinetti: Patricola - Selmer - Buffet

Recommended Posts

ok, torniamo all'argomento del topic please!

riassumendo qui abbiamo una maggioranza di selmer, e buffet, qualche caso di yamaha, di leblanc, di patricola, di orsi (mi sembra che clarinetto1 ne avesse parlato in un'altra discussione).

e i wisemann dove li lasci? ihihihihihihihihihihih

ok, mi autocensuro!!!!!

(comunque ancora per poco...poi sarò un buffettato anch'io...)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
e i wisemann dove li lasci? ihihihihihihihihihihih

ok, mi autocensuro!!!!!

(comunque ancora per poco...poi sarò un buffettato anch'io...)

giusto scusate per tutte le marche che non ho nominato e che avete in possesso....

:rolleyes::rolleyes::rolleyes:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ritaglio un mio piccolo posticino nella discussione per sottoporVi una "variazione sul tema". . . .

Finora si sono paragonate le diverse marche produttrici di clarinetti considerando (presumo) solo ed

esclusivamente LO STRUMENTO per eccellenza, vale a dire il clarinetto in SI b . . . .

Visto che però qualcuno ha tirato in ballo addirittura i Weismann, allora mi permetto di chiederVi pareri ed opinioni anche sui clarinetti in DO, sempre prodotti dalle varie case che fanno anche i clarinetti in SI b. Vorrei da Voi giudizi ed opinioni legate alle rispettive esperienze in merito a questa "variante" di clarinetto.

In altre parole : secondo Voi le migliori ditte produttrici di clarinetti in SIb sono anche le migliori nella produzione dei clarinetti in DO ?

Grazie !!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Sto facendo seriamente un pensierino sui Patricola, anche perchè visti i prezzi Buffet, mi dovrei rivolgere ad un RC usato e, quindi, avere meno possibilità di scelta.

Poi i patricola sono quasi miei vicini di casa e, quindi, sarei agevolato.

Qualcuno, addirittura, sostiene che oggi i Patricola hanno superato iBUffet.

Vuoi darmi qualche informazione in più per piacere?

Anche in privato

grazie

pee wee

Purtroppo altre informazioni non ne ho.

Se sono vicini a casa tua, vai tranquillo, sono gentilissimi e disponibilissimi.

Cerca solo di andare quando hanno una certa disponibilità di strumenti da provare, scegli anche il barilotto e la campana migliore che possono offrire.

Buona fortuna

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Purtroppo altre informazioni non ne ho.

Se sono vicini a casa tua, vai tranquillo, sono gentilissimi e disponibilissimi.

Cerca solo di andare quando hanno una certa disponibilità di strumenti da provare, scegli anche il barilotto e la campana migliore che possono offrire.

Buona fortuna

Un vero peccato, mi era parso di capire che tu almeno li avessi provati. Saresti stato il primo che incontro. Me li ha straconsigliati un rivenditore Buffet che ha sostenuto le stesse cose che ho letto qui (troppa produzione, ecc.) ed ha anche detto che a suo modo di vedere ormai hanno superato la qualità Buffet.

La Buffet ha trovato ottimi canali per vendere il proprio prodotto. Anche pubblicitari: sul cd del concerto di Mozart inciso da De Peyer compare una campana con in bella vista il marchio Buffet. Un vero peccato che De Peyer usi i Peter Eaton :lol:

Anche Selmer non scherza. Nel fascicolo interno del cd dell'opera per clarinetto di Cahuzac compare la seguente scritta: selmer is proud to present the first recording on the new Odyssee clarinet.

Il retro del cd però reca la scritta: Guy Dunguin (che è l'esecutore) joue sur une clarinette Selmer "Signature".

Con simili canali informativi non è facile orientarsi per un non tecnico :(

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
e i wisemann dove li lasci? ihihihihihihihihihihih

ok, mi autocensuro!!!!!

(comunque ancora per poco...poi sarò un buffettato anch'io...)

io li lascerei al negoziante.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Aspetta pero', io ho cd di clarinettisti che usano buffet, ma nella retro copertina sottolinenano che lo strumento usato e' un patricola. Non metto in dubbio la buona fede della registrazione - ma magari l'artista ha usato quei strumenti solo per l'incisione...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Un saluto a tutti.

Volevo chiedervi informazioni sui clarinetti patricola, cosa ne pensate.

Il fatto che vengano prodotti con una stagionatura dell'ebano "tradizionale" non dovrebbe garantire un prodotto migliore rispetto ai clarinetti di produzione "industriale"?

Se qualcuno li ha provati potrebbe dirmi le differenze con i Selmer ed i Buffet?

So per certo che Gabriele Mirabassi suona con un Patricola ed il suo suono è spettacolare, ma è anche vero che lui saprebbe ottenere quel suono anche con un clarinetto di plastica.

Grazie

Angelo

Salve,

Questo è vero lui suonerebbe tutto, ma perchè non chiedersi come mai da alcuni anni li suona, non penso che uno come lui si adatti a usarne uno di poca "qualità", riflettiamoci.

Ciao Virtuoso

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Un vero peccato, mi era parso di capire che tu almeno li avessi provati. Saresti stato il primo che incontro. Me li ha straconsigliati un rivenditore Buffet che ha sostenuto le stesse cose che ho letto qui (troppa produzione, ecc.) ed ha anche detto che a suo modo di vedere ormai hanno superato la qualità Buffet.

La Buffet ha trovato ottimi canali per vendere il proprio prodotto. Anche pubblicitari: sul cd del concerto di Mozart inciso da De Peyer compare una campana con in bella vista il marchio Buffet. Un vero peccato che De Peyer usi i Peter Eaton :lol:

Anche Selmer non scherza. Nel fascicolo interno del cd dell'opera per clarinetto di Cahuzac compare la seguente scritta: selmer is proud to present the first recording on the new Odyssee clarinet.

Il retro del cd però reca la scritta: Guy Dunguin (che è l'esecutore) joue sur une clarinette Selmer "Signature".

Con simili canali informativi non è facile orientarsi per un non tecnico :(

Ciao,

Scusate anche io mi ponevo diverse domande poi ho avuto modo di ascoltare un concerto di Gabriele Mirabassi "che clarinettista ragazzi" e sono riuscito a scambiare due parole con lui. Sul suo strumento "Patricola" semplicemente mi ha detto di contattare i "Patricola" e di andare a provare i lori strumenti, solo in quel modo avrei avuto le risposte alle mie domande.

Be' l'ho fatto recentemente e devo dire che la qualità di questi strumenti è davvero grande, ho provato il nuovo "Virtuoso" ed è fantastico, andateli a provare di persona ne vale la pena e non si "paga" nulla per farlo, ah provate il modello in Rosewood su suona con un soffio ed è bellissimo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
anche i patricola sono cari. poi vedrai.

Salve,

Non sono molto d'accordo sul fattore prezzi, secondo me sono più che buoni, stiamo parlando di strumenti di fascia alta e va tenuto conto che alcuni miei amici di Latina che li hanno da alcuni anni mi hanno detto di non avere mai avuto problemi di alcun genere specie "spaccature", mentre si sà che con gli altri non è proprio così, una cosa su cui pensarci no...

Io ho appena venduto il mio "vecchio" Buffet Rc e sto (dopo averli provati) per ordinarne uno.

Forza siamo Italiani perchè non valorizzare un prodotto Italiano quando ne vale la pena.

Ciao Virtuoso

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il Buffet sicuramente ha un buon nome ma prova i "Patricola" e vedrai che sia i SIb che i loro DO sono fantastici su intonazione e suono, io ne ho appena ordinato uno dopo averli già provati da loro con il mio "vecchio" maestro.

Sono gentilissimi e se vai da loro ti fanno vedere tutto su come nasce un clarinetto, fantastico.

Ciao Virtuoso

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest k3v

ciao, dovrei comprarmi il mio primo clarinetto buono e dovrei spenderci sui 2000€, mi potete dire i modelli validi che stanno su questo prezzo? considerando che vivo in sicilia (più precisamente a palermo, ma per comprarlo mi posso pure spostare)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ciao, dovrei comprarmi il mio primo clarinetto buono e dovrei spenderci sui 2000€, mi potete dire i modelli validi che stanno su questo prezzo? considerando che vivo in sicilia (più precisamente a palermo, ma per comprarlo mi posso pure spostare)

ciao

io sono di Agrigento e suono con un Patricola

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Vorrei portare la mia esperienza, anche se limitata e parziale.

Più e più volte ho potuto constatare che vi può essere notevole differenza in clarinetti nuovi dello stesso modello e della stessa marca. Questo provandoli in modo serio con parere condiviso;

oserei dire di più : anche senza usare l' accordatore, e se ne accorge anche chi ascolta e in tempi brevi.

Certo è essenziale cercare di essere scevri da pregiudizi o interessi. E modestamente anche abituati alle prove.

All' atto pratico non penso che ad esempio comprare un RC garantisca di avere fatto il miglior acquisto.

Penso piuttosto che l' acquisto sia ottimo se ne hai avuto la possibilità di provarne alcuni.

Certo avere una fabbrica come Patricola a portata di mano è molto stimolante. Un mio passato maestro, me ne parlò veramente bene e se abitassi in zona mi vi sarei già recato e sarei un loro cliente.

Ciao

Francesco

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest k3v

beh, mi puoi dire dove li hai comprati e come ti ci trovi?

ps: ma che strumenti ci sono dai 1500€ ai 2500€? Rc, Patricola Virtuoso (quanto costa) e di selmer e le Blanc che cosa c'è?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

secondo me l'rc è un ottimo acquisto, io me lo prenderò fra poco. ne ho provati più di uno e suonano che è una meraviglia. ci puoi arrivare al diploma e oltre. comunque io le altre marche non le ho mai usate. ho provato e10, e11, prestige, rc, festival ma sempre e solo buffet.

sarebbe molto comodo fare un' elenco dei clarinetti delle varie marche e un confronto, del tipo:

PROFFESSIONALI:

buffet tosca=selmer nonsochè=patricola ecc.... prezzo 4000 euro circa

prestige=recital=orsi........... prezzo 2800 euro circa

DA STUDIO

buffet e10=............................................ecc.........

credo che sarebbe molto utile per tutti i clarinettisti del forum ed eviterebbe la continua apertura di topic su: è meglio questo o quello? ecc......

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Diciamo che ho notato un'affetto anomalo dettato magari da interessi commerciali? Cioè, quando vedo un professore o un maestro che hanno un buffet (per esempio) e tutti i loro allievi che hanno un buffet, mi viene qualche dubbio.

Le marche sono numerose nevohteeb, sinceramente non mi sento neanch'io di dire "quello è meglio di questo"..

Quelle citate, Selmer e Buffet sono sicuramente notevoli.. Ma LeBlanc?

Orsi e Patricola sono case artigianali, ma Louis Rossi e Ripamonti? Senza che calcolare che ogni casa ha numerosi modelli, non credo che qualcuno li abbia provati tutti.

Ci sono anche gli Amati, molti ne parlano male, ma del parere altrui mi fido relativamente, poi anche lì ci sono vari modelli, chi dice che quelli professionali siano di basso livello?

Anche la Jupiter, che di solito fa strumenti da studio, ha fatto una linea di clarinetti di un certo livello, i Parisienne.

Una varietà incredibile quindi.. Allora quelli più popolari sono quelli realmente migliori o quelli meglio pubblicizzati?

Invece trascende da questi paragoni il discorso Yamaha.

La casa giapponese -a differenza delle aziende citate- è una enorme multinazionale con risorse che le altre case non possono neanche immaginare: negli ultimi anni sta investendo molto sugli strumenti d'orchestra e in varie sezioni sta raggiungendo l'eccellenza. Conoscenti mi parlano in maniera egregia degli Yamaha, in particolare dell'ultimo modella: YCLCSG

http://www.yamaha-europe.com/yamaha_europe..._CSG/index.html

Personalmente ho un YCL 650 e mi trovo benissimo.. il prezzo è sensibilmente inferiore agli altri strumenti professionali delle varie case, in quanto un'azienda di questo tipo può avere prezzi più concorrenziali, così come fa per i pianoforti, mantenendo comunque l'eccellenza.

Mi trovo molto bene e aggiungo che non ha i problemi d'intonazione che altre case hanno..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho visto un clarinetto patricola, e devo dire che l'effetto visivo (il colore e le venature del legno) è veramente spettacolare... per quanto riguarda il suono bisognerebbe vedere quanto merito fosse del clariettista e quanto del clarinetto.

Comunque io mi sono trovato veramente bene con il mio vecchio Buesher 400 special, che sul registro dello chalumet ha un sono più pieno del mio più recente (e comunque ottimo, anche sprecato per me) rc.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Un saluto a tutti.

Volevo chiedervi informazioni sui clarinetti patricola, cosa ne pensate.

Il fatto che vengano prodotti con una stagionatura dell'ebano "tradizionale" non dovrebbe garantire un prodotto migliore rispetto ai clarinetti di produzione "industriale"?

Se qualcuno li ha provati potrebbe dirmi le differenze con i Selmer ed i Buffet?

So per certo che Gabriele Mirabassi suona con un Patricola ed il suo suono è spettacolare, ma è anche vero che lui saprebbe ottenere quel suono anche con un clarinetto di plastica.

Grazie

Angelo

Ciao, anche se è passato un pò di tempo dal tuo post, voglio dirti la mia anche perchè solo ora posso farlo.

Da qualche settimana (dopo il primo anno con un Selmer) dietro consiglio del mio maestro di pensare per un clarinetto un pò migliore del mio che aveva bisogno di sostanziali lavori di riparazione.

Convinto i miei siamo andati dai Patricola con il mio insegnante.

Per primo devo dire che è stato affascinante per noi vedere quale lavorazione vi è dietro un clarinetto e vedere cosi tanto legno che diventerà strumento tra diversi anni.

Abbiamo potuto vedere tutta la lavorazione dalla A alla Z e credo che solo vedendo questo si possa capire dove sta la qualità di questi strumenti.

Chiudo dicendo che siamo venuti via con un fiammante Patricola Virtuoso in SIb e dopo qualche giorno di adattamento posso solo dire che molti studi mi vengono molto facilmente che mi piace sempre di più avere scelto di studiare il Clarinetto.

Ciao Chiara

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Un saluto a tutti.

Volevo chiedervi informazioni sui clarinetti patricola, cosa ne pensate.

Il fatto che vengano prodotti con una stagionatura dell'ebano "tradizionale" non dovrebbe garantire un prodotto migliore rispetto ai clarinetti di produzione "industriale"?

Se qualcuno li ha provati potrebbe dirmi le differenze con i Selmer ed i Buffet?

So per certo che Gabriele Mirabassi suona con un Patricola ed il suo suono è spettacolare, ma è anche vero che lui saprebbe ottenere quel suono anche con un clarinetto di plastica.

Grazie

Angelo

Salve, da quando hai postato questo forum ne è passato di tempo, in ragione di questo mi sembra il caso di aggiornarlo con le mie considerazioni.

Dal 2006 a oggi di cose ne sono cambiate da una parte all'altra ma mi sembra che a tutt'oggi la bilancia sia a favore dei Patricola.

Giusto in questi giorni un mio amico ha preso uno degli ultimi Virtuoso Patricola, a parte la bellezza di questo clarinetto (nuovi barilotti, campana e marchio) e di come è costruito e il suono che ne fà un fuoriserie.

Io ho un Patricola del 2007 ma confrontato non ha nulla a che fare con quest'ultimo molto ma molto meglio del mio, credo di un 40%. Complimenti a questa ditta Italiana che dimostrano sempre di volere sempre migliorare un prodotto già ottimo.

Non sono un assiduo frequentatore nel rispondere ai vari forum, mi limito a leggere i vari post ma in questo caso mi sono sentito di farlo.

Inoltre ho visto che il mio vecchio "Prof" che non ne voleva sentir parlare di loro ora suona anche lui con un "Patricola".

A tutti voi attuali "colleghi" clarinettisti ve lo consiglio, perlomeno di provarlo, poi....

Ciao a tutti

G.G

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Puoi rispondere adesso e registrarti subito dopo. Se hai un account, ACCEDI.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy