Vai al contenuto

Il pianoforte


Recommended Posts

Io ho un silent verticale, e l'ho pagato 1500 euro in più di quanto costasse lo stesso pianoforte senza il silenziatore... il suono in cuffia è buono, soprattutto il pedale è molto molto preciso, si può ottenere anche il quarto di pedale

Alla facciaccia,3 milioni di vecchie lire...

Mah, è incredibile.

L'auto inquina,la benzina è cara,ma ancora si contano sulle dita di una mano gli autoveicoli che nascono dalla fabbrica con impianti a gpl o meglio a metano...e perchè...?

Chi ci guadagna...?

Indovinate un po...

E per l'istesso motivo i pianoforti...perchè non farli già dalla fabbrica con il "silent",perchè solo yamaha li fa?

Dovrebbe essere una scelta di mercato condivisa da tutti gli attori che sono in campo ed invece no...

C'è bisogno di chiamare il terzo incomodo,ditta specializzata che a 3 milioni di lire ce lo monta...

Ma va va...

Fryderyk

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • Risposte 236
  • Created
  • Ultima Risposta

Top Posters In This Topic

ho pensato di mettere anche io il silent ma poi mi sono reso conto che per quanto gli fossi affezionato (in fin dei conti siamo cresciuti assieme), il mio pianino non è propio quello che si dice un gran figone e spendere quai soldi per farlo diventare un silent non ne vale la pena perchè comunque la meccanica durissima che ha va bene per lo studio ma onestamente ora vorrei anche divertirmi un pochino, credo di averne diritto. Così ho deciso di tenere il mio verticale e di prendere un ca7...... ma non so nulla sulle cuffie da abbinare, voi avete esperienze in merito? Grazie a tutti, ciao

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ciao, come tutti anch' io ti consiglio di passare ad un piano acustico.

io per definire differenza che passa tra il pianoforte acustico e quello digitale, dico sempre che suonare il digitale è come giocare a calcio alla playstaion, mentre suonare l'acustico è come giocarci realmente.

se non voiu affrontare un' impegno economico immediato, puoi sempre prendere in considerazione un pianoforte a noleggio, per poi riscattarlo dopo un anno. molti negozianti lo fanno, ed è una buona possiblità.

vedi, indipendetemente dalla tecnica fatta su uno struemnto vero, al tuo livello di studio, è anche importante "ascoltarsi" quando si suona... e il lavoro del suono, puoi farlo solo con un buon piano acustico... in bocca al lupo dunque ;)

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ciao, come tutti anch' io ti consiglio di passare ad un piano acustico.

io per definire differenza che passa tra il pianoforte acustico e quello digitale, dico sempre che suonare il digitale è come giocare a calcio alla playstaion, mentre suonare l'acustico è come giocarci realmente.

se non voiu affrontare un' impegno economico immediato, puoi sempre prendere in considerazione un pianoforte a noleggio, per poi riscattarlo dopo un anno. molti negozianti lo fanno, ed è una buona possiblità.

vedi, indipendetemente dalla tecnica fatta su uno struemnto vero, al tuo livello di studio, è anche importante "ascoltarsi" quando si suona... e il lavoro del suono, puoi farlo solo con un buon piano acustico... in bocca al lupo dunque ;)

Si è come dici tu,ne sono straconvinto.

Il lavoro del suono si può fare solo con un buon piano acustico...buono però...se no tanto vale :)

Lo prenderò a noleggio di sicuro se non altro per vedere i vicini come diavolo reagiranno e di sera/notte continuerò a suonare con la tastiera.

Chi possiede un Petrof verticale,potrebbe dirmi com'è il suono e la risposta dei tasti?

Chi possiede uno Yamaha verticale,potrebbe dirmi com'è il suono e la risposta dei tasti?

Medesima cosa per Kawai,medesima cosa per chi volete voi...

Considerate che a me piacerebbe avere un pianoforte con un timbro caldo e pastoso...maestoso... :rolleyes:

Ciao.

Fryderyk

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Si è come dici tu,ne sono straconvinto.

Il lavoro del suono si può fare solo con un buon piano acustico...buono però...se no tanto vale :)

Lo prenderò a noleggio di sicuro se non altro per vedere i vicini come diavolo reagiranno e di sera/notte continuerò a suonare con la tastiera.

Chi possiede un Petrof verticale,potrebbe dirmi com'è il suono e la risposta dei tasti?

Chi possiede uno Yamaha verticale,potrebbe dirmi com'è il suono e la risposta dei tasti?

Medesima cosa per Kawai,medesima cosa per chi volete voi...

Considerate che a me piacerebbe avere un pianoforte con un timbro caldo e pastoso...maestoso... :rolleyes:

Ciao.

Fryderyk

alla domanda iniziale ti rispondo dicendoti che se hai i soldi q.b. e lo spazio perchè non te lo dovresti comprare?! che diamine! :)

poi, petrof, ho un vago ricordo, so che mi piaceva però...ne ho suonato uno verticale a cassa alta tipo 5 o 6 anni fa e aveva tasti molli e suono potente. insomma, viggiavo bene.

di yamaha a parte il mezzacoda della mia prof (molto bello :rolleyes: ) ho provato solo un verticale di una mia amica. E' di quelli bassi (tipo 116cm), non so il nome esatto, ma mi fa veramente schifo. Ha un suono molto metallico, sembra un'arpa, orribile (cioè, non che l'arpa faccia schifo...però...). E te lo dice uno che suona su un cecoslovacchissimo Weinbach. Insomma, il mio ha i tasti un pochetto pesanti ma ha un bel suono. Dodici anni fa lo pagai forse più di uno yamaha stessa categoria. e regge bene anche alle variazioni termiche. quelli orientali sono un pò più delicatini in questo senso.

non so se mi sono spiegato molto bene comunque... :ph34r: , è stata una giornata pesante

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
alla domanda iniziale ti rispondo dicendoti che se hai i soldi q.b. e lo spazio perchè non te lo dovresti comprare?! che diamine! :)

poi, petrof, ho un vago ricordo, so che mi piaceva però...ne ho suonato uno verticale a cassa alta tipo 5 o 6 anni fa e aveva tasti molli e suono potente. insomma, viggiavo bene.

di yamaha a parte il mezzacoda della mia prof (molto bello :rolleyes: ) ho provato solo un verticale di una mia amica. E' di quelli bassi (tipo 116cm), non so il nome esatto, ma mi fa veramente schifo. Ha un suono molto metallico, sembra un'arpa, orribile (cioè, non che l'arpa faccia schifo...però...). E te lo dice uno che suona su un cecoslovacchissimo Weinbach. Insomma, il mio ha i tasti un pochetto pesanti ma ha un bel suono. Dodici anni fa lo pagai forse più di uno yamaha stessa categoria. e regge bene anche alle variazioni termiche. quelli orientali sono un pò più delicatini in questo senso.

non so se mi sono spiegato molto bene comunque... :ph34r: , è stata una giornata pesante

Ti sei spiegato molto bene drew80,molto.

Ciao.

Avanti il prossimo...

Fryderyk

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Chi possiede un Petrof verticale,potrebbe dirmi com'è il suono e la risposta dei tasti?

Chi possiede uno Yamaha verticale,potrebbe dirmi com'è il suono e la risposta dei tasti?

Medesima cosa per Kawai,medesima cosa per chi volete voi...

Considerate che a me piacerebbe avere un pianoforte con un timbro caldo e pastoso...maestoso... :rolleyes:

Ciao.

Fryderyk

Io ho un Petrof verticale 125 e devo dire che mi trovo molto bene sia come tastiera che come suono.

Personalmente anch'io preferisco una sonorità calda, i Yamaha ad esempio mi sembrano troppo squillanti.

Anche a detta del mio insegnante i Petrof verticali hanno un ottimo rapporto qualità prezzo e sono l'ideale per gli studenti.

Vedrai comunque che a prescindere dalla scelta ti si aprirà un nuovo mondo con un pianoforte acustico.

Ciao e continua con questo entusiasmo :)

P.S. non sono un rappresentante della Petrof B)

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Si è come dici tu,ne sono straconvinto.

Il lavoro del suono si può fare solo con un buon piano acustico...buono però...se no tanto vale :)

Lo prenderò a noleggio di sicuro se non altro per vedere i vicini come diavolo reagiranno e di sera/notte continuerò a suonare con la tastiera.

Chi possiede un Petrof verticale,potrebbe dirmi com'è il suono e la risposta dei tasti?

Chi possiede uno Yamaha verticale,potrebbe dirmi com'è il suono e la risposta dei tasti?

Medesima cosa per Kawai,medesima cosa per chi volete voi...

Considerate che a me piacerebbe avere un pianoforte con un timbro caldo e pastoso...maestoso... :rolleyes:

Ciao.

Fryderyk

Possiedo un P121 Silent yamaha, altezza 121 cm. La risposta dei tasti è ottima, la sonorità era piuttosto brillante..ma dopo una buona punzonatura adesso è molto meglio....vai a provarli personalmente tutti...poi magari esci dal negozio con qualcosa a cui non avresti mai pensato...considera che due pianoforti dello stesso modello e della stessa marca suonano diversamente e per esperienza ti dico che quando suonerai nel negozio il pianoforte adatto a te lo capirai subito da solo..

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Suono su uno schultze pollmann verticale. anch'io preferisco i suoni caldi ed europei e direi che lo schultze ha queste caratteristiche timbriche, nonchè una tastiera giustamente dura, ideale per lo studio. lo paragonerei ai pianoforti tedeschi, ma ha dalla sua anche il prezzo, perchè costa come un giapponese. Il petrof, secondo me, ha la tastiera un pò troppo dura e il suono ovattato, sembra che si faccia fatica a farlo uscire fuori.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • 1 year later...

Ciao a tutti. da pochissimo tempo, a causa di problemi condominiali (=vicina di casa odiosa e mentalmente istabile), ho dovuto, a malincuore, sostituire il mio primo pianoforte Yamaha U3 A con un "fetentissimo" U3 M digitale. qualcuno si chiederà qual'è la differenza tra i due dato che differiscono solo per una lettera...ma chi ha avuto il piacere di provare un U3 A saprà che questo è un pianoforte eccezionale. è così entusiasmante, gratificante, sonoro, brillante, espressivo che neanche la sordina è in grado di attutirne il suono... e se lo si apre e lo si sposta dalla parete produce un suono che è poco lontano da quello di un coda...e non sto enfatizzando! è emozionante...fa un certo effetto...devo dire, però, che ha tasti un pò duri e, soprattutto per una mano inersperta come la mia, è difficile ottenere un piano uniforme...ma una volta raggiunto il controllo........

il mio nuovo pianoforte,invece, è parecchio deludente...è chiuso, ovattato, troppo pacato, troppo piano...è come se le corde fossero imballate, come suonare in sordina...naturalmente me lo sogno un forte gratificante perche sembra quasi che, per quanto possa affondare le mani nella tastiera, i martelletti decelerino prima di colpire le corde...è un pianoforte giocattolo! per non parlare dell'impianto insonorizzato...per esigenze pratiche sono costretta a violare la natura stessa del pianoforte che, essendo uno strumento prevalentemnte classico, dovrebbe escludere a priori qualsiasi diavoleria elettronica (odio persino quei metronomi-giocattolo digitali!)...quindi sarebbe inutile esprimere giudizi sull'aspetto digitale del suddetto pianoforte che in quel caso no si avvicina neppure ad una tastiera pesata...

però ho dei dubbi su entrambi i versanti:

è normale che quando suono con le cuffie avverto doloretti e affaticamento alle mani anche a basse velocità? cosa che invece non accade altrimenti...l'insensibilità e l'inespressività del pianoforte ("al naturale", intendo) può compromettere la mia percezione dei coloriti(che è quasi impossibile rendere degnamente) e disabituarmi al controllo dell'intensità a cui avevo tanto lavorato col mio vecchio pianoforte?mi sento quasi un'imbrogliona quando ottengo il tocco giusto e il piano giusto senza sbavature di pedale ma senza faticare molto...e se agli esami o ai saggi mi trovassi di fronte ad un pianoforte duro?? sono solo alle prime armi e non vorrei mettere già a rishio il mio tocco che, a detta della mia insegnante, è già molto espressivo, dolce e delicato...

voi cosa ne pensate?che tipi di pianoforti suonate?sono dubbi fondati i miei?cosa mi consigliate di fare per ovviare a eventuali rischi?

spero che possiate aiutarmi o che almeno questo intervento possa ispirare qualche interessante discussione :thumbsup_still:

Saluti a tutti

Grazie e scusate la prolissità :D

Klavier

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

in genere quando si fanno i concerti, si studia per 3-4 giorni sul pianoforte sul quale si dovrà fare il concerto.

Questo perchè come dici tu, ogni strumento ha una sonorità e durezza diversa.

Poi provi anche l'acustica, perchè a seconda dell'abiente può cambiare l'uso del pedale.

Comunque è meglio suonare su un pianoforte il più duro possibile, perchè il gran coda è molto pesante e va a finire che se non si è abituati non si riesce a suonare.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • 3 months later...

Buongiorno a tutti,

sono un clarinettista, quest'anno al primo anno di conservatorio, e dovrei (se mi accettano) fare il corso di pianoforte complementare, quindi, anche se un po' in anticipo, mi chiedevo che tipo di pianoforte comprare.

Purtroppo però, a causa di problemi, sarei intenzionate a trovare qualcosa di economico, con un ottimo rapporto qualità prezzo, sarei anche intenzionato ad un usato.

Ma che tipo di pianoforte? Dite che un digitale basti? Oppure sarebbe meglio un verticale? E come prezzi anche contando gli usati come siamo messi? E c'è la possibilità nei verticali di impiantargli l'impianto per suonare in cuffia?

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

guardando un po' i prezzi mi sto orientando verso un verticale economico usato, da spenderci sui 500€-800€

che marche mi consigliate di cercare per l'usato, e a larghe intese come faccio a valutare se qualche pianoforte di questi con 30-40 anni alle spalle sia accettabile per studiare il corso complementare?

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non so a quanto costino i pianoforti usati, ma credo che le cifre che hai menzionato siano ottimi per uno verticale.

Per la marca di un pianoforte dipende solo da te: per il modo con cui suoni? Se vuoi delle tastiere leggere o pesanti?

Cmq per lo studio è molto meglio il verticale che quello digitale :ok:

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • 2 weeks later...

Ciao a tutti, volendo sostenere l'esame di pianoforte complementare (per il compimento inferiore da privatista di altro strumento) ho pensato che potrebbe servirmi un pianoforte.

Ordunque, ci sono due possibilità per me :

* lo prendo usato, verticale ;

* lo prendo nuovo, elettronico ;

L'elettronico mi intriga perchè, dovendo lavorare durante il giorno, potrei suonarlo la notte (con un bel paio di cuffie) ... ma molti mi dicono che per fare l'esame al conservatorio devo esercitarmi con un pianoforte verticale serio.

Aggiungo che non mi interessano i modeli top, dato che per me è solo una scocciatura da superare il prima possibile (scusate la franchezza, non me ne vogliano i pianofortisti di professione)...d'altronde a 29 anni non posso sicuramente diventare un fenomeno di bravura!

Consigli? Mercoledì ho anche la prima lezione di pianoforte, sicuramente la mia insegnante mi darà delle dritte...ma non vorrei che mi proponesse solo strumenti da 4000 euro (dovrei vendere qualche altro strumento prima di comprarlo!)

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ciao a tutti, volendo sostenere l'esame di pianoforte complementare (per il compimento inferiore da privatista di altro strumento) ho pensato che potrebbe servirmi un pianoforte.

Ordunque, ci sono due possibilità per me :

* lo prendo usato, verticale ;

* lo prendo nuovo, elettronico ;

L'elettronico mi intriga perchè, dovendo lavorare durante il giorno, potrei suonarlo la notte (con un bel paio di cuffie) ... ma molti mi dicono che per fare l'esame al conservatorio devo esercitarmi con un pianoforte verticale serio.

Aggiungo che non mi interessano i modeli top, dato che per me è solo una scocciatura da superare il prima possibile (scusate la franchezza, non me ne vogliano i pianofortisti di professione)...d'altronde a 29 anni non posso sicuramente diventare un fenomeno di bravura!

Consigli? Mercoledì ho anche la prima lezione di pianoforte, sicuramente la mia insegnante mi darà delle dritte...ma non vorrei che mi proponesse solo strumenti da 4000 euro (dovrei vendere qualche altro strumento prima di comprarlo!)

Ciao compaesano/a :)

Premesso che io non ho pratica di studio su un pianoforte digitale, penso che per te potrebbe andare bene, dato che si tratta solo del corso complementare. Cmq un modello abbastanza buono, non la prima robetta che trovi...

Oppure, potresti vendere il tuo attuale strumento, quale che sia, e dedicarti finalmente allo studio del pianoforte.

:laughingsmiley:

p.s.: puoi suonare di notte anche sul verticale, basta che lo prendi col silent (ma costa di più...)

p.p.s.: c'è una discussione apposta sul dilemma acustico / digitale

p.p.p.s: in bocca al lupo per la prima lezione!!!

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io opterei per il verticale.

Guarda, io sono il piano come strumento principale, e comunque non è che costino veramente tanto!

Il mio l'ho pagato 1400-1800€, adesso non ricordo, e non è male per lo studio!

Per il silent...non penso che ti sia di vitale importanza, anche perchè non è certo il tuo strumento musicale, poi di notte si è stanchi e su suona malee!!! :D

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ciao a tutti, volendo sostenere l'esame di pianoforte complementare (per il compimento inferiore da privatista di altro strumento) ho pensato che potrebbe servirmi un pianoforte.

Ordunque, ci sono due possibilità per me :

* lo prendo usato, verticale ;

* lo prendo nuovo, elettronico ;

L'elettronico mi intriga perchè, dovendo lavorare durante il giorno, potrei suonarlo la notte (con un bel paio di cuffie) ... ma molti mi dicono che per fare l'esame al conservatorio devo esercitarmi con un pianoforte verticale serio.

Aggiungo che non mi interessano i modeli top, dato che per me è solo una scocciatura da superare il prima possibile (scusate la franchezza, non me ne vogliano i pianofortisti di professione)...d'altronde a 29 anni non posso sicuramente diventare un fenomeno di bravura!

Consigli? Mercoledì ho anche la prima lezione di pianoforte, sicuramente la mia insegnante mi darà delle dritte...ma non vorrei che mi proponesse solo strumenti da 4000 euro (dovrei vendere qualche altro strumento prima di comprarlo!)

Il pianoforte elettronico è assolutamente da sconsigliare per preparare un esame al conservatorio....meglio quelli meccanici :)

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Oppure, potresti vendere il tuo attuale strumento, quale che sia, e dedicarti finalmente allo studio del pianoforte.

:laughingsmiley:

Non posso vendermi tutti e tre i sax ed il clarinetto...mi si spezzerebbe il cuore :crying_anim02:

Grazie a tutti per i consigli, vado a svaligiare una banca :laughingsmiley:

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Io opterei per il verticale.

Guarda, io sono il piano come strumento principale, e comunque non è che costino veramente tanto!

Il mio l'ho pagato 1400-1800€, adesso non ricordo, e non è male per lo studio!

Per il silent...non penso che ti sia di vitale importanza, anche perchè non è certo il tuo strumento musicale, poi di notte si è stanchi e su suona malee!!! :D

Non hai tutti i torti, ma tieni presente che:

1) l'hai preso usato, vero? Perché un verticale con silent becero (nuovo) cosa mille euro in più di un digitale top di gamma...

2) io, come Nous79:

dovendo lavorare durante il giorno, potrei suonarlo la notte (con un bel paio di cuffie)
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Aggiungo che lo suonerei di notte perchè di sera dovrei studiare lo strumento principale..

Ti dico solo che il cervello non reggerà secondo me...

Per il piano, il mio era semi-nuovo.

E' un Kaiser verticale.

Vi dico solo che se prendete un piano con il silent, dopo vi risulterà difficile suonare su uno senza.

Il silent fa spostare il martelletti di qualche millimetro, e questo spostamento renderà i vostri tasti diversi per peso ed altre cose rispetto ad uno normale...

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Vi dico solo che se prendete un piano con il silent, dopo vi risulterà difficile suonare su uno senza.

Il silent fa spostare il martelletti di qualche millimetro, e questo spostamento renderà i vostri tasti diversi per peso ed altre cose rispetto ad uno normale...

Questo lo sospettavo... purtroppo però per me, e a quanto ho capito anche per Nous79, la possibilità di suonare di giorno e su un acustico è esclusa.

Quindi tra acustico con silent e digitale, tanto vale il digitale che costa meno e ti risparmi la scocciatura dell'accordatura... boh...

Devo decidermi a andare in un negozio e provarli entrambi, magari così riuscirò a decidere per l'uno o per l'altro...

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Questo lo sospettavo... purtroppo però per me, e a quanto ho capito anche per Nous79, la possibilità di suonare di giorno e su un acustico è esclusa.

Quindi tra acustico con silent e digitale, tanto vale il digitale che costa meno e ti risparmi la scocciatura dell'accordatura... boh...

Devo decidermi a andare in un negozio e provarli entrambi, magari così riuscirò a decidere per l'uno o per l'altro...

Mercoledì (la mia futura?) insegnante me li farà provare entrambi, se ti fidi del mio giudizio ti faccio sapere.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ah, grazie, la tua impressione mi interessa :)

Cmq, mi sono letto alcune discussioni in questo forum riguardo i pianoforti digitali e acustici, e le ho sentite tutte: chi a favore, chi no, chi odia i digitali con tutto sé stesso, etc...

Poi cmq dipende dai vincoli, dalle esigenze e dagli obiettivi che ciascuno ha.

Quello che farò alla fine sarà andare a provare di persona le varie alternative.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Puoi rispondere adesso e registrarti subito dopo. Se hai un account, ACCEDI.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.


×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy