Vai al contenuto

Il pianoforte


Recommended Posts

la tastiera è un ottimo surrogato del pianoforte

In certe condizioni (ad es. seconda casa o altro) un pianoforte sarebbe non solo sprecato, ma addirittura si rovinerebbe causa sbalzi di temperatura, scarso utilizzo... ben venga allora la tastiera.

Io non avrei dubbi dovendo scegliere fra pianoforte verticale e tastiera, propenderei per il primo, ma avendo entrambe le cose non ci vedo nulla di male a studiare su una tastiera.

Il suono è una simulazione rispetto al gesto, ma ad esempio per leggere è perfetto e non si rompe le scatole a nessuno.

Ad un certo livello anche studiare su un pianoforte verticale o su un mezzacoda scarso pone dei limiti ;)

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • Risposte 236
  • Created
  • Ultima Risposta

Top Posters In This Topic

Guest MrPiano

1) Ho preso troppa confidenza con il piano.Non riesco più a suonare sulla tastiera materialemente

4) I vicini sono contenti perchè dicono che suono bene

5) Di notte io di solito dormo >.<

Comunque il pianoforte è di grna lunga superiore alla tastiera o ai pianoforti digitali.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Scusate non arrabbiatevi.....io sono venuta su -per dire così- su una tastiera prima e un digitale poi.....non sarà solo quello, per carità, ma ho tanti di quei casini adesso di tecnica.....ormai tutti lo sanno :D .......riconosco l'utilità del digitale, so che è una manna e salva tanti da scomodità come turni di lavoro o vicini asfissianti, però se un piccino dovesse cominciare il piano...davvero...sarebbe tanto meglio che potesse avere un "vero" come lo chiamo io pianoforte, per lo meno agli inizi, insomma. Sarò stata impedita io ma quando il mio insegnante ha deciso di farmi lezione in quella stanzetta con un vecchio catorcio che sì e no ha tutti i tasti, duri patocchi da far paura, è stato un trauma....non si sentiva niente, non riuscivo a suonare...non andavano giù....ragazzi è tremendo sapere tutte le note e mettere le dita sui tasti e sentire una musica silenziosa. Per tre mesi ho suonato aria, non so se rendo.

Adesso che ho l'acustico e mi sono abituata quando suono un digitale mi torna il vizio.....insomma, un pochetto li odio pur sapendo che sono una grande invenzione... :unsure:

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest pianodevil31

io nn vedo l'ora di prendere il primo piano acustico della mia vita, salvi incidenti mortali o suicido a causa della mia prof di matematica, tra 2 mesi dovrei andare a torino in una ditta che vende pianoforti verticali al pubblico, ma con il prezzo per quelli all'ingrosso, in pratica pianoforti nuovi ma a metà prezzo, un'amica di mia mamma, li, ha preso uno stinway verticale e lo ha pagato una caxxata

scusate l'off-topic e la pubblicità occulta, se viene la finanza, io nn esisto

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

un conto è leggersi un pezzo, per diletto, quando non si ha nulla da fare -> schiacciare 2 tasti e per questo va bene una qualunque cosa, sia uno steinway che la peggior tastiera del mondo

un conto è uno STUDENTE che deve imparare a suonare il PIANOFORTE.

Ovviamente non intendo uno studio per diletto, ma uno studio importante.

La tastiera non è un pianoforte a livello sonoro è anni luce distante da un pianoforte acustico, e si sente, chiunque può notarlo.

perciò non si può lavorare sul suono, che è una cosa fondamentale nello studio del pianoforte.

basta un acustico di media fattura, gli yamaha vanno benissimo, non uno steinway.

Poi ovviamente ci sono persone come carlo che non possono studiare frequentemente sull'acustico, e li è proprio un altro conto, non ha scelta, ma lo sa anche lui quanto sia necessario avere un pianoforte

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Scusate,

ma è ovvio che il pianoforte acustico sia migliore rispetto ad una tastiera.. ma non è possibile oggigiorno asserire che "Schumann non suonerebbe mai sulle tastiere" ecc...perchè sono cazzate, detta volgarmente...

Zel, ti sbagli proprio comunque, perchè la tastiera è invece utilissima per chi studia e senza ombra di dubbio migliore di un piano preso al risparmio (cosa che spesso accade con i bambini, visto che i genitori non si fidano della costanza dei figli nello studio dello strumento)..

La Clavinova è una tastiera perfetta per esempio, sia come suono che come meccanismo..

Poi se mi vuoi fare il discorso che il vero pianista concertista suona solo su pianoforti quello è un'altra storia..

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
...perciò non si può lavorare sul suono, che è una cosa fondamentale nello studio del pianoforte...

<{POST_SNAPBACK}>

Però i clavinova di ultima generazione, oltre al mezzo pedale, hanno anche l'emulazione del doppio scappamento. Non senti lo scatto, è ovvio, ma quando premi il mezzo tasto ti risponde con un bel ppp.

Questo consente di lavorare sulla dinamica, se non sul timbro.

Infatti sto per acquistarne uno.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Dunque vorrei aprire una nuova discussione che tanto nuova non è..ma visto che sono io nuova frequentatrice desidero riaprire la questione..

Ho letto sparsi qua e là diversi pareri..alcuni, non me ne vogliano gli autori, FUORI dal mondo e dal tempo..

Io parlo, credo, da un punto di vista estremamente obiettivo visto che posseggo (per mia fortuna) tastiera a tasti pesati (Clavinova) e pianoforte acustico Yamaha, ma come si fa a dire che se si vuole fare il professionista dello strumento bisogna suonare solo su piano acustico (magari marche austriache...o meglio uno steinway gran coda!)..che Schumann non suonerebbe su una tastiera...ma che cazz...consentitemi!!!

Dunque..

1) dipende dal livello dell'esecutore, perchè se quest'ultimo è studente una tastiera va benissimo...

2) non tutti hanno la possibilità economica/di spazio per possedere un pianoforte, e non per questo devono sentirsi degli "sfigati"...

3) esistono pianoforti acustici che non valgono una cicca e che sono di gran lunga inferiori ad una buona tastiera (quale ad esempio la Clavinova)..

4) e i vicini?..tutti contenti e felici?..o vivete nella villa dispersa nel nulla o non lo so..

5) se volete suonare di notte?..cosa che per dire io faccio spesso..come fate?..

Mah!!!

<{POST_SNAPBACK}>

1) se è uno studente la tastiera non serve a un tubo. se è per imparare i giri di accordi o a muovere le mani indipendentemente o a leggere uno spartito ok. ma non mi pare che tutto ciò significhi suonare. preciserei che non si sta parlando di 'tastiera' ma di pianoforte digitale. il piano digitale va benissimo a chi sa già suonare, ha già una tecnica forte e sa già valutare le differenze e sa alternare le cose. fra l'altro chi compra il pianoforte digitale tende a risparmiare. un digitale di qualità media è come un verticale senza martelletti per intenderci. fa schifo e non serve a un tubo.

2) riguardo allo spazio, l'ingombro è il medesimo. a meno che tu non voglia paragonare il digitale a un coda (mezza, gran, etc). non esageriamo. a livello economico, esistono gli affitti e/o le rate

3) una tastiera 'buona' non vale nulla. meglio un pianoforte verticale. non ho mai trovato verticali schifosi in negozio. tastiere schifose ce ne sono a migliaia. comprese le clavinova di livello medio. e comunque la miglior clavinova vale quanto un verticale di basso livello. sono due cose completamente diverse. basta pensare ai ribattuti o ai legati. siamo ancora lontani anni luce dalla 'parità'. un conto è voler suonare e poter suonare 'musica da grancoda' sul digitale. un altro reputare di suonare il digitale con la stessa 'sensibilità'. se è vero che sei diplomata (o anche chi non lo è), vi accorgerete che in pezzi con valangate di accordi e con il pedale, il digitale (succede anche sul clavinova) talvota spara un accordo composto da tutte le note appena suonate velocemente. questo significa che siete stati bravi per mandarlo in palla, ma significa anche che hanno ancora dei difetti. è vero che possono saltare le corde al verticale. purtroppo ai tempi mi capitò. ma sono eventi rarissimi e dovuti a difetti di produzione o altri fattori. non a problemi di circuiti stampati che sono i medesimi in ogni digitale.

4) i vicini sono l'unico motivo valido che può costringere una persona (specie se pianista) a comprare un digitale. ma il vero motivo è il fattore economico...e anzi forse anche la voglia di darsi da fare. basterebbe insonorizzere le pareti.

5) di notte o di giorno i problemi sono sempre quelli del vicinato. anzi forse di notte lo sono anche i genitori o chi - nessuno nel mio caso per fortuna. io uso le cuffie (e il rumore dei tasti disturbava il coinquilino quando c'era). ho un digitale che mi sembra ottimo. posso suonare tutto. ma se fossi un pianista jazz lo amerei ancora di più. la classica sul digitale rimane sempre un capriccio suonato sul violino elettrico.

posso tranquillamente dire che se fossi diplomato oltre ad avere un coda, rifiuterei completamente il compromesso del digitale. o piuttosto comprerei un verticale di altissima qualità (tipo lo steinway) e con i rimanenti insonorizzerei la stanza e la doterei di un buon impianto di climatizzazione. e se non avessi i soldi per farlo lavorerei il doppio per pagarmi le rate. o rinuncerei ad altre cose meno importanti.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io ho una tastiera Yahama psr260 e posso dire che tra pianoforte acustico e testiere elettroniche varie non c'è assolutamente confronto!

Viva il pianoforte acustico!! Comunque per una persona che ha le mie stesse possibilità economiche e tanta volontà di studiare va benissimo anche una testiera come la mia e anzi io sono infinitamente grato verso i miei genitori per avermi fatto coltivare questa passione!

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Vabbè è inutile che sto qui a dilungarmi...io e 'sto ragazzo la pensiamo in maniera decisamente opposta...

<{POST_SNAPBACK}>

Ciao Ligei, ho seguito la tua discussione sul piano digitale e premesso che l'acustico sarà sempre superiore al digitale per diversi motivi, sono comunque d'accordo con te sui vantaggi che offrono i pianoforti digitali, la tecnologia ha fatto passi da gigante negli ultimi 15 anni in termini di meccanica dando la possibilità a molte persone di suonare la sera senza recare grossi disturbi alle persone che gli stanno vicino......conosco diverse persone che anni fa smisero di suonare per questioni di "inquinamento acustico" verso gli stessi familiari, non è bello fare eserizi di tecnica immaginando le persone intorno a te con i tappi o il volto teso per il fastidio....i pianoforti digitali di ultima generazione offrono tutta una serie di possibilità che anni fa non c'erano e non sono da sottovalutare al di là di inutili discorsi conservatori sul fatto che suonare su di una tastiera pesata non serve a niente o che Schuman o Chopin nn avrebbero suonato sui digitali!!!! :D

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

io ho uno yamaha p90 e pur nn essendo un pianoforte acustico non mi sento di poter dire che non si può fare un paragone tra i due...

un buon digitale è meglio di certi piani verticali da due soldi... certo, non è possibile paragonarlo con un buon acustico ma la teconologia è andata tantissimo avanti e ci sono certi modelli veramentemolto molto simili ad un acustico.

il kawai mp8 per esempio ha una tastiera in legno con una meccanica identica ad un piano a coda (presa direttamente da un coda), credo che a questi livelli sia sciocco dire che non si può fare un paragone... certi costa 2000 euro, ma con quella cifra un verticale nuovo non credo sia meglio...

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
io ho uno yamaha p90 e pur nn essendo un pianoforte acustico non mi sento di poter dire che non si può fare un paragone tra i due...

un buon digitale è meglio di certi piani verticali da due soldi... certo, non è possibile paragonarlo con un buon acustico ma la teconologia è andata tantissimo avanti e ci sono certi modelli veramentemolto molto simili ad un acustico.

il kawai mp8 per esempio ha una tastiera in legno con una meccanica identica ad un piano a coda (presa direttamente da un coda), credo che a questi livelli sia sciocco dire che non si può fare un paragone... certi costa 2000 euro, ma con quella cifra un verticale nuovo non credo sia meglio...

<{POST_SNAPBACK}>

Approvo pienamente quanto dice Neslte, tra l'altro l'MP8 ha la stessa meccanica dei modelli CA della kawai la Awa Grand Pro che, con l'utilizzo dei tasti in legno, offre una buona riproduzione di quanto puoi provare con un acustico ^_^

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest MrPiano

l'acustico è superiore rispetto al digitale a priori:

1.Il digitale non rispetta la tradizione:pensi che Mozart & co abia composto su simili aggeggi?

2.Il tocco non è naturale, perchè visto che il tocco del piano acustico è dato dalla meccanica(ke il digitale non ha)insomma l'una dipende dall'altro e viceversa

3.per chi dice che i Clavinova sono belli.....cambiate strumento:-D

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
l'acustico è superiore rispetto al digitale a priori:

1.Il digitale non rispetta la tradizione:pensi che Mozart & co abia composto su simili aggeggi?

2.Il tocco non è naturale, perchè visto che il tocco del piano acustico è dato dalla meccanica(ke il digitale non ha)insomma l'una dipende dall'altro e viceversa

3.per chi dice che i Clavinova sono belli.....cambiate strumento:-D

<{POST_SNAPBACK}>

Che l'acustico sia superiore al digitale è un argomento chiaro, nessuno ha mai affermato il contrario; per quanto riguarda il fatto di continuare a tirare in mezzo i grandi musicisti della storia della musica (Mozart, Chopin...) affermando che non avrebbero suonato sui digitali direi di darci un taglio, basta non se ne può più!!! e poi voi che ne sapete di come si sarebbero comportati loro..non potete saperlo...e cosa c'entra la tradizione, stiamo solo parlanod della validità dei nuovi digitali che hanno una meccanica sempre migliore!! Per quanto riguarda MrPiano che parla in modo generico e superficilae di meccanica per cui il pianoforte acustico è migliore, vai sul sito della kawai e leggi come funziona la meccanica della Awa Grand Pro, usano dei martelletti come nel caso dei pianoforti acustici e il tocco dipende da come tu suoni e non dalla meccanica che c'è anche nei digitali......ri-sottolineo che l'acustico è nettamente superiore al digitale e non ci sono paragoni però il digitale oltre a prezzi contenuti, offre la possibilità di suonare di sera senza disturbare nessuno...quindi se scrivi una frase come "..per chi dice che i Clavinova sono belli.....cambiate strumento:-D " significa che non hai proprio capito il senso di questa disussione o forse volevi solo fare della sterile polemica!!

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Volevo soltanto dire che ci saranno sempre pianoforti superiori ad altri pianoforti..è ovvio che suonare su uno steiway da concerto sarebbe il top dei top..come le marche austriache e tedesche sono di gran lunga superiori a quelle giapponesi..

Il mio discorso era un altro, ovvero che non bisogna snobbare un pianista virtuoso e di talento solo perchè suona su un digitale..invece ci sono tanti fanfaroni incapaci che hanno grandi pianoforti solo perchè possono spendere e spandere e non sanno neanche suonare una sonatina!..

A parte il fatto che le tastiere si sono evolute all'inverosimile..(Mrpiano, non si parla delle tastiere chicco eh!)..e hanno grandissimi pregi (suonare di notte, nessun bisogno di accordatore che ogni volta ti sgraffigna 500 euro, nessun problema di umidità, suono sempre impeccabile - bhè questo può essere anche un difetto)...

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Volevo soltanto dire che ci saranno sempre pianoforti superiori ad altri pianoforti..è ovvio che suonare su uno steiway da concerto sarebbe il top dei top..come le marche austriache e tedesche sono di gran lunga superiori a quelle giapponesi..

Il mio discorso era un altro, ovvero che non bisogna snobbare un pianista virtuoso e di talento solo perchè suona su un digitale..invece ci sono tanti fanfaroni incapaci che hanno grandi pianoforti solo perchè possono spendere e spandere e non sanno neanche suonare una sonatina!..

A parte il fatto che le tastiere si sono evolute all'inverosimile..(Mrpiano, non si parla delle tastiere chicco eh!)..e hanno grandissimi pregi (suonare di notte, nessun bisogno di accordatore che ogni volta ti sgraffigna 500 euro, nessun problema di umidità, suono sempre impeccabile - bhè questo può essere anche un difetto)...

<{POST_SNAPBACK}>

A questo proposito tu Ligei hai detto che hai una clavinova con cui ti trovi bene,se è possibile,potresti dirmi che modello è'?

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
l'acustico è superiore rispetto al digitale a priori:

1.Il digitale non rispetta la tradizione:pensi che Mozart & co abia composto su simili aggeggi?

2.Il tocco non è naturale, perchè visto che il tocco del piano acustico è dato dalla meccanica(ke il digitale non ha)insomma l'una dipende dall'altro e viceversa

3.per chi dice che i Clavinova sono belli.....cambiate strumento:-D

<{POST_SNAPBACK}>

ma hai mai suonato un digitale per poter affermare certe falsità?

certo che se prendi una tastiera semipesata o non pesata da 300 euro allora il tuo discorso fila...

ci sono dei pianoforti digitali, che evidentemente non hai mai provato, che hanno meccaniche identiche (perchè riprese interamente) a pianoforti acustici a coda; è ovvio non avrai mai un gran coda sotto le dita (ma quanti possono permetterselo?) ma di sicuro con i 2000 euro hai un piano che supera un verticale di pari prezzo (ti assicuro anche per quel che riguarda il suono oltre che il tocco) con i vantaggi di un digitale...

per quel che riguarda mozart e compagnia bella neanche commento... :rolleyes:

cmq se ti capita fatti un giro e prova i nuovi piani digitali (non le tastierine bontempi...) e giudica d persona ;)

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Oddio ranch mi metti in crisi!..l'ho presa mi pare 4 anni fa, avevo speso sui 1000 euro..ma non ricordo il nome del modello precisamente..domani te lo dico!

<{POST_SNAPBACK}>

Ok Ligei non volevo metterti in difficoltà, se non ti ricordi il modello non è un problema!! probabilmente sarà un CLP110\115, se mi dici che l'hai pagato 1000eur quache anno fa!

:D

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
io invece, come si sarà capito, sono molto attratto dal kawai mp8... l'unica cosa che mi frena sono i 2000euro... :D

in settimana conto di andarlo a provare...    ;)

<{POST_SNAPBACK}>

Io invece vorrei provare il Kawai CA5 che tra l'altro è molto simile al MP8, stessa meccanica e tasti in legno, fammi sapere le tue impressioni se lo provi :D

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest MrPiano
ma hai mai suonato un digitale per poter affermare certe falsità?

certo che se prendi una tastiera semipesata o non pesata da 300 euro allora il tuo discorso fila...

ci sono dei pianoforti digitali, che evidentemente non hai mai provato, che hanno meccaniche identiche (perchè riprese interamente) a pianoforti acustici a coda; è ovvio non avrai mai un gran coda sotto le dita (ma quanti possono permetterselo?) ma di sicuro con i 2000 euro hai un piano che supera un verticale di pari prezzo (ti assicuro anche per quel che riguarda il suono oltre che il tocco) con i vantaggi di un digitale...

per quel che riguarda mozart e compagnia bella neanche commento...  :rolleyes:

cmq se ti capita fatti un giro e prova i nuovi piani digitali (non le tastierine bontempi...) e giudica d persona ;)

<{POST_SNAPBACK}>

Ne ho provati ehm.... circa una decina.... a scuola di musica i pianoforti vanno e vengono(quelli digitali x lo meno) e x fare i pezzi a due mi capita sempre....:-D l'acustico è stato, è, e sarà sempre superiore al digitale ke manda a quel paese la tradizione....cmq se vuoi suonare Bach su uno strumento iper-tecnologico fai pure, io mi comprerei un Clavicembalo!!!

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Puoi rispondere adesso e registrarti subito dopo. Se hai un account, ACCEDI.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.


×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy