Vai al contenuto

I compositori Sopravvalutati


Bernardo
 Condividi

Recommended Posts

Guest sìsìnono
Forse un "per me..." non guasterebbe, oppure esprimi dei criteri condivisibili per formulare un giudizio così perentorio.

<{POST_SNAPBACK}>

No Tom.....sei stato contagiato...........nooooooooooooooooooo...........NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO

OOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO

Link al commento
Condividi su altri siti

  • Risposte 602
  • Creato
  • Ultima Risposta

Top utenti di questa discussione

Top utenti di questa discussione

Forse un "per me..." non guasterebbe, oppure esprimi dei criteri condivisibili per formulare un giudizio così perentorio.

<{POST_SNAPBACK}>

E' chiaro che era una provocazione(anche se penso veramente che la Missa Solemnis e' superiore e di molto al Requiem per tanti motivi di cui possiamo anche discuterne); ma come si fa a dire che le opere di Beethoven sono ripetitive quando ogni sua composizione e' un esemplare di specie diversa?Semmai esemplari della stessa specie sono molte composizioni di Mozart!

Link al commento
Condividi su altri siti

E' chiaro che era una provocazione(anche se penso veramente che la Missa Solemnis e' superiore e di molto al Requiem per tanti motivi di cui possiamo anche discuterne); ma come si fa a dire che le opere di Beethoven sono ripetitive quando ogni sua composizione e' un esemplare di specie diversa?Semmai esemplari della stessa specie sono molte composizioni di Mozart!

<{POST_SNAPBACK}>

Ciascuno ha un mito, e porta "acqua" al proprio mulino. Secondo me non è possibile assegnare la palma di "migliore" a nessuna opera, specie se il confronto avviene tra epoche diverse. Il requiem, che già è discusso e discutibile per il fatto di non essere totalmente concluso da Mozart, appartiene alla sua maturità (tolta poi sempre la questione Luchesiana), quella di Beethoven alla "sua" maturità, e di acqua sotto i ponti ne è passata parecchia. Così come è impossibile mettere a confronto questi lavori con una messa o un oratorio di Bach, o come il requiem di Verdi o il requiem polacco di Penderecki o il lux eterna di Ligeti. E del resto che bisogno c'è di proclamare sempre un numero uno? abbiamo tanta bellissima musica con cui sollazzarci, prendiamo il meglio da tutto, e lasciamo le graduatorie agli uffici e alla burocrazia, che ne muoiono soffocati! :)

Link al commento
Condividi su altri siti

No Tom.....sei stato contagiato...........nooooooooooooooooooo...........NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO

OOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO

<{POST_SNAPBACK}>

Beh, se posso esprimere il mio punto di vista con assoluta serenità d'animo, e se ancora non si era capito, io ritengo che in ciò che esprime Raffaele "ranapo" ci siano elementi non solo interessanti, ma anche importanti, e che a me piacerebbe molto conoscere. Nelle mie esperienze di vita, ho conosciuto altre persone, che mi sono state molto utili nel cammino musicale ed esistenziale, che hanno espresso concetti molto vicini ai suoi (o di Celibidache). Non so se sia per il suo modo di porsi o per il modo di "accoglierlo" da parte degli altri utenti, ma ritengo veramente un peccato che non sia stato possibile aprire un colloquio ricco e proficuo su tesi analitiche così interessanti. Si, lo so, si dirà: "ma la possibilità gli è stata data", "non fa che girare intorno agli argomenti"... e così via. Ma la conclusione non cambia! Qualcuno mi accusa di fare il suo avvocato. Ma semmai curo gli interessi miei, perché conoscere qualcosa di nuovo credo sia sempre utile, poi potrò fare "la tara", una volta che le conoscenze me lo permetteranno, ma così si resta nell'ignoranza. Comunque non voglio riaprire dibattiti, esprimo un pensiero ... e faccio punto! :)

Link al commento
Condividi su altri siti

Ma dov'era codesto topic??? :blink:

Comunque, a parte Beethoven (che non mi va neanche più di nominare :D ), la palma d'ora di "compositore sopravvalutato" va a pari merito a Ravel e Berlioz.

A me non dicono assolutamente nulla. :mellow:

Poi ovviamente ci sarebbero molti contemporanei, fra cui, ancor più ovviamente, spicca Berio.

Schubert mi è apparso in sogno chiedendomi di bruciare tutte le partiture esistenti del Rendering; gli ho detto: "Franz, vorrei, ma non ho tempo; picchialo te, tanto sta lì!" - e Schubert: "No, no, Berio sta giù".

:ph34r:

Link al commento
Condividi su altri siti

Ma dov'era codesto topic??? :blink:

Comunque, a parte Beethoven (che non mi va neanche più di nominare :D ), la palma d'ora di "compositore sopravvalutato" va a pari merito a Ravel e Berlioz.

A me non dicono assolutamente nulla. :mellow:

Poi ovviamente ci sarebbero molti contemporanei, fra cui, ancor più ovviamente, spicca Berio.

Schubert mi è apparso in sogno chiedendomi di bruciare tutte le partiture esistenti del Rendering; gli ho detto: "Franz, vorrei, ma non ho tempo; picchialo te, tanto sta lì!" - e Schubert: "No, no, Berio sta giù".

:ph34r:

<{POST_SNAPBACK}>

beh, che a te non dicano nulla non implica un giudizio di vuoto assoluto. Anche io non vado fuori di testa per Ravel, però riconosco che fu un gigante dell'orchestrazione moderna ;)

Salutami Franz quando lo vedi :D

Link al commento
Condividi su altri siti

Beh, se posso esprimere il mio punto di vista con assoluta serenità d'animo, e se ancora non si era capito, io ritengo che in ciò che esprime Raffaele "ranapo" ci siano elementi non solo interessanti, ma anche importanti, e che a me piacerebbe molto conoscere. Nelle mie esperienze di vita, ho conosciuto altre persone, che mi sono state molto utili nel cammino musicale ed esistenziale, che hanno espresso concetti molto vicini ai suoi (o di Celibidache). Non so se sia per il suo modo di porsi o per il modo di "accoglierlo" da parte degli altri utenti, ma ritengo veramente un peccato che non sia stato possibile aprire un colloquio ricco e proficuo su tesi analitiche così interessanti. Si, lo so, si dirà: "ma la possibilità gli è stata data", "non fa che girare intorno agli argomenti"... e così via. Ma la conclusione non cambia! Qualcuno mi accusa di fare il suo avvocato. Ma semmai curo gli interessi miei, perché conoscere qualcosa di nuovo credo sia sempre utile, poi potrò fare "la tara", una volta che le conoscenze me lo permetteranno, ma così si resta nell'ignoranza. Comunque non voglio riaprire dibattiti, esprimo un pensiero ... e faccio punto!  :)

<{POST_SNAPBACK}>

con ranapo se ne riparlerà fra 4 mesi :rolleyes: Passeremo le vacanze in santa pace :lol::lol::lol:

Link al commento
Condividi su altri siti

beh, che a te non dicano nulla non implica un giudizio di vuoto assoluto. Anche io non vado fuori di testa per Ravel, però riconosco che fu un gigante dell'orchestrazione moderna  ;)

Salutami Franz quando lo vedi  :D

<{POST_SNAPBACK}>

Ma infatti non ho detto che sono il vuoto assoluto. Lungi da me criticare le loro splendide orchestrazioni. E' l'atto compositivo che mi lascia perplesso (e decisamente freddino). :blink:

Franz ha detto che non vuole il tuo saluto perchè a lui Mozart piace. :P

Link al commento
Condividi su altri siti

Guest sìsìnono
Beh, se posso esprimere il mio punto di vista con assoluta serenità d'animo, e se ancora non si era capito, io ritengo che in ciò che esprime Raffaele "ranapo" ci siano elementi non solo interessanti, ma anche importanti, e che a me piacerebbe molto conoscere. Nelle mie esperienze di vita, ho conosciuto altre persone, che mi sono state molto utili nel cammino musicale ed esistenziale, che hanno espresso concetti molto vicini ai suoi (o di Celibidache). Non so se sia per il suo modo di porsi o per il modo di "accoglierlo" da parte degli altri utenti, ma ritengo veramente un peccato che non sia stato possibile aprire un colloquio ricco e proficuo su tesi analitiche così interessanti. Si, lo so, si dirà: "ma la possibilità gli è stata data", "non fa che girare intorno agli argomenti"... e così via. Ma la conclusione non cambia! Qualcuno mi accusa di fare il suo avvocato. Ma semmai curo gli interessi miei, perché conoscere qualcosa di nuovo credo sia sempre utile, poi potrò fare "la tara", una volta che le conoscenze me lo permetteranno, ma così si resta nell'ignoranza. Comunque non voglio riaprire dibattiti, esprimo un pensiero ... e faccio punto!  :)

<{POST_SNAPBACK}>

Ora vedi Tom, suggerire a un utente di introdurre al suo pensiero la formulina magica "secondo me" è di un' arogganza e di una saccenza stratosferica, perchè implica che dall'altra parte ci sia qualcuno che suppone che il proprio pensiero sia assoluto, quando a me sembra naturale che ognuno parli per sè senza alcuna pretesa di verità, e che il "secondo me" fra comuni mortali (non Dei come dici tu :P ) sia perlomeno sottinteso, sempre.

Link al commento
Condividi su altri siti

Ora vedi Tom, suggerire a un utente di introdurre al suo pensiero la formulina magica "secondo me" è di un' arogganza e di una saccenza stratosferica, perchè implica che dall'altra parte ci sia qualcuno che suppone che il proprio pensiero sia assoluto, quando a me sembra naturale che ognuno parli per sè senza alcuna pretesa di verità, e che il "secondo me" fra comuni mortali (non Dei come dici tu  :P ) sia perlomeno sottinteso, sempre.

<{POST_SNAPBACK}>

Vedo che non sono l'unico avvocato... A me non sembrava affatto sottinteso, e comunque ci siamo già chiariti, questo tuo intervento che denota che TU hai un pensiero assoluto, è del tutto superfluo e pretestuoso. Non so cosa c'entra la saccenza, hai solo voglia di colpirmi, il che denota malanimo. Stai tranquillina, te ne prego.

Link al commento
Condividi su altri siti

Guest sìsìnono
Vedo che non sono l'unico avvocato... A me non sembrava affatto sottinteso, e comunque ci siamo già chiariti, questo tuo intervento che denota che TU hai un pensiero assoluto, è del tutto superfluo e pretestuoso. Non so cosa c'entra la saccenza, hai solo voglia di colpirmi, il che denota malanimo. Stai tranquillina, te ne prego.

<{POST_SNAPBACK}>

Va bene, sto tranquillina :P

ah e grazie per la corezzione pensavo che arroganza si scrivesse con due g :huh:

ma va là

Link al commento
Condividi su altri siti

Permettetemi di dire che per me il compositore più terribilmente sopravvalutato sia Wolfgang Amadeus Mozart. Come pensiero almeno, per nulla così elevato come si vorrebbe far pensare. Un frutto agli sgoccioli del relativismo illuminista. Non ci vedo tutta la passione, l'ampiezza di respiro, l'anelito al Sublime, dei vari Romantici e anche dopo (o anche prima: un Bach). E troppe volte è superficiale, tranne qualche grande capolavoro le sue creazioni sanno vagamente di frivolo e addirittura di occasionale. Potete linciarmi per questa mia affermazione nell'anniversario di Mozart, ma io difenderò sino alla morte la superiorità dei compositori dal post-Beethoven a Sostakovich (non per dire che siano tutti uguali, nei risultati e nei modi, ma per me una sinfonia, di Brahms, di Ciajkovskij, di Mahler, di Sostakovich ecc. è infinitamente più preziosa di tante, ma tante tante fatuità mozartiane, pur con i suoi lampi di genio, che con le sue qualità avrebbe potuto però estendere a una parte ben più vasta della sua produzione!). E ripeto, come pensiero, sottolineo come pensiero, lo vedo una conseguenza venata di ludico del relativismo, del "compromesso", quasi del materialismo settecentesco, non vi vedo uno Spirito, una Passione, un respiro che mi affascina nel profondo dell'animo.

Link al commento
Condividi su altri siti

Permettetemi di dire che per me il compositore più terribilmente sopravvalutato sia Wolfgang Amadeus Mozart. Come pensiero almeno, per nulla così elevato come si vorrebbe far pensare. Un frutto agli sgoccioli del relativismo illuminista. Non ci vedo tutta la passione, l'ampiezza di respiro, l'anelito al Sublime, dei vari Romantici e anche dopo (o anche prima: un Bach). E troppe volte è superficiale, tranne qualche grande capolavoro le sue creazioni sanno vagamente di frivolo e addirittura di occasionale. Potete linciarmi per questa mia affermazione nell'anniversario di Mozart, ma io difenderò sino alla morte la superiorità dei compositori dal post-Beethoven a Sostakovich (non per dire che siano tutti uguali, nei risultati e nei modi, ma per me una sinfonia, di Brahms, di Ciajkovskij, di Mahler, di Sostakovich ecc. è infinitamente più preziosa di tante, ma tante tante fatuità mozartiane, pur con i suoi lampi di genio, che con le sue qualità avrebbe potuto però estendere a una parte ben più vasta della sua produzione!). E ripeto, come pensiero, sottolineo come pensiero, lo vedo una conseguenza venata di ludico del relativismo, del "compromesso", quasi del materialismo settecentesco, non vi vedo uno Spirito, una Passione, un respiro che mi affascina nel profondo dell'animo.

<{POST_SNAPBACK}>

Di Gluck, dei figli "celebri" di Bach e di Haydn che ne pensi?

Link al commento
Condividi su altri siti

Permettetemi di dire che per me il compositore più terribilmente sopravvalutato sia Wolfgang Amadeus Mozart. Come pensiero almeno, per nulla così elevato come si vorrebbe far pensare. Un frutto agli sgoccioli del relativismo illuminista. Non ci vedo tutta la passione, l'ampiezza di respiro, l'anelito al Sublime, dei vari Romantici e anche dopo (o anche prima: un Bach). E troppe volte è superficiale, tranne qualche grande capolavoro le sue creazioni sanno vagamente di frivolo e addirittura di occasionale. Potete linciarmi per questa mia affermazione nell'anniversario di Mozart, ma io difenderò sino alla morte la superiorità dei compositori dal post-Beethoven a Sostakovich (non per dire che siano tutti uguali, nei risultati e nei modi, ma per me una sinfonia, di Brahms, di Ciajkovskij, di Mahler, di Sostakovich ecc. è infinitamente più preziosa di tante, ma tante tante fatuità mozartiane, pur con i suoi lampi di genio, che con le sue qualità avrebbe potuto però estendere a una parte ben più vasta della sua produzione!). E ripeto, come pensiero, sottolineo come pensiero, lo vedo una conseguenza venata di ludico del relativismo, del "compromesso", quasi del materialismo settecentesco, non vi vedo uno Spirito, una Passione, un respiro che mi affascina nel profondo dell'animo.

<{POST_SNAPBACK}>

oh mio dio!

alcune affermazioni andrebbero diluite in più post,tutte insieme fanno veramente male!

Link al commento
Condividi su altri siti

Permettetemi di dire che per me il compositore più terribilmente sopravvalutato sia Wolfgang Amadeus Mozart. Come pensiero almeno, per nulla così elevato come si vorrebbe far pensare. Un frutto agli sgoccioli del relativismo illuminista. Non ci vedo tutta la passione, l'ampiezza di respiro, l'anelito al Sublime, dei vari Romantici e anche dopo (o anche prima: un Bach). E troppe volte è superficiale, tranne qualche grande capolavoro le sue creazioni sanno vagamente di frivolo e addirittura di occasionale. Potete linciarmi per questa mia affermazione nell'anniversario di Mozart, ma io difenderò sino alla morte la superiorità dei compositori dal post-Beethoven a Sostakovich (non per dire che siano tutti uguali, nei risultati e nei modi, ma per me una sinfonia, di Brahms, di Ciajkovskij, di Mahler, di Sostakovich ecc. è infinitamente più preziosa di tante, ma tante tante fatuità mozartiane, pur con i suoi lampi di genio, che con le sue qualità avrebbe potuto però estendere a una parte ben più vasta della sua produzione!). E ripeto, come pensiero, sottolineo come pensiero, lo vedo una conseguenza venata di ludico del relativismo, del "compromesso", quasi del materialismo settecentesco, non vi vedo uno Spirito, una Passione, un respiro che mi affascina nel profondo dell'animo.

<{POST_SNAPBACK}>

in effetti WAM era credente come Madiel :D:D:D:D

Link al commento
Condividi su altri siti

Madiel non scherzare mi hai detto che eri credente  :D .

E WAM lascialo al posto suo, non dico che non sia credente. Ma in effetti mancava di spiritualità ma tanto rispetto a molti altri compositori. Questo nessuno lo può negare.

<{POST_SNAPBACK}>

in effetti alludevo all'altro Madiel, quello dell'opera, ghghghghgh :lol:

Link al commento
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Puoi rispondere adesso e registrarti subito dopo. Se hai un account, ACCEDI.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Condividi

  • Chi sta navigando   0 utenti

    • Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy