Vai al contenuto

Chopin- Notturno in C sharp minor


Marco2006
 Condividi

Recommended Posts

Come in tutti i notturni c'è sempre il solito problema: quasi tutti tendono a suonare "con una sola mano", nel senso che si fa il canto alla destra (troppo forte) e l'accompagnamento -che parola orribile- alla sinistra (troppo piano). Secondo me il problema principale di queste composizioni sta nell'armonizzazione delle due sonorità, che devono sicuramente essere diverse, ma si devono fondere.

Altro solito problema è che spesso si suona in modo che la sinistra debba "aspettare" la destra che fa tutte le volatine e gli abbellimenti, e questa cosa è orribile da sentire, perché dà veramente l'impressione che si stia suonando con una sola mano.

Per ovviare a entrambi i problemi bisogna fare un unico tipo di studio, e cioè a mani separate.

Studia tantissimo a mani separate, prima pensando a quello che stai suonando, e poi quando avrai padronanza delle note, inizia a suonare con una mano pensando anche a quello che deve fare l'altra. Mi spiego meglio: suona la sinistra in funzione di quello che deve fare la destra in corrispondenza, magari anche cantando quello che fa la destra, così sei già avvantaggiato per lo studio del fraseggio.

Non è uno dei notturni più difficili, però se lo suoni bene può dare soddisfazione :)

Buono studio!

Link al commento
Condividi su altri siti

scusate ma io non ho capito di che notturno si tratta,non ce n'è uno solo in do diesis minore...vabè poco importa perchè li studiai entrambi :P

Concordo con mirougil,anche la mia insegnante mi rimproverava di calcare troppo la destra,mentre invece anche la sinistra ha la sua parte.Inoltre non farti ingannare dal termine "notturno":D'accordo che sono composizioni velate di mistero e malinconia,ma i coloriti spaziano ugualmente dal pianissimo al fortissimo.

Io ricordo che avevo il vizio si suonarli alla debussy.

Link al commento
Condividi su altri siti

uh :huh: *

* Meglio conosciuto come notturno in 5 giorni, studiato contro voglia, solo perchè costretta:

I - Studio svogliato misto a maledizioni al mandante

II - Studio selvaggio misto a odio profondo per il mandante

III - Studio barbaro misto a odio profondo per il pezzo

IV - Studio disperato misto a sconforto e a odio profondo per il compositore e per tutta la sua famiglia

V - Esecuzione oscena davanti ad un pubblico assolutamente ignorante in materia

(+ svariati giorni di umiliazione nel ricevere i complimenti degli ascoltatori <_< )

(( + una vita di vergogna ))

Link al commento
Condividi su altri siti

uh  :huh: *

* Meglio conosciuto come notturno in 5 giorni, studiato contro voglia, solo perchè costretta:

I - Studio svogliato misto a maledizioni al mandante

II - Studio selvaggio misto a odio profondo per il mandante

III - Studio barbaro misto a odio profondo per il pezzo

IV - Studio disperato misto a sconforto e a odio profondo per il compositore e per tutta la sua famiglia

V - Esecuzione oscena davanti ad un pubblico assolutamente ignorante in materia

(+ svariati giorni di umiliazione nel ricevere i complimenti degli ascoltatori <_< )

(( + una vita di vergogna ))

<{POST_SNAPBACK}>

:D è vero la cosa peggiore è quando dopo una performance oscena c'è gente che continua a rovesciarti addosso carrettate di complimenti... magari poi una volta su dieci (a me capita anche più raramente) sei soddisfatta di come hai suonato e nessuno ti dice niente :D

Link al commento
Condividi su altri siti

uh  :huh: *

* Meglio conosciuto come notturno in 5 giorni, studiato contro voglia, solo perchè costretta:

I - Studio svogliato misto a maledizioni al mandante

II - Studio selvaggio misto a odio profondo per il mandante

III - Studio barbaro misto a odio profondo per il pezzo

IV - Studio disperato misto a sconforto e a odio profondo per il compositore e per tutta la sua famiglia

V - Esecuzione oscena davanti ad un pubblico assolutamente ignorante in materia

(+ svariati giorni di umiliazione nel ricevere i complimenti degli ascoltatori <_< )

(( + una vita di vergogna ))

<{POST_SNAPBACK}>

NOooooooooooooooOOOOOOOOOOOOoooooooooooooooooooooooooooooooo :ph34r:

Link al commento
Condividi su altri siti

uh  :huh: *

* Meglio conosciuto come notturno in 5 giorni, studiato contro voglia, solo perchè costretta:

I - Studio svogliato misto a maledizioni al mandante

II - Studio selvaggio misto a odio profondo per il mandante

III - Studio barbaro misto a odio profondo per il pezzo

IV - Studio disperato misto a sconforto e a odio profondo per il compositore e per tutta la sua famiglia

V - Esecuzione oscena davanti ad un pubblico assolutamente ignorante in materia

(+ svariati giorni di umiliazione nel ricevere i complimenti degli ascoltatori <_< )

(( + una vita di vergogna ))

<{POST_SNAPBACK}>

Mai fare le cose che non piacciono.E non essere così drastica sul giudizio del

pubblico.Si tratta sempre di punti di vista(ovviamente entro certi limiti),e ciò

che non è piaciuto all'esecutore può essere piaciuto al pubblico e alla critica.

Ma proprio questo è ciò che fa la differenza tra l'interpretare e il riprodurre

meccanicamente:altrimenti sarebbe meglio buttar via la musica.

Quanto al pezzo in questione,non ho ancora capito se parlate dell'0p.27 n.1 o

del Lento con espressione op.postuma(quello che nella sezione centrale si

apre ad un ritmo di Mazurka:fu pubblicato ventisei anni dopo la morte di

Chopin,e il titolo di Notturno è arbitrario).

Link al commento
Condividi su altri siti

Ho iniziato da poco lo studio di questo notturno non mi è sembrato molto difficile. Voi lo avete studiate? Vi piace? avete consigli da darmi magari su qualche passaggio difficile?

:D  :P  :ph34r:

<{POST_SNAPBACK}>

è pacchianissimo

forse postumo significa che qualcuno l'ha preso dal cestino di casa copin (come lo pronuncia un mio amico) e l'ha dato in pasto a qualche editore furbo

Link al commento
Condividi su altri siti

è pacchianissimo

forse postumo significa che qualcuno l'ha preso dal cestino di casa copin (come lo pronuncia un mio amico) e l'ha dato in pasto a qualche editore furbo

<{POST_SNAPBACK}>

ps. è l'unico notturno che pollini non ha inciso nella sua ultima meravigliosa integrale (assieme a un altro dubbio notturno 'in do minore' giovanile). evidentemente pollini ha un modo molto più musicale per spiegare quanto gli faccia schifo. o probabilmente quanto sia dubbia la volontà del compositore di rendere noto quel suo strafalcione. rappezzato per inspiegabile crisi inventiva con un pezzo del concerto op.21, un pezzo del canto zyezenie op. 74 n. 1 e ancora un altro pezzo dello scherzando dell'op21...a ecco chopin lo chiamò 'del genere del notturno' e si è incerti sulla data di composizione e pubblicato postumo nel 1875 con il nome di 'adagio'...insomma 'roba di dubbia provenienza'.

Link al commento
Condividi su altri siti

è pacchianissimo

forse postumo significa che qualcuno l'ha preso dal cestino di casa copin (come lo pronuncia un mio amico) e l'ha dato in pasto a qualche editore furbo

<{POST_SNAPBACK}>

Sì,è stato recuperato dal cestino di casa Chopin:ma l'aggettivo che usi,forse

suggerito da me in altro contesto(Strauss-Schulz Evler),non è il più adatto.

Link al commento
Condividi su altri siti

Ma ecco,come avevo promesso,un saggio dell'Italiano di Chopin:

"N. ha fatto infelice la signorina governante,della Casa,nella strada Marszalhowska.

La signorina governante a un bambino nell'ventre,e la contessa sive la padrona

non vuol vedere di più il seduttore.Il migliore evento è,che credevano avanti,che

tutto è apparito,ch'il seducente son io,perche io ch'era più di un messo a Saniki,

E sempre andava colla governante camminar nel giardino.Ma andar'e camminar

e niente più.Ella non è incantante.Niedolega io,non ho avuto alcun apetito."

Lettera del 27 dicembre 1828 a Tytus Woychiechowsky.Niedolega significa

più o meno "coglione".Ma vorrei io conoscere il Polacco come Chopin conosceva

l'Italiano.

Link al commento
Condividi su altri siti

Ma ecco,come avevo promesso,un saggio dell'Italiano di Chopin:

"N. ha fatto infelice la signorina governante,della Casa,nella strada Marszalhowska.

La signorina governante a un bambino nell'ventre,e la contessa sive la padrona

non vuol vedere di più il seduttore.Il migliore evento è,che credevano avanti,che

tutto è apparito,ch'il seducente son io,perche io ch'era più di un messo a Saniki,

E sempre andava colla governante camminar nel giardino.Ma andar'e camminar

e niente più.Ella non è incantante.Niedolega io,non ho avuto alcun apetito."

 

Lettera del 27 dicembre 1828 a Tytus Woychiechowsky.Niedolega significa

più o meno "coglione".Ma vorrei io conoscere il Polacco come Chopin conosceva

l'Italiano.

<{POST_SNAPBACK}>

Ti prego dimmi dove hai trovato questa cosa :rolleyes:

Per Lui andrei anche in Tanzania.....dimmi dove l'hai presoooooo!

Link al commento
Condividi su altri siti

Mai fare le cose che non piacciono.E non essere così drastica sul giudizio del

pubblico.Si tratta sempre di punti di vista(ovviamente entro certi limiti),e ciò

che non è piaciuto all'esecutore può essere piaciuto al pubblico e alla critica.

Ma proprio questo è ciò che fa la differenza tra l'interpretare e il riprodurre

meccanicamente:altrimenti sarebbe meglio buttar via la musica.

Quanto al pezzo in questione,non ho ancora capito se parlate dell'0p.27 n.1 o

del Lento con espressione op.postuma(quello che nella sezione centrale si

apre ad un ritmo di Mazurka:fu pubblicato ventisei anni dopo la morte di

Chopin,e il titolo di Notturno è arbitrario).

<{POST_SNAPBACK}>

Infatti, sono d'accordissimo. :) Io non studio mai quello che non mi piace o che non ritengo utile ad un fine o ad un altro. Su questo mi trovo d'accordo anche con il mio prof che mi fa scegliere i pezzi da studiare, ovviamente dopo avermi messa in guardia e consigliata. Discorso a parte per gli studi obbligatori e per la tecnica che possono piacere o meno, ma servono per poter suonare quello che piace, quindi si fanno e basta. Ma se avessi letto la discussione che ho aperto a suo tempo su quell'esperienza, sapresti che le cose non sono andate proprio così in termini di scelta, gusto, preferenza ecc ecc... <_< Sono stata praticamente obbligata sotto gentilissima minaccia da una mia prof di scuola perchè dovevo suonare ad uno spettacolo di storia...e purtroppo a 5 giorni dallo spettacolo suddetto sono stata mollata 4 a 0 dalla mia violinista (con la quale meditavo di suonare una trascrizione da 4 soldi per risparmiare tempo e fatica) e ho dovuto studiare l'originale da sola perchè ormai il pezzo era in scaletta! :angry: Ora ci rido su... ma sono stati 5 giorni molto pesanti, psicologicamente intendo. :( Il notturno non è difficile (è quello "lento...") ma non si può comunque eseguire Chopin dopo 5 giorni di studio... :ph34r: Ne va della serietà dell'esecutore :(

Quanto al discorso sul pubblico e sulle sue reazioni, sono d'accordo anche in questo caso con quello che scrivi, ma non calza in questa situazione perchè ho suonato davanti ad una scolaresca che era lì a sentirmi solo per perdere un'ora di lezione e che non ci capiva un tubo...i complimenti sono stati veramente imbarazzanti. :unsure: Ma alla fine...che dovevo fare...ringraziavo gentilmente, contenta che loro fossero estasiati per un'esecuzione mediocre, con le note a posto e più o meno pulita...mica potevo mettermi a spiegare i motivi per cui il pezzo non era suonabile in quelle condizioni, davanti ad un pubblico un minimo competente... :P

Link al commento
Condividi su altri siti

ma dai in fondo non è così male quel pezzo(è molto peggio il notturno 21).

Quando lo conobbi era per me la musica + bella del mondo,l'avevo imparato a memoria,ma siccome a causa della mia somaraggine ero costretto a ripetere i passaggi 100 volte,alla fine mi ha nauseato e ora nn lo suono + da qualche anno..però ho una mia registrazione (che evito di postare)e che mi fa tornare in mente vecchi ricordi :rolleyes:

Link al commento
Condividi su altri siti

ei, scriabin..pensavo meglio di te..e di voi tutti gli altri..

dire che non e' male quel pezzo..

tipo non e' male la primavera di botticelli..

o le icone di rublev..

se ti s'incastrano le dita a fare quei passaggi alla fine ( ma che "passaggi", poi, sono il soffio d'un sospiro..), non e' certo colpa di quella musica..

Link al commento
Condividi su altri siti

ei, scriabin..pensavo meglio di te..e di voi tutti gli altri..

dire che non e' male quel pezzo..

tipo non e' male la primavera di botticelli..

o le icone di rublev..

se ti s'incastrano le dita a fare quei passaggi alla fine ( ma che "passaggi", poi, sono il soffio d'un sospiro..), non e' certo colpa di quella musica..

<{POST_SNAPBACK}>

E va bè non tutti sono superdotati, e credo sia normale un po' di rancore per un brano che insomma non viene mai...o si è fatta tanta fatica a studiare senza gran soddisfazione! Mica hanno detto che schifo Chopin, sanno che li avrei presi a padellate in testa, che discorsi!!!

W Chopin :rolleyes:

Link al commento
Condividi su altri siti

ehi ma avete capito quello che ho scritto?

1)non ho detto che il pezzo è brutto,ma che era uno dei + belli per me

2)l'avevo eseguito così tante volte che alla fine il fascino era diminuito,e quindi non l'ho + suonato spontaneamente.(come mangiare sempre pane e nutella:è buono,ma alla fine stomaca e bisogna prendersi una pausa)

3)l'avevo studiato dopo 2 anni che suonavo,e fu tra i pezzi che presentai all'insegnante privato nella prima lezione..poi lo registrai,e anche se globalmente il pezzo c'era,non si possono fare miracoli in 2 anni.

4)gli ultimi sono dei passaggi dove le dita non mi si sono mai incastrate,in quanto sono scale in do# minore senza nessuna nota in + o in meno...forse può essere problematico nella discesa quando il tocco deve essere leggerissimo e leggermente staccato.

Link al commento
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Puoi rispondere adesso e registrarti subito dopo. Se hai un account, ACCEDI.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Condividi

  • Chi sta navigando   0 utenti

    • Nessun utente registrato visualizza questa pagina.
×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy