Vai al contenuto
Fryderyk

Mozart,Sonate vol.I-II

Recommended Posts

Buonasera.

Oggi pomeriggio finita la lezione,sono andato a vedere se

erano arrivati i due volumi delle Sonate di Mozart.

G.Hendle Verlag,Urtext

Si,con mia grande gioia sono finalmente arrivati (10 giorni di lunghissima attesa...)

E' la prima volta che vedo la copertina di colore blu (così mi sembra...) invece che il solito rosso/arancio/giallo della Ricordi.

Addirittura la prima pagina ha una foto a colori di Mozart...

Nota dolente:la prefazione e l'appendice non prevede la lingua italiana...

Sul prezzo...beh, certo con Ricordi avrei risparmiato...ma il negoziante mi aveva detto che aveva solo queste qui.

Voi cosa ne pensate?

ah...costo di entrambi i volumi 40 euro :blink:

Ciao.

Fryderyk

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

E' la migliore sul mercato.

Senza inutili fronzoli tipici della ricordi.

Senza troppe revisioni che snaturerebbero un pezzo.

Certo, non c'è diteggiatura e devi prepararla tu, ma secondo me è l'edizione che meglio riflette questo autore.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
E' la migliore sul mercato.

Senza inutili fronzoli tipici della ricordi.

Senza troppe revisioni che snaturerebbero un pezzo.

Certo, non c'è diteggiatura e devi prepararla tu, ma secondo me è l'edizione che meglio riflette questo autore.

<{POST_SNAPBACK}>

Alcuni urtext della henle hanno alcune diteggiature...comunque è vero che alcune cose sono solo in tedesco... :huh:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Certo, non c'è diteggiatura e devi prepararla tu, ma secondo me è l'edizione che meglio riflette questo autore.

<{POST_SNAPBACK}>

Ecco,vorrei approfondire questo aspetto qui,o meglio,chiedere a chi

ha affrontato partiture di questo genere,senza diteggiatura,che tipo di problemi ha dovuto affrontare.

Io per esempio devo dirvi che fino ad ora ho studiato su partiture edite da Ricordi,la cui diteggiatura onestamente parlando mi ha agevolato nello studio e durante la lettura dello spartito.

In questo caso,non c'è il pericolo che mi senta..."spiazzato"?

Colgo comunque sin da ora l'aspetto positivo della questione,in quanto posso entrare "più nel dettaglio" della battuta.

Non so,chiedo lumi e consigli,anche perchè se sapevo che non c'era la diteggiatura...beh,non so se avrei provveduto a tale acquisto.

Grazie.

Ciao.

Fryderyk

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anche io ho quella edizione, e mi è piaciuta così tanto che l'ho ripresa anche per le sonate di Beethoven.

Per le diteggiature non ti preoccupare, la cosa verrà con il tempo e l'esperienza: intanto provare diverse diteggiature e scegliere quella più comoda per te (e non quella che ha acriticamente prescritto Casella o Cortot o Zecchi) sarà un esercizio utilissimo anche per appropriarti delle note in breve tempo, e poi fatti dare un occhio dal tuo insegnante ;)

In ogni caso nella mia Urtext Henle Verlag delle sonate di Mozart le diteggiature ci sono :huh: non so perché nella tua non ci siano.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
In ogni caso nella mia Urtext Henle Verlag delle sonate di Mozart le diteggiature ci sono :huh: non so perché nella tua non ci siano.

<{POST_SNAPBACK}>

Si hai ragione,anche se rispetto all'edizione Curci della mia insegnante,la diteggiatura è ridotta...all'osso :)

Ora vado a nanna,buonanotte!

Fryderyk

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Buonasera.

Oggi pomeriggio finita la lezione,sono andato a vedere se

erano arrivati i due volumi delle Sonate di Mozart.

G.Hendle Verlag,Urtext

Si,con mia grande gioia sono finalmente arrivati (10 giorni di lunghissima attesa...)

E' la prima volta che vedo la copertina di colore blu (così mi sembra...) invece che il solito rosso/arancio/giallo della Ricordi.

Addirittura la prima pagina ha una foto a colori di Mozart...

Nota dolente:la prefazione e l'appendice non prevede la lingua italiana...

Sul prezzo...beh, certo con Ricordi avrei risparmiato...ma il negoziante mi aveva detto che aveva solo queste qui.

Voi cosa ne pensate?

ah...costo di entrambi i volumi 40 euro :blink:

Ciao.

Fryderyk

<{POST_SNAPBACK}>

io di mozart ho i due volumi della edition peters, urtext

scrittura molto ampia e chiara. pagine piuttosto gialle che, quindi, non affaticano l'occhio. diteggiature essenziali. forse un po' troppe legature. non mi fa impazzire ma sono abituato alla peters, dato che ho tantissimi spartiti di quella casa editrice.

le edizioni più belle in assoluto che ho in generale sono le EMB per la musica di liszt e la barenreiter-verlag urtext per il cbt e bach in generale. eccellente. nessuna diteggiatura. scrittura ampia ed essenziale. minimalista. pagina chiara ma non in contrasto con le note. elegantissima. nessun fronzolo. pare una boccata d'aria fresca. leggere per credere :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
le edizioni più belle in assoluto che ho in generale sono le EMB per la musica di liszt e la barenreiter-verlag urtext per il cbt e bach in generale. eccellente. nessuna diteggiatura. scrittura ampia ed essenziale. minimalista. pagina chiara ma non in contrasto con le note. elegantissima. nessun fronzolo. pare una boccata d'aria fresca. leggere per credere  :)

<{POST_SNAPBACK}>

una scelta editoriale che va benissimo per chi ha tutto il tempo del mondo e può soffermarsi, prima di iniziare a studiare al pianoforte, sulla scelta della diteggiatura, sulla ricerca di soggetto e controsoggetto/i... insomma per chi non è vessato da ritmi produttivi accelerati. Mi rendo conto che un'edizione non appesantita da commenti, legature o diteggiature consente uno studio più approfondito sotto certi aspetti, ma il cbt ti deve insegnare la polifonia e allora anche quello di Casella (che secondo me prima di scrivere i commenti si faceva tre o quattro bicchierini di tavernello) se lo prendi seriamente va benissimo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Buonasera.

Oggi pomeriggio finita la lezione,sono andato a vedere se

erano arrivati i due volumi delle Sonate di Mozart.

G.Hendle Verlag,Urtext

Si,con mia grande gioia sono finalmente arrivati (10 giorni di lunghissima attesa...)

E' la prima volta che vedo la copertina di colore blu (così mi sembra...) invece che il solito rosso/arancio/giallo della Ricordi.

Addirittura la prima pagina ha una foto a colori di Mozart...

Nota dolente:la prefazione e l'appendice non prevede la lingua italiana...

Sul prezzo...beh, certo con Ricordi avrei risparmiato...ma il negoziante mi aveva detto che aveva solo queste qui.

Voi cosa ne pensate?

ah...costo di entrambi i volumi 40 euro :blink:

Ciao.

Fryderyk

<{POST_SNAPBACK}>

Complimenti!!!

Secondo me è l'edizione migliore che esiste sul mercato, per l'assenza di tanti commenti, per avere comunque un'edizione urtext quindi fedele allìoriginale e per il fatto dell'ottima qualità della rilegatura e delle pagine... Davvero ottima!!!

Io ho i due volumi delle sonate di beethoven, Quelle di mozart, i preludi di Chopin e i due volumi delWholtemperierte Klavier di Bach... Per ora

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

io quando posso compro sempre URTEXT henle, sono stato abituato così dal mio maestro che, a mio avviso giustamente, vuole sviluppare la mia capacità critica e interpretativa, eventualmente dandomi lui dei consigli, piuttosto che scopiazzare quella di qualcun altro. oltretutto spesso alcune edizioni (vedi ricordi :angry: ) si prendono un sacco di licenze (tipo eliminano alcune note negli accordi più pesanti, o mettono una valanga di pedale in bach) che sono più che discutibili. Preferisco decidere io cosa va dove!

è vero, costicchiano (come del resto tutte le urtext), ma secondo me ne vale veramente la pena.

Considerate però che dal 900 circa in poi di solito si consigliano altre edizioni, es Durand per Debussy (sono quelle originali) e non mi ricordo quale per i russi.

Per Mozart, siccome lo avevo in casa per qualche motivo, ho usato la Curci, con revisione di Fischer (!), che non è malaccio, abbastanza poco invasiva e, nell'ambito interpretativo, secondo me accettabile.

La diteggiatura fa molto bene imparare a metterla da soli o con l'aiuto del proprio maestro..oppure si fa come me, che metto le dita a caso in fase di lettura, per poi rendermi conto, quando vado a eseguire, che non torna un cacchio e mi tocca fare tutto da capo :rolleyes::lol: NON PROVATECI A CASA! :P

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

salve, mi piacerebbe che qualcuno che ne sa qualcosa sull'argomento mi spiegasse per bene la differenza tra edizioni Henle e Konemann, come ben saprete hanno entrambe la dicitura URTEXT in copertina, ma il prezzo della Henle può arrivare a 10 volte tanto quello della Konemann.

per fare un esempio ho comprato su internet recentemente l'integrale per pianoforte di Beethoven della Konemann (7 volumi) a 17 €, a casa ho anche le sonate di beethoven della Henle e mi sono costate 35€ a volume...

ho confrontato le due edizioni per controllare se la Konemann costando così poco fosse un edizione urtext "tarocca", ma i due spartiti sono uguali nell'impaginzione, l'unica differenza sta nel fatto che la Konemann mette a fine libro i commenti su varie possibilità di errore della partitura(autografi illeggibili, prime edizioni stampate male, errori di beethoven) mentre la henle fa l'asterischino e lo mette a fondo pagina, per il resto sempre tutto uguale.

a voi la parola

N.B. non ho confrontato TUTTE le sonate, solo il primo tempo di una che avevo studiato bene.

N.B.2 la Henle ha certamente una qualità della carta e della stampa superiore alla Konemann, ma devo dire che gli spartiti della Henle che ho usato parekkio sono quasi disintegrati, mentre la Konemann ha una carta meno raffinata ma sicuramente più resistente

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

hai ragione, e' quasi sempre uguale; semplicemente la Koenemann avra' comprato le licenze per ristampare dalle edizioni precedenti.. secondo me, per un musicista serio, non da' le garanzie sufficienti; si incontarano delle omissioni ( o errori di stampa) che in henle non sarebbero possibili.. in generale va benissimo per tenere le opere omnie di vari compositori a scopo informativo.. tra l'altro e' fallita, credo 2-3 anni fa..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
..e perche' nessuno dice niente di Barenreiter?. :ph34r:

<{POST_SNAPBACK}>

Io ho un po' di Bach della Barenreiter....ottima edizione....ho comprato a 3 euro ( :o ) il libro delle invenzioni a 2 e 3 voci....stesso prezzo per le suites inglesi e francesi....da non credere :o

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Si hai ragione,anche se rispetto all'edizione Curci della mia insegnante,la diteggiatura è ridotta...all'osso :)

Ora vado a nanna,buonanotte!

Fryderyk

<{POST_SNAPBACK}>

Buonanotte a tutti....... :rolleyes::ph34r:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Puoi rispondere adesso e registrarti subito dopo. Se hai un account, ACCEDI.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy