Jump to content

Cosa state ascoltando ? Anno 2024


Madiel

Recommended Posts

15 ore fa, giobar dice:

alle feste dell'Unità i volontari venivano ricompensati con qualche regalo "made in URSS". ....una vagonata di LP Melodiya con copertire rigorosamente in cirillico da decifrare.

Grande momento di folclore! :laughingsmiley: 

°°°°

ab67616d0000b273c57a1591c6f17984e86a744d

Un po' da mal di testa... però devo ammettere che questa polifonia di voci, per quanto ossessiva, è molto interessante. Secondo me questi minimalisti si spaccavano di Igor.

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 879
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

3 ore fa, Majaniello dice:

 

ab67616d0000b273c57a1591c6f17984e86a744d

Un po' da mal di testa... però devo ammettere che questa polifonia di voci, per quanto ossessiva, è molto interessante. Secondo me questi minimalisti si spaccavano di Igor.

E' un gran pezzo di Reich, a me piace assai. Tehillim è sostanzialmente basato sugli intrecci contrappuntistici in forma di variazioni canoniche. La ripetitività che ha caratterizzato gran parte della carriera risulta qui mitigata dal continuo spostamento degli accenti e dalla variazione delle metriche, che diventa, in effetti, una tecnica obbligata. Intona una serie di versi tratti dai Salmi e rappresenta di fatto l'approdo critico di Reich alla tradizione della musica barocca e pre-barocca. Si tratta di una meditazione contemporanea sul significato della parola biblica, della grande tradizione della liturgia ebraica. Mai vista questa versione live di Mehta, ma ci sono almeno tre registrazioni eccellenti in CD: De Leuuw (ECM); Asbury (DG); Pierson (Cantaloupe Music).

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, Ives dice:

E' un gran pezzo di Reich, a me piace assai. Tehillim è sostanzialmente basato sugli intrecci contrappuntistici in forma di variazioni canoniche. La ripetitività che ha caratterizzato gran parte della carriera risulta qui mitigata dal continuo spostamento degli accenti e dalla variazione delle metriche, che diventa, in effetti, una tecnica obbligata. Intona una serie di versi tratti dai Salmi e rappresenta di fatto l'approdo critico di Reich alla tradizione della musica barocca e pre-barocca. Si tratta di una meditazione contemporanea sul significato della parola biblica, della grande tradizione della liturgia ebraica. Mai vista questa versione live di Mehta, ma ci sono almeno tre registrazioni eccellenti in CD: De Leuuw (ECM); Asbury (DG); Pierson (Cantaloupe Music).

Ecco sarà per quello che sentivo Stravinsky.... Anche Desert Music ha dei passaggi del genere e infatti non mi dispiace, ma altri momenti sono troppo ripetitivi ed è una cosa che non riesco a sopportare. Ero alla ricerca di un minimalismo più incasinato e contrappuntistico. Cosa mi consiglieresti? a parte Adams. Vanno bene anche cose più di confine, l'importante che non siano troppo monotone.

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, Majaniello dice:

Ecco sarà per quello che sentivo Stravinsky.... Anche Desert Music ha dei passaggi del genere e infatti non mi dispiace, ma altri momenti sono troppo ripetitivi ed è una cosa che non riesco a sopportare. Ero alla ricerca di un minimalismo più incasinato e contrappuntistico. Cosa mi consiglieresti? a parte Adams. Vanno bene anche cose più di confine, l'importante che non siano troppo monotone.

Uhm non so, la ripetizione è fondamentale, giacchè non smette di sottolineare la forma, prima ancora che la continua variazione. Reich credo sia il più rigoroso tra i minimalisti americani. Quindi allora neanche Drumming può persuarderti, che peraltro trovo inferiore a Tehillim e Desert Music. Cosi come Music for 18 in cui Reich ha utilizzato in larga parte anche le tecniche del gamelan balinese e delle percussioni del Mali. Anche Terry Riley lo lascerei perdere, compositore che non è da sottovalutare a priori, purché non lo si esamini attraverso i parametri applicabili alle avanguardie europee (In C è il suo capolavoro). C'è il primo Glass di Music in Contrary Motion o Music in Twelve Parts, ma anche quello è molto martellante e ripetitivo.

Link to comment
Share on other sites

3 ore fa, Ives dice:

Uhm non so, la ripetizione è fondamentale, giacchè non smette di sottolineare la forma, prima ancora che la continua variazione. Reich credo sia il più rigoroso tra i minimalisti americani. Quindi allora neanche Drumming può persuarderti, che peraltro trovo inferiore a Tehillim e Desert Music. Cosi come Music for 18 in cui Reich ha utilizzato in larga parte anche le tecniche del gamelan balinese e delle percussioni del Mali. Anche Terry Riley lo lascerei perdere, compositore che non è da sottovalutare a priori, purché non lo si esamini attraverso i parametri applicabili alle avanguardie europee (In C è il suo capolavoro). C'è il primo Glass di Music in Contrary Motion o Music in Twelve Parts, ma anche quello è molto martellante e ripetitivo.

@Madiel ha già rilanciato! non vale però, quella è la parte più "suonata" del pezzo (nel senso di meno meccanica)... per me è un problema anche il fatto che Reich la meni per 50 minuti 😴. Comunque, un minimalismo poco ripetitivo mi rendo conto che è una richiesta un po' del cavolo, fate finta che non abbia detto nulla :D 

Piuttosto, nessuno qui ascolta i compositori giapponesi (tolto il più celebre Takemitsu)?

Naxos ne ha in catalogo un bel po':

https://www.naxos.com/FeaturePages/Details/?id=Japanese_Classics

Il disco di Mayuzumi con Samsara mi era piaciuto molto. Ora sto ascoltando "Symphonic mood" dello stesso autore, che parte come una specie di Debussy in salsa giappo e poi si apre in un mood (appunto) più festoso. Nello stesso cd c'è la sinfonia Mandala che appartiene alla fase "divisionista" (e per me più ostica) del compositore.

8.557693.jpg

Link to comment
Share on other sites

15 ore fa, Majaniello dice:

@Madiel ha già rilanciato! non vale però, quella è la parte più "suonata" del pezzo (nel senso di meno meccanica)... per me è un problema anche il fatto che Reich la meni per 50 minuti 😴. Comunque, un minimalismo poco ripetitivo mi rendo conto che è una richiesta un po' del cavolo, fate finta che non abbia detto nulla :D 

Senz'altro, però è ragionevole perché il genere è oggettivamente stressante e se non si ha qualche inclinazione particolare risulta palloso. Prova City Life

REICH, S.: Eight Lines / City Life / Vermont Count.. - 8.559682 | Discover  more releases from Naxos

oppure le Daniel Variations

Duet - Kristjan Järvi - La Boîte à Musique

Link to comment
Share on other sites

On 25/2/2024 at 15:56, Snorlax dice:

Lo Shosta in salsa francese ha spesso dato ottimi frutti:

NDEtNzE2Ni5qcGVn.jpeg

...risultato molto più interessante della coeva registrazione dei Concerti pianistici. Qui il suono è pure in stereo, quindi si gode pure di più!:drinks:

Ottima segnalazione, non la conoscevo e me la sono ascoltata ieri sera sul tubo. Molto, molto bella :ok:

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, Madiel dice:

Senz'altro, però è ragionevole perché il genere è oggettivamente stressante e se non si ha qualche inclinazione particolare risulta palloso. Prova City Life oppure le Daniel Variations.

Grazie! Mad sulla musica giapponese non mi dici niente? 

°°°°

Inutile che mi ripropongo di ascoltare le opere che tanto poi non lo faccio mai... ma Dessau è un tedesco che mi piace molto, ma a me piacciono sempre i tedeschi sbagliati :P Ma l'orchestermusik 1 non è stata mai registrata? non si trova da nessuna parte. 

Link to comment
Share on other sites

4 ore fa, Majaniello dice:

Grazie! Mad sulla musica giapponese non mi dici niente? 

Vivo lontanissimo dal Giappone e mi piace poco viaggiare :cat_lol:

4 ore fa, Majaniello dice:

Inutile che mi ripropongo di ascoltare le opere che tanto poi non lo faccio mai... ma Dessau è un tedesco che mi piace molto, ma a me piacciono sempre i tedeschi sbagliati :P Ma l'orchestermusik 1 non è stata mai registrata? non si trova da nessuna parte. 

No, credo neanche mai pubblicata.

-----

Bacewicz: Musica sinfonica in tre movimenti (1965)

WDR Symphonieorchester diretta da L Borowicz

Link to comment
Share on other sites

Buon 58° compleanno bisestile a Giovacchino A. Rossini 🙂

Una messa ci sta

51xFjs91nJL.jpg

Gioachino Rossini : Petite Messe Solennelle
M. Pares-Reyna, U. Sippola, T. Dewald, P. Lika
Corus Musicum Koln, Christoph Spering
CD 1994 Opus-111 3386700301232 [io ho il CDC120 allegato CD Classica]

ma anche qualcosa di pià domestico

61Ap9dURjwL.jpg

[delle tante riedizioni io ho questa]
Gioachino Rossini : Sonate per archi
I Solisti Veneti, Claudio Scimone
CD 1988 Erato  022924532221

91vDuaXpT5L.jpg

Gioachino Rossini : Quartetti per fiati
Consortium Classicum
CD 1986 MDG 4003241032072

se non persino esotico

41vb6JgCxdL.jpg

Gioachino Rossini : Petite Polka Chinoise
Jenny Lin, pianoforte
CD 2000 BIS 7318590011102

(adoro cercare nei miei schedari ...purché poi non mi si chieda di andare in cantina a ripescare davvero)

Fuori del mio piccolo, s'intende tutti a :

1707737455-thumbnail_Social_cop%20FB-IG_

1706892236-2024.02.29%20Messa%20di%20Glo

Pesaro 2024 capitale italiana della cultura

ANSA "Il 29 febbraio giorno clou a Pesaro per 'compleanno' di Rossini"

Link to comment
Share on other sites

Max BRUCH
Concerto per violino, viola e orchestra in mi minore op. 88

Viktor Tretyakov, violino
Yuri Bashmet, viola
London Symphony Orchestra
Neeme Jarvi

Si tratta in realtà della versione B, realizzata dallo stesso Bruch, del concerto per clarinetto e viola, nella quale il violino prende il posto dello strumento a fiato. E' un concerto che mi piace assai e le due versioni sono complementari, perché in quella col clarinetto la peculiarità timbrica prende il sopravvento, mentre in quella col violino c'è una squisita fusione fra i due archi solisti.

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...

Important Information

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy