Jump to content

Cosa state ascoltando ? Anno 2023


Madiel

Recommended Posts

7 ore fa, Florestan dice:

Un po' di Brescianello...

0635212069325.jpg

0635212076729.jpg

4039956917052.jpg

4039956919063.jpg

A @Majaniello, @Ives, @Wittelsbach, @giobar, @il viandante del sud, @Snorlax, @Madiel e a chiunque gradisca

 

Parente del Tavernello??? :D

Grazie, questo è un compositore a me noto solo di nome. Se penso a quanta musica non conoscerò in questa vita, un po' mi dispiace, ma, come si dice, non si può avere tutto!

21 ore fa, Madiel dice:

Incredibile, il sior Viandante è già in full immerscion con la musica tippettiana più tosta! :D

Eh, quando m'impegno m'impegno :D

Ed è davvero musica tosta, rispetto ai miei standard almeno, però ha un suo fascino... Ad un certo punto ho ascoltato anche delle citazioni della Nona di Beethoven da qualche parte, gli piaceva proprio si vede (anzi, si sente).

A voi ragazzi @Florestan @Madiel

Meravigliosa!

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 1.3k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

7 ore fa, Ives dice:

Bruckner

Symphony No. 0 "Die Nullte"

Chicago Symphony Orchestra

Sir Georg Solti

41QQFE7yTZL._UX358_FMwebp_QL85_.jpg

Sinfonia disconosciuta dallo stesso Bruckner, che la definì, più o meno, un maldestro tentativo giovanile, uno zero già dal titolo. E' un'opera non certo grande (la Prima è già notevole, invece, a mio avviso) ma che possiede una sua nobiltà di stile. Non ci sono temi elaboratissimi e memorabili ma i procedimenti tipici di Bruckner, cioè le progressioni, le iterazioni, i bassi ostinati, i motivi soggetti a inversione, la dinamica a terrazze, si ritrovano tutti e già paiono opera di compositore in crescendo. Solti la dirige con passione, energia e impetuoso passo svelto, con l'orchestra di Chicago sempre notevolissima per massa di suono e virtuosismo. Curiosamente, le prime sinfonie sono le ultime incise nell'integrale e sono datate primi anni '90, tredici anni dopo quelle centrali.

Bella lettura, come un po' tutto il Bruckner di Solti, forse non il più citato fra i bruckneriani ma che ha il suo fascino e il suo perché. La sinfonia fu disconosciuta da Bruckner proprio perché a suo parere non aveva temi, è a tutti gli effetti un esercizio di stile. Nonostante la numerazione, fu composta dopo la Prima, che è senz'altro migliore.

Il gallicone è simile al liuto, ma più grande: spesso le opere di Brescianello scritte per quello strumento vengono eseguite alla chitarra, che ha la stessa accordatura; io le ho ascoltate un po' ma non mi attirano particolarmente. Ottima la segnalazione dell'altro disco, che conoscevo, ma Chandler con la Serenissima esegue tutto l'opus 1 per intero.

Link to comment
Share on other sites

14 ore fa, Florestan dice:

Bella lettura, come un po' tutto il Bruckner di Solti, forse non il più citato fra i bruckneriani ma che ha il suo fascino e il suo perché.

Nelle 0-3 io lo trovo proprio ottimo, scattante, energico e dal tocco leggero, come tipico di certo ultimo Solti, non capisco le riserve di taluni...probabilmente, i "problemi" riscontrati da certa critica e ascoltatori (integrale molto contestata negli anni per effettismo sonoro e povertà di fraseggio) verranno nelle sinfonie successive, ben più lunghe e complesse. Onestamente, non le ricordo molto, dovrei risentire...

°°°°°°

Haydn

Symphony No. 60 "Il Distratto"

Heidelberger Sinfoniker

Thomas Fey

718RMYXHEPL._SX425_.jpg

Per me, il miglior Distratto della discografia, bellissimo, incalzante e pimpante. Dispiace per il povero Fey (affetto da una malattia invalidante, se non erro) impossibilitato a dirigere a vita. Questa integrale la sta concludendo, pare con buonissimi risultati, Johannes Klumpp, nuovo direttore di questa solida orchestra da camera, fondata dallo stesso Fey.

91HiR1pZ4fL._SX425_.jpg

Link to comment
Share on other sites

10 ore fa, Ives dice:

Dispiace per il povero Fey (affetto da una malattia invalidante, se non erro) impossibilitato a dirigere a vita.

Ha subito un infortunio domestico con caduta dalle scale, come il povero Fritz Wunderlich. Fey non è morto, ma è rimasto gravemente invalido.

Link to comment
Share on other sites

14 ore fa, Ives dice:

Nelle 0-3 io lo trovo proprio ottimo, scattante, energico e dal tocco leggero, come tipico di certo ultimo Solti, non capisco le riserve di taluni...probabilmente, i "problemi" riscontrati da certa critica e ascoltatori (integrale molto contestata negli anni per effettismo sonoro e povertà di fraseggio) verranno nelle sinfonie successive, ben più lunghe e complesse

La Quarta però è parente stretta della Terza, almeno nei primi due movimenti, tanto è vero che la Terza è sempre stata in repertorio ben più delle due sinfonie numerate precedenti. Ovviamente la Quarta rimane più famosa, grazie al celebre Scherzo con i corni, ai temi memorabili dei due movimenti estremi e alla coda del Finale. Per la verità, più che all'integrale bruckneriana di Chicago, che in effetti non è fra le cose più riuscite di Solti, mi riferivo alla Settima e all'Ottava con i Wiener. 

*******

Resto in tema natalizio con questo:

81l-J2rygWL._SL1500_.jpg

Da un punto di vista filologico, almeno per quanto ne sappiamo adesso, questa è a oggi la versione più fedele su disco dell'Oratorio di Natale. Trombe antiche, niente clavicembalo, complesso ridotto e soprattutto una voce per parte anche nei pezzi corali, impostazione che Kuijken mantiene in tutte le cantate di Bach da lui incise. Personalmente preferisco un approccio meno rigido alla musica sacra di Bach, soprattutto in capolavori come le Passioni, le Messe e lo stesso Oratorio di Natale, ma il senso dell'opera è miracolosamente mantenuto, grazie all'abilità dei musicisti e dei cantanti. A mio parere, una valida alternativa da un altro punto di vista agli Oratori di Veldhoven, Jacobs e Rademann; senz'altro molto superiore ai vari Harnoncourt e Dunedin Consort che la critica anglosassone incensa.

Link to comment
Share on other sites

On 29/12/2023 at 14:12, Florestan dice:

Un po' di Brescianello...

0635212069325.jpg

0635212076729.jpg

4039956917052.jpg

4039956919063.jpg

A @Majaniello, @Ives, @Wittelsbach, @giobar, @il viandante del sud, @Snorlax, @Madiel e a chiunque gradisca

 

Recupero questa dedica del buon Florestan che mi sembra perfetta per un ascolto mattutino. Brescianello è uno dei maestri un po' dimenticati in Italia (un po' come Dall'Abaco), forse perchè ha operato per lo più in Germania... io conoscevo un vecchio doppio Dynamic con la sua op. 1 (credo gli unici concerti "a stampa" della sua carriera), noto con piacere che negli ultimi anni c'è stato un upgrade discografico, sto ascoltando le ottime letture de La Serenissima, un po' rilassate per i miei gusti ma molto musicali. Ma i cd della Coviello contengono concerti diversi?

Segnalo un altro autore che sarebbe meritevole di maggiore attenzione discografica, Francesco Mancini, già assistente di Scarlatti e grande maestro contrappuntista. A quanto si legge, fu anche grande autore di opere e oratori, ma su disco ancora non s'è visto nulla. Questi concerti in compenso sono godibilissimi per la sensibilità melodica dei tempi lenti e l'ingegnosità dei movimenti in stile fugato.

eyJidWNrZXQiOiJwcmVzdG8tY292ZXItaW1hZ2Vz

Link to comment
Share on other sites

16 ore fa, giobar dice:

Ha subito un infortunio domestico con caduta dalle scale, come il povero Fritz Wunderlich. Fey non è morto, ma è rimasto gravemente invalido.

Avevo letto qualcosa all'epoca...che sfiga nera, era un bravo direttore.

51z0zYRy3QL._UX358_FMwebp_QL85_.jpg

Varie sinfonie per archi, come ultimo ascolto dell'anno.

Link to comment
Share on other sites

5 ore fa, Majaniello dice:

Brescianello è uno dei maestri un po' dimenticati in Italia (un po' come Dall'Abaco), forse perchè ha operato per lo più in Germania... io conoscevo un vecchio doppio Dynamic con la sua op. 1 (credo gli unici concerti "a stampa" della sua carriera), noto con piacere che negli ultimi anni c'è stato un upgrade discografico, sto ascoltando le ottime letture de La Serenissima, un po' rilassate per i miei gusti ma molto musicali. Ma i cd della Coviello contengono concerti diversi?

Credo contengano i concerti a tre, che non sono inclusi nell'op. 1.

Link to comment
Share on other sites

  • Madiel locked this topic
Guest
This topic is now closed to further replies.
  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...

Important Information

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy