Vai al contenuto

Cosa state ascoltando ? Anno 2022


Madiel
 Condividi

Recommended Posts

8 ore fa, Florestan dice:

Antonio Barbosa è ben noto agli chopiniani; la sua integrale delle Mazurche è in effetti molto buona, in Brasile quasi leggendaria. 

Spostandoci in Argentina, sorprendente e in qualche modo affine al colore latino di Barbosa l'interpretazione delle Mazurche chopiniane da parte di questa pianista che nel repertorio ha tutt'altro.eyJidWNrZXQiOiJwcmVzdG8tY292ZXItaW1hZ2Vz

Dedicato ai romantici @Snorlax e @Majaniello :D ma anche a @glenngould, @Ives, @Wittelsbach, @giobar e @il viandante del sud

Grazie, l'Argentina è proprio nel mio destino :D

Controdedico con:

 

Link al commento
Condividi su altri siti

  • Risposte 2k
  • Creato
  • Ultima Risposta

Top utenti di questa discussione

Top utenti di questa discussione

9 ore fa, Florestan dice:

Antonio Barbosa è ben noto agli chopiniani; la sua integrale delle Mazurche è in effetti molto buona, in Brasile quasi leggendaria. 

Spostandoci in Argentina, sorprendente e in qualche modo affine al colore latino di Barbosa l'interpretazione delle Mazurche chopiniane da parte di questa pianista che nel repertorio ha tutt'altro.eyJidWNrZXQiOiJwcmVzdG8tY292ZXItaW1hZ2Vz

Dedicato ai romantici @Snorlax e @Majaniello :D ma anche a @glenngould, @Ives, @Wittelsbach, @giobar e @il viandante del sud

Mai sentiti questi interpreti latinoamericani... è Snorlino il cuore di panna, io sono un cinico brontolone:

161748866-2219711c-bcf7-4648-a0c3-eebc29

 

7 ore fa, Ives dice:

Nel pomeriggio:

 

Probabilmente, sono le Londinesi che preferisco, queste di Kuijken con la sua Petite Bande: equilibrate, compatte, eleganti, brillanti, cantabili, dinamiche, senza isterismi o tempi follemente precipitosi, pur rispettando i crismi dello "storicamente informato"; "classiche", insomma (possiedo questo cofanetto originale giapponese, ma è un'integrale che andrebbe ristampata a prezzi "umani"). @Florestan

Non so le sinfonie ma questa è bellissima:

61SIRvD9aYL.jpg

Link al commento
Condividi su altri siti

13 ore fa, Majaniello dice:

Mai sentiti questi interpreti latinoamericani...

Antonio Barbosa è stato un grande pianista. Allievo di Arrau, la sua carriera si sviluppò soprattutto in America (nord e sud, era brasiliano) e si interruppe con la morte a soli 50 anni, quando era ormai giunto alla maturità. In Europa la sua notorietà fu in qualche modo frenata dalla concorrenza di altri importanti pianisti della sua generazione (Argerich, Pollini, Barenboim e altri), che oltre tutto erano sostenuti dalle grandi case discografiche. Lui incise per etichette statunitensi (in particolare Connoisseur Society) che non avevano grande distribuzione in Europa. Grande chopiniano, come ricordava @Florestan, fece alcuni bellissimi dischi con Wanda Wilkomirska, e straordinaria l'incisione (credo la sua ultima) con i Lieder Schubert-Liszt e altri pezzi sparsi lisztiani.

Link al commento
Condividi su altri siti

On 23/8/2022 at 12:17, Wittelsbach dice:

81HNanLhmQL._SS500_.jpg

Grant Still, Sahdji.
Il nostro @Pacific231 sosteneva che questo balletto fosse forse il pezzo più convincente e originale del compositore di colore.

@Madiel

No, questo non l'ho mai sentito, ma potrebbe essere perché fuori da pastoie accademiche magari è a suo agio. So solo che è un balletto corale in stile "popular" (inteso come folk negro). Comunque, tra poco mi prendo il cofano "Black Composers Series" così non se ne parla più e mi informo una volta per tutte anche su quegli autori minori che contiene! 

Del disco che segnali, Walker è un compositore accademico interessante autore di pezzi serialisti e liberamente atonali (direi un eclettico moderatamente modernista), mentre di Fela Sowande (nome d'arte dell'africano Olufela Obafunmilayo Sowande) non so nulla di nulla.

Intanto, ricambio con

 

Link al commento
Condividi su altri siti

 

So che non è Furt, ma il mio primo ricordo di grande ammirazione per un pezzo di musica classica è la marcia funebre di Sigfrido in un 33 giri di mio padre con Toscanini che dirigeva l'NBC (gli chiedevo sempre di mettere "bam! bam!").

Devo quindi la mia passione per la musica classica in parte a questo pezzo e più in generale a mio padre ed oggi che improvvisamente se n'è andato non posso quindi non dedicarglielo.

Link al commento
Condividi su altri siti

9 ore fa, superburp dice:

 

So che non è Furt, ma il mio primo ricordo di grande ammirazione per un pezzo di musica classica è la marcia funebre di Sigfrido in un 33 giri di mio padre con Toscanini che dirigeva l'NBC (gli chiedevo sempre di mettere "bam! bam!").

Devo quindi la mia passione per la musica classica in parte a questo pezzo e più in generale a mio padre ed oggi che improvvisamente se n'è andato non posso quindi non dedicarglielo.

Condoglianze, super 

 

 

 

Link al commento
Condividi su altri siti

11 ore fa, superburp dice:

 

So che non è Furt, ma il mio primo ricordo di grande ammirazione per un pezzo di musica classica è la marcia funebre di Sigfrido in un 33 giri di mio padre con Toscanini che dirigeva l'NBC (gli chiedevo sempre di mettere "bam! bam!").

Devo quindi la mia passione per la musica classica in parte a questo pezzo e più in generale a mio padre ed oggi che improvvisamente se n'è andato non posso quindi non dedicarglielo.

Condoglianze @superburp

Link al commento
Condividi su altri siti

8-225030.jpg

Arno Babadjanian (1921-1983)
Sonata per violino e pianoforte in si bemolle minore (1959)

Il frequentare una ragazza armena la cui madre è insegnante di pianoforte mi ha consentito di conoscere Babadjanian, compositore armeno per l'appunto.
La Sonata per violino è composta nell'abbastanza rara tonalità di si bemolle minore, e mi sembra di impianto neoclassico. E' caratterizzata da una notevole episodicità all'interno dei singoli movimenti.
L'ho sentita in questa esecuzione Marco Polo, ma sul tubo c'è anche una versione con l'autore, valente pianista, al pianoforte.

Cita

The Sonata in B flat minor for violin and piano was composed by Babadjanian in 1959 and dedicated to Dmitry Shostakovich. Stylistically the work is distinguished by intense dynamism and dazzling virtuosity .Babadjanian creates a work full of psychological discrimination and structural clarity. Although we hear from time-to-time, echoes of Prokofiev and Shostakovich, Babadjanian's independent style always prevails. According to Sahan Arzruni, "the entire Sonata is based on two contrasting melodic ideas, propulsive and frenzied versus gentle and ethereal." The Sonata is finely wrought, at times brutal, at times fiery, with moments of extraordinary lyricism and haunting beauty that could only have come form the pen of Babadjanian. Miriam Gargarian provides us with additional comments: "The first movement begins with a dramatic arpeggio by the violin. The three rising tones heard next in the piano evolve into the first theme of the Allegro energico. The second theme, in quiet contrast, consists of a beautiful chant-Iike melody in the violin accompanied by repeating chords in the piano. The movement ends in quiet suspense with a B flat chord that is neither major nor minor." She continues: "In the second movement, Andante sostenuto, the piano and violin begin in quiet imitation until the piano begins a folk-like melody. After the development, rapid scale passages, marked Presto, follow in the muted violin and piano. At the conclusion of this movement, the first melody in G sharp minor is heard, and a 'trace' of the Presto ends this movement." It is interesting to note that, Babadjanian always imbued his music with Armenian melos, without necessarily directly quoting any particular folk or traditional melodies. His ability to remain true to his roots, yet establish a unique musical style as the corner-stone of his genius. Gargarian concludes: "The final movement, marked Allegro risoluto, is most distinguished by its scheme of changing meters, ending the work with grandeur, marked Maestoso." Arno Babadjanian's Sonata is the first significant large-scale composition in the Armenian string repertoire.


La dedico a @Madiel chiedendogli qualche sua impressione.

 

 

 

Ne approfitto per unirmi anch'io al cordoglio per @superburp, tanto più che anch'io non sto bene a causa dell'armena di cui sopra. Ma mi rendo conto che la perdita di un genitore, che ancora non ho sperimentato, è qualcosa di immensamente più triste e brutto.

Link al commento
Condividi su altri siti

35 minuti fa, Wittelsbach dice:

8-225030.jpg

Arno Babadjanian (1921-1983)
Sonata per violino e pianoforte in si bemolle minore (1959)

Il frequentare una ragazza armena la cui madre è insegnante di pianoforte mi ha consentito di conoscere Babadjanian, compositore armeno per l'appunto.
La Sonata per violino è composta nell'abbastanza rara tonalità di si bemolle minore, e mi sembra di impianto neoclassico. E' caratterizzata da una notevole episodicità all'interno dei singoli movimenti.
L'ho sentita in questa esecuzione Marco Polo, ma sul tubo c'è anche una versione con l'autore, valente pianista, al pianoforte.
La dedico a @Madiel chiedendogli qualche sua impressione.

Non conosco! :o

Link al commento
Condividi su altri siti

1 ora fa, Wittelsbach dice:

Arno Babadjanian (1921-1983)
La dedico a @Madiel chiedendogli qualche sua impressione.

On line c'è parecchia musica di questo signore. Provo un pezzo a caso, suonato dall'autore, la Ballata Eroica del 1950

Un Rach in salsa armena, ho sentito di meglio :wacko:

Link al commento
Condividi su altri siti

4 ore fa, Madiel dice:

On line c'è parecchia musica di questo signore. Provo un pezzo a caso, suonato dall'autore, la Ballata Eroica del 1950

Un Rach in salsa armena, ho sentito di meglio :wacko:

Quella che piace alla ragazza! 😀

Senti la sonata, è diversissima!

Link al commento
Condividi su altri siti

1 ora fa, Wittelsbach dice:

Quella che piace alla ragazza! 😀

Senti la sonata, è diversissima!

Il tubo mi suggeriva un pezzo tardo, 1978 mi pare, dal titolo "Sogni" sempre per pianoforte e orchestra e ho provato a sentirne i primi minuti: praticamente la stessa minestra ma con meno retorica :wacko: Questi autori armeni sono tutti così, etnici, sentimentali e un po' banali.

Link al commento
Condividi su altri siti

On 23/8/2022 at 23:02, Madiel dice:

F. Bellini: Gravibus et solemnis, per orchestra

Condoglianze @superburp, io ci sono passato l'anno scorso ed è stato terribile. 

 

15 ore fa, glenngould dice:

Condoglianze, super 

 

 

 

 

12 ore fa, giobar dice:

Condoglianze @superburp

 

11 ore fa, Wittelsbach dice:

8-225030.jpg

Arno Babadjanian (1921-1983)
Sonata per violino e pianoforte in si bemolle minore (1959)

Il frequentare una ragazza armena la cui madre è insegnante di pianoforte mi ha consentito di conoscere Babadjanian, compositore armeno per l'appunto.
La Sonata per violino è composta nell'abbastanza rara tonalità di si bemolle minore, e mi sembra di impianto neoclassico. E' caratterizzata da una notevole episodicità all'interno dei singoli movimenti.
L'ho sentita in questa esecuzione Marco Polo, ma sul tubo c'è anche una versione con l'autore, valente pianista, al pianoforte.


La dedico a @Madiel chiedendogli qualche sua impressione.

 

 

 

Ne approfitto per unirmi anch'io al cordoglio per @superburp, tanto più che anch'io non sto bene a causa dell'armena di cui sopra. Ma mi rendo conto che la perdita di un genitore, che ancora non ho sperimentato, è qualcosa di immensamente più triste e brutto.

 

6 ore fa, Ives dice:

Brahms

Tragic Overture, Op. 81

Berliner Philharmoniker

Lorin Maazel

@superburp RIP

 

1 ora fa, il viandante del sud dice:

@superburp

condoglianze

Grazie a tutti.

Link al commento
Condividi su altri siti

Oggi ho fatto una playlist basata su questo:

ey-Jid-WNr-ZXQi-Oi-Jwcm-Vzd-G8t-Y292-ZXI

in cui ho sostituito le due arie per soprano (brani 9 e 35) con quelle prese da qui:ey-Jid-WNr-ZXQi-Oi-Jwcm-Vzd-G8t-Y292-ZXI

Volendo fare un mix anche voi, quale sarebbe il vostro preferito, specialmente per la parte dell'evangelista chi scegliereste?

 

Link al commento
Condividi su altri siti

Io non amo molto i mix, per la Passione secondo Giovanni mi rivolgo qui:

81Hghcyq1lL._SL1000_.jpg

con Werner Gura nella parte dell'Evangelista, oppure qui:

71NnVigX6CL._SL1077_.jpg

con John Mark Ainsley come Evangelista e il Brandenburg Consort diretto da Roy Goodman per la parte strumentale. Ottima anche questa edizione:

7640151160357.jpg

L'Evangelista qui è il tenore Daniel Johannsen.

Link al commento
Condividi su altri siti

Prima di tutto un abbraccio a @superburp anche da parte mia.

5 ore fa, glenngould dice:

Volevo ringraziare @Florestan e @Snorlax per i brani dedicati e ricambio con il Sacre diretto da Suitner (del quale si parlava nell'altra discussione):

 

estendo @Majaniello e @giobar

Ha già detto tutto giobar in effetti!

°°°°

 

Link al commento
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Puoi rispondere adesso e registrarti subito dopo. Se hai un account, ACCEDI.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Condividi

  • Chi sta navigando   0 utenti

    • Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy