Vai al contenuto

Cosa state ascoltando ? Anno 2021


Madiel
 Condividi

Recommended Posts

  • Risposte 2,7k
  • Creato
  • Ultima Risposta

Top utenti di questa discussione

Top utenti di questa discussione

On 7/8/2021 at 11:14, Ives dice:

Contrariamente a @Majaniello non sono per nulla un amante di questo concerto schumanniano. Scale, arpeggi e pochissime melodie percepibili all'orecchio

Addirittura amante non mi definirei, mi sono solo stupito di certe influenze barocche per me assai evidenti. Quanto ai temi, i primi due movimenti mi sembrano efficaci, semmai il rondò mi è parso un po' generico, anche se forse è il meglio orchestrato.

°°°

A proposito di barocco, provo questo Galuppi serio:

61geJvQX+iL._SL1200_.jpg

Link al commento
Condividi su altri siti

2 ore fa, glenngould dice:

Questo, secondo me, è inarrivabile

Concordo! Però, stasera il caldo è stato terribile e sono arrivato alla fine dell'ascolto totalmente disfatto :doh: Facevo un confronto con lo stesso pezzo diretto da Kubelìk, nelle cui mani a momenti sembra una musica diversa.

Link al commento
Condividi su altri siti

13 ore fa, Madiel dice:

Concordo! Però, stasera il caldo è stato terribile e sono arrivato alla fine dell'ascolto totalmente disfatto :doh: Facevo un confronto con lo stesso pezzo diretto da Kubelìk, nelle cui mani a momenti sembra una musica diversa.

Te l'ho detto che non è periodo per ascoltare Mahler, adesso...aspetta che rinfreschi un po'! 

Link al commento
Condividi su altri siti

2 ore fa, glenngould dice:

Te l'ho detto che non è periodo per ascoltare Mahler, adesso...aspetta che rinfreschi un po'! 

Ieri 35°, umidità senza limiti, si moriva a ogni ora del giorno e della notte... :wacko:

--------

 

Link al commento
Condividi su altri siti

ColossalDefinitiveIzuthrush-max-1mb.gif

Sotto questo, ascolto i Carmina Burana dopo decenni. Dirige Levine coi complessi di Chicago:

s-l400.jpg

Tutto meraviglioso, il coro è potente e compatto, l'orchestra di sfavillante plasticità e tempi scelti da Levine leggermenti più lenti e taglienti rispetto ad edizioni più note, come quella di Jochum. Cantanti bravissimi, censuro i tre minuti in cui canta Philip Creech, urlante come al solito. Weikl è il grande baritono che conosciamo. Paradisiaci gli inserti cantati dalla Anderson, all'epoca nel pieno dei suoi mezzi vocali (durati un pò pochino).

Link al commento
Condividi su altri siti

22 minuti fa, Ives dice:

ColossalDefinitiveIzuthrush-max-1mb.gif

Sotto questo, ascolto i Carmina Burana dopo decenni. Dirige Levine coi complessi di Chicago:

s-l400.jpg

Tutto meraviglioso, il coro è potente e compatto, l'orchestra di sfavillante plasticità e tempi scelti da Levine leggermenti più lenti e taglienti rispetto ad edizioni più note, come quella di Jochum. Cantanti bravissimi, censuro i tre minuti in cui canta Philip Creech, urlante come al solito. Weikl è il grande baritono che conosciamo. Paradisiaci gli inserti cantati dalla Anderson, all'epoca nel pieno dei suoi mezzi vocali (durati un pò pochino).

Beh, bellissima questa.

Link al commento
Condividi su altri siti

E sul più bello salta fuori questa "roba" suggeritami dal tubo

Senza forma, senza alcuna direzionalità che va avanti per inerzia, una musica fatta di schegge che vive una esistenza propria indifferente a tutto, estremista in ogni sua nota. Opera di un pazzo geniale! :o

Link al commento
Condividi su altri siti

Beethoven - 25 Schottische Lieder, Op. 108

Lella Cuberli soprano Philip Langridge tenore Salvatore Accardo violino Rocco Filippini violoncello Maurizio Pollini pianoforte Coro Filarmonico di Praga Maestro del Coro Lubomír Mátl Pesaro, Auditorium Pedrotti - 15 agosto 1989

Link al commento
Condividi su altri siti

beh ma questa è geniale!

Il problema che ho io con Malipiero dipende dalla mia forma mentis: sono sempre alla ricerca della struttura, in quanto schema d'orientamento, una forma di organizzazione solida e affidabile che ti fa dire che siccome prima c'era questo poi ci sarà quest'altro. Malipiero mi pare che scriva a getto, per seguirlo devi concentrarti sul presente, e per farlo bisogna essere allenati. In fondo, per come la leggo io, quest'opera è proprio l'allegoria del fallimento del controllo. 

Link al commento
Condividi su altri siti

 

ANNIVERSARI DI OGGI
 
- nel 1912 muore a Parigi Jules Massenet
- nel 2014 muore ad Amsterdam il flautista e direttore d'orchestra Frans Brüggen
- nel 1948 nasce a Portsmouth il soprano Kathleen Battle
- nel 1784 nasce a San Benigno Canavese il contralto Teresa Belloc-Giorgi
 
 
haba: quartetto per archi n. 10 in sesti di tono op. 80 (1951)
 
haba quartett
 
 

 

riprendo dopo settimane l'ascolto di un po' di musica per problemi vari (tra cui il caldo equatoriale)

naturalmente ho dimenticato tutto :mellow: 

Link al commento
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Puoi rispondere adesso e registrarti subito dopo. Se hai un account, ACCEDI.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Condividi

  • Chi sta navigando   0 utenti

    • Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy