Vai al contenuto

Cosa state ascoltando ? Anno 2021


Recommended Posts

  • Risposte 2,3k
  • Created
  • Ultima Risposta

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

7 minuti fa, giobar dice:

Questo mi interessa molto. Lonquich è un genio del pianoforte e Altstaedt è uno dei violocellisti più esplosivi della sua generazione.

Ascolto parziale ma molto soddisfacente. Sonorità "croccanti" e brunite, fantasia e varietà nella scelta dei tempi, fraseggio mobilissimo, equilibrio perfetto tra cello e fortepiano, bilanciati alla perfezione. Soprattutto il violoncello di Altstaedt emette un fascio di suono molto strutturato e composito, rauco ma unitario. Strumenti antichi, s'intende (Graf/Guadagnini), devono piacere certe sonorità più contenute rispetto a strumenti tradizionali.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
21 minuti fa, Ives dice:

Ascolto parziale ma molto soddisfacente. Sonorità "croccanti" e brunite, fantasia e varietà nella scelta dei tempi, fraseggio mobilissimo, equilibrio perfetto tra cello e fortepiano, bilanciati alla perfezione. Soprattutto il violoncello di Altstaedt emette un fascio di suono molto strutturato e composito, rauco ma unitario. Strumenti antichi, s'intende (Graf/Guadagnini), devono piacere certe sonorità più contenute rispetto a strumenti tradizionali.

Mi aspettavo qualcosa del genere. Lonquich peraltro ha un gusto tutto speciale per il suonare insieme. Mi è capitato più volte di leggere suoi interventi su Facebook (nel suo splendido italiano) restando ammirato di come parli quasi con venerazione della magia della musica da camera.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Visto che avevo chiesto Bononcini e Cherubini e il bambin gesù mi ha accontentato, a Natale pregherò per Peragallo, un'opera vale l'altra tanto non si trova quasi niente in giro, per ora:

questo concerto, peraltro stupendo, si può pure ascoltare in un'interpretazione eccellente. Non capisco perchè nel video ci sia scritto "studio recording", significa che uscì su LP? non ho trovato notizie in merito.

Mario PERAGALLO (1910-1996)
Piano Concerto (1949)
Paul Baumgartner, piano
Sinfonieorchester des SWF / Hans Rosbaud
SWF studio recording, 27 May 1952

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Majaniello dice:

Visto che avevo chiesto Bononcini e Cherubini e il bambin gesù mi ha accontentato, a Natale pregherò per Peragallo, un'opera vale l'altra tanto non si trova quasi niente in giro, per ora:

questo concerto, peraltro stupendo, si può pure ascoltare in un'interpretazione eccellente. Non capisco perchè nel video ci sia scritto "studio recording", significa che uscì su LP? non ho trovato notizie in merito.

Mario PERAGALLO (1910-1996)
Piano Concerto (1949)
Paul Baumgartner, piano
Sinfonieorchester des SWF / Hans Rosbaud
SWF studio recording, 27 May 1952

Può essere semplicemente perché le orchestre radiofoniche  negli anni 50-60 registravano molti programmi concertistici in studio senza pubblico. Lo facevano anche le orchestre Rai e la BBC. Nemmeno io ho trovato traccia di un disco con quella esecuzione. Sarebbe interessante recuperare la registrazione RAI della prima esecuzione con Benedetti Michelangeli (dedicatario) e Giulini, salutata, pare, con una salva di fischi dal pubblico. Ma se finora non è saltata fuori, probabilmente sarà stata distrutta o il nastro sarà stato sovrainciso (motivo principale della povertà dell'archivio BBC). I tedeschi, forse per loro caratteristica identitaria, erano  più precisi e votati all'archiviazione :D

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Alundra dice:

Stravinsky - Sinfonia in do

Karajan, BP

Mi ci voleva proprio dopo un'abbuffata di Sibelius e Pettersson :beach:

Sicuramente una sinfonia da spulciare per citazioni, giochetti e armonie.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
38 minuti fa, giobar dice:

Può essere semplicemente perché le orchestre radiofoniche  negli anni 50-60 registravano molti programmi concertistici in studio senza pubblico. Lo facevano anche le orchestre Rai e la BBC. Nemmeno io ho trovato traccia di un disco con quella esecuzione. Sarebbe interessante recuperare la registrazione RAI della prima esecuzione con Benedetti Michelangeli (dedicatario) e Giulini, salutata, pare, con una salva di fischi dal pubblico. Ma se finora non è saltata fuori, probabilmente sarà stata distrutta o il nastro sarà stato sovrainciso (motivo principale della povertà dell'archivio BBC). I tedeschi, forse per loro caratteristica identitaria, erano  più precisi e votati all'archiviazione :D

Sì avevo letto! e dire che è un concerto godibilissimo, molto meno ostico del concerto di Schoenberg. Sarei molto curioso di conoscere il repertorio modernista di ABM, a naso potrebbe rivelare sorprese...

43 minuti fa, Alundra dice:

Stravinsky - Sinfonia in do

Karajan, BP

Mi ci voleva proprio dopo un'abbuffata di Sibelius e Pettersson :beach:

Sicuramente una sinfonia da spulciare per citazioni, giochetti e armonie.

Bellissima! anche l'esecuzione che hai scelto non è male (diciamo l'unica cosa che apprezzo del binomio Karajan-Stravinsky). Mi piacerebbe ascoltare Neumann ma in giro non si trova (e di certo non l'acquisterò).

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

oh, sono stato fortunato allora con Karajan 😎 mi è sembrata un'esecuzione pulita, precisa, come penso dovrebbe essere un brano neoclassico di questo tipo. Mi stupisce sempre di Stravinsky che i ritmi complessi (vedi terzo movimento della sinfonia in Do dove le indicazioni di tempo cambiano ad ogni misura) sono molto più immediati di quelli di molti compositori romantici. Ad esempio i 6/4 degli incipit della seconda sinfonia di Schumann e specialmente la settima di Sibelius che ho dovuto decifrare giorni fa.

 

Continuo con un altro ascolto fresco:

Georges Bizet - Symphony in C (1855) [Haitink Concertgebouw]

Edit: carino il secondo movimento. Il resto mi è piaciuto un po' meno. Il terzo movimento ricorda la pastorale di Beethoven, ma la texture mi pare un po' scarna. Un po' come vorrei orchestrare come Mendelssohn ma non posso.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

ANNIVERSARI DI OGGI
 
- nel 1747 muore a Venezia il compositore Alessandro Marcello
- nel 1854 nasce a Lucca il compositore Alfredo Catalani
- nel 1893 nasce a Colonia il direttore d'orchestra ed educatore musicale Fritz Zaun
- nel 1915 muore a Zvenigorod il compositore e pianista Sergej Taneev
- nel 1778 muore a Bologna il soprano Francesca Cuzzoni
- nel 1924 nasce a Mannheim il soprano Anneliese Rothenberger
- nel 1898 nasce a Caracas il compositore Juan Bautista Plaza
 
_____________________________
 
 
hindemith: sonata per corno e pianoforte
 
gabriele falcioni, corno
filippo farinelli, pianoforte
 
 
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
 
ANNIVERSARI DI OGGI
 
- nel 1992 muore a Londra il direttore d'orchestra Charles Groves
- nel 2011 muore a Davis il compositore Jerome Rosen
- nel 1819 nasce a Colonia il compositore e violoncellista Jacques Offenbach
- nel 1882 nasce a Poirino il soprano Eugenia Burzio
- nel 1837 muore a Napoli il compositore e insegnante Giovanni Furno

________________________________

 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il Dixit Dominus da qui:

9366542344_1b65bfc363_o.jpg

Freschezza, leggerezza, libertà dalle pastoie musicologiche, Fasolis ci restituisce la felicità del puro ascolto, ponendosi tra i più bravi direttori barocchi della sua generazione e, non è poco, capace più di altri di trasmettere pura gioia. Perfettamente timbrato in tutte le sezioni, dotato di suono ricco e pastoso, il Coro della Radio Svizzera, plasmato da Fasolis, dona smalto, vivacità e forza comunicativa a questo Handel sacro del periodo "romano" ma eminentemente teatrale. Bravi i solisti, soprattutto la Invernizzi. Limpidissima anche la registrazione live nella Cattedrale di San Lorenzo a Lugano. E buona domenica a tutti!

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
10 ore fa, Madiel dice:

:o

Sarei curioso di sapere cosa ne pensi di questa edizione, peraltro storica, almeno per il finale completato da Cerha che, se non erro, ha visto la sua creazione con questa messa in scena.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
5 ore fa, besugo dice:

Sarei curioso di sapere cosa ne pensi di questa edizione, peraltro storica, almeno per il finale completato da Cerha che, se non erro, ha visto la sua creazione con questa messa in scena.

Esatto è una registrazione della prima del 1979, ma con il cast leggermente diverso in una serie di ruoli minori del terzo atto. Documento eccezionale, mi hanno molto stupito soprattutto messa in scena e costumi di Chereau, un grandissimo anche nell'impiego di stili pre-esistenti. Sotto questo aspetto una rappresentazione magnifica che ha fatto giustamente la storia dell'epoca. I cantanti sarebbero pure degli ottimi attori (vedi quanto ingombra Mazura), ma alla fine dal punto di vista delle voci sono abbastanza terribili. Dal vivo si sentono tutti i limiti dei cantanti, che in studio un po' si attenuavano: Stratas priva di mordente e imperfetta, Mazura totalmente sfiatato e cavernoso, Riegel che si mangia le parole e borbotta quando non arriva alle note, Tear fastidiosamente nasale, e via dicendo. Musicalmente un cast abbastanza insignificante, forse salvo solo la direzione analitica Boulez e tra i cantanti la Minton.

Più documento storico che documento significativo.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
8 minuti fa, giobar dice:

"Stravinsky era un cane come direttore" :D

Aspetto ampiamente confermato dalle sue registrazioni :cat_lol: 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
14 minuti fa, Madiel dice:

Aspetto ampiamente confermato dalle sue registrazioni :cat_lol: 

Certo, ma mi colpiva la franchezza un po' brutale di Giulini. Stupenda anche la descrizione del primo incontro con la Callas "una grassona vestita in modo volgare": oggi lo accuserebbero di body shaming :D

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, giobar dice:

Certo, ma mi colpiva la franchezza un po' brutale di Giulini. Stupenda anche la descrizione del primo incontro con la Callas "una grassona vestita in modo volgare": oggi lo accuserebbero di body shaming :D

è noto che fu "ripulita" dal marito-manager proprio in quel periodo, il povero Meneghini poi buttato via senza troppi rimorsi. L'estrazione sociale della Callas era medio-bassa non mi meraviglio del giudizio severo :cat_lol:

 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Puoi rispondere adesso e registrarti subito dopo. Se hai un account, ACCEDI.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.


×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy