Vai al contenuto

Cosa state ascoltando ? Anno 2021


Recommended Posts

  • Risposte 810
  • Created
  • Ultima Risposta

Top Posters In This Topic

Uno più bello dell'altro. Xavier Roth si impone come uno dei maggiori direttori della nostra epoca... scoperto per caso sul tubo facendo ricerche su Lully e Rameau mi imbatto nelle sue esecuzioni incredibilmente convincenti (anche se ammetto non avere molti termini di paragone). Poi ascolticchiando qui e la scopro una grande Fantastica e una Jupiter notevolessima. In coda l'ascolto della terza di Saint Seans di incredibile impatto. Vedo che collabora spesso con orchestre tedesche, Lso ed è direttore principale dell'Orchestra "Les Siecles" per le esecuzioni su strumenti d'epoca. Vanta già una notevole discografia prevalentemente su autori francesi.

Peccato non si trovino in disco quei meravigliosi concerti che ho postato; chiedo ai più esperti cosa sia lo strumento che, nel primo video, nella marcia per la cerimonia dei turchi viene agitato e sbattuto a terra ( penso sia la prima volta che lo vedo e non penso che la discografia classica contempli esecuzioni con quell'organico).

Proseguo con Elgar, sinfonia n.2

Royal Liverpool Philarmonic, Vasily Petrenko

A chi gradisce

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, dejure dice:

Uno più bello dell'altro. Xavier Roth si impone come uno dei maggiori direttori della nostra epoca... scoperto per caso sul tubo facendo ricerche su Lully e Rameau mi imbatto nelle sue esecuzioni incredibilmente convincenti (anche se ammetto non avere molti termini di paragone). Poi ascolticchiando qui e la scopro una grande Fantastica e una Jupiter notevolessima. In coda l'ascolto della terza di Saint Seans di incredibile impatto. Vedo che collabora spesso con orchestre tedesche, Lso ed è direttore principale dell'Orchestra "Les Siecles" per le esecuzioni su strumenti d'epoca. Vanta già una notevole discografia prevalentemente su autori francesi.

Peccato non si trovino in disco quei meravigliosi concerti che ho postato; chiedo ai più esperti cosa sia lo strumento che, nel primo video, nella marcia per la cerimonia dei turchi viene agitato e sbattuto a terra ( penso sia la prima volta che lo vedo e non penso che la discografia classica contempli esecuzioni con quell'organico).

Concordo, bravissimo direttore, molto attento a captare i segnali di cambiamento d'approccio e ricezione delle opere musicali. Non a caso, alterna il consueto lavoro con orchestre e repertorio di tradizione, alla ri-lettura dei classici con ensemble specializzati in esecuzioni storicamente informate. Molto attivo anche nella musica contemporanea, soprattutto francese. Ha fondato il gruppo "Les Siecles" ed è figlio del grande organista Daniel Roth.

°°°°°°

Adams

Grand Pianola Music

GrauSchumacher Piano Duo

Neue Vocalsolisten Stuttgart

SWR Symphonieorchester

Ingo Metzmacher

 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

ANNIVERSARI DI OGGI
 
- nel 1837 nasce a Nižnij Novgorod Milij Alekseevič Balakirev
- nel 1905 nasce a Londra il compositore Michael Tippett
- nel 1726 muore a Cordoba il compositore Domenico Zipoli
- nel 1990 muore a New York il compositore Vladimir Ussachevsky
- nel 1944 nasce a Odorheiu Secuiesc il compositore e direttore d'orchestra Peter Eötvös
- nel 1915 muore a Vienna il compositore Karl Goldmark
 
 
___________________________
 
 
haydn: sinfonia n. 2
 
the academy of ancient music diretta da christopher hogwood
 
 
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
19 ore fa, glenngould dice:

Tanta, tanta roba...

Ne approfitto per dare il buon anno a tutti

Sì, in effetti è un'opera esasperata dai significati, i personaggi sono troppo simbolici e poco umani.  L'orchestrazione è magnifica, dalle due suites finora registrate sembra di ascoltare un bignami di Mahler, Strauss, Wagner e Berg. Eppure tra le righe si legge una nascosta simpatia per il neoclassicismo (v. l'intermezzo "San Pietro"). A me pare opera maggiore, eppure ho amici che la disprezzano: troppo "vecchia", troppi residui pucciniani, priva di sostanziale originalità e piuttosto un esercizio di stile, personaggi inconsistenti, pretestuosità intellettuali e via cianciando.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, Invalid Ovation dice:

Le 4 sinfonie di Schumann, in sequenza... 

Non so come fare a linkare direttamente il video, né come caricare le foto, non è il mio massimo la tecnologia

E' semplice. Per le foto clicchi su "Inserisci Immagne da URL" (in basso sulla destra nella pagina in cui stai scrivendo il post. Si apre una scheda con una riga bianca dove incolli il link della foto  e clicchi "inserisci nel messaggio. Per i video di Youtube il procedimento è analogo. Clicchi l'icona "Youtube in alto nella pagina del post che stai scrivendo. Si apre una scheda, ci inserisci il link e clicchi OK.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

oggi alla filo ho sentito un pezzo di glass che faceva letteralmente ridere per quanto faceva ca*******e, non mi ricordo manco il titolo, forse danze di qualcosa boh. cmq una schifezza allucinante :rofl:  non so quanto durava io ho sentito solo gli ultimi 20 minuti e sono arrivato fino alla fine solo per vedere quanto durava lo sperpetuo :rofl: praticamente c'era il solito continuo minimalista ad libitum, ma faceva proprio ridere, cioè motivi proprio ridicoli, e su uno di questi motivi ridicoli ripetuti fino allo sfinimento ogni tanto saltava su qualche voce femminile ma insomma una ca*****a allucinante :rofl: 

 

mi sono accorto solo adesso che il sito di recensioni musicweb international è fermo al 23 dicembre, qualcuno sa dirmi perchè? credo per il covid ma boh che ne so tutto può essere

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
7 minuti fa, Euripide dice:

oggi alla filo ho sentito un pezzo di glass che faceva letteralmente ridere per quanto faceva ca*******e, non mi ricordo manco il titolo, forse danze di qualcosa boh. cmq una schifezza allucinante :rofl:  non so quanto durava io ho sentito solo gli ultimi 20 minuti e sono arrivato fino alla fine solo per vedere quanto durava lo sperpetuo :rofl: praticamente c'era il solito continuo minimalista ad libitum, ma faceva proprio ridere, cioè motivi proprio ridicoli, e su uno di questi motivi ridicoli ripetuti fino allo sfinimento ogni tanto saltava su qualche voce femminile ma insomma una ca*****a allucinante :rofl: 

 

mi sono accorto solo adesso che il sito di recensioni musicweb international è fermo al 23 dicembre, qualcuno sa dirmi perchè? credo per il covid ma boh che ne so tutto può essere

 

 

trovato era la danza n. 5 di glass, se questa schifezza ha qualche interesse ce l'ha solo dal punto di vista ritmico, il resto tutto da cestinare :rofl: 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Euripide dice:

trovato era la danza n. 5 di glass, se questa schifezza ha qualche interesse ce l'ha solo dal punto di vista ritmico, il resto tutto da cestinare :rofl: 

non conosco.... mmmmhh, sentiamo un po'....

Più o meno dopo i primi cinque minuti: :sick01::wacko:

Spoiler

Adattare la Giostra alla TV generalista? “UNA CAGATA PAZZESCA” |

B)

 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
5 minuti fa, Madiel dice:

non conosco.... mmmmhh, sentiamo un po'....

Più o meno dopo i primi cinque minuti: :sick01::wacko:

  Mostra contenuto nascosto

Adattare la Giostra alla TV generalista? “UNA CAGATA PAZZESCA” |

B)

 

Interessante: sono a 4:47, vado a 12:00, ed è uguale :rofl::rofl: 

Però bisogna ammetterlo, ci vuole del talento a diventare milionari scrivendo cag**** così :rofl::rofl:

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
5 minuti fa, Madiel dice:

non conosco.... mmmmhh, sentiamo un po'....

Più o meno dopo i primi cinque minuti: :sick01::wacko:

 

 

non è che nei restanti succede qualcosa di diverso eh :rofl: 

cmq cioè io credevo durasse di più invece quei 20 minuti che ho sentito erano proprio tutto il pezzo, cioè ho avuto pure il chiulo di beccarlo quasi dall'inizio :D 

poi il finale è spiazzante, si blocca tutto all'improvviso :rofl: 

 

ora non so che mettermi a fare, mi aspetta un'altra nottata, di sicuro bisogna stare alla larga da glass :rofl: 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
14 minuti fa, Euripide dice:

 

non è che nei restanti succede qualcosa di diverso eh :rofl: 

cmq cioè io credevo durasse di più invece quei 20 minuti che ho sentito erano proprio tutto il pezzo, cioè ho avuto pure il chiulo di beccarlo quasi dall'inizio :D 

poi il finale è spiazzante, si blocca tutto all'improvviso :rofl: 

 

ora non so che mettermi a fare, mi aspetta un'altra nottata, di sicuro bisogna stare alla larga da glass :rofl: 

La cosa più assurda sono i commenti, in questo e negli altri video delle Dances. Uno spara cose tipo "il genio del minimalismo": esticaz*** :rofl:

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Schoenberg, kammersymphonie op. 9 diretta da Xavier Roth; segue

Bloch, Israel Symphony, Rsso diretta da Svetlanov

A chi gradisce

 

 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
23 ore fa, dejure dice:

Uno più bello dell'altro. Xavier Roth si impone come uno dei maggiori direttori della nostra epoca... scoperto per caso sul tubo facendo ricerche su Lully e Rameau mi imbatto nelle sue esecuzioni incredibilmente convincenti (anche se ammetto non avere molti termini di paragone). Poi ascolticchiando qui e la scopro una grande Fantastica e una Jupiter notevolessima. In coda l'ascolto della terza di Saint Seans di incredibile impatto. Vedo che collabora spesso con orchestre tedesche, Lso ed è direttore principale dell'Orchestra "Les Siecles" per le esecuzioni su strumenti d'epoca. Vanta già una notevole discografia prevalentemente su autori francesi.

Peccato non si trovino in disco quei meravigliosi concerti che ho postato; chiedo ai più esperti cosa sia lo strumento che, nel primo video, nella marcia per la cerimonia dei turchi viene agitato e sbattuto a terra ( penso sia la prima volta che lo vedo e non penso che la discografia classica contempli esecuzioni con quell'organico).

Proseguo con Elgar, sinfonia n.2

Royal Liverpool Philarmonic, Vasily Petrenko

A chi gradisce

Ho una sua Nona di Beethoven che dev'esser la più veloce di cui sia a conoscenza (2007, con la BBC National Orchestra of Wales: a 58 minuti circa dev'essere anche l'unica che conosca a scender sotto l'ora di durata!), ma comunque per chiarezza esecutiva ed energia è eccellente, alla fine il risultato non è assolutamente trafelato o "spezzettato".

Adesso una stranezza: esecuzione filologica di un'operazione oggi considerata non filologica, il Messiah di Händel tradotto in Tedesco e con l'orchestrazione revisionata da Mozart (presente anche nel Köchel-Verzeichnis, listato quale n.o 527):

Comunque non è poi così orribile, Mozart lo revisionò su richiesta dell'ambasciatore Gottfried Freiherr van Swieten, il quale era anche compositore e mecenate: organizzava concerti alla sua Accademia e frequentemente commissionava traduzioni ed arrangiamenti d'Opere ed Oratori di autori sia coevi che precedenti per l'uso del pubblico viennese.

In un periodo in cui la stragrande maggioranza del pubblico era semianalfabeta, quindi tantomeno poteva conoscere lingue straniere o fruire di libretti tradotti, ed in cui una cognizione storica e "filologica" stava appena cominciando a formarsi queste operazioni potevano comunque considerarsi accettabili se non necessarie. Certo, oggi se ne può capire un'incisione realizzata per curiosità; ma proporle, come ogni tanto succede, in concerto, o farne addirittura un'incisione filologica? Boh... Non è un disco che comprerei.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, Pollini dice:

Adesso una stranezza: esecuzione filologica di un'operazione oggi considerata non filologica, il Messiah di Händel tradotto in Tedesco e con l'orchestrazione revisionata da Mozart (presente anche nel Köchel-Verzeichnis, listato quale n.o 527):

Comunque non è poi così orribile, Mozart lo revisionò su richiesta dell'ambasciatore Gottfried Freiherr van Swieten, il quale era anche compositore e mecenate: organizzava concerti alla sua Accademia e frequentemente commissionava traduzioni ed arrangiamenti d'Opere ed Oratori di autori sia coevi che precedenti per l'uso del pubblico viennese.

In un periodo in cui la stragrande maggioranza del pubblico era semianalfabeta, quindi tantomeno poteva conoscere lingue straniere o fruire di libretti tradotti, ed in cui una cognizione storica e "filologica" stava appena cominciando a formarsi queste operazioni potevano comunque considerarsi accettabili se non necessarie. Certo, oggi se ne può capire un'incisione realizzata per curiosità; ma proporle, come ogni tanto succede, in concerto, o farne addirittura un'incisione filologica? Boh... Non è un disco che comprerei.

Infatti, è stata incisa troppe volte, secondo me. Solo Rilling ne ha fatte 2-3 versioni in disco e pure un video. Vale come curiosità, a sentirla oggi appare un'operazione inutile quella del WAM su Handel, legata ai tempi.

°°°°°°

Mendelssohn

Symphony No. 4 Op. 90 "Italian"

Frankfurt Radio Symphony

Andrés Orozco-Estrada

 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Puoi rispondere adesso e registrarti subito dopo. Se hai un account, ACCEDI.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.


×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy