Vai al contenuto

Hurwitz & co.


Majaniello
 Condividi

Recommended Posts

  • Risposte 2,7k
  • Creato
  • Ultima Risposta

Top utenti di questa discussione

Top utenti di questa discussione

:cat_lol: Easy listening americano anni '50-'60. Andava di moda all'epoca. Canzoni, colonne sonore, brani classici rivisitati (c'è Falla e Fernandez), Broadway, musiche natalizie, extravaganza, walzer, arrangiamenti dal sapore tropicale. Morton Gould ne ha fatti diversi di quei dischi per la RCA. Un altro direttore famoso in questo ambito fu Kostelanetz. Oggi qualcosa del genere la fa John Wilson con la sua orchestra.

Link al commento
Condividi su altri siti

6 ore fa, Ives dice:

:cat_lol: Easy listening americano anni '50-'60. Andava di moda all'epoca. Canzoni, colonne sonore, brani classici rivisitati (c'è Falla e Fernandez), Broadway, musiche natalizie, extravaganza, walzer, arrangiamenti dal sapore tropicale. Morton Gould ne ha fatti diversi di quei dischi per la RCA. Un altro direttore famoso in questo ambito fu Kostelanetz. Oggi qualcosa del genere la fa John Wilson con la sua orchestra.

Un attimo, dove me lo metti Erich Kunzel?

 

 

😁

Link al commento
Condividi su altri siti

16 ore fa, Florestan dice:

Un attimo, dove me lo metti Erich Kunzel?

😁

Ci sta eccome, l'avevo dimenticato. Come pure Fiedler. Anche Lane fece quel repertorio. Peraltro, sono tutti validissimi direttori in vari ambiti (e Gould anche compositore prolifico ed eclettico).

Link al commento
Condividi su altri siti

Dalla serie "Grandi artisti, grandi flop", il melmoso Rach di Charles Dutoit (Decca).

s-l400.jpg

Mi permetto di aggiungere anche questo:

Edward Elgar, Charles Dutoit, Montreal Symphony Orchestra - Elgar: Enigma  Variations / Falstaff - Amazon.com Music

La consueta e solidissima pratica musicale (l'orchestra è sempre tirata a lucido e tecnicamente fenomenale, tra le migliori del continente americano) non può nascondere il vuoto interpretativo più spinto.

Link al commento
Condividi su altri siti

On 27/9/2022 at 13:37, Ives dice:

Box Erato con le opere di Rameau. E' un mixed bag con molte cose notevoli (McCreesh, Gardiner).

Passi Gluck, ma non ci credo che Dave si è sciroppato tutti quei dischi di Rameau! 

On 27/9/2022 at 13:41, Ives dice:

Dave's Faves: i dischi preferiti di Hurwitz. Deneve dirige Roussel (Naxos).

Bel disco, ma non superiore ai classici Bernstein, Martinon. Ma nemmeno al Tortelier/Chandos.

Una quarta scelta in questo repertorio è come dire "disco pacco" :D

Link al commento
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Puoi rispondere adesso e registrarti subito dopo. Se hai un account, ACCEDI.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Condividi

  • Chi sta navigando   0 utenti

    • Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy