Vai al contenuto

Hurwitz & co.


Recommended Posts

2 ore fa, Wittelsbach dice:

Lo sto vedendo, scorrendolo veloce perché 50 minuti è troppo! Sono arrivato anch'io a Cellini. Scelte che mi convincono, altre su cui sospendo. Ma il suo è un compito difficile, io stesso sinceramente non saprei dire quale sia "il mio Verdi ideale", finirei per tagliare fuori roba che non merita l'esclusione, e mi sentirei ingiusto. Direi che vado a momenti.

Ma è proprio così! 😀 A parte che per me l'espressione "Verdi ideale" è un ossimoro, la ricchezza del panorama interpretativo per autori e opere così importanti non è compatibile con valutazioni rigide in stile geometria euclidea 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • Risposte 1,2k
  • Created
  • Ultima Risposta

Top Posters In This Topic

Da denuncia penale i tagli imposti da Kleiber e siamo nel 1976, quindi assolutamente inconcepibili. Resta una concertazione ariosa, danzante e molto personale nel fraseggio. Da ascoltare. Niente di che però il cast di cantanti, soprattutto la Cotrubas, di scarso rilievo vocale e interpretativo. Domingo spentissimo. Milnes fa il suo. Per Macbeth prendo Abbado o Chailly, invece di Muti. Non mi piace neanche l'Otello di Serafin, da ricordare solo per Vickers. La direzione è di routine e l'orchestra molto scadente. La Risanek urla e Gobbi è un disastro. Immensamente meglio Levine (RCA), Karajan (quello EMI ancora con il tenore canadese, ancora più complesso come interpretazione) o il live di Kleiber con Domingo.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Concordo col vostro disappunto, per La Traviata al posto di Kleiber jr avrei consigliato senza indugio l'eccezionale Muti/EMI. Comunque per me il vero scandalo è che Hurwitz abbia saltato a pié pari il Simon Boccanegra, la mia opera preferita di Verdi...:o:cat_angry:

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, Snorlax dice:

Concordo col vostro disappunto, per La Traviata al posto di Kleiber jr avrei consigliato senza indugio l'eccezionale Muti/EMI. Comunque per me il vero scandalo è che Hurwitz abbia saltato a pié pari il Simon Boccanegra, la mia opera preferita di Verdi...:o:cat_angry:

Si, lo menziona alla fine, edizione DG di Abbado, anche quello un classico. Se ci fosse ancora @Majaniello direbbe che è un consiglio scontatissimo😁 Altre edizioni, mai sentite, devo esser sincero. Ma Marilyn? 🤩

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
8 minuti fa, Ives dice:

Si, lo menziona alla fine, edizione DG di Abbado, anche quello un classico. Se ci fosse ancora @Majaniello direbbe che è un consiglio scontatissimo😁 Altre edizioni, mai sentite, devo esser sincero. Ma Marilyn? 🤩

Ah, vedi me l'ero perso... Ma perché alla fine? Io ad Abbado continuo preferire questa:

717LDneGkEL._SS500_.jpg

...incisioni piena di difetti, qualcuno mi dirà, ed è pur vero: ma la prova di Christoff è talmente gigantesca che mi fa dimenticare tutto il resto. Trovo Fiesco uno dei caratteri più riusciti della drammaturgia verdiana, e il basso bulgaro qui si rivela - inaspettatamente, visto che spesso rischiava di essere monocorde - un interprete eccezionale, catturando tutte le sfaccettature di questo ruolo così complesso...

 

P.s. Marilyn mi piace più di Rita, a dir la verità. Ad ogni modo mi paiono entrambe delle ottime percussioniste...:rolleyes:

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Snorlax dice:

P.s. Marilyn mi piace più di Rita, a dir la verità. Ad ogni modo mi paiono entrambe delle ottime percussioniste...:rolleyes:

Pure a me, credo avesse anche maggiori qualità attoriali e nonostante la breve vita fu valorizzata maggiormente dai registi. Comunque, sono vicine nell'empireo del divismo americano. Io, invece, sono un fan del Ballo. Le due di Solti vanno benissimo, io preferisco la seconda con Pavarotti e M. Price, anche se a qualcuno può risultare un pò fredda, la tipica operazione da studio Decca anni '80. Ma non si può non citare la versione di Leinsdorf, non in quanto tale (Solti è molto più coinvolgente e ha tra le mani un'orchestre survoltata e tecnicamente superiore), ma col cast forse più idoneo di sempre, da Bergonzi alla Price, dalla Verrett a Merrill, presi nel loro momento di massimo fulgore vocale. Anche Abbado è finissimo, però i cantanti traballano.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La "bara" Gardiner DG/Archiv 104 CD. Le cose migliori: Handel, Gluck, Mozart, Berlioz, il Requiem di Verdi. Manca inspiegabilmente il CD col balletto Thamos. Totalmente inutile il periodo coi Wiener e le orchestre radiofoniche tedesche (NDR) con cui tentò certo '900 storico. Bello il Rake's. Su Bach e Beethoven, meglio prendere i box singoli.

Complete Deutsche Grammophon & Archiv Produktion Recordings [104 CD Box Set]81VSoMHZ93S._SX522_.jpg

Il contenuto:

https://www.deutschegrammophon.com/en/catalogue/products/john-eliot-gardiner-complete-recordings-on-archiv-produktion-deutsche-grammophon-12272

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Ives dice:

Hurwitz boccia la nuova Missa Solemnis targata René Jacobs e Harmonia Mundi.

Missa Solemnis: Renè Jacobs: Amazon.it: Musica

La ascolterò con attenzione, ma confesso di avere ben pochi riferimenti per quest'opera.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
14 minuti fa, Florestan dice:

La ascolterò con attenzione, ma confesso di avere ben pochi riferimenti per quest'opera.

Anche io, sentite tante edizioni discografiche, ma quasi tutte senza successo, per vari motivi (letture pantagrueliche, pesantissime, troppo "romanticizzate" oppure ridotte troppo all'osso o con cori non adeguati o registrate non bene). Io sono fermo al Gardiner anni '80, quello Archiv. Oppure, in tempi più recenti, questo video sempre di Gardiner ai Proms:

Però, mi riservo di sentire quella di Jacobs e quella di Jochum segnalata più volte da @Snorlax

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho sentito poco fa Jacobs (un concerto dal vivo su youtube). Stavo lavorando nel frattempo, ma non mi ha colpito molto, sono un po' allergico agli approcci filologici quando hanno scarti di tempo che non riesco a capire musicalmente.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Le 105 sinfonie di Haydn. Eccoci alla numero 25. Strutturalmente, è tra le più curiose del primo gruppone di sinfonie. Non possiede infatti un movimento lento (tranne l'introduzione). Eppure c'è una grande vena melodica e varietà ritmica, soprattutto nel Minuetto e del divertente Finale.

Haydn, J.: Symphonies, Vol. 33 (Nos. 25, 42, 65)

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Considerazioni varie su Ataulfo Argenta, storico e sfortunato direttore iberico molto gradito a Hurwitz e non a torto in questo repertorio "coloristico" di fine '800 e ovviamente nei classici spagnoli (o francesi ispirati ad una Spagna ideale). Anche Liszt, Tchaikovsky e Berlioz da ascoltare. Cofanetto Decca di 5 CD con un mix di mono e stereo di ottima qualità.

Ataúlfo Argenta: Complete Decca Recordings 1953-1957

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dopo il Sacre. Il primitivismo in musica: rituali ancestrali, luoghi esotici, antiche culture. Ma anche ritmi complessi, drammatiche dissonanze, grandi masse orchestrali e percussioni a perdita d'occhio. Una dozzina di capolavori.

Varese: Orchestral Works, Vol. 2 - Ameriques / Equatorial / Nocturnal / IonisationSchulhoff: Ogelala / Goldschmidt: Greek Suite / Comedy of Errors OvertureRevueltas: Orchestral MusicAntheil: Ballet Mecanique / Serenade For String OrchestraGinastera: Popol vuhCorroboree: IV. Spirit of the Wind

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Ives dice:

Schulhoff: Ogelala / Goldschmidt: Greek Suite / Comedy of Errors OvertureRevueltas: Orchestral Music

Mah, riguardo a questi avrei da eccepire, preferirei prendere ben altre versioni

Ervin Schulhoff, Israel Yinon, Brno State Philharmonic - Schulhoff: Ogelala  / Serenade, Op. 18 - Amazon.com Music

Silvestre Revueltas: La Coronela (CD, Nov-1998, Koch International  Classics) for sale online | eBay

Chávez / Ponce / Revueltas – Szeryng, Bátiz – Musica Mexicana, Vol. 2  (1993, CD) - Discogs

Riguardo a Sensemayà... parliamone :D 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Avrei da ridire pure su Varèse, non sono cd poi così brillanti quelli Naxos. Preferisco i soliti classici, ci aggiungo anche Arcana

Varese - Sony: G010001401435J - download | Presto Classical   

Edgard Varese: Ameriques, Nocturnal, Ecuatorial / Arthur Honegger:Pacific  231 di Maurice Abravanel & Utah Symphony Orchestra su Amazon Music -  Amazon.it

Varèse - Royal Concertgebouw Orchestra, Asko Ensemble, Riccardo Chailly –  The Complete Works (1998, CD) - Discogs

Varèse / Martin - Jean Martinon conductor Chicago Symphony Orchestra –  Arcana / Concerto For Seven Wind Instruments, Timpani, Percussion And  String Orchestra (1967, Vinyl) - Discogs

Ives / Varese, Christoph von Dohnányi, The Cleveland Orchestra And Chorus –  Amériques / Symphony No. 4 / The Unanswered Question (1994, CD) - Discogs

 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Giuste segnalazioni. Però credo fossero tutti Naxos per una questione di diritti audio, visto che fa sentire degli estratti. La Naxos gli concede questo diritto, sponsorizzando il suo canale.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, Madiel dice:

Avrei da ridire pure su Varèse, non sono cd poi così brillanti quelli Naxos. Preferisco i soliti classici, ci aggiungo anche Arcana

Varese - Sony: G010001401435J - download | Presto Classical   

Edgard Varese: Ameriques, Nocturnal, Ecuatorial / Arthur Honegger:Pacific  231 di Maurice Abravanel & Utah Symphony Orchestra su Amazon Music -  Amazon.it

Varèse - Royal Concertgebouw Orchestra, Asko Ensemble, Riccardo Chailly –  The Complete Works (1998, CD) - Discogs

Varèse / Martin - Jean Martinon conductor Chicago Symphony Orchestra –  Arcana / Concerto For Seven Wind Instruments, Timpani, Percussion And  String Orchestra (1967, Vinyl) - Discogs

Ives / Varese, Christoph von Dohnányi, The Cleveland Orchestra And Chorus –  Amériques / Symphony No. 4 / The Unanswered Question (1994, CD) - Discogs

 

Io credo che lui citi sempre i cd Naxos perché ha i diritti per riprodurre esempi, e poi che fai, dici che quello che stai facendo sentire fa schifo? :D oltretutto comincio a sospettare vagamente che, insomma, sia incentivato a parlare bene in generale di questa casa discografica, per usare un eufemismo. Non ricordo un singolo CD Naxos di cui non abbia parlato bene.

EDIT mi ero preso il precedente post del buon Ives che dice esattamente lo stesso. 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, Madiel dice:

Avrei da ridire pure su Varèse, non sono cd poi così brillanti quelli Naxos. Preferisco i soliti classici, ci aggiungo anche Arcana

Varese - Sony: G010001401435J - download | Presto Classical   

Edgard Varese: Ameriques, Nocturnal, Ecuatorial / Arthur Honegger:Pacific  231 di Maurice Abravanel & Utah Symphony Orchestra su Amazon Music -  Amazon.it

Varèse - Royal Concertgebouw Orchestra, Asko Ensemble, Riccardo Chailly –  The Complete Works (1998, CD) - Discogs

Varèse / Martin - Jean Martinon conductor Chicago Symphony Orchestra –  Arcana / Concerto For Seven Wind Instruments, Timpani, Percussion And  String Orchestra (1967, Vinyl) - Discogs

Ives / Varese, Christoph von Dohnányi, The Cleveland Orchestra And Chorus –  Amériques / Symphony No. 4 / The Unanswered Question (1994, CD) - Discogs

 

Madiel, a te questo disco non convince?

R-12789973-1542244652-8819.jpeg.jpg

...perché io lo trovo meraviglioso, anche come ripresa del suono, cosa particolarmente gradita in pezzi come questi. Sarà che l'imprinting varesiano l'ho avuto proprio con queste incisioni, e dunque ci sono particolarmente affezionato...

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
29 minuti fa, Keikobad dice:

Io credo che lui citi sempre i cd Naxos perché ha i diritti per riprodurre esempi, e poi che fai, dici che quello che stai facendo sentire fa schifo? :D oltretutto comincio a sospettare vagamente che, insomma, sia incentivato a parlare bene in generale di questa casa discografica, per usare un eufemismo. Non ricordo un singolo CD Naxos di cui non abbia parlato bene.

EDIT mi ero preso il precedente post del buon Ives che dice esattamente lo stesso. 

Oppure, si rompe i cosiddetti di segnalare sempre le solite cose e deve essere originale per forza :cat_lol: Con una sinfonia di Beethoven è tutto più facile, ne esistono, come minimo, un centinaio di versioni eccellenti.  Con Varèse non è che ci sia chissà quale repertorio, anche peggio per Revueltas e Schulhoff.  Si potrebbe fare un'eccezione per Sensemayà, in effetti l'unica opera popolare di Revueltas e dovrebbero essercene in circolazione minimo venti edizioni (molte eccellenti). Così Urvizzo fa l'originale e cita le incisioni più recenti o più facili da reperire. Volendo, si possono aggiungere alla lista delle occasioni quelle di Nagano-Varèse per Apex, già Erato. 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, Snorlax dice:

Madiel, a te questo disco non convince?

R-12789973-1542244652-8819.jpeg.jpg

...perché io lo trovo meraviglioso, anche come ripresa del suono, cosa particolarmente gradita in pezzi come questi. Sarà che l'imprinting varesiano l'ho avuto proprio con queste incisioni, e dunque ci sono particolarmente affezionato...

Francamente non me lo ricordo, credo di averlo sentito sul web. Di sicuro non ce l'ho in discoteca, Mehta è uno che ho sempre frequentato poco.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, Ives dice:

Giuste segnalazioni. Però credo fossero tutti Naxos per una questione di diritti audio, visto che fa sentire degli estratti. La Naxos gli concede questo diritto, sponsorizzando il suo canale.

Non so se è così, ma ci sono i video di alcune delle altre edizioni che ho segnato in libera fruizione su youtube.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
23 minuti fa, Madiel dice:

Non so se è così, ma ci sono i video di alcune delle altre edizioni che ho segnato in libera fruizione su youtube.

Certo, sono tanti i dischi di altre etichette che lui segnala e che si trovano in libera fruizione su youtube. Ma il concetto, nella sostanza, è che un po' di visibilità (e di udibilità) allo sponsor la deve dare. Va precisato che in questo caso l'attenzionè è stata posta da Hurwitz più sulle opere musicali che sulle incisioni migliori e lui stesso parla lealmente di "Musical Examples courtesy of Naxos and CPO Records".

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Puoi rispondere adesso e registrarti subito dopo. Se hai un account, ACCEDI.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.


×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy