Vai al contenuto

Hurwitz & co.


Recommended Posts

Litton non manca mai! 😁 Comunque, quello elgariano è un bel disco, andrebbe recuperato in un box con le incisioni inglesi dell'allora giovane direttore americano. Litton ha grande senso delle proporzioni, tavolozza piena di colori e contrasti e l'orchestrazione elgariana diventa un organismo a se stante. E fa funzionare bene pure quel pachiderma di In the South. Splendida la RPO nei suoi anni d'oro e ben riuscita la registrazione. Nella versione di Zinman, noiosetta anzichenò, l'organo nel finale è registrato altrove e poi appiccicato in post-produzione con un effetto sonoro abbastanza kitsch. Bernstein fa delle genialate nel fraseggio, ma deve piacere, è un approccio mahlerian-depresso. Tra le edizione storiche, meglio Monteux di Jochum. Del Mar è registrato malissimo e il direttore non mi pare niente di eclatante, anzi, a quel punto meglio andare sui tronfi ma solidi Boult e Barbirolli. Benissimo Mehta (strano che non venga citata) e Mackerras (ma io conosco la prima con la RPO non quella EMI recensita da Hurwitz con la LPO). Sinopoli lo aborro. Ignoro Ormandy e neanche si trova su spotify. Slatkin anonimo in disco, ma stupendo in video con la Philarmonia ai Proms:

 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • Risposte 1,1k
  • Created
  • Ultima Risposta

Top Posters In This Topic

Il super-mega cofano dedicato ad Arthur Grumiaux, 74 CD Philips/Decca. Hurwitz segnala alcune copie con un errore nel disco 45 con il concerto di Beethoven con Colin Davis sul podio. Si può inviare una mail alla Decca per un disco sostitutivo. Per il resto, è un'opera memorabile, editorialmente epica e ricca di incisioni di riferimento.

Complete Philips Recordings : Grumiaux Helene: Amazon.it: Musica

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
On 5/5/2021 at 18:40, giobar dice:

Hai qualcosa contro le Variazioni Enigma?

 

16 ore fa, Ives dice:

Si riferiva alla presenza costante di Litton nei suggerimenti discografici di Hurwitz😮 😁

Decisamente la seconda! 😁

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Qualche utente tempo fa cercava una guida a questi pezzi, eccola qua. Ebbene si, ci sono delle suites sinfoniche dalle opere liriche di Janacek. Effettuate da diversi direttori, da Serebrier a Honeck, fino a Peter Breiner che le ha incise in Nuova Zelanda per la Naxos. Come e cosa ascoltare.

Janacek, L.: Operatic Orchestral Suites, Vol. 1 - Jenufa / The Excursions of Mr BroucekJanacek, L.: Operatic Orchestral Suites, Vol. 2 - Kat'A Kabanova / The Makropulos AffairJanacek, L.: Operatic Orchestral Suites, Vol. 3 - the Cunning Little Vixen / From the House of the DeadJanáček: Orchestral WorksJanáček: Opera Suites

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La Pastorale di Beethoven. Fresca, solare, vibrante, l'opera si collega al genere della musica a programma settecentesca (le varie citazioni degli uccellini) ma lo supera in maniera definitiva aprendo un nuovo e decisivo capitolo nella storia del rapporto tra natura e musica. Le migliori versioni:

Beethoven: The Nine Symphonies

Beethoven: Symphonies71l37axw9IL._SS500_.jpgBruno Walter Conducts BeethovenBeethoven: Symphony No. 6, Leonore Overtures 1-3. The Complete Orchestral Works of Beethoven, Vol. 6R-5102782-1384812552-8143.jpeg.jpg

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Le 107 sinfonie di Haydn. Ed eccoci alla numero 24. Formalmente e timbricamente, è una grande sinfonia, un vero e proprio viaggio espressivo, peccato sia cosi dimenticata e praticamente mai eseguita in concerto. Il primo movimento sorprende per le trasformazioni tematiche e il carattere drammatico (tipici i vari crescendo e diminuendo), il secondo è un bellissimo adagio con flauto solista. Il Finale riprende il clima del primo movimento con i suoi numerosi contrasti.

51A8LIDQYgL._AC_.jpg

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Una caleidoscopica miscellanea del giovane Mackerras (anni '60) nel repertorio "leggero" con alcune cose riversate in CD per la prima volta. Un doppio disco della Eloquence, divisione australiana della Decca. Copertina effetto optical :stun: L'orchestra è una fantomatica London Proms Symphony Orchestra (?).

Kaleidoscope: An Orchestral Extravaganza

Il contenuto:

Spoiler

Charles Mackerras - Kaleidoscope: An Orchestral Extravaganza - Amazon.com  Music

 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Eugen Jochum e la musica sacra corale, un cofanetto della Decca Eloquence che riprende le vecchie incisioni Philips. Tutto di alto livello, dice Hurwitz, tranne il cigolante live anni '60 della Messa in si minore di Bach (Pears nella parte del tenore). Molto meglio quella in studio anni '80 registrata per la EMI. C'è anche un misterioso Magnificat di Rudolf Mengelberg.

Eugen Jochum - Choral Recordings On Philips (13 Cd)

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, Ives dice:

Eugen Jochum e la musica sacra corale, un cofanetto della Decca Eloquence che riprende le vecchie incisioni Philips. Tutto di alto livello, dice Hurwitz, tranne il cigolante live anni '60 della Messa in si minore di Bach (Pears nella parte del tenore). Molto meglio quella in studio anni '80 registrata per la EMI. C'è anche un misterioso Magnificat di Rudolf Mengelberg.

Eugen Jochum - Choral Recordings On Philips (13 Cd)

Tranne il Magnificat di R. Mengelberg, posseggo tutte le registrazioni in questione e non posso che confermarne la grandezza. Oltre a Bach, mi preme tantissimo ricordare La Creazione e la Missa Solemnis, due incisioni ingiustamente neglette, ma che in realtà per me occupano tra i primi posti in una ideale classifica della storia interpretativa di questi due capolavori. Sicuramente un boxino da acquistare ad occhi chiusi.:big_boss::rolleyes:

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Le incisioni sinfoniche di Rafael Kubelik per la Orfeo. Cofanetto di 15 CD che racchiude le interpretazioni esclusivamente sinfoniche (non ci sono nemmeno i concerti) che il direttore ceko registrò tra gli anni '60 e gli '80 per la Orfeo alla testa dell'orchestra della Radio Bavarese. Un mix tra live (riuscitissimi) e studio (letture meno coinvolgenti ma sempre di discreto livello). Noiosissimo Brahms (la cosa peggiore del box, rivolgersi al primo ciclo DG), di routine Mozart, Beethoven e Haydn. Ottimo Dvorak e il disco con Janacek e Hartmann. Discreto Berlioz, Smetana un pò pesante e non il miglior ciclo diretto da Kubelik (quello DG da scegliere). Favolosa la Nona di Bruckner, per Hurwitz una lettura sorprendente. Eccellente anche la Musica bartokiana, un cavallo di battaglia di Kubelik.

Munich Symphonic Recordings

Munich Symphonic Recordings: Various Artist, Various Artist: Amazon.it:  Musica

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tutte le registrazioni EMI/Teldec di André Previn in un mega-box di 96 CD. Ad essere pignoli, manca un CD EMI con la Quinta di Vaughan Williams e l'orchestra del Curtis Institute, ma è un dettaglio per appassionati del direttore. Grande musicista, ottimo pianista da camera e fine jazzista, fu un direttore d'orchestra abbastanza fecondo e specializzato soprattutto nel repertorio inglese (Elgar, Walton, Britten e Vaughan Williams, tutto di primo livello), russo (Shostakovich, Prokofiev, Rachmaninov ma anche il Tchaikovsky "ballettistico") e nello Strauss sinfonico. Ma anche in certo repertorio americano. Intelligentemente, si occupò poco del repertorio romantico austro-tedesco, che non era nelle sue corde (ma c'è qui dentro un bellissimo Sogno mendelssohniano). Altri ottimi dischi: la Quarta di Mahler (unica sinfonia mai registrata dell'autore); la Turangalila di Messiaen, i concerti di Poulenc e Saint-Saens, i dischi di Korngold e Goldmark. Buoni anche Debussy e Ravel.

Andre Previn - Complete Warner Recordings - Amazon.com Music

Il contenuto:

Spoiler

A1v97%2BLaL9L._AC_SL1500_.jpg

 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

1h e 33m di video, 120 CD, il mega box di Ormandy. Vero e proprio oggetto da collezione, assemblato magnificamente, contiene un librone e tutte le registrazioni mono per la Columbia effettuate dal 1944 al 1958.

David Allen on Twitter: "I probably should have learned my lesson by now,  but no. So, here we go with Ormandy's complete Columbia recordings with the  Philadelphia Orchestra, the most prolific U.S. partnership of the postwar  era. It comes to 120 CDs... ... for ...

Il contenuto:

Spoiler

91UnsfUCz1L._AC_SL1500_.jpg

 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il più bel confanetto stravinskyano dedicato al grande Maestro per i 50 anni dalla morte: Riccardo Chailly, 11 CD Decca con varie compagini, soprattutto il Concertgebouw, registrazioni anni 80/90 (ma c'è anche il disco recente a Lucerna con il raro Chant Funebre). Poco da dire, ha ragione Hurwitz, tutto di livello ottimo/eccellente con molte punte di riferimento. Registrato mirabilmente, ensemble meravigliosi, senso del colore e del ritmo spiccatissimi, interpretazioni al calor bianco sia sul versante sonoro/coloristico che su quello neoclassico/disseccato. Presente un libretto di 100 pagine con un articolo di Stephen Walsh e un'intervista a Chailly. Per chi volesse un box unico, seppur ovviamente non completo ma c'è tutto l'essenziale, è da prendere ad occhi chiusi e...aprire le orecchie :ok:

Stravinsky Edition Riccardo Chailly [11 CD Box Set]

Il contenuto:

https://www.deccaclassics.com/en/catalogue/products/riccardo-chailly-stravinsky-edition-12344

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Ives dice:

Il più bel confanetto stravinskyano dedicato al grande Maestro per i 50 anni dalla morte: Riccardo Chailly, 11 CD Decca con varie compagini, soprattutto il Concertgebouw, registrazioni anni 80/90 (ma c'è anche il disco recente a Lucerna con il raro Chant Funebre). Poco da dire, ha ragione Hurwitz, tutto di livello ottimo/eccellente con molte punte di riferimento. Registrato mirabilmente, ensemble meravigliosi, senso del colore e del ritmo spiccatissimi, interpretazioni al calor bianco sia sul versante sonoro/coloristico che su quello neoclassico/disseccato. Presente un libretto di 100 pagine con un articolo di Stephen Walsh e un'intervista a Chailly. Per chi volesse un box unico, seppur ovviamente non completo ma c'è tutto l'essenziale, è da prendere ad occhi chiusi e...aprire le orecchie :ok:

Stravinsky Edition Riccardo Chailly [11 CD Box Set]

Il contenuto:

https://www.deccaclassics.com/en/catalogue/products/riccardo-chailly-stravinsky-edition-12344

Un Oedipus Rex con la recitazione in olandese! :cat_lol: Ci devono essere alcune incisioni "live"... Peccato non abbia inciso di più, mancano le sinfonie, tutti i concerti per pianoforte e altri balletti.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Madiel dice:

Un Oedipus Rex con la recitazione in olandese! :cat_lol: Ci devono essere alcune incisioni "live"... Peccato non abbia inciso di più, mancano le sinfonie, tutti i concerti per pianoforte e altri balletti.

Vero, pagine che avrebbero potuto venirgli molto bene.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho cercato su youtube e ho visto che nell'immagine di anteprima mette la Traviata di Kleiber.  Anche solo questo dettaglio mi fa capire come probabilmente le mie concezioni e le sue saranno lontane anni luce, ma lo guardo ugualmente.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
5 minuti fa, Wittelsbach dice:

Ho cercato su youtube e ho visto che nell'immagine di anteprima mette la Traviata di Kleiber.  Anche solo questo dettaglio mi fa capire come probabilmente le mie concezioni e le sue saranno lontane anni luce, ma lo guardo ugualmente.

Peggio, secondo me, la scelta del Trovatore di Renato Cellini. Comunque, ecco il video:

C'è da ricordare che è un suo personalissimo Verdi IDEALE. Tante scelte sono dei classici, altre discutibili. Quella Traviata ha molta fama tra la critica americana e anglosassone in generale.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Lo sto vedendo, scorrendolo veloce perché 50 minuti è troppo! Sono arrivato anch'io a Cellini. Scelte che mi convincono, altre su cui sospendo. Ma il suo è un compito difficile, io stesso sinceramente non saprei dire quale sia "il mio Verdi ideale", finirei per tagliare fuori roba che non merita l'esclusione, e mi sentirei ingiusto. Direi che vado a momenti.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Puoi rispondere adesso e registrarti subito dopo. Se hai un account, ACCEDI.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.


×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy