Vai al contenuto

Hurwitz & co.


Recommended Posts

  • Risposte 1,2k
  • Created
  • Ultima Risposta

Top Posters In This Topic

Secondo box della Capriccio dedicato a Sir Marriner con le incisioni effettuate con l'orchestra della radio di Stoccarda. Al netto delle suites di Tchaikovsky e di qualche buona sinfonia di Schumann, il resto è alquanto trascurabile, se non proprio inutile e orrendo (Mahler, Strauss, Rach). Impietoso il confronto su Honegger con l'infuocato Serge Baudo. Nel disco finale, Marriner "sconfina" pure nel repertorio americano :stun:

71xJzVQxz1L._SX425_.jpg

81Fuv6Gt8WL._SX425_.jpg

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
15 ore fa, superburp dice:

Marriner l'ho sempre associato al repertorio barocco/classico, devo dire che non ce lo vedo proprio per Mahler. Potrebbe andar bene per i neoclassici (magari non Honegger che mi sembra uno dei meno "leggeri").

Al netto delle questioni filologiche, pur importanti, io lo trovo un interprete pressochè inutile e superato anche nel repertorio barocco/classico. Ha proprio una concezione vetusta di quell'epoca, tutta graziosa e ben educata, bei suoni e poco altro. Nel migliore dei casi è trasparente e limpido, equilibrato e giusto (poi ovvio qualche eccezione esiste, il suo primo Messiah, ad esempio, è bellissimo ancora oggi). Ma poi finisce tutto cosi, nella routine e spesso nella noia. Qualche anno fa, però, ho acquistato questo e posso dire di avervi trovato senza dubbio le sue cose migliori (registrazioni Decca anni 60/70 repertorio del 900 storico con ensemble da camera):

71FrghHw64L._SS500_.jpg

81quny9fSaL._SX425_.jpg

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
13 ore fa, giobar dice:

A me non verrebbe mai in mente di comprare una cosa del genere:confused02:

 

11 ore fa, Madiel dice:

Idem ! :doh:

Credo che abbiamo pensato tutti più o meno la stessa cosa! :cat_lol::cat_lol:

 

13 minuti fa, Ives dice:

Qualche anno fa, però, ho acquistato questo e posso dire di avervi trovato senza dubbio le sue cose migliori (registrazioni Decca anni 60/70 repertorio del 900 storico con ensemble da camera):

71FrghHw64L._SS500_.jpg

 

A me questo è sempre parso un disco ben assemblato, anche se per alcuni lavori si può trovare di meglio:

R-10259195-1494255102-8868.jpeg.jpg

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Snorlax dice:

A me questo è sempre parso un disco ben assemblato, anche se per alcuni lavori si può trovare di meglio:

Si, è riuscito quel disco ivesiano e Marriner riesce in genere in pezzi che tendono all'idillio cameristico. Ma anche nei concerti con John Ogdon o in brani inglesi di tipo pastorale. Quel box è ben fatto, fermo restando che se ci mettiamo a fare i raggi X del singolo brano escono i vari Karajan, Martinon, Kubelik, Bernstein...

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, Snorlax dice:

 

Credo che abbiamo pensato tutti più o meno la stessa cosa! :cat_lol::cat_lol:

 

A me questo è sempre parso un disco ben assemblato, anche se per alcuni lavori si può trovare di meglio:

R-10259195-1494255102-8868.jpeg.jpg

A parte il pezzo di Cowell, che credo sia proprio introvabile !

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

L'intenso, febbrile e vibrante balletto Il Mandarino Meraviglioso di Bartok. Forse la partitura orchestrale più gigantesca e calibrata insieme del compositore ungherese. Le migliori (e le peggiori) versioni in disco.

716whCdHtsL._SS500_.jpg81j17Kt-4RL._SS500_.jpg91V51Oa44pL._SS500_.jpg71HqGPXCgzL._SS500_.jpg71vTSiamMGL._SS500_.jpg81fEZRl9Q1L._SS500_.jpg61dAUQgnMuL._SX425_.jpg81TaB+acCVL._SX425_.jpg411EWZMFQSL.jpg

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

I lavori per pianoforte solo di Debussy. Le scelte IDEALI.

Suite Bergamasque: Gieseking (EMI)

L'isle Joyeuse: Horowitz (Sony)

Pour le piano: Bavouzet (Chandos)

Children's Corner: Michelangeli (DG)

Estampes: Kocsis (Philips/Decca)

Images I & II: Moravec (Vox)

Preludes I & II: Osborne (Hyperion)

Etudes: Uchida (Philips/Decca)

71H8+5X7pcL._SS500_.jpg518tp1HbPjL.jpg81m9D8k4o6L._SS500_.jpg

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
49 minuti fa, Ives dice:

I lavori per pianoforte solo di Debussy. Le scelte IDEALI.

Suite Bergamasque: Gieseking (EMI)

L'isle Joyeuse: Horowitz (Sony)

Pour le piano: Bavouzet (Chandos)

Children's Corner: Michelangeli (DG)

Estampes: Kocsis (Philips/Decca)

Images I & II: Moravec (Vox)

Preludes I & II: Osborne (Hyperion)

Etudes: Uchida (Philips/Decca)

71H8+5X7pcL._SS500_.jpg518tp1HbPjL.jpg81m9D8k4o6L._SS500_.jpg

Non ho visto il video, ma su due piedi mi pare alquanto scandaloso che non ci siano questi:

81KPCw-bgXL._AC_SL1500_.jpg

R-10675099-1502522920-1912.jpeg.jpg

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
On 15/4/2021 at 15:44, Ives dice:

I lavori per pianoforte solo di Debussy. Le scelte IDEALI.

Suite Bergamasque: Gieseking (EMI)

L'isle Joyeuse: Horowitz (Sony)

Pour le piano: Bavouzet (Chandos)

Children's Corner: Michelangeli (DG)

Estampes: Kocsis (Philips/Decca)

Images I & II: Moravec (Vox)

Preludes I & II: Osborne (Hyperion)

Etudes: Uchida (Philips/Decca)

71H8+5X7pcL._SS500_.jpg518tp1HbPjL.jpg81m9D8k4o6L._SS500_.jpg

Io prenderei la sola integrale di Bavouzet, integrandola qua e là con singoli pezzi suonati da Michelangeli e Ciccolini.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La Nona di Bruckner trascritta per organo dal "tuttofare" Gerd Schaller. Per Hurwitz, si tratta di un'operazione orripilante e senza senso logico, a cui si aggiunge l'inutile Finale sempre scritto da Schaller, direttore che peraltro il critico americano apprezza in certe sinfonie di Bruckner (integrale sempre su dischi Profil/Haenssler).

81l0cqs+kfL._SS500_.jpg

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il recente box DG spacciato per "edizione completa". Ripropone, con poche aggiunte, un box analogo di qualche tempo fa ma, come il precedente, non è assolutamente un'edizione completa. Acquistabile soltanto da chi non rischia troppi doppioni. Peraltro la qualità media delle incisioni è ritenuta da Hurwitz molto alta e il prezzo è conveniente. Assai misteriosa (e sbeffeggiata dai commentatori del video) la presenza, all'interno della scatola, di uno spessore di polistirolo che occupa circa 1/3 del volume. Fra le tante stranezze di packaging delle case discografiche questa va dritta sul podio.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
On 22/4/2021 at 13:54, Ives dice:

Il box Brilliant con i vari Requiem più importanti (e lavori più rari). Livello delle esecuzioni mediamente buono.

Requiem - I Più Importanti Requiem E: Compilation: Amazon.it: Musica

Se hanno messo il concerto di Berg, avrebbero dovuto mettere qualunque pezzo ispirato dalla scomparsa di qualcuno (ultimo quartetto di Mendelssohn e sicuramente ce ne sono molti altri).

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
18 ore fa, giobar dice:

Il recente box DG spacciato per "edizione completa". Ripropone, con poche aggiunte, un box analogo di qualche tempo fa ma, come il precedente, non è assolutamente un'edizione completa. Acquistabile soltanto da chi non rischia troppi doppioni. Peraltro la qualità media delle incisioni è ritenuta da Hurwitz molto alta e il prezzo è conveniente. Assai misteriosa (e sbeffeggiata dai commentatori del video) la presenza, all'interno della scatola, di uno spessore di polistirolo che occupa circa 1/3 del volume. Fra le tante stranezze di packaging delle case discografiche questa va dritta sul podio.

Si, anche se deve piacere il Boulez DG. Poi c'è Abbado, Chailly, Bernstein (Noces, Mass e sinfonie dove però prediligo edizioni meno "pesanti"), Levine (Oedipus), Nagano (Persephone), Knussen, De Leeuw, Orpheus Chamber Orchestra, Gardiner (Rake's). Tutto di livello buono/ottimo. Male secondo me l'inserimento di Agon diretto da Ashkenazy. Anche la Sinfonia di Salmi di Gardiner non impressiona particolarmente. Opere per piano, da camera per strumenti e voce benissimo.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il box intitolato Neeme Järvi - A Lifetime on Chandos. 25 CD, ovviamente non c'è tutto altrimenti ci vorrebbe la carriola, ma è una corposa miscellanea estrapolata dal ricchissimo catalogo Chandos del più prolifico direttore della storia in sala d'incisione. Principalmente alle prese con orchestre inglesi (soprattutto la Royal Scottish National Orchestra) ma anche con la ChicagoSO e la DetroitSO. E più recentemente con l'Orchestre de la Suisse Romande con cui sta incidendo tanto repertorio francese di fine 800. C'è Prokofiev, Stravinsky, Kodaly, Rachmaninov, Strauss, Brahms, Dvorak, Barber, Tchaikovsky, Smetana, Suppé, Halvorsen, Saint-Saens, Chabrier, Atterberg, Wagner, Ibert e altri. Risultati mediamente buoni, grande professionionalità, dischi ottimamente eseguiti e registrati come di consuetudine per questo direttore. Non tutto fondamentale, presente qualche disco di routine.

Neeme Järvi: A Lifetime on Chandos - Chandos: CHAN20088(25) - 25 CDs |  Presto Classical

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Le 107 sinfonie di Haydn. Ecco la numero 23, un capolavoro nascosto e ben poco eseguita. Lavoro estremamente piacevole e sofisticato, ricco di umorismo musicale tipico del maestro austriaco. Struttura e temi però appaiono più tradizionali delle precedenti sinfonie, con tocchi barocchi, ad esempio i ritmi puntati del primo movimento. Per soli archi, invece, il movimento lento. Inaspettato il finale (un vero moto perpetuo) in pianissimo che quasi si dissolve nei pizzicati degli archi.

Haydn: Symphonies, Vol. 8 (Nos. 23, 24, 61)

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ancora un box stravinskyano, quello della Warner, 23 CD. Accanto ad alcune cose ottime (Muti, Nagano, Conlon), altre decisamente mediocri (Inbal) o del tutto inutili (Jansons, Rattle, Welser-Most). Della serie, scelte assurde dal catalogo Warner, pur avendo alternative superiori in molti brani (Markevitch).

81WV+9Y44oL._AC_SL1429_.jpg

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
10 ore fa, Ives dice:

Ancora un box stravinskyano, quello della Warner, 23 CD. Accanto ad alcune cose ottime (Muti, Nagano, Conlon), altre decisamente mediocri (Inbal) o del tutto inutili (Jansons, Rattle, Welser-Most). Della serie, scelte assurde dal catalogo Warner, pur avendo alternative superiori in molti brani (Markevitch).

81WV+9Y44oL._AC_SL1429_.jpg

Questa roba te la fanno pure pagare un sacco di soldi :sick01:

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Puoi rispondere adesso e registrarti subito dopo. Se hai un account, ACCEDI.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.


×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy