Vai al contenuto

Hurwitz & co.


Majaniello
 Condividi

Recommended Posts

3 ore fa, Madiel dice:

 

E allora eliminiamo completamente le esecuzioni con tastiere sbagliate (vedi il pianoforte). Almeno ci risparmiamo le solite acrobazie dei soliti pianisti :closedeyes: Volete la filologia ? E allora sia fino in fondo!

Ah per me si potrebbe fare tranquillamente, il suono del piano nel barocco mi è venuto mortalmente a noia...

3 ore fa, Madiel dice:

Finalmente un Bach come si deve, anti-filologico! :cat_lol:

51xF6+3uH+L._AC_.jpg

C'è sempre Celibidone. Antifilologico e fenomenologico. :cat_lol:

Link al commento
Condividi su altri siti

  • Risposte 2,8k
  • Creato
  • Ultima Risposta

Top utenti di questa discussione

Top utenti di questa discussione

56 minuti fa, Ives dice:

Ah per me si potrebbe fare tranquillamente, il suono del piano nel barocco mi è venuto mortalmente a noia...

Neanche a me piace a dirla tutta, ma alla fine non sto a storcere troppo il naso come fanno i puristi (mi riferisco più in generale a una categoria di ascoltatori di oggi e a nessuno in particolare).

Cita

51xF6+3uH+L._AC_.jpg

C'è sempre Celibidone. Antifilologico e fenomenologico. :cat_lol:

Azz, me n'ero dimenticato, ha seppellito anche il povero Bach!! :frustrated: Fenomenologico e pachidermico :axehead: :sick01:

Link al commento
Condividi su altri siti

I Gurrelieder di Schoenberg. Secondo Hurwitz, il Titanic della musica vocale-corale, che come il celebre transatlantico, lascia ben pochi sopravvissuti all'ascolto. E' una abnorme cantata profana per soli, 3 cori e un organico enorme (4 arpe, 10 corni, 6 trombe, 6 timpani e pure una grossa catena...) con evidenti riferimenti a Mahler, Strauss e Wagner fatti propri da Schoenberg con nuova violenza espressiva. Nell'ultimo brano spunta una voce recitante, anticipazione del futuro sprechgesang. Segue consueta discografia (noia mortale Craft e Boulez), su cui troneggia l'edizione di Ozawa.

81nMPBsBCUL._SS500_.jpg716LlXE-yPL._SS500_.jpgM2HY_P-f4dr1-nmyUJeym2fJlOVJGIstJpTgNAm9

51gF15lQqzL.jpg

81zwu4rMReL._SX522_.jpg

 

Link al commento
Condividi su altri siti

4 ore fa, Ives dice:

I Gurrelieder di Schoenberg. Secondo Hurwitz, il Titanic della musica vocale-corale, che come il celebre transatlantico, lascia ben pochi sopravvissuti all'ascolto. E' una abnorme cantata profana per soli, 3 cori e un organico enorme (4 arpe, 10 corni, 6 trombe, 6 timpani e pure una grossa catena...) con evidenti riferimenti a Mahler, Strauss e Wagner fatti propri da Schoenberg con nuova violenza espressiva. Nell'ultimo brano spunta una voce recitante, anticipazione del futuro sprechgesang. Segue consueta discografia (noia mortale Craft e Boulez), su cui troneggia l'edizione di Ozawa.

81nMPBsBCUL._SS500_.jpg

 

Questa edizione è famosissima! Il recitante è il grande figlio di Otto Klemperer 

Werner Klemperer | Simpsons Wiki | Fandom  :cat_lol:

Benissimo anche Chailly e Sinopoli, invece non conosco le ultime edizioni segnate.

I Gurrelieder, però, alla fine restano un cag*** pazzesca. Un tentativo ridicolo da parte di Schoenberg di fare il wagneriano :doh:

Link al commento
Condividi su altri siti

7 minuti fa, Wittelsbach dice:

I Gurrelieder di Inbal credo che oggi siano pressoché impossibili da trovare.

A casa ho Kegel, Boulez (Sony-CBS), Sinopoli e questa, in un cofanettino con le rarità di Kubelik

51ddINCN4ML._SR600,315_PIWhiteStrip,Bott

Lui ha addirittura l'originale DENON.

81TeaZaOBuL._SX522_.jpg

Io cito anche questo che stranamente, da fan di Gielen, Hurwitz non ha menzionato:

81y5hh9xi5L._SS500_.jpg

Link al commento
Condividi su altri siti

La Nona di Bruckner. Senza Finale ricostruito (per Hurwitz totalmente inutile) e con Finale. Partitura enigmatica ed ostica, piena di luci ed ombre, col Maestro di Ansfelden vicino alla fine dei suoi giorni. C'è tutta la potenza sonora e il raffinato lirismo dell'autore al massimo delle sue possibilità espressive. Trovare una buona registrazione, dice Hurwitz, è molto facile. Ecco le sue preferite, Jochum e Mehta su tutti, sarà contento @Snorlax ^_^

A1uCIQKaZOL._SS500_.jpg

716kFyRSIKL._SS500_.jpg81TWYnLjMrL._SS500_.jpg816N-c2rthL._SS500_.jpg814iqqNzQyL._SS500_.jpg71DO+6Gqw1L._SS500_.jpg91WpMeEFvqL._SS500_.jpg71norJXV+GL._SX425_.jpg

Se la volete col Finale ricostruito (Samale/Mazzuca):

71mT3sesEeL._SS500_.jpg

Link al commento
Condividi su altri siti

50 minuti fa, Ives dice:

Lui ha addirittura l'originale DENON.

81TeaZaOBuL._SX522_.jpg

Io cito anche questo che stranamente, da fan di Gielen, Hurwitz non ha menzionato:

81y5hh9xi5L._SS500_.jpg

Nei commenti, a chi gliela cita, dice che quella di Gielen sarebbe moscia,poco incisiva e coi tempi troppo lenti. Fra le diverse che possiedo, questa non la conosco e stranamente non è stata nemmeno inclusa nel box celebrativo sulla triade SBW. 

Link al commento
Condividi su altri siti

42 minuti fa, Ives dice:

A1uCIQKaZOL._SS500_.jpg

Povero, lo hanno costretto ad un'intera sessione fotografica:

images?q=tbn:ANd9GcSA2hMQG7WFwel_ZuXRFoO190295258931_preview_scale_100_ppi_300_qimages?q=tbn:ANd9GcQ-weJ-LbkdMFUIDNVjEoZimages?q=tbn:ANd9GcSmkqNs9BFZRkVpIaGNdUU

"guardi lì... sorrida... più sciolto.."

E' stato comunque fortunato, oggi gli avrebbero fatto togliere le scarpe :cat_lol:

Link al commento
Condividi su altri siti

56 minuti fa, Ives dice:

La Nona di Bruckner. Senza Finale ricostruito (per Hurwitz totalmente inutile) e con Finale. Partitura enigmatica ed ostica, piena di luci ed ombre, col Maestro di Ansfelden vicino alla fine dei suoi giorni. C'è tutta la potenza sonora e il raffinato lirismo dell'autore al massimo delle sue possibilità espressive. Trovare una buona registrazione, dice Hurwitz, è molto facile. Ecco le sue preferite, Jochum e Mehta su tutti, sarà contento @Snorlax ^_^

A1uCIQKaZOL._SS500_.jpg

716kFyRSIKL._SS500_.jpg81TWYnLjMrL._SS500_.jpg816N-c2rthL._SS500_.jpg814iqqNzQyL._SS500_.jpg71DO+6Gqw1L._SS500_.jpg91WpMeEFvqL._SS500_.jpg71norJXV+GL._SX425_.jpg

Se la volete col Finale ricostruito (Samale/Mazzuca):

71mT3sesEeL._SS500_.jpg

Non ho ancora visto il video, ma è una selezione con cui sono abbastanza d'accordo. Comunque in questo caso è proprio da st*onzi lasciare fuori Furtone, che qui ci ha lasciato una delle incisioni del secolo. :cat_angry: Tra gli storici anche mi sento di citare pure Abendroth. Senza pensarci troppo, io c'aggiungo pure queste (e sicuramente me ne sto dimenticando altre):

61daWJ61uDL.jpg

71kNBCK4vdL._SX522_.jpg

back-0747313901487.jpg

 

Link al commento
Condividi su altri siti

1 ora fa, Ives dice:

La Nona di Bruckner. Senza Finale ricostruito (per Hurwitz totalmente inutile) e con Finale. Partitura enigmatica ed ostica, piena di luci ed ombre, col Maestro di Ansfelden vicino alla fine dei suoi giorni. C'è tutta la potenza sonora e il raffinato lirismo dell'autore al massimo delle sue possibilità espressive. Trovare una buona registrazione, dice Hurwitz, è molto facile. Ecco le sue preferite, Jochum e Mehta su tutti, sarà contento

Ma questa se l'è scordata?:

https://www.classicstoday.com/review/review-9659/

10/10 gli mette.

Link al commento
Condividi su altri siti

56 minuti fa, giobar dice:

Nei commenti, a chi gliela cita, dice che quella di Gielen sarebbe moscia,poco incisiva e coi tempi troppo lenti. Fra le diverse che possiedo, questa non la conosco e stranamente non è stata nemmeno inclusa nel box celebrativo sulla triade SBW. 

Tornato a casa, mi correggo: i Gurrelieder di Gielen sono inseriti nel box sulla nuova scuola di Vienna, che però sinora ho appena piluccato e non ne ricordavo l'esatto contenuto. A questo punto, sono curioso e a breve li ascolterò.

Link al commento
Condividi su altri siti

1 ora fa, Ives dice:

Tra un po' lo chiameranno a recitare una parte nel prossimo cinepanettone. Ce lo vedo accanto a Boldi e De Sica jr. che di fronte alla bella fanciulla di turno esclama TCERRIFIC!

Link al commento
Condividi su altri siti

12 minuti fa, Ives dice:

Se volete un box "clarinettistico" andate su questo:

A1qH6o+aoCL._SS500_.jpg

Tanti autori, buone esecuzioni e prezzo Brilliant. @kraus

Dankeschön :) In effetti molti di questi concerti non li ho

Link al commento
Condividi su altri siti

Sulla Nona di Bruckner, se ha messo Mehta io metterei anche qualche lettura di Wand (a quella con i Berliner preferisco quella di Monaco e quelle precedenti con la NDR) e l'ultima di Abbado a Lucerna. L'assenza di Furt è abbastanza inspiegabile.

Conosco la Nona di Skrowaczewski con la Minnesota Symphony, ma le preferisco di gran lunga questa:

Link al commento
Condividi su altri siti

Dopo il Das Lied von der Erde. Gli ibridi tra sinfonia e ciclo vocale. Opere successive al capolavoro mahleriano che ne conservano il duplice aspetto di sequenza di lieder (o songs) intimamente collegati fra loro da rimandi letterari o da tematiche simili, e di struttura sinfonico-vocale, più o meno ampia. Opere di Zemlinsky, Turina, Shostakovich, Bernstein, Penderecki, Gorecki e Burton. 

817Q9doxBJL._SS500_.jpg71FXhnknUiL._SS500_.jpg51EsQWm7BpL._SX522_.jpg81pq0J-BFVL._SS500_.jpgA15yKhHcg5L._SS500_.jpg81hMvtB9TFL._SS500_.jpg71lUWvE1GnL._SS500_.jpg91n7zzGRNFL._SS500_.jpg

Link al commento
Condividi su altri siti

Le 107 sinfonie di Haydn. Si passa alla no. 7 Le Midi. Nulla si sa di preciso su questi appellativi del trittico "giornaliero", se non, in questo caso, che certe atmosfere statiche del recitativo che segue il primo tempo, possono far tornare alla mente pomeriggi estivi fatti di niente. O anche talune atmosfere vivaldiane delle Stagioni. Ma sono solo speculazioni. Qui abbiamo sempre l'impianto derivato dal concerto grosso barocco (con due violini concertanti). Il movimento più interessante è l'Adagio con il gioco certosino tra violino e cello e con un'insolita cadenza a due.

51HGawupb6L._SX425_.jpg

Link al commento
Condividi su altri siti

Rassegna delle raccolte integrali delle sinfonie di Vaughan-Williams, a partire, se non ho capito male, dall'avvento delle registrazioni digitali. In sintesi, le valutazioni di Hurwitz.
La più brutta - addirittura "comatosa" e con la London Philharmonic in pessima forma - l'integrale di Haitink, "da scansare come la morte" :lol:.
Brutte anche le incisioni di Hickox, ancorché non raccolte in box.
Nel complesso buone le raccolte della Naxos (suddivisa fra Bakels e Daniel) e quella di Thompson (Chandos).
Buoni Handley (molto idiomatico) e Andrew Davis (molto solido).
Ottimo Previn, con alcune punte straordinarie.

81BDwVPWHdL._AC_SL1500_.jpg

Eccellente la seconda integrale stereo di Boult, molto meglio della precedente.

71uvjJMykuL._AC_SL1200_.jpg

Infine meraviglioso il ciclo di Slatkin, che contiene alcune delle interpretazioni in assoluto migliori di diverse sinfonie e ha qualche cedimento soltanto nella sinfonia London

71S1-ntZh3L._AC_SL1500_.jpg

Link al commento
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Puoi rispondere adesso e registrarti subito dopo. Se hai un account, ACCEDI.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Condividi

  • Chi sta navigando   0 utenti

    • Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy