Vai al contenuto
Madiel

Cosa state ascoltando ? Anno 2020

Recommended Posts

La versione per due pianoforti rende assai più digeribile il Quintetto per pianoforte op. 34, sua opera sorella.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
12 minuti fa, kraus dice:

La versione per due pianoforti rende assai più digeribile il Quintetto per pianoforte op. 34, sua opera sorella.

Cosa c'è di non digeribile nel quintetto op. 34 :scratch_one-s_head:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Adesso, giobar dice:

Cosa c'è di non digeribile nel quintetto op. 34 :scratch_one-s_head:

È un po' un problema che mi capita con tutta la cameristica brahmsiana. Ogni volta che provo ad ascoltarla perdo molto presto il filo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Wittelsbach dice:

61CDjbrxFaL._SX425_.jpg

Szymanowski, con questa mia personale primizia, si mostra una volta di più sorprendente.
Le prime due sinfonie, complessivamente, come atmosfera hanno poco a che vedere con le successive e col Krol Roger.
Sapete che mondo mi hanno evocato? Quello dell'operetta. Non nel senso di valzer, can can e tricchetracche vari, ma in quello della dimensione sentimentale: queste due sinfonie hanno armonie e modalità melodiche che mi rimembrano tanto certi momenti sentimentali di Lehar o addirittura della futura operetta berlinese. Non che si imprimano eccessivamente nella memoria, ma sono senza dubbio diverse da come me le aspettavo. Per dire, già la Terza sarà di tutt'altra concezione.
Idiomatica e sincera l'interpretazione di Stryja con la sua orchestra di Katowice, anche se forse non del tutto perfetta la resa tecnica dell'incisione.

@Madiel

E neppure nella resa dell'esecuzione, ci sono brutte cosucce qua e là, soprattutto con gli archi. Però, c'è il valore aggiunto di Stryja, che conosceva Szymanowski come un suo parente stretto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, giobar dice:

Confesso che io non l'ho mai sentita. Conoscendone l'esistenza, ho solo voluto dare un'informazione davanti alla domanda di @giordanotedcirca " un disco decente di qualunque delle quattro B (Bach, Beethoven, Brahms o Bruckner) eseguito da un'orchestra italiana". Ora, date le vostre valutazioni, non so se il disco in questione risponda al requisito della decenza :lol:.

Ad ogni modo, per aggiungere qualche dettaglio sul personaggio Delman, rilevo che Discogs ha inserito nella scheda relativa al cd di Bruckner l'intero libretto, che presenta un divertente ritratto del direttore scritto da Rattalino. Ne viene fuori un tipo davvero singolare, del tutto coerente con l'immagine da folletto dei boschi della buffa copertina.

 

La conferma di quello che si dice in giro, cioè che Delman era un tizio simpatico e che non si prendeva troppo sul serio, ma nello stesso tempo restava un vero professionista.

***

Partch: Daphne of the Dunes

Varii diretti dall'Autore

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Madiel dice:

La conferma di quello che si dice in giro, cioè che Delman era un tizio simpatico e che non si prendeva troppo sul serio, ma nello stesso tempo restava un vero professionista.

 

Mi ha intenerito la storia della clemenza verso i due saxofonisti scarsi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

Georg Christoph Wagenseil, Michi Gaigg, Orfeo Baroque Orchestra ...

Prego, sig.ra immagine del Cd, si stringa un po', che sennò vien troppo grande e porta via tutto spazio del messaggio. Ecco, un po' più a sinistra, così, grazie.

Ora il '700, inteso come secolo musicale, è così: c'è il tipo allegro e di classe (Mozart), la sua controparte seria e tenebrosa (Kraus), l'eccentrico che si schermisce dicendo "No, non sono Glenn Gould" (CPE Bach), il buon raccontatore di barzellette (JC Bach, sempre divertente da ascoltare), il burlone tendente al popolaresco (J. Haydn), il tipo un po' grezzo ma dalla parlantina e dall'umorismo travolgenti (il fratello di J. ossia Michelino Haydn, chiasmicamente soprannominabile "la carica del cioccolato più l'energia del caffè") e poi, ahiloro e ahitutti, i signori né carne né pesce né dessert, come Giorgio Cristoforo Wagenseil, che suona anonimo e sbrigativo pure quando scrive una Sinfonia "Sturmundranghe" come quella che inaugura il CD sopraillustrato. 

Perché spesso le cose vanno a questa maniera: dopo aver esaurito il repertorio mozartiano e haydniano, uno compra un disco del '700, legge sul retro "Sinfonia in sol minore" ed esclama "Buono! Oggi si fa anarchia e casino" e con Vanhal, Fil(t)z(s) o Rosetti la previsione si rivela azzeccata. Beninteso, la tonalità potrebbe essere anche do/mi/fa/si minore, ma il sol era inspiegabilmente la nota d'impianto prescelta dai compositori classici per i loro sfoghi musicali; le altre cicca.

E Wagenseil che fa? Mi struttura il suo prodotto in 3 movimenti: già questo, per una sinfonia "Sturm und Drang" che si rispetti, è segno di scarsa serietà (anche se, a dire il vero, tutte le sinfonie di questo autore non hanno mai avuto un 4° movimento), ma andiam pure avanti: di solito il sinfonista classico (in questo caso sol)minorista s'impegna fino alla disperazione nel 1° tempo per poi sonnecchiare (e noi con lui) nel 2°. Succede anche ai migliori, neh, intendiamoci, figuriamoci ai minori.

Giorgino Cristoforo no: nel Vivace iniziale pianta un po' di caciara, e pure in maniera piuttosto rozza, alla Honauer, mentre nell'Andantino (indicazione azzeccatissima, purtroppo, e tipica di un '700 annoiato, noioso e inconsistente) riesce persino a costruire un discorso fine, ma troppo piatto e monotono per interessare. Si apprezza l'orchestrazione, con tanto di basso continuo all'epoca ancora in voga.

Il finale? Vi basti dire che l'ho scambiato per uno scherzo (sarebbe stato un anacronismo bello e buono): era melodicamente il brano migliore dell'opera, ma avrebbe potuto tranquillamente preludere a un Allegro tempestoso di congedo, e invece nulla. Ah, durava 3 minuti netti: Wagenseil dimostra che si può deludere l'ascoltatore in tanti modi diversi, e lui è riuscito a illustrarceli tutti. No ma, complimenti.

Tra gli esemplari presentati in questo disco abbiamo anche una Sinfonia "Vincislao" (l'opera cui preludeva, in qualità di Ouverture) che andrebbe ribattezzata piuttosto Sinfonia "VincisLampo": un Allegro assai di 1'55'', una Polonaise chilometrica (manco 2 minuti e 20) e un altro Allegro assai di 0' e 42''. Forse è un record mondiale, anche se non ne sarei certo: in tutto il '700 che mi è passato per le orecchie ci sarà pure stato un pezzo più breve ancora. A questo proposito, la CPO potrebbe tranquillamente accompagnare il retro di copertina con un'avvertenza: "Scusate il disagio: non è colpa nostra se il CD è breve, bensì dell'autore". Giusto per non essere confusa ingiustamente con i colleghi della Brilliant.

Qualche buon frutto in tutta la carrellata sinfonia c'è (verso le ultime tracce), ma oh, senza esagerare: per info rivolgersi alla WV 413 in sol (maggiore, stavolta) e alla WV 441 in si bemolle. Di più nin zo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, Wittelsbach dice:

Un Kraus impietoso.

Ma no, il fatto è che un CD come questo potrebbe far parte della celebre "Raschia il Barile Edition": han chiesto in giro se ci fosse qualche Sinfonia in sol minore inedita disponibile, l'hanno trovata e trascinata di peso in testa del disco, giusto per far colpo sui potenziali ascoltatori. Il bello è che le sinfonie-riempitivo degli ultimi minuti sono di gran lunga più interessanti del presunto pezzo forte; meno anonime, se non altro.

Wagenseil paga poi lo scotto d'essere un pre-classico (queste opere risalgono al 1750-60) e di non avere conseguentemente un linguaggio ben definito: troppo avanti per esser barocco, troppo indietro per essere un vero contemporaneo di Haydn e soci. Persino sprecata, considerando quanto calibra bene i suoni e i volumi, l'Orchestra barocca L'Orfeo per lavori così privi di ambizione.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Variazioni Haydn e un boccale di sambuca, giusto così per sport.

Dopodiché 

Hanno rifatto il video solo per sostituire "Tocatta" con la dizione corretta; in compenso ora non si spiega il misterioso "virtuoze" al posto del precedente "virtuoso". Sono soddisfazioni. Grazie Brilliant, non finisci mai di stupirmi nel bene, nel male e nel così così.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Max REGER
Concerto in la minore per violino e orchestra op. 101

Manfred Scherzer
Staatskapelle Dresden
Herbert Blomstedt

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

buonasera a tutti!

ANNIVERSARI DI OGGI

- nel 1794 nasce a Praga il pianista e compositore Ignaz Moscheles
- nel 1964 nasce a Parigi il baritono Laurent Naouri

________________________

 

in pausa da wagner :mellow: ho preso un pezzo a caso di moscheles, sentiamo come suona :mellow: primo ascolto assoluto, tra l'altro :mellow: 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
55 minuti fa, Euripide dice:

buonasera a tutti!

ANNIVERSARI DI OGGI

- nel 1794 nasce a Praga il pianista e compositore Ignaz Moscheles
- nel 1964 nasce a Parigi il baritono Laurent Naouri

________________________

 

in pausa da wagner :mellow: ho preso un pezzo a caso di moscheles, sentiamo come suona :mellow: primo ascolto assoluto, tra l'altro :mellow: 

Me l'ascolto anch'io, dritto pe' dritto. Dopo una serata dedicata al clavicembalismo francese e per la precisione a quel diavolaccio di

Laurence Boulay, Couperin: Complete Works for Harpsichord in High ...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buona Giornata a tutti gli amici e a tutte le amiche ForuMatinieri/e con i concerti per pianoforte e orchestra di Johann Chrstian Bach:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Questa sonata - capolavoro di Bach in un'esecuzione straordinaria.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Lees

French Horn Concerto

William Caballero - french horn

Pittsburgh Symphony Orchestra

Lorin Maazel

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mikhail GLINKA
Ivan Susanin (Una vita per lo zar)

Miroslav Cangalovic - Marija Glavarevic
Drago Starc - Milica Miladinovic
Coro dell'esercito yugoslavo
Orchestra dell'Opera nazionale di Belgrado
Oscar Danon

@Wittelsbach: qualche curiosità sugli interpreti, anche a confronto con l'incisione di Markevitch. Nella tua recensione dici che il coro dell'esercito yugoslavo affianca quello dell'Opera di Belgrado. Però quest'ultimo non risulta accreditato né nell'edizione Profil (che sto ascoltando) né negli LP originali Decca e consociate . Probabilmente il riferimento nelle copertine originali all'Opera di Belgrado diretta da Danon richiama i complessi nel loro insieme (orchestra + coro), anche perché mi sembra strano che il coro dell'esercito avesse un reparto di voci femminili (ma tutto può essere). Curiosamente, il coro dell'Opera di Belgrado è invece quello impiegato nell'edizione parigina di Markevitch con l'orchestra Lamoureux. Ma anche qui c'è un problema nell'enunciazione del crediti. Nelle copertine degli LP originali il coro di Belgrado risulta istruito proprio da Oscar Danon. Invece nei crediti dei CD inseriti nel box Markevitch/Icon Oscar Danon scompare e appare come maestro del coro tale Douglas Robinson (non trovo un'immagine in rete, ma così è nel libretto del box, che possiedo). Ne sai qualcosa? Ad ogni modo, il suono dei CD Profil è proprio buono, avevi ragione.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Puoi rispondere adesso e registrarti subito dopo. Se hai un account, ACCEDI.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy