Vai al contenuto
Madiel

Cosa state ascoltando ? Anno 2020

Recommended Posts

6 ore fa, besugo dice:

Scusa se mi permetto, ma, se non erro, risulta in vendita su amazon a 7€ circa (il cd, 12€ vinile). Magari è una cometa, da acchiappare.

ciao

besugo 

Grazie per l'informazione ! Vediamo se riesco a fare l'affare :cat_smile:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

buonasera a tutti!

ANNIVERSARI DI OGGI

- nel 1707 muore a Lubecca il compositore e organista Dietrich Buxtehude
- nel 1914 nasce a Barletta Carlo Maria Giulini
- nel 1567 nasce a Cremona Claudio Monteverdi
- nel 1740 nasce a Taranto Giovanni Paisiello
- nel 1939 nasce a Verona il baritono Giorgio Zancanaro

_____________________

j. s. bach: concerto in re minore per cembalo e archi (1730-33 c.) - è il più elaborato, complesso e tecnicamente smagliante dei concerti pianistici di bach. l' "allegro" iniziale è di proporzioni imponenti, e col suo carattere maschio, tipicamente barocco nella densa pateticità del discorso, funge da introduzione ideale all' "adagio" che si snoda dolorosamente nelle espressive volute del solista; conclude un "allegro" che in più di un particolare fa pensare all'impostazione del primo tempo (da g. manzoni, guida all'ascolto della musica sinfonica)

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Stasera, opera. La Gioconda di Ponchielli, che ascolto per la prima volta, e devo dire che pensavo fosse molto noiosa e pesante, e invece...

È una delizia.

Che guaio i preconcetti. Propongo un ascolto con una compagnia di canto che mi sembra di ottimo livello. Ascoltare in particolare la Cerquetti.

@Pinkertone @Wittelsbach

Anche la direzione dell'a me ignoto Emidio Tieri mi sembra adeguata.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ok, ora però cercatene una che si senta bene! Se ti piace la Cerquetti, c’è la Decca che è ottima! Poi quelle con la Callas (la seconda), e soprattutto quelle di Gardelli e Patanè che sono le più musicalmente complete, senza tagli al secondo atto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buona Giornata a tutti gli amici e a tutte le amiche FOruMattinieri/e con il Duo per Violino e Viola di W.A.Mozart:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
36 minuti fa, Wittelsbach dice:

Ok, ora però cercatene una che si senta bene! Se ti piace la Cerquetti, c’è la Decca che è ottima! Poi quelle con la Callas (la seconda), e soprattutto quelle di Gardelli e Patanè che sono le più musicalmente complete, senza tagli al secondo atto.

Hai proprio ragione, l'audio è infame. Però secondo me, se l'ascolti con la pazienza di un santo, scoprirai un'edizione nient'affatto malvagia e dal senso teatrale spiccato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Gounod

Hymne à Sainte Cécile

Deborah Nemtanu - violin

Orchestre de Chambre de Paris

Laurence Equilbey

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buongiorno a tutti miei cari amici.

Scusate se ultimamente non mi paleso spesso ma sono sommersa dal lavoro che....in questo periodo si è ridotto alla confezione di mascherine di tutti i colori e fantasie.

È l'unica cosa che viene richiesta dalla mia clientela.

Ma bando alla malinconia ! Oggi ho ascoltato una superba sonata del buon Corelli che vi propongo senza indugi.

Leggo che abbiamo un nuovo Forumista di qualità eccelsa @Florestan , ebbene....questo è il mio sono di benvenuto per lui.

Ancora non conosco i suoi gusti ma spero gradisca.

Ovviamente è dedicata anche a chi apprezza.

Buona giornata a tutti

Persy vostra 🌹

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
6 ore fa, giordanoted dice:

Hai proprio ragione, l'audio è infame. Però secondo me, se l'ascolti con la pazienza di un santo, scoprirai un'edizione nient'affatto malvagia e dal senso teatrale spiccato.

Che dire, concordo con quanto dici.
La Gioconda si presta a letture accese e romantiche, ma anche capace di far trapelare la morbosa sensitività di Venezia. E' uno di quei romanzi d'appendice particolarmente ben scritti e capaci di imporsi accanto alla letteratura "alta". Inoltre, si tratta dell'opera davvero riuscita di Ponchielli, che in exploit come "I Promessi Sposi" denota un'immaturità che qui è completamente superata in un impianto grandioso e sanguigno. Io poi ho una passione tutta mia per il personaggio di Barnaba, uno dei cattivi più cattivi della storia dell'opera. "Suo covo è un tugurio laggiù alla Giudecca, / Tien sempre quell'orrido zendado, ed è cieca ... / Ha vuote le occhiaie,  ma pure (e chi il crede?!) / La Cieca ci guarda, la Cieca ci vede!"

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
6 minuti fa, Wittelsbach dice:

Che dire, concordo con quanto dici.
La Gioconda si presta a letture accese e romantiche, ma anche capace di far trapelare la morbosa sensitività di Venezia. E' uno di quei romanzi d'appendice particolarmente ben scritti e capaci di imporsi accanto alla letteratura "alta". Inoltre, si tratta dell'opera davvero riuscita di Ponchielli, che in exploit come "I Promessi Sposi" denota un'immaturità che qui è completamente superata in un impianto grandioso e sanguigno. Io poi ho una passione tutta mia per il personaggio di Barnaba, uno dei cattivi più cattivi della storia dell'opera. "Suo covo è un tugurio laggiù alla Giudecca, / Tien sempre quell'orrido zendado, ed è cieca ... / Ha vuote le occhiaie,  ma pure (e chi il crede?!) / La Cieca ci guarda, la Cieca ci vede!"

Guarda, dopo l'ascolto, avevo sperato che i Promessi Sposi ponchielliani fossero almeno salvabili, poi ho letto quel che ne dice Giudici (e passi, perché Giudici è una banderuola) e soprattutto quanto dici tu, e la speranza è caduta. La Gioconda, secondo me, è un capolavoro. Su Barnaba mi trovi d'accordissimo, che personaggio! Quel finale! Non ho mai ascoltato un finale così agghiacciante, neanche in Strauss, forse in Berg. 

M'odi ... e muori dannata:
Curvandosi sul cadavere di Gioconda e gridandogli all'orecchio con voce furibonda
Ier tua madre m' ha offeso! Io l'ho affogata!
Non ode più!!

Esce precipitosamente e scompare nelle tenebre della calle.

Cade la tela.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Hartmann

Kammerkonzert

Jean-Luc Votano - clarinet

Quatuor Danel

Orchestre Philharmonique de Liège

Christian Arming

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
5 ore fa, Persephone dice:

Buongiorno a tutti miei cari amici.

Scusate se ultimamente non mi paleso spesso ma sono sommersa dal lavoro che....in questo periodo si è ridotto alla confezione di mascherine di tutti i colori e fantasie.

È l'unica cosa che viene richiesta dalla mia clientela.

Ma bando alla malinconia ! Oggi ho ascoltato una superba sonata del buon Corelli che vi propongo senza indugi.

Leggo che abbiamo un nuovo Forumista di qualità eccelsa @Florestan , ebbene....questo è il mio sono di benvenuto per lui.

Ancora non conosco i suoi gusti ma spero gradisca.

Ovviamente è dedicata anche a chi apprezza.

Buona giornata a tutti

Persy vostra 🌹

 

Non potevo sperare benvenuto migliore.

Grazie di cuore anche per le belle parole, al momento immeritate :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ferruccio BUSONI
Fantasia contrappuntistica - versione per due pianoforti K. 256 b

Peter Serkin - Richard Goode

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
22 ore fa, giordanoted dice:

Stasera, opera. La Gioconda di Ponchielli, che ascolto per la prima volta, e devo dire che pensavo fosse molto noiosa e pesante, e invece...

È una delizia.

Che guaio i preconcetti. Propongo un ascolto con una compagnia di canto che mi sembra di ottimo livello. Ascoltare in particolare la Cerquetti.

@Pinkertone @Wittelsbach

Anche la direzione dell'a me ignoto Emidio Tieri mi sembra adeguata.

Senti qua, Giordano, l'Enzo Grimaldo di Corelli nei suoi anni migliori (1963).

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

buonanotte a tutti!

ANNIVERSARI DI IERI :D 

- nel 1840 muore a San Pietroburgo il compositore Catterino Cavos
- nel 1869 muore a Stoccarda il violinista e compositore Bernhard Molique

______________________

j. s. bach: concerto in fa minore per cembalo e archi - (composto come il precedente tra il 1730 e il '33) è nel primo e terzo tempo di carattere spigliato e sereno mentre il "largo" centrale è tra i più espressivi, per la melodia barocca, che bach abbia scritto per uno strumento (da g. manzoni, guida all'ascolto della musica sinfonica)

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buona Giornata a tutti gli amici e a tutte le amiche ForuMattinieri/e con l'Andante e Rondò Ungherese di Carl Maria von Weber per viola e orchestra:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buongiorno a tutti 😊

J.S.Bach , Concerto Brandeburghese n.6, II movimento, adagio

A chi gradisce

Persy vostra

🌹

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
17 ore fa, Pinkerton dice:

Senti qua, Giordano, l'Enzo Grimaldo di Corelli nei suoi anni migliori (1963).

 

Grazie Luciano, al confronto col nostro Franco, il buon Poggi dell'edizione che avevo segnalato scompare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Camille SAINT-SAENS
Concerto per violoncello e orchestra n. 2 in re minore op. 119

Johannes Moser, violoncello
Radio-Sinfonieorchester Stuttgart des SWR
Fabrice Bollon

Strano il destino del secondo concerto per violoncello di Saint-Saens. Rispetto al notissimo fratello maggiore, gode infatti di una fama e di una pratica esecutiva assai circoscritta, tanto è vero che sono ben pochi i grandissimi violoncellisti che lo hanno affrontato o almeno ne hanno lasciato documentazione fonica (non ci sono Casals, Rostropovich, Fournier, Yo-Yo Ma, du Pré e tanti altri) . Eppure ci sarebbe il tanto per integrarlo nel repertorio usuale, trattandosi di una composizione varia, fantasiosa, costruita ingegnosamente (due ampi pannelli come la Terza sinfonia, in cui si integrano i tre movimenti classici più una breve coda), con bei temi e momenti assai affascinanti (come la chiusura lenta della prima parte o la intensa cadenza) e con una parte solistica che permette al violoncellista di mettersi in luce. Forse il motivo della scarsa circolazione è nella estrema difficoltà della parte solistica, che sfrutta così ampiamente le possibilità virtuosistiche dello strumento da richiedere una scrittura su due righi in chiavi diverse (sol e fa, come si trattasse di uno strumento a tastiera). Il giovane Moser se la cava bene, coadiuvato in modo egregio dall'orchestra di Stoccarda e dal direttore francese.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Stasera, voglia irrefrenabile di Sibelius :blush:

Sinfonia n.7

New York Philharmonic, Bernstein

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Puoi rispondere adesso e registrarti subito dopo. Se hai un account, ACCEDI.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy