Vai al contenuto

Cosa state ascoltando ? Anno 2020


Recommended Posts

1 ora fa, hurdy-gurdy dice:

Rovistando nel catalogo Pierre Verany su Qobuz ho trovato parecchio materiale diretto da tale Paul Kuentz, che non ricordo di aver mai ascoltato.

Domanda al forum: ne vale la pena?

 

Per te che sei cultore di approcci esecutivi aggiornati direi proprio che non ne vale la pena. E' un direttore della vecchia guardia, una specie di emulo di altri interpreti francesi più noti e mai sfiorati da tentazioni HIP, come  Jean-François Paillard o Louis Auriacombe. Non ho sentito molto di lui ma non ho trovato nulla che non fosse di impronta tradizionalissima e, nella sostanza, trascurabile. Fece persino qualche disco con la DG un po' di anni fa.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • Risposte 3,9k
  • Created
  • Ultima Risposta

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

23 minuti fa, hurdy-gurdy dice:

Ammetto di non aver ascoltato il video... :P

Non avendone mai sentito parlare volevo capire chi è costui, prima di dedicargli eventualmente tempo.

Ha pure un sito tutto suo:

http://paul.kuentz.free.fr/

Lo conosco solo di nome, credo sia una sorta di kapellmeister francese dedito al barocco con strumenti moderni. Un Paillard dei poveri...

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
On 27/4/2020 at 10:03, superburp dice:

Ascoltiamo un po' Sibelius, autore con cui non ho mai sviluppato una grande affinità:

A Snorlax, Ives, Madiel, giordano ed al viandante.

 

On 27/4/2020 at 11:39, Ives dice:

 

@superburp in controdedica per Sibelius (potresti partire dalla Prima con evidenti influssi proprio di Tchaikovsky).

Grazie Burpo, mi dedichi delle esecuzioni sibeliane a cui tengo molto. Se, come ha suggerito Ives, hai ripreso ad ascoltare pure le sinfonie, ti consiglio di partire da questa Prima:

sibelius~~~_stokowski_101b.jpg

...mozzafiato la prova di Stokowski novantaquattrenne, a capo dell'ottima National Philharmonic, orchestra creata appositamente per lo studio di registrazione (la si trova in numerose registrazioni RCA e Decca tra gli anni '60 e gli '80) e formata dai migliori musicisti londinesi del tempo. Dovresti trovarla pure sul Tubo, fammi sapere! B):rolleyes:

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
40 minuti fa, Ives dice:

Glazunov

Melody No. 1 Op. 20

Han-Na Chang - cello

Santa Cecilia/Pappano

@Persephone

Disco bellissimo, malgrado sia per lo più un'antologia di pezzulli oltre al bel concerto di Lalo. Pare sia molto brava come direttrice, anche se in quella veste non l'ho mai sentita. Certo è che l'abbandono ancor giovanissima della carriera come violoncellista ha privato il mondo musicale di una interprete di straordinaria levatura.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
7 minuti fa, giobar dice:

Per te che sei cultore di approcci esecutivi aggiornati direi proprio che non ne vale la pena. E' un direttore della vecchia guardia, una specie di emulo di altri interpreti francesi più noti e mai sfiorati da tentazioni HIP, come  Jean-François Paillard o Louis Auriacombe. Non ho sentito molto di lui ma non ho trovato nulla che non fosse di impronta tradizionalissima e, nella sostanza, trascurabile. Fece persino qualche disco con la DG un po' di anni fa.

 

5 minuti fa, Ives dice:

Ha pure un sito tutto suo:

http://paul.kuentz.free.fr/

Lo conosco solo di nome, credo sia una sorta di kapellmeister francese dedito al barocco con strumenti moderni. Un Paillard dei poveri...

 

OK! Grazie.

Più o meno è l'idea che mi sono fatto anche io. Mi incuriosivano soprattutto le registrazioni di compositori francesi minori, ma credo che passerò oltre.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
8 minuti fa, giobar dice:

Disco bellissimo, malgrado sia per lo più un'antologia di pezzulli oltre al bel concerto di Lalo. Pare sia molto brava come direttrice, anche se in quella veste non l'ho mai sentita. Certo è che l'abbandono ancor giovanissima della carriera come violoncellista ha privato il mondo musicale di una interprete di straordinaria levatura.

Concordo (all'apparenza sembra una miscellanea inutile) e i dischi con Pappano (anche pianista) sono tutti bellissimi:

71SXha2Ly5L._SX466_.jpg71GLKP9mgVL._AC_SX466_.jpg

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, hurdy-gurdy dice:

Rovistando nel catalogo Pierre Verany su Qobuz ho trovato parecchio materiale diretto da tale Paul Kuentz, che non ricordo di aver mai ascoltato.

Domanda al forum: ne vale la pena?

Merci!

Un simpatico pioniere francese. Come ha già detto giobar, c''è anche qualche sua registrazione per Deutsche Grammophon, tipo il cosiddetto "Concerto per arpa" di Handel con Nicanor Zabaleta, che nei primi anni Novanta mi trovai in un doppio cd con altre vecchie interpretazioni dell'epoca, tipo alcuni concerti per organo con Jochum e le musiche su Acqua e Fuochi d'Artificio di Kubelik.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
7 ore fa, Kaioh dice:

Non saprei dire con esattezza il perchè, ma questo Donald Martino non mi ha mai convinto. Lo trovo, come posso dire, "loffio"?

Ad ogni modo questo Triple Concerto è, per adesso, il suo lavoro che preferisco.

Esatto, il termine giusto :D Il Triple credo sia anche il pezzo migliore.

6 ore fa, hurdy-gurdy dice:

Rovistando nel catalogo Pierre Verany su Qobuz ho trovato parecchio materiale diretto da tale Paul Kuentz, che non ricordo di aver mai ascoltato.

Domanda al forum: ne vale la pena?

Merci!

Ma per carità, è un residuato bellico… Mi associo ai giudizi negativi sopra riportati.

---

Lazarof: Poema per orchestra

Seattle Symphony diretta da Gerard Schwarz

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

buonasera a tutti!

ANNIVERSARI DI OGGI

- nel 1936 nasce a Bombay il direttore d'orchestra Zubin Mehta
- nel 1954 nasce a Kōbe il direttore d'orchestra, organista e cembalista Masaaki Suzuki
- nel 1905 nasce a Vienna il direttore d'orchestra Rudolf Schwarz

___________________

 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
17 minuti fa, hurdy-gurdy dice:

Miiiiiiii, ma chi è? Il covid della direzione?  :rofl:    Salvo per un pelo!

Per la pesantezza che lo caratterizza, direi sia piuttosto un carro armato della penultima guerra :stun:

L'ingresso del carro armato sui campi di battaglia - Difesa Online

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

j. s. bach: concerto brandeburghese n.6 in si bemolle maggiore - è l'unico dei sei che richiede uno strumentale fuori dal comune specialmente al giorno d'oggi: privo dei violini, esso ha in organico viole da braccio, viole da gamba, violoncello, violone e cembalo. sarebbero dunque necessari per l'esecuzione gli strumenti della famiglia dell'antica viola, che rispetto alla viola moderna ha non poche differenze ed è da tempo caduta in disuso. comunque il sesto concerto, oggi eseguito anche con un'orchestra d'archi normale (si noti la mancanza, come nel terzo, di strumenti a fiato), merita di essere considerato alla stregua dei migliori concerti bachiani. il primo tempo è basato su uno di quei tipici procedimenti in cui l'elemento tematico diventa anche principale fattore di propulsione ritmica: così il canone tra le due viole a distanza di due sole semicrome genera uno di quei discorsi in cui il flusso ritmico è sorretto da una profonda scienza contrappuntistica, dando vita a una delle pagine strumentali più intense che bach abbia scritto. se l' "adagio ma non tanto" centrale può parere meno felice nell'invenzione, l' "allegro" finale si richiama ai caratteri precipui dell'inizio, dando luogo, in un vigoroso tempo di 12/8, a un vasto affresco in cui ancora una volta l'elemento più sorprendente è dato dal singolare colorito timbrico dell'insieme (da g. manzoni, guida all'ascolto della musica sinfonica)

 

 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
12 ore fa, Ives dice:

Glazunov

Melody No. 1 Op. 20

Han-Na Chang - cello

Santa Cecilia/Pappano

@Persephone

Ma grazie ! Ascolterò con molto piacere.

Per contraccambiare ti offro Mendelssohn , Sonata per violoncello n.1

Persy 

🌹

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
On 29/4/2020 at 12:37, Snorlax dice:

 

Grazie Burpo, mi dedichi delle esecuzioni sibeliane a cui tengo molto. Se, come ha suggerito Ives, hai ripreso ad ascoltare pure le sinfonie, ti consiglio di partire da questa Prima:

sibelius~~~_stokowski_101b.jpg

...mozzafiato la prova di Stokowski novantaquattrenne, a capo dell'ottima National Philharmonic, orchestra creata appositamente per lo studio di registrazione (la si trova in numerose registrazioni RCA e Decca tra gli anni '60 e gli '80) e formata dai migliori musicisti londinesi del tempo. Dovresti trovarla pure sul Tubo, fammi sapere! B):rolleyes:

Ho iniziato ad ascoltarla, ma oggi pomeriggio non sono in vena delle brume nordiche, preferisco il sole mediterraneo di Casella.

Prima ho ascoltato la partita per pianoforte e orchestra che ormai è un mio ascolto classico. Te lo dedico insieme a Madiel, Persephone, il viandante e chi altro apprezza.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

j. s. bach: suite orchestrale n.1 in do maggiore: è una composizione di carattere leggero e brillante, vera musica da intrattenimento che non vuole attingere particolari profondità di pensiero. si noti accanto alle consuete correnti, gavotte, minuetti, e bourrées anche la presenza di una danza di origine presumibilmente italiana come la "forlana" o friulana (da g. manzoni, guida all'ascolto della musica sinfonica)

 

 

 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Puoi rispondere adesso e registrarti subito dopo. Se hai un account, ACCEDI.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.


×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy