Vai al contenuto

Cosa state ascoltando ? Anno 2020


Recommended Posts

  • Risposte 4k
  • Created
  • Ultima Risposta

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Albeniz: Iberia (originale pianistico 1908) - benchè originariamente composta per pianoforte, questa suite in dodici parti è oggi assai nota anche nell'orchestrazione curatane dopo la morte del compositore dal suo amico Enrique Fernandez Arbos, o in quella di un altro compositore spagnolo, Carlos Surinach. sono i pezzi giustamente più noti e più rappresentativi di Albeniz: vi è in essi un sapido senso del colore, vi è un riferimento al folclore spagnolo che si risolve in un mirabile giuoco di ritmi, vi è una sincera rievocazione di paesaggi e di danze iberiche che ne fanno veramente il capolavoro di Albeniz, giustificando appieno la sua fama di iniziatore della scuola nazionale spagnola. dalla suite di dodici pezzi, che si incontrano peraltro in concerto anche isolatamente, viene spesso suonata una scelta di quattro brani (nella strumentazione di Fernandez Arbos): "evocazione" (allegretto espressivo), "corpus christi a siviglia" (allegro grazioso), "il porto" (allegro comodo): è una variopinta descrizione della vita popolare del porto) e "triana" (allegretto: è il nome del quartiere più popoloso di siviglia). segnaliamo peraltro anche gli altri otto pezzi che capita, sia pure più raramente, di ascoltare nella trascrizione sinfonica: almeria (è un grande porto spagnolo sul mediterraneo), rodena (danza dell'andalusia), el albaicin (il quartiere degli zingari a granada), il polo (popolare danza andalusa in 3/8), lavapies (è un sobborgo di madrid), malaga, jerez ed eritana (g. manzoni, guida all'ascolto della musica sinfonica)

 

 

 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
11 ore fa, Euripide dice:

buongiorno a tutti!

ANNIVERSARI DI OGGI

- nel 1759 muore a Londra Georg Friedrich Haendel
- nel 2013 muore a Londra il direttore d'orchestra Colin Davis
- nel 1957 nasce ad Arcangelo il pianista e direttore d'orchestra Michail Pletnëv
- nel 1934 nasce a Messina il direttore d'orchestra Gaetano Delogu

______________________

 

ricambio la dedica di ieri a @il viandante del sud

 

10 ore fa, kraus dice:

Grazie Viandante :) In controdedica:

 

 

 

11 ore fa, Ives dice:

Mozart

Ouverture des Noces de Figaro K. 492

Symphonie concertante K. 364

Symphonie n° 41K. 551 «Jupiter»

Renaud Capuçon - violon

Adrien La Marca - alto

Les Siècles - François-Xavier Roth

In controdedica @il viandante del sud

 

2 ore fa, Persephone dice:

Buonasera a tutti ,

Questa sera un ascolto Mozartiano per tutti voi.

In particolare a @il viandante del sud come controdedica.

Persy vostra

🌹

Grazie delle gradite controdediche.

Adesso

 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mahler, Sinfonia n.o4, Finale: "Das Himmlische Leben".

Testo che potrà sembrare infantile, ma direi che in un momento come questo se ne capisca invece il senso :mellow: :mellow: .

 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

81CbTOrXsfL._SX425_.jpg

"One lady show" al Liceu di Barcellona, tutto incentrato sulla figura artistica della cantante americana e sul rapporto tra guerra e pace in musica. La parte puramente musicale è splendida. La DiDonato (qui anche produttrice) è un ottimo mezzosoprano di coloratura e riesce benissimo in questo repertorio barocco (Handel la fa da padrone, ma ci sono anche i rari Jommelli e Leo, senza motivo la scelta di un brano di Part e Morgen di Strauss come bis, e Purcell). Oltre al virtuosismo tecnico e alla rotondità della voce, emerge anche il carisma, la generosità, l'energia e il trasporto emotivo dell'interprete. Il Pomo d'Oro si conferma tra i più versatili ensemble barocchi della nostra epoca e si esibisce mirabilmente in alcuni brani strumentali tra un'aria e l'altra. La parte semi-scenica è un disastro: luci fioche, buio e fumo, petali svolazzanti, videoproiezioni raffazzonate, un ballerino semi-nudo che però non balla e si aggira tra l'orchestra, interagendo sporadicamente con la cantante (e ci prova pure con la bella flautista). Lei si trucca da sola, con delle macchie di colore buttate sul volto e sul collo, inguainata in abiti di carta stagnola. Mah...ne è stato tratto anche un CD della Erato, leggermente diverso nel programma.

 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non lo sto ascoltando, ma il canale del diamante oggi propone questo:

Spoiler

 

 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

c. p. e. bach: sinfonia n.2 in si bemolle maggiore per archi e cembalo (1773) - composta su commissione di gottfried van swieten, ambasciatore austriaco presso federico ii e mecenate assai vicino ai tre grandi della scuola di vienna, essa ricorda ancora, per la sua impostazione e per il rapporto tra "soli" e "tutti", la forma del concerto grosso. il discorso musicale è assai intenso e rivela un compositore provetto e ricco di idee: si notino nel primo tempo i due temi principali, che presentano già una fisionomia propria e sufficientemente differenziata. la sinfonia è in tre tempi: il primo e l'ultimo incorniciano un "adagio" dove predomina la linea cantabile dei violini (da g. manzoni, guida all'ascolto della musica sinfonica)

 

 

dedica a @kraus e @Alucard 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
16 ore fa, Ives dice:

Beethoven

Symphony No.2, Op. 36

Radio-Sinfonieorchester Stuttgart des SWR

Sir Roger Norrington

Quel gran "frescone" (copyright by @Majaniello :bye:) di Sir Roger...

🤣 E' l'aggettivo perfetto Ives: da noi al sud frescone viene da freschezza, si dice di uno ganzo e spensierato, mentre mi risulta che da Roma in su voglia dire stupido... tutto torna :cat_lol:

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
16 ore fa, Euripide dice:

c. p. e. bach: sinfonia n.2 in si bemolle maggiore per archi e cembalo (1773) - composta su commissione di gottfried van swieten, ambasciatore austriaco presso federico ii e mecenate assai vicino ai tre grandi della scuola di vienna, essa ricorda ancora, per la sua impostazione e per il rapporto tra "soli" e "tutti", la forma del concerto grosso. il discorso musicale è assai intenso e rivela un compositore provetto e ricco di idee: si notino nel primo tempo i due temi principali, che presentano già una fisionomia propria e sufficientemente differenziata. la sinfonia è in tre tempi: il primo e l'ultimo incorniciano un "adagio" dove predomina la linea cantabile dei violini (da g. manzoni, guida all'ascolto della musica sinfonica)

 

 

dedica a @kraus e @Alucard 

Grazie Euripide :)  In controdedica il 3° CD tratto da questa raccolta:

Vivaldi: Complete Concertos and Sinfonias for Strings and Basso Continuo

Una bella serie di concerti e, impropriamente, sinfonie (12 in tutto). L'opera più nota è l'RV 129 in re minore, ossia il Concerto Madrigalesco. 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Majaniello dice:

🤣 E' l'aggettivo perfetto Ives: da noi al sud frescone viene da freschezza, si dice di uno ganzo e spensierato, mentre mi risulta che da Roma in su voglia dire stupido... tutto torna :cat_lol:

Si, lo intendevo come "stupidone" però alla fine simpatico, resta comunque definizione perfetta per Sir Roger...:cat_lol:

Korngold

Violin Concerto

William Hagen - violin

Frankfurt Radio Symphony

Christoph Eschenbach

 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Charles-Valentin ALKAN
Grande sonata op. 33 "Le quattro età"

Alan Weiss, pianoforte

Uno di quei capolavori misconosciuti che mi sogno eseguito, un giorno, da pianisti come Kissin, Volodos, Berezovsky, Libetta. Perché no?

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
20 minuti fa, Euripide dice:
  Mostra contenuto nascosto

AAA CERCASI MUSICISTI NATI O MORTI IL 26 O IL 30 DI APRILE :D 

 

Andando proprio a rovistare tra i minori ci sarebbe un tal Bernardo Ottani morto il 26 aprile 1827, che conosco solo perché è stato citato in questo forum.

Quanto al 30 aprile troviamo invece nientemeno che un cugino di 2° grado di Bach (Johann Ludwig Bach, morto il 30 aprile 1731) e un compositore di operette abbastanza noto, Franz Lehár, nato nel 1870.

 

(Naturalmente quest'ultima celebre melodia non è di Pavarotti, bensì di Lehàr. Cari youtubbari, mettetecelo l'autore del brano, magari anche soltanto in un angolino)

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, kraus dice:

Andando proprio a rovistare tra i minori ci sarebbe un tal Bernardo Ottani morto il 26 aprile 1827, che conosco solo perché è stato citato in questo forum.

Quanto al 30 aprile troviamo invece nientemeno che un cugino di 2° grado di Bach (Johann Ludwig Bach, morto il 30 aprile 1731) e un compositore di operette abbastanza noto, Franz Lehár, nato in quella data (ma ovviamente in un anno diverso, valaddire nel 1870).

grazie kraus, sei di una preziosità (?) inaudita! 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
33 minuti fa, Euripide dice:

grazie kraus, sei di una preziosità (?) inaudita! 

De nada ;)

 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Puoi rispondere adesso e registrarti subito dopo. Se hai un account, ACCEDI.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.


×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy