Vai al contenuto

Cosa state ascoltando ? Anno 2020


Recommended Posts

  • Risposte 4,7k
  • Created
  • Ultima Risposta

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

La Morte e la Fanciulla per orchestra d'archi. Testo di Gustav Mahler, musica di Franz Schubert. 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

2° round dell'Hippolyte et Aricie diretto da Christie con Les Arts Florissants (sarebbero il II e il III atto, ndabc). Rameau, per la cui musica non a caso vado pazzo, era degno del club dei Purcell, degli Handel e dei Mozart: un melodista coi controfiocchi.

Rameau: Hippolyte et Aricie: Mark Padmore, Anna Maria Panzarella:  Amazon.it: Musica

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Gli amici brilli mi fan cenno che è arrivato anche il suo turno:

Fino a qualche tempo fa, questo Kalkbrenner lo potevi trovare accennato in alcune biografie beethoveniane, in cui compariva come niente più che un personaggio di contorno. Una volta, in un bel testo con esempi (Beethoven. Il suo tempo, la sua musica, la sua eredità di Gerald Abraham), si trovava l'incipit di una sua sonata considerata di stile troppo teatrale, quasi a volerla confrontare con la naturalezza della scrittura beethoveniana. C'era anche, subito prima o subito dopo, un altro campioncino di musica dell'epoca, di tale Steibelt (altro carneade e rivale di Beethoven), che oggi ha ritrovato la fama perduta sempre grazie all'industria discografica, che "ha sì gran braccia, che prende ciò che si rivolge a lei".

Così oggi anche i men riputati contemporanei balzano fuori dagli incpit mostrati come esempio, talvolta persino additati a spregio, per intrufolarsi in tanti bei CD.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
On 28/12/2020 at 14:26, Yeats dice:

Hindemith , Ludus Tonalis
Mustonen

Qui sotto un foglio di partitura decorato dallo stesso Hindemith :cat_lol:

csm_Ludus-tonalis-S9_7d72c46faf.jpg

 

 

Ma.....è una meraviglia !!!!!

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
On 24/12/2020 at 11:49, Ives dice:

Grazie. Questo era allievo "di peso" di Josquin. 

E maestro d'ancora maggior "peso", considerando che è considerato anche se non fondatore quantomeno precursore della Scuola Veneziana. Adesso: Giuseppe Torelli, Concerto per tromba in Re maggiore.

A quanti debba controdediche.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
48 minuti fa, kraus dice:

Steibelt

Non era quello del quale Hanon riportava (pare senza alcuna reale fonte) che sapesse far tremare la sala coi suoi tremoli? Finora tutti quelli che sapevo lo conoscessero lo conoscevano solo per questo...

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Pollini dice:

Non era quello del quale Hanon riportava (pare senza alcuna reale fonte) che sapesse far tremare la sala coi suoi tremoli? Finora tutti quelli che sapevo lo conoscessero lo conoscevano solo per questo...

Proprio lui. Dice che dava i brividi al suo uditorio quando eseguiva i tremoli...da quello che sappiamo di certo, invece, uscì con le ossa rotte da un "duello" con Beethoven :cat_lol:

Duello pianistico, si intende...

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Pollini dice:

Non era quello del quale Hanon riportava (pare senza alcuna reale fonte) che sapesse far tremare la sala coi suoi tremoli? Finora tutti quelli che sapevo lo conoscessero lo conoscevano solo per questo...

Esatto. Glenngould e il sottoscritto ti han risposto all'unisono :) 

10 minuti fa, glenngould dice:

Proprio lui. Dice che dava i brividi al suo uditorio quando eseguiva i tremoli...da quello che sappiamo di certo, invece, uscì con le ossa rotte da un "duello" con Beethoven :cat_lol:

Duello pianistico, si intende...

Considerando come si lasciarono dopo quella doppia tenzone, non ci sarebbe stato da meravigliarsi se si fossero sfidati a un duello non pianistico e all'ultimo sangue: Steibelt non volle più vedere Beethoven con gli occhi e nemmen colle orecchie :D

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
8 minuti fa, giobar dice:

Allora può valere anche per te il suggerimento di dedicare un po' di tempo ad Hansel e Gretel? :drinks:

Può essere una buona idea: sono in ascolto da una mezzoretta e, per dirla con una definizione impropria, suona come un singspiel di fine '800, spigliatissimo e molto gradevole.

21 minuti fa, glenngould dice:

Per una volta anche tu vai d'accordo con Glenn Gould, la magia del 2020 😃

Ma con Glenn Gould il compositore? :D A parte i suoi gusti musicali, per quanto riguarda molte esecuzioni sarei d'accordo con lui...

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Proseguo il ciclo Bruckner/Jarvi con la terza sinfonia "Wagner". Mi piace molto la scelta di tempi così rapidi che rendono più fluide alcune sezioni delle sinfonie un po' stucchevoli. Immagino pagherà dazio nelle successive prove dove la carica meditativa crescerà esponenzialmente. Qualcuno ha sentito l'intero ciclo?

A chi gradisce

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

MI0001002065.jpg?partner=allrovi.com

Edizione della Claves tutto sommato carina, ottimi solisti della Chamber Orchesta of Europe, solo che il suono è un pò troppo "duro" per i miei gusti, il continuo eccessivamente metallico e il fraseggio un pò meccanico. Alla lunga, approccio che può tediare.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
On 28/12/2020 at 14:29, kraus dice:

La rimetto sul vassoio porta-CD:

@Persephone

Primissima impressione proprio a istinto: un misto mare tra Schumann, Mendelssohn e Brahms (mi ci aggiunga anche un po' di Schubert, grazie), se si eccettua la parte finale del I movimento, dove il compositore fa sfoggio di putenza e viuleenza al massimo. Il secondo sembra l'estratto di un concerto per clarinetto; questo strumento contribuisce difatti considerevolmente alla narrazione del brano, peraltro molto placido, e tornerà in altri punti della partitura assumendo particolare rilievo.

L'alternanza tra furia e contemplazione si ritrova sintetizzatissima nello Scherzo (di gran lunga il movimento più breve dell'opera), che comincia battagliero per poi infrangersi sul Trio molto più calmo e riprendere infine daccapo, come da prassi sinfonica. Si prosegue "di rendita" nel finale, con le folate di aggressività riservate però più che altro all'ultima fase del pezzo, dove si ha una sorta di crescendo generale. 

Data la tonalità di fa minore, mi sarei aspettato un eloquio di tipo beethoveniano, pesante (in senso buono) e ruvido; Bruckner la tratta invece come se fosse un si bemolle maggiore giusto un po' arroventato, con l'eccezione della prima metà dello Scherzo.

Tempo del CD brilliantiano: Bruckner si dava da fare già agli inizi con le sue prove sinfoniche (anche se non si trattava affatto delle sue prime composizioni orchestrali; dunque era già bell'e che allenato), ma la 00 non dura più di una quarantina di minuti: per gli standard di questo autore è quasi un pezzo breve, ma la Profil avrebbe ben potuto occupare gli altri 40 min ca. restanti con qualche altra opera del Mistico, anziché lasciarci tra le braccia di John Cage una volta terminato il IV movimento.  

Mi metto in cammino seguendo i tuoi passi come si conviene ad ogni alpinista prudente e fedele al suo sherpa.

Non avendo nulla da mettere sul vassoio porta cd ( i miei guadagni ultimamente sono molto simili a quelli della piccola fiammiferaia) mi devo accontentare del tube , riprodotto da cassa blue.

Pertanto ho provato questa 

Del misto mare concordo con te su un certo sapore Brahamsiano ma non riconosco molto gli altri personaggi citati anzi....mi permetto di avvertire un leggerissimo accento alla Dvorak nell'ultimo movimento.....bada bene è solo un lieve ma piacevole retrogusto.

Mi sarei aspettata anch'io certe atmosfere di Beethoven e Schubert ma qui nonostante l'ottima ed elegante struttura, manca quella cosa che ti afferra le budella e ti scuote dall'interno (Beethoven) e quella malinconia dolce e struggente che ti si insinua nel petto ( Schubert).

Ip primo movimento è dotato di momenti di grande carica piuttosto espressivi e promettenti che però non mantengono , nonostante ci si aspetti qualcosa di sconvolgente.

Forse le promesse vengono mantenute nel secondo movimento dove quel clarinetto ci regala , dopo le fatiche della scalata , la visione di un magnifico panorama che ripaga dalle irte cime affrontate con abnegazione e sudore della fronte.

Quel clarinetto ci accarezza e languidamente ci commuove mentre ammiriamo la distesa dei monti davanti ai nostri occhi.

Bello ....decisamente.

Il terzo movimento è un breve suggello alla spedizione , per farci riposare in attesa di conquistare l'Anapurna o il Monte Kailash.

Grazie Kraus

Perdona la recensione buffa e magari irriverente che forse irritera' i Brukneriani. 

Persy 😁

 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
39 minuti fa, Persephone dice:

Mi metto in cammino seguendo i tuoi passi come si conviene ad ogni alpinista prudente e fedele al suo sherpa.

Ossignùr, più che uno sherpa, nel caso in questione sono una guida turistica in un posto che non ha mai visitato prima :D 

46 minuti fa, Persephone dice:

Del misto mare concordo con te su un certo sapore Brahamsiano ma non riconosco molto gli altri personaggi citati anzi....mi permetto di avvertire un leggerissimo accento alla Dvorak nell'ultimo movimento.....bada bene è solo un lieve ma piacevole retrogusto.

Sono andato un po' a tentoni, il disorientamento già fin dal primo ascolto (che credevo e speravo più agevole) è stato considerevole e i nomi sono usciti un po' a caso. Vediamo come gira con i prossimi dischi...

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, kraus dice:

Ossignùr, più che uno sherpa, nel caso in questione sono una guida turistica in un posto che non ha mai visitato prima :D 

Sono andato un po' a tentoni, il disorientamento già fin dal primo ascolto (che credevo e speravo più agevole) è stato considerevole e i nomi sono usciti un po' a caso. Vediamo come gira con i prossimi dischi...

Proprio perché l'ascolto non è agevole bisogna procedere con una guida esperta 😁

Comunque si...vedremo come procede ...

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • Madiel locked this topic
Ospite
Questa discussione è chiusa.
  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.


×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy