Vai al contenuto

Cosa state ascoltando ? Anno 2020


Madiel
 Condividi

Recommended Posts

5 ore fa, superburp dice:

Questo bellissimo concerto (che dimostra che l'arpa può essere anche uno strumento "maschio" :cigar:) va in dedica a tutti quelli che mi hanno dedicato qualcosa più Madiel ed Ives che sicuramente apprezzeranno e giobar che mi pare condivida le mie posizioni sull'uso dell'arpa.

P.S.: Ed al redivivo miasko!

Credo di condividere anch'io le tue posizioni sull'arpa.

Pertanto ascolto e ....viva gli arpisti maschi !

Link al commento
Condividi su altri siti

  • Risposte 4,3k
  • Creato
  • Ultima Risposta

Top utenti di questa discussione

Top utenti di questa discussione

Buongiorno a tutti !

Comincia la giornata con il Concerto Brandeburghese n.4 di J.S.B

Premetto che sono una fan di Antonini ma questa esecuzione non mi convince al 100 per cento.

Potrebbe essere colpa dell'audio poco pulito del pc....chi lo sa...

Mah.....

Persy vostra 🌹

Link al commento
Condividi su altri siti

16 ore fa, Snorlax dice:

 

Ora ve la dico tutta, e so che qualcuno mi frusterà: io col pianista canadese non mi sono mai trovato molto bene, né a livello intellettuale, né a livello più prettamente musicale, e sì che condividiamo pure alcuni idoli! (Mengelberg e Stokowski p.e.). Apprezzo infinitamente il suo approccio musicale così libero e antidogmatico, ma poi in realtà, tranne qualche raro caso, non è che sia proprio my cup of tea. Vabbé ragazzi, vogliatemi bene lo stesso...;):girl_in_love:

Perchè non hai letto questo:

xx15XlSlAEZZjhrq1l7v8UCZlL1SSipMcrvbM73c

 

1 ora fa, Florestan dice:

Dedicato @Persephone @Ives @giordanoted @Majaniello @kraus e a tutti gli amici del forum.

Grazie Florestan, Beethoven è sempre ben accetto, ti va in dedica l'ascolto di qui sotto che non so ancora quando avrò il tempo di fare.

Approfitto della presenza di Snorl per chiedere a lui e agli altri berlioziani de fero @Ives e @giobar l'edizione migliore di Beatrice et Benedict, come spesso accade l'opera che mi interessa di più sulla carta è proprio quella che non conosco! Magari approfitto delle feste, dato che, in tema di opera-comique ottocentesca mi sono appena procurato questa:

R-9390671-1479732341-4604.jpeg.jpg

nel libretto c'è la traduzione in inglese e tedesco a fronte, e il testo in francese è sempre nella pagina prima, odioso quando capita così! vabbè, ci giravo attorno a Chabrier, che conosco solo per i pezzettini per piano (e qualcosa di orchestrale). Un po' poco visto che principalmente il nostro era operista, peraltro apprezzato da Debussy, Ravel, Stravinsky... E poi qualcosa di leggero ci vuole, visto il periodo pesante e doloroso che stiamo attraversando (e che purtroppo ha interessato anche la mia sfera). Life goes on. 

Link al commento
Condividi su altri siti

17 ore fa, Snorlax dice:

 

Tranne Ludus tonalis, il repertorio per pianoforte solo di Hindemith mi è praticamente sconosciuto. Al contrario mi sono note le Sonate per ottoni e pianoforte, tra le migliori cose mai scritte per questi strumenti. Quando parlate di Das Marienleben è come se vi esprimeste in mandarino, non so minimamente di cosa si tratti. Dovrò cominciare ad essere un po' meno ignorante.:sorry:

 

Grazie per le preziose delucidazioni Maja, di cui farò tesoro. A me sconfinferava il binomio Hindemith-Heidsieck, che sulla carta suona assai bizzarro, ma il risultato mi pare notevole. Dovrò confrontarlo con celeberrimo Gould allora, e ho come idea che le differenze d'estetica non saranno poche.

Ora ve la dico tutta, e so che qualcuno mi frusterà: io col pianista canadese non mi sono mai trovato molto bene, né a livello intellettuale, né a livello più prettamente musicale, e sì che condividiamo pure alcuni idoli! (Mengelberg e Stokowski p.e.). Apprezzo infinitamente il suo approccio musicale così libero e antidogmatico, ma poi in realtà, tranne qualche raro caso, non è che sia proprio my cup of tea. Vabbé ragazzi, vogliatemi bene lo stesso...;):girl_in_love:

E pensa che io ritengo graticamente che molta della sua fama sia dovuta ai suoi atteggiamenti eccentrici.

Link al commento
Condividi su altri siti

5 ore fa, Majaniello dice:

Approfitto della presenza di Snorl per chiedere a lui e agli altri berlioziani de fero @Ives e @giobar l'edizione migliore di Beatrice et Benedict, come spesso accade l'opera che mi interessa di più sulla carta è proprio quella che non conosco!

51-ffvp2FqL._AC_.jpg

Ristampata dalla Brilliant. Fondamentale il lavoro filologico sull'edizione che ripristina i dialoghi. Cantanti pressochè perfetti, quasi tutti francofoni (la Graham canta in francese da sempre); orchestra sensibilissima, direzione di Nelson molto teatrale e certosina, quasi di grazia "mozartiana".

Link al commento
Condividi su altri siti

1 ora fa, Madiel dice:

Boulez: Sonata per pianoforte n.2

Y. Loriod, pianoforte

Incredibile, ne sono uscito vivo :cat_lol: Continuo con

Schoenberg: Pierrot Lunaire op.21

H. Pilarczyk, voce; gruppo strumentale diretto da Pierino Boulez

Link al commento
Condividi su altri siti

4 ore fa, Florestan dice:

Dedicato @Persephone @Ives @giordanoted @Majaniello @kraus e a tutti gli amici del forum.

Grazie mille Florestan.

Come controdedica il secondo movimento della Sonata "Les Adieux" op. 81a. In una esecuzione che mi piace molto.

Persy🌹

Link al commento
Condividi su altri siti

2 ore fa, Majaniello dice:

 

Approfitto della presenza di Snorl per chiedere a lui e agli altri berlioziani de fero @Ives e @giobar l'edizione migliore di Beatrice et Benedict,

 

Non ti so dire quale possa essere "la migliore" perché finora è fra le cose di Berlioz che ho approfondito di meno. Conosco e possiedo soltanto l'ultima incisione di Colin Davis (LSO), che dovrebbe aver inciso l'opera ben quattro volte. Buona per una conoscenza generale ma forse c'è di meglio perché mi sembra un'esecuzione nel complesso un po' spenta e ingessata, priva della verve che potrebbe (o dovrebbe) caratterizzare un'opera piena di spunti ironici e frizzanti. Come paradigma ho in mente la divertentissima e movimentata versione cinematografica che di Molto rumore per nulla fece anni fa Kenneth Branagh con una Emma Thompson (allora sua moglie) strepitosa.
Però nell'incisione Davis-LSO c'è un'isola felice ed è il meraviglioso duetto notturno Héro-Ursula, tra i capolavori assoluti di Berlioz, risolto in modo magico dal direttore con il concorso fiabesco di Susan Gritton (Héro) e soprattutto di una Sara Mingardo (Ursula) di classe e musicalità straripanti. 

71asxqn7FKL._AC_SL1144_.jpg

Link al commento
Condividi su altri siti

21 ore fa, giobar dice:

Das Marienleben è uno dei cicli di Lieder più importanti del 900. I testi di Rilke ripercorrono la vita della Madonna. In rete trovi parecchio su quest'opera.

Grazie per la delucidazione Giobar, vedrò di rimediare. :thank_you2:

4 ore fa, Wittelsbach dice:

E pensa che io ritengo graticamente che molta della sua fama sia dovuta ai suoi atteggiamenti eccentrici.

In parte sono d'accordo anch'io, nel senso che certe eccentricità costituiscono un fattore di grande fascino per un certo tipo di pubblico. L'attenuante per me è che credo ci fosse, non ci facesse. :cat_lol:

4 ore fa, Majaniello dice:

Perchè non hai letto questo:

xx15XlSlAEZZjhrq1l7v8UCZlL1SSipMcrvbM73c

 

In terza media me lo prestò il padre di un mio amico. spacciandomelo come il Vangelo. Ho come l'impressione che in qualche modo mi abbia bloccato la crescita, perlomeno mentale.:cat_lol::cat_lol:

Bello il Chabrier operistico, vorrei tanto approfondirlo anch'io, secondo me c'è da divertirsi, e con molto gusto. Per via di Berlioz, purtroppo posseggo anch'io solamente la registrazione di C. Davis menzionata da Giobar, quindi non posso aiutarti più di tanto. Ammetto che Béatrice et Bénédict è l'opera che ho trascurato di più del sommo compositore francese.

Link al commento
Condividi su altri siti

5 ore fa, Florestan dice:

Dedicato @Persephone @Ives @giordanoted @Majaniello @kraus e a tutti gli amici del forum.

Grazie Florestan :) Attacco la controdedica:

 

 

Link al commento
Condividi su altri siti

Il 2° Concerto da qui:

Saygun: Concerti Per Piano Nn.1 2: Gülsin Onay, Bilkent So: Amazon.it:  Musica

Ci torno dopo un po', e devo dire che lo trovo sempre più bello. Ha parti post romantiche, altre suonano bartokiane e hindemithiane, una punta di avanguardismo qua e là, e un tocco di esotismo (a 9:00 circa notavo una sfuggente citazione arabeggiante, forse un tema turco chissà). 

Link al commento
Condividi su altri siti

  • Madiel locked this topic
Ospite
Questa discussione è chiusa.
 Condividi

  • Chi sta navigando   0 utenti

    • Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy