Vai al contenuto

Cosa state ascoltando ? Anno 2020


Recommended Posts

1 minuto fa, Madiel dice:

Non confondiamo la seta con la schifezza: Stratos cantava proprio ed era pure bravo, un talento raro nell'impiego della voce in ogni sua sfaccettatura. Inoltre, non è mai sceso così in basso a fare rumori gratuiti con il Blonk. Qua non c'è nulla al di là degli scorreggioni e dei rutti :closedeyes: 

Concordo. Demetrio Stratos è stato un esploratore delle possibilità della voce umana, che cercava di superarne i limiti.
Niente a che vedere con questo campionario di rumori e versi di Blonk.

3 ore fa, giobar dice:

Fatevi un giro esplorativo in negozi di sanitari e arredo bagno e troverete le soluzioni più fantasiose per agevolare il risparmio di spazio e/o la possibilità di svolgere contemporaneamente le attività più svariate. Non si può certo escludere che sia prodotto e venduto un water con annessa scrivania🤣🤣🤣

I dischi glieli pubblica la Pozzi-Ginori....:rofl:

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • Risposte 4,1k
  • Created
  • Ultima Risposta

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

14 ore fa, Wittelsbach dice:

IMPERDIBILE AMISCI

Il Festival di Donaueschingen nel 2002 ebbe l’onore di presentare al mondo ciò che la musica aspettava: 17 minuti di pernacchie, sputazzi e urli assortiti. L’autore della geniale pensata è tale Jaap Blonk. @Madiel

Questo è matto da legare! :blink: Ad ogni modo, forse avrete notato che il sig. Blonk ha un proprio canale youtube in cui riversa i suoi capolavori. Segnalo il breve e intenso Circular Deprivation, che associa i soliti rumori corporali (si notano anche gargarismi e russate) a sapienti interventi elettronici che scopiazzano in modo virtuosistico rumori d'ambiente come quello del trapano, del traffico urbano e altri ancora :lol:

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Shostakovich: Le avventure di Korzinkina, suite dalle musiche per il film

Rozhdestvensky

---

Questo, invece, è per il nostro @Wittelsbach, so che adora l'Abramovich e le performances "di confine" :rofl:

 

 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
54 minuti fa, Wittelsbach dice:

Le messinscene postribolari della “signora”, a mio sommesso parere, sono emblematiche della crisi estetica e culturale di questo momento storico.

Più che performances di confine, direi siano da confino :cat_lol:

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Che poi, accidenti, è pure bello. Magari senza le voci cavernose sarebbe ancora più interessante. Sempre avuto un occhio di riguardo e simpatia per Sibelius, compositore fregato dalla moda...

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Canali di pubblicazione CD come se piovesse... Pure di riferimento (almeno secondo i titolari), gnegne.

Ormai non compro più un disco che è uno; addio, caro me stesso collezionista del tempo che fü.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
15 minuti fa, giobar dice:

Johann Nepomuk HUMMEL
Settimino op. 74 per piano, flauto, oboe, corno, viola, violoncello e contrabbasso

Aya Okuyama, fortepiano
Solamente Naturali

Divertentissimo

 

Esatto, l'importante è non stuzzicare Hummel chiedendogli Introduzioni, temi e variazioni o peggio ancora gran rondò brillanti per piano e qualcos'altro, perché sennò diventa insostenibile come la kunderiana leggerezza dell'essere. Intanto qui, tra un Haydn e l'altro, s'intermezza con:

 

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

https://www.konserthuset.se/en/programme/calendar/concert/2020/livestream-bo-linde-violin-concerto/20200924-1900

In sintesi:

Lo stimato contralto, memorabile nel timbro e le interpretazioni, Nathalie Stutzmann ha diretto oggi da ospite la svedese Kungliga Filharmonikerna, in un concerto d'epoca Covid: orchestrali distanziati, solo 50 spettatori "in persona" nel grande Konserthuset, e ripresa diretta gratuita via flusso digitale in Internet su Vimeo.

Il programma ha offerto la Quarta di J. Brahms introdotta dal lavoro forse più noto del compositore locale Bo Linde, il suo concerto di violino del 1957, un godibile classico-moderno, così come equilibrato e colorito suona il fine patchwork dell'ultima sinfonia brahmsiana.

Violino solista un magnifico strumento, dalla voce un po' contralto? 🙂 per le mani dell'orchestrale invero in stato di grazia Claudia Bonfiglioli
https://www.konserthuset.se/en/royal-stockholm-philharmonic-orchestra/members-in-the-orchestra/violin-ii/claudia-bonfiglioli/

Nathalie Stutzmann dirige con gesto narrante di maestra di scuola ma anche nel senso della partecipazione e la cura: gli orchestrali ne sembrano corrisposti e impegnati, per una sostanza esecutiva che ne esce densa e ripulita insieme: l'effetto di articolazione distinta certamente esaltato da questi particolari, storici, distanziamenti in orchestra, ma certo già nelle corde della magnifica compagine di tradizione nordica.

Le voci delle diverse sezioni, in particolare fiati e percussioni, così coltivate, nel loro gioco di corrispondenze e specialità, e al termine verranno ringraziate espressamente, dalla direttrice nella sua attenta simpatia.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Charles Desmaurez (1670-1736), Pièces de Symphonie.

A quanti debba controdediche.

PS: Appena finito con questo ho provato a curiosare con quello Jaap Blonk del quale parlavate. Come comico mi ha fatto ridere, ma se pensa di essere un compositore allora forse ha sbagliato posizionamento sul mercato.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
5 ore fa, Pollini dice:

Charles Desmaurez (1670-1736), Pièces de Symphonie.

A quanti debba controdediche.

PS: Appena finito con questo ho provato a curiosare con quello Jaap Blonk del quale parlavate. Come comico mi ha fatto ridere, ma se pensa di essere un compositore allora forse ha sbagliato posizionamento sul mercato.

Decisamente meglio Desmaurez!

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
On 23/9/2020 at 21:49, Wittelsbach dice:

Le messinscene postribolari della “signora”, a mio sommesso parere, sono emblematiche della crisi estetica e culturale di questo momento storico.

:clapping: 92 minuti di applausi (cit.)!

On 24/9/2020 at 10:56, Ives dice:

Dopo il Dido & Aeneas di Purcell, come bis, non ce la vuoi mettere una pizzica? Apprezzerà @Wittelsbach sicuramente. 😁 Ai pugliesi vari o presunti @Majaniello

Orliski è più bravo come acrobata che come cantante.

Miiiiii la Pluhar  :cat_shocked:  Si salvi chi puo'! Nelle mie contorte categorie mentali sta piu' vicina ad Allevi che al mondo della classica....

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Unisciti alla conversazione

Puoi rispondere adesso e registrarti subito dopo. Se hai un account, ACCEDI.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.


×
×
  • Crea Nuovo...

Accettazione Cookie e Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti di terzi, usano cookie necessari al funzionamento. Accettando acconsenti al loro utilizzo - Privacy Policy